giovedì, maggio 03, 2007

Normalità???

No, grazie… insomma, diciamo che non si vorrebbe ricadere nella solita routine così velocemente. Di solito, al ritorno da qualche giorno di vacanza, si desidera avvalersi dei benefici che essi ci hanno portato per qualche giorno, ma purtroppo la quotidianità ci stronca le gambine e ci ricaccia in tutti i nostri impegni senza darci tregua… E' la solita storia, la solita vecchia storia, vacanze finite, gli impegni che si sono lasciati alla partenza si ritrovano tutti al rientro e con gli interessi. Ma stamattina non mi voglio lamentare, non ne ho voglia, anche perché non so ancora per quanto potrò godere di questa calma apparente dato che qui al lavoro si prospetta una giornatina di piccole novità… Il prossimo argomento che dovrò affrontare è arrivato ieri sera come un fulmine a ciel sereno, una di quelle cose che avevo messo nel dimenticatoio perché tanto se ne era parlato una volta sola e poi non ne avevo saputo più nulla… Beh, ora è ritornata e va bene, piano piano la faremo, con calma, mooolta calma...
Poi stasera mi aspetta la palestra, con l'insegnante che sarà super carica e pronta a torturarci per farci pagare a caro prezzo tutti gli sgarri alimentari fatti nel lungo ponte. Certo che se si basa su quelli fatti dalla sottoscritta andiamo male, molto male… Sono stati 4 giorni all'ingrasso, con una assunzione di calorie non conteggiabili fino ad arrivare ad un punto in cui non avevo nemmeno più fame. Ma per il mio metabolismo super addormentato non c'è niente di meglio che passeggiare e le gambine sono state usate abbondantemente… con il risultato che sono praticamente dello stesso peso di quando sono partita… Beate vacanze… altro che starsene qui incatenati ad una scrivania per otto ore al giorno!!!
Del resto la giornata di ieri è passata abbastanza tranquillamente, senza molta spinta, quasi in uno stato comatoso, complice anche questa stagione. Oggi si replica, cielo grigio, uniforme e brutto ed i miei occhi si chiudono e si riaprono lentamente, come se non si capacitassero di quello che li circonda. Forse desidero solo chiudere per un attimo gli occhi ed aprirli su un altro posto, magari una semplice sbirciatina in una delle mie tante vite parallele, quelle che il mio IO di un altro luogo e tempo sta vivendo insieme a questa. Magari potrei essere una grassa contessa del 1800, oppure una stracciona del dopo guerra, boh… chissà, i mondi paralleli non stanno certo a sentire i miei umori, vivono per conto loro e non ci è dato metterci in comunicazione con loro. Ma poi chi mi dice che esistano davvero??? Beh, e perché no??? Perché dobbiamo necessariamente pensare che la realtà sia il presente che stiamo vivendo, quello che ci riguarda e solo quello??? Siamo un po' presuntuosi, un pizzico di egocentrismo ci contraddistingue, ma dato che non abbiamo percezione di nient'altro è anche l'unica cosa che possiamo fare, vivere il nostro Matrix il meglio possibile.

1 commento:

Pecorella Smarrita ha detto...

Foto nuova di zecca oggi eh??? Stai molto bene riccia!
Baci Pecorella :O)