giovedì, maggio 31, 2007

Fine maggio...

Dato che probabilmente il weekend sarà schifosissimo, a livello meteo, sarà meglio 'godersi' queste giornate di pallido sole, anche se la parola godere fa un po' ridere dato che mi trovo rinchiusa nel solito ufficio, seduta alla solita scrivania, sbadigliando come spesso mi capita di questi tempi per una buona parte della giornata… Nel resto del tempo più che altro litigo con le persone, oppure fatico in palestra e quindi non so proprio cosa dire… forse è meglio starsene a sbadigliare… Ieri ho anche litigato con il mio compagniuccio di caffè, con il quale prendevo il caffè alle 10:00, che penso proprio non mi vorrà più parlare… in fondo non è successo nulla, gli ho semplicemente detto quello che pensavo, non ci vedo nulla di male!!! :-P
Solo perché è un uomo, non capisco perché non dovrei dirgli cosa penso di lui… non mi ha mai trattenuto una simile circostanza e non penso proprio che possa succedere ora… Poi che non sia diplomatico, che non si debba fare, che bisogna semplicemente far fare alla gente le figure di merda che si meritano senza dirgli niente questo è un altro paio di maniche, è una tteggiamento che non mi appartiente ed il motivo per il quale è per me così facile trovarmi nei pasticci. Alla fine abbiamo litigato per una questione di lavoro, e, a onor del merito, io non avevo iniziato la discussione con l'intenzione di litigare, non questa volta… volevo solo fargli sapere che secondo me aveva gestito una questione di lavoro in modo non corretto… però lui ha reagito male, ha messo fuori tutti gli aculei che possiede mettendosi sulla difensiva e questo ha fatto degenerare la questione, innalzando, un po' più del dovuto, i toni della discussione… Pazienza… che ci posso fare…
Ieri poi, oltre a questa cosa, ne è successa un'altra… una delle mie colleghe ha realizzato un 'suo' sogno… si è fatta fare un book, con foto artistiche molto belle… Ieri me le ha mostrate, molto orgogliosa ed io, oltre ad aver apprezzato la maggior parte di tali foto, rimango sempre molto sconvolta dal fatto che ci siano tante persone che, giustamente, si apprezzano a tal punto da poter mettere se stesse al centro di una situazione… Io non riuscirei mai a fare una cosa del genere, e non solo per il fatto che non ritengo di poter essere una modella decente per foto di questo genere, ma proprio per il fatto che mi vergognerei all'inverosimile… Però, mi rendo conto, che dovrebbe essere bellissimo sentirsi così, essere così orgogliosi del proprio corpo da 'volerlo' mettere sotto i riflettori, deve essere una sensazione inebriante. Io non mi sono mai piaciuta, l'unico momento della mia vita in cui ero veramente in forma fisica, ero poi mentalmente instabile e non mi ricordo di nulla… Ho qualche foto che testimonia questo mio momento, ma non me lo sono goduto ed ora, ormai è troppo tardi ed è impossibile tornare a quei livelli… Ma il segreto è un altro, lo so benissimo… il segreto sta nel volersi bene, nell'apprezzarsi per come si è, nel riuscire a focalizzarsi sulle cose positive, nel vedere (almeno ogni tanto) il bicchiere mezzo pieno… Invece da queste parti cosa noto io??? La cellulite che giace sulle cosce, la pancetta che nemmeno facendo addominali per il resto della mia vita potrà mai scomparire, le smagliature dovute al mio successivo allargarmi e restringermi… per non parlare, di quelle cose che non dipendono direttamente dalla mia 'avvenenza' tipo il nasone, il faccione e quei capelli orrendi che giacciono inconsapevoli sulla mia testa… Un bel quadretto, giusto??? Però non vedo le mie gambe, sì cicciotte ma drittissime, un seno prosperoso, le orecchie super appiccicate alla testa, le mani che cerco di tenere curate con le unghie sempre abbastanza lunghe e laccate… non vedo che sono passata dalla 54 alla 48 scarsa… non vedo che riesco a mettermi qualche maglia attillata senza farmi venire la nausea… non vedo che i rotolini sono quasi spariti… insomma le cose positive sono invisibili!!! Perché??? Perché non ho il culto di me stessa, perché IO vengo dopo tutto il resto, perché ciò che sto facendo da più di un anno, non lo faccio per vanità, ma per la mia salute, che è una bella cosa, non lo metto in dubbio, ma potrei viverla anche sotto altri aspetti. La bilancia è comunque una mia nemica, non sarà mai una alleata… ci salgo mille volte e per mille volte penso che mi tradirà… troppo concentrata a pensare che un piccolo sgarro mi costerà MOLTO caro, ed è ovvio che sarà così, non può essere diversamente… Se nell'ultimo anno ho lavorato tanto su me stessa, ho cercato di modificare tante cose della mia vita, a me sembra, comunque, di avere ancora tanta strada da fare, per me, per le persone che mi stanno accanto, per capire veramente come andrebbe vissuta questa vita… Dite che se non mi sbrigo, fa in tempo a finire??? Beh, può darsi, ma fino a quando c'è un giorno che mi aspetta c'è ancora una possibilità, la cosa importante è cadere, rialzarsi e soprattutto… combattere!!!

Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo

Will Turner, Elizabeth Swann e Capitan Barbosa s’imbarcano nel tentativo di unirsi ai nove pirati lord della fratellanza, per sconfiggere Lord Cutler Beckett delle Compagnie Delle Indie Orientali, che è riuscito a impadronirsi dell’Olandese Volante, un veliero fantasma che semina il terrore nei sette mari. Per raggiungere la vittoria è necessario però che partecipino alla battaglia tutti e nove i pirati lord; ma uno di loro, Jack Sparrow, è intrappolato nello scrigno del cattivo Davy Jones. Bisogna assolutamente liberarlo; per raggiungere lo scopo, il nostro terzetto di eroi, supportato da un gruppo di compagni di ventura, arriva a Singapore e si confronta con il pirata Sao Feng, per ottenere una nave che li porti ai confini del mondo

Questo è solo l'inizio del film… e che film!!! Mi ha tenuta letteralmente incollata alla sedia per più di due ore e mezza e quando è finito, ho solo pensato che vorrei tanto un seguito e che il personaggio di Jack Sparrow mi mancherà… Se nel primo film di questa trilogia alcuni personaggi erano quasi solo di contorno alla travolgente bravura di Johnny Deep, in questo ultimo capitolo mi sono piaciuti TUTTI… li ho trovati immersi anima e corpo nei propri personaggi. Ho amato in particolare una scena, che per la sua originalità, e per come è stata girata mi ha lasciato a bocca aperta. Posso anche parlarne, perché comunque non si trova alla fine del film… è la scena che riporta la Perla Nera nel mondo dei vivi… FAVOLOSA!!! Poi però credo che non dimenticherò mai la battaglia finale con le due navi che si fronteggiano ai limiti di un colossale vortice d'acqua… Merita veramente di essere visto al cinema

mercoledì, maggio 30, 2007

Non ho sonno...

no no è solo un'impressione… altro che lavarsi il viso con l'acqua gelata, qui ci vogliono delle vere e proprie sberle!!! La bilancia ha deciso di farmi guerra aperta, le mie giornate sono sempre lunghissime e sono sempre più sfasciata… E' ufficiale… ho bisogno di ferie, ma chi è che non ne ha bisogno??? Tanto per farvi capire il livello di sfasciamento che sto raggiungendo vi racconto cosa ho combinato ieri sera in palestra… Max mi passa a prendere, io ero tutta contenta che riuscivo a schivarmi la prima lezione di acquagym e arrivata nello spogliatoio, tiro fuori la mia robina dal borsone e… ho preso per sbaglio due magliette invece di una maglietta e i pantaloncini… e mo'??? Senza pantaloni si va in pochi posti… siamo con una macchina sola, se dico a Max che si deve ricambiare perché non ho la roba… mi uccide!!! Poi mi si accende una lampadina, stile ViKy il vichingo… Ho con me un copracostume che è fatto ad abitino intero con tanto di pantaloncini corti. E' di maglina nera, non sarà il massimo ma almeno mi consente di fare la lezione… Insomma, non ce la posso fare!!!
Ed oggi??? Devo assolutamente finire il manuale… non ne ho per niente voglia… non faccio che guardare le previsioni meteo per il prossimo weekend nella speranza che possano improvvisamente cambiare e mettere bel tempo… niente mare nemmeno per il prossimo fine settimana, poi l'altro è già occupato da un pranzo dai suoceri :-( !!! Posso dire una cosa??? non ne ho per niente voglia… sarà sicuramente un weekend di sole cocente… e noi??? Noi a casa per un pranzo che non si prospetta nemmeno dei migliori… quando ieri sera Max ha ricevuto un messaggio da suo fratello per sapere se avevamo impegni per il 10 di giugno e mi ha chiesto se doveva rifiutare, sono stata tentata di dire di sì… ma poi non me la sono sentita… Max ha cercato di indorare la pillola dicendomi che possiamo andarci in giornata sabato se c'è bello, ma io so già che sarà difficile…
Non sono ispirata stamattina, ho solo tanto sonno… quindi la finisco qui...

martedì, maggio 29, 2007

Nuova dieta... pago da bere...

Nel weekend appena trascorso mi sono dedicata, come preannunciato, alla preparazione di una nuova dieta. Diciamo che non ho apportato grandissime modifiche, nel senso che dopo essermi letta per bene tutte le indicazioni penso che, il livello di fame che patisco in questo momento sia accettabile e quindi non ho bisogno di aumentare le dosi… Tra l'altro durante il weekend è sempre abbastanza difficile 'fare a modo' e quindi è sicuramente consigliabile mantenere un profilo abbastanza basso durante la settimana. In generale ho cambiato tutti i pranzi inserendo un sacco di insalatone, alcune delle quali ho già sperimentato, mentre le altre le proverò durante questa prima settimana che mi servirà da test, sia per verificare se riesco a mangiarle, sia per sapere se effettivamente possono sostituire quello che mangiavo prima o sono in un qualche modo più 'pesanti'. Sabato sera ho provato quella ai legumi, con tanto di fagioli, insalata, mais, cipollotto e salsa di pomodoro (vagamente piccante). Non mi è dispiaciuta, al di là del fatto che il cipollotto era un po' troppo 'arrabbiato' e la salsa di pomodoro dà un'aria all'insalata di vero 'paciugo'… Ed anche quella che ho mangiato ieri a pranzo non era male… ricotta, insalata, mezza carota e qualche rapanello… stendiamo un velo pietoso sul fatto che ci ho messo una vita a digerire quei tre pezzetti in croce di rapanello… sono veramente lofia!!!
Stamattina però la bilancia non mi ha dato tanta soddisfazione, nonostante la mezz'oretta di ciclette che mi sono sparata quando sono tornata a casa… ma è troppo presto per dare una valutazione…
Nel frattempo guardo fuori dalla finestra e penso che, anche se il sole dovesse fare capolino e bucare le nuvole grigie che per il momento ricoprono il cielo, per stasera dovrei essere al sicuro dal debutto di acquagym… Comunque io sono pronta ad ogni evenienza, ho un borsone da palestra pauroso dove c'è tutto il necessario per qualsiasi evenienza… forse pure troppo!!! Ieri sera mi sono provata il mio custume da piscina, comprato in occasione del mio tentativo fallimentare di imparare a nuotare… Per fortuna mi sta ancora, un po' strettino di petto ma accettabile e poi, vi racconto cosa ho infilato nel borsone: accappatoio, asciugamano e ciabattine per la doccia, pantaloni, maglietta, asciugamano, scarpe da ginna e calzine per l'eventuale lezione di step, custume, copricostume (trattasi di un un completino superdatato che ho rispolverato…), infradito nuove della champion e asiugamano rosa per l'eventuale lezione di acquagym. Poi c'è il beauty solito ed un nuovo borsino dove ho riposto il librino di turno e la crema solare… perché nella mia testa bacata c'è l'intenzione di andare in palestra in anticipo quando ci sarà bel tempo e mettermi un po' a prendere il sole mentre aspetto l'inizio della lezione… Più che essere la preparazione per una seduta in palestra sembra un piano di guerra, me ne rendo conto… ma che ci posso fare… Il borsone di Max è venuto molto meno pieno… ho aggiunto alle solite cose solo i boxer da mare ed un asciugamano…
Adesso cambio argomento, solo per parlare un attimo prima di lasciarvi delle cavolate che stanno facendo ultimamente con i palinsesti… A parte che ieri sera hanno fatto vedere una puntata di 'Crossing Jordan' praticamente alle due di notte… la cosa più scandalosa che ho sentito ultimamente è l'inizio della nuova serie di '24' domenica prossima alle 23:45… Perché???? E' praticamente l'unica cosa degna di essere guardata che va in onda su Rete4, perché deve essere programmata così tardi??? E' una tecnica per incentivare la vendita dei DVD??? Che tristezza!!!

lunedì, maggio 28, 2007

E' già lunedì...

Eh sì, non sembra vero, eppure è così, questi weekend che passano alla velocità della luce sono impressionanti… Non mi sembra di aver fatto nulla in questi due giorni, se non mi concentro per bene, mi ricordo solo il mega turno alla stirella di ieri mattina. Invece no, delle cose ne sono state fatte, o almeno, sabato mattina abbiamo tenuto fede ai nostri impegni, andando prima a fare un giro alla 'nostra' nuova Despar e poi facendo un po' di shopping da Modi&Moda a Modena che per 6 settimane sta facendo dei mega sconti su tutto l'assortimento per rinnovo locali. In Despar ci siamo andati a piedi, c'era una confusione incredibile, tutti i nostri compaesani avevano avuto la nostra idea… una scuriosatina è d'obbligo, senza contare che c'era anche il buffet, quindi ho visto tanta gente assemblarsi nei pressi dei tavolini imbanditi… Il commento finale è che mi sembra una cosa positiva, non può sostituire l'iper a Carpi dove andiamo di solito per la spesa grande, ma è comunque una bella comodità…
Una volta riposta la spesa, ci siamo diretti verso Modena… Devo dire che urge un corso accelerato di come comportarsi in occasione delle svendite… SONO UNA FRANA!!! Quando vedo un po' di confusione comincio ad andare in TILT e non vedo più nulla, mi aggiro fra gli scaffali e vedo solo persone che scaravaltano magliette e pantaloni… Fortunatamente qualcosa ho trovato, ero interessata ad un paio di jeans elasticizzati super leggeri per il tato ed alla fine ne abbiamo trovati due paia della sua misura, uno verde militare spento ed uno blu… Poi ci aggiungiamo tre camiciole super colorate e… dadaaa… un abitino per me!!! Sì sì, uno di quegli abitini di maglietta che vanno tanto di moda quest'anno, con i disegni tipici anni settanta… sui toni del giallone, marrone e nero… mi piace un sacco e non mi sembra nemmeno che mi stia malissimo… La scena mitica comunque ve la devo raccontare… finite le compere per il tato, ci avviciniamo al reparto donna e LUI mi fa 'Cosa stavi cercando in particolare?' ed io 'Mah, mi piacerebbe un abitino estivo, è tanto che non ne porto più' Lui si avvicina ad uno scaffale dove si trovano appesi quei vestiti di lino tutti grandi stile egiziani e mi dice 'Tipo questo???' Io lo guardo, faccio il mescolino e gli dico 'Beh, se mi devo mettere addosso un sacco di patate con tre buchi, cosa sono dimagrita a fare???' Lui si mette a ridere e mi dice 'Ma non in quel senso, pensavo solo che poteva essere un'idea fresca…' Io faccio l'offesa per un po', anche se non me la sono presa per niente (però glielo rinfaccerò per un bel po') e mi sposto verso qualcosa di un po' più femminile e come al solito è lui che vede il mio abitino, ha un occhio per certe cose che non so proprio come fa… io non gli avrei mica dato un centesino a sto' coso tutto fiappo che non voleva nemmeno starsene sulla gruccia!!! Contenti dei nostri acquisti, siamo usciti e poi udite udite mi dice… 'Andiamo a mangiare al Mac???'… Ma allora Dio esiste… dato che solo il giorno prima avevo sognato ad occhi aperti una scorpacciata di schifezze!!! Capatina quindi al Grand'Emilia, e intanto gli dico 'Dopo facciamo un giro a vedere se riesco a trovare un paio di infradito ROSA?' sì, rosa perché, con il cotone rosa-rosso-fucsia rimasto dalla confezione della maglietta ci è venuto fuori anche un abitino copricostume e con gli infradito gialli che possiedo non è il top… Facciamo un giro in Bata, comincio a provare mille infradito e non ce n'è uno che mi piaccia… possibile che sia difficile anche in una cosa così stupida!!! Alla fine usciamo senza comprare nulla e mentre boffonchio che non riesco nemmeno a comprarmi un paio di ciabatte, Max mi fa 'Eh beh, sei hai i piedi difettosi non è mica colpa di nessuno!!!' Uhmmm… sacco di patate+piedi difettosi… uhmmm… devo dedurre qualcosa da questi commenti??? Beh, alla fine una capatina da Giacomelli Sport (che sembrava dovesse chiudere un paio di anni fa ed invece è ancora lì, bello come il sole e con un sacco di bella robina sportiva che mi ha fatto venire l'acquolina (ma da quando in qua sbavo dietro alla roba sportiva??? Deve esserci proprio qualcosa che non va!!!) è stata risolutiva… ecco le mie infradito con soletta nera e laccetti rosa della Champion, sembrano anche molto comode!!!
Ora sono davvero pronta per il mare… CAPITO!!! :-D
Tornata a casa ho provato il mio abitino con le infradito, Max non lo aveva ancora visto addosso e si è rifatto di tutte le cattiverie precedentemente dette… 'Ma è troppo bello come copricostume, potresti metterlo anche per uscire alla sera!!!' Che carino, quando si impegna è veramente un mito!!!

venerdì, maggio 25, 2007

La giornata dei paciughi...

Non sto parlando di roba da mangiare, ma del lavoro… oggi non ho fatto che spaciugare… tante piccole cosine, prendi questo, prendi quello, insomma se devo dire quello che ho fatto non ne sono capace… Poi è anche venerdì, c'è un caldo atroce, ci aspetta un weekend in cui TUTTI e dico TUTTI hanno detto che pioverà, e penso che TUTTI si stanno chiedendo perché diavolo deve piovere proprio di sabato e domenica, quando c'è tanto di quel tempo durante la settimana!!!
Spero bene che questa volta ci abbiano preso, altrimenti poi mi sentite lunedì… Questo era il weekend giusto per andare al mare, ci abbiamo rinunciato per la precarietà dela stagione, quindi voglio acqua… Max ha già predetto come andrà a finire… pioverà al mare, ma qui da noi non verrà nemmeno una goccia d'acqua…
Ma dopo queste numerose (=troppe) righe spese nella descrizione del tempo… passiamo a cose più serie… Ho deciso cosa fare della mia 'vita sportiva'… Sono cose importanti, lo vedo che state sorridendo o scuotendo la testa… ma non vi rendete conto quanto sia stato faticoso prendere una decisione… A parte gli scherzi, la settimana prossima dovrebbero iniziare i corsi in acqua e, ieri sera, alla fine della lezione ne abbiamo parlato con la posseduta. Ne è venuto fuori che nelle sue ore lei vorrebe fare acquagym se c'è bel tempo o step se fa brutto, lasciando perdere il progetto del triatlon che, nel gruppo delle balene spiaggiate, non ha fatto una gran impressione… Dato che la prospettiva di mettermi in costume non mi entusiasma molto, devo assolutamente farmi insegnare la danza della pioggia che Max intraprende tutte le volte che gli chiedo di portarmi al mare… da fare ogni lunedì ed ogni mercoledì sera… ma se non dovesse funzionare, ho comunque deciso di provare anche questa esperienza… Sono stata anche un po' obbligata, le altre ragazze, mi hanno chiaramente detto che 'devo provare', con fare anche minaccioso, forse il mio silenzio e soprattutto il mio starmene un po' in disparte mentre si parlava di questo argomento ha fatto pensar loro che non fossi molto convinta… Brave!!! Avete capito perfettamente la situazione… ma c'è anche altro… queste discussioni andrebbero fatte prima del corso, perché dopo… non sono in grado né di intendere né di volere… Ieri sera tra l'altro ha avuto anche l'idea di fare gli esercizi all'aperto ed alcune di noi sono finite al sole (tra le quali anche la sottoscritta) quindi alla fine della lezione ero più morta che viva… l'unica cosa che desideravo era immergermi in una vasca piena di ghiaccio e poi mettermi il pigiamino e cacciarci una ronfata ristoratrice!!!
Cosa che farei volentieri anche in questo momento, tralasciando però la vasca ghiacciata… ed invece lo sapete cosa mi aspetta… quella benedetta casa da pulire. Il tato arriverà a casa più tardi del solito, perché all'uscita dal lavoro andrà a caccia di un meccanico che gli metta a posto il cavo del freno a mano… Vi spiego… Ieri sera, tornando a casa, guardavo l'alfa e vedevo che c'è qualcosa che pendeva da sotto la macchina, non toccava per terra, ma ci mancava poco… Arrivati a casa, scendo per aprirgli il garage come al solito, ma prima mi chino e vedo questo cavo pensola… allora gli faccio cenno di scendere… e quando anche lui si china, il cavo è bello adeso alla macchina… Lui mi fa 'Cosa dovrei vedere???' ed io 'Quel cavo lì era molto più in basso, mi devi credere' poi lui rimonta in macchina ed io mi sto già chiedendo se ho le allucinazione, rilascia il freno a mano ed ecco che il cavo ridiscende… faccio gesti inconsulti e lui smonta di nuovo senza tirare il freno a mano per vedere lo strano fenomeno… Forse, a forza di ciocchi, si sono svitate le vitine che tengono su questo benedetto cavo e quindi stasera, fa un primo tentativo di farlo aggiustare… non dovrebbe essere niente di particolare, ma è pericoloso avere qualcosa che pende… soprattutto poi in una macchina che già per sua natura è molto bassa… Come vedete sono la solita rompi… ma, al di là del fatto che era molto stanco, non l'ho visto particolarmente incavolato, più che altro rassegnato al fatto che c'è sempre qualcosa che non va!!! Eh beh… a stare al mondo è così, mica vorremmo annoiarci e poi la macchinina va tenuta da conto… ci deve portare a Livigno… SI SI SI … ieri sera abbiamo anche confermato i due appartamentini… :-D Finalmente porto i miei due vecchi di nuovo in montanga dopo due anni di assenza!!! Che bellezza… non vedo l'ora… ho quasi paura persino a pensarci, paura che possa succedere qualcosa che ce lo impedisca e quindi ho deciso che faccio finta di nulla… e non ve ne parlerò più se non quando saremo a ridosso della partenza… Ve lo prometto!!!! Comunque, solo per concludere questo argomento, anche i miei sembrano molto emozionati all'idea, oggi hanno insistito all'inverosimile per darmi subito i soldi della caparra e non era la prima volta che mi chiedevano se avevamo confermato gli appartamenti… Poveri, questi due anni sono stati lunghissimi per loro, e fa bene anche a loro cambiare un po' d'aria, vivere qualcosa di diverso, che li tenga lontani, anche se solo per una settimana dalle loro preoccupazioni…
Ora non mi resta che augurarvi un weekend spettacoloso, pioggia o non pioggia, chi se ne frega… l'importante è stare bene!!!

Sotto Terra

John Pellam è un location scout: gira l’America in camper per una casa di produzione cinematografica alla ricerca dei luoghi più adatti per i nuovi film. Accompagnato dal suo assistente Marty, giunge in un’anonima cittadina dello Stato di New York, che potrebbe diventare il set di “Sotto terra”, un soggetto di cui lo stesso Pellam è autore. Ma, dopo l’arrivo, si verificano alcuni fatti inquietanti: il camper viene fatto oggetto di atti di teppismo, John, investito da una sbadata donna al volante, finisce in ospedale e Marty muore nella misteriosa esplosione dell’auto che aveva appena noleggiato. La polizia vorrebbe liquidare il caso come un tragico incidente, ma Pellam non è convinto… Con il libro inizia la pubblicazione dei primi romanzi di Deaver.

E' stata una gradita scoperta… Fan accanita del Deaver che tutti conosciamo con 'Il collezionista d'ossa', ho intrapreso la lettura di questo romanzo senza saper bene cosa aspettarmi. Quando si è molto affezionati ad un personaggio, si ha sempre paura di scoprirne un altro che in un qualche modo possa deludere. Ma in questo caso, è impossibile che ciò avvenga, perché il protagonista di questo roamanzo è completamente diverso da Ryme, diciamo che si trova coinvolto nelle vicende narrate per una semplice questione di coincidenze ed indaga su quanto succede solo per avere un po' di giustizia… La lettura scorre veloce e piacevole con i suoi tipici momenti di suspense intervallati da momenti di 'pausa', quasi come se si stesse a guardare l'infrangersi delle onde su una spiaggia deserta…

giovedì, maggio 24, 2007

Le lucciole...

Sarà che oggi proprio sembra una giornata da giugno inoltrato, sarà che il dopo pranzo è sempre molto faticoso… sarà che ci sono tantissimi posti in cui vorrei essere adesso… ma con gli occhi a mezz'asta ho ripensato ad una cosa che mi ha detto ieri sera la mia monella… Mi parlava delle loro scampagnate in bicicletta e del fatto che qualche sera fa, tornando a casa sono 'incappati' in una nuvola di lucciole!!! Che meraviglia, sono decenni che non vedo le lucciole ed ecco che scatta un ricordo, siete pronti???
Avevo 16 anni, secondo anno liceo appena terminato, rimandata in inglese (con la sufficienza… era francese che era sotto!!!). Un anno alle spalle faticosissimo, una delle mie migliori amiche operata ad una gamba aveva sofferto le pene dell'inferno ed io, nel mio piccolo, mi ero sbattuta a destra e a manca per darle una mano con compiti e lezioni non seguite (lo so che forse non ero la persona più adatta, dato che poi sono stata rimandata, ma ogn'uno ha le amiche che si merita, giusto???). La famiglia della mia amica possedeva una villettina a Serramazzoni, anzi in una frazioncina a qualche chilometro da Serra, e per una settimana la vecchia compagnia si è trovata tutta riunita in quella villetta… Credo di averne già parlato in uno degli escursus nel libro dei ricordi… ma certamente non vi ho raccontato che alla sera, ci facevamo quei 2-3 kilometri che ci separavano dal centro solo per andarci a prendere un gelato ed al nostro ritorno, cantavamo canzoncine stupide lungo la strada poco frequentata che ci riconduceva a casa… e… intorno a noi, quell'estate, le lucciole ci accompagnavano ed io guardavo tutti quei puntini luminosi come se mi trovassi in un mondo fatato. Ricordo che la mia amica più 'matta' aveva anche avuto la brillante idea di catturarne alcune, ma io ero riuscita ad impormi con fermezza e non glielo avevo permesso… Quando capitavamo in prossimità di quei cespugli luminosi, smettevamo di cantare, quasi non fiatavamo e ci avvicinavamo di soppiato per paura di spaventarle. Quanti anni sono passati… più di 20 eppure a me sembra ieri, me lo ricordo benissimo, mi ricordo che poi, tutte quelle immagini mi rimanevano in testa per parecchio tempo e mentre le altre se ne andavano a dormire, io mi siedevo in veranda, dove una luce molto fioca mi consentiva di scribacchiare sul mio diario, di riportare le sensazioni che avevo provato ed immergermi di nuovo nel mondo fatato che avevo appena sfiorato…
Nostalgia??? Rimpianti??? No, per nulla, solo un sorriso che affiora di nascosto, uno sguardo a quella allegra combriccola, a quelle ragazzine che ben presto sarebbero diventate donne ma che, almeno per quell'estate, non avevano ancora intenzione di prendersi sul serio, perché era il nostro momento, il momento di divertirsi senza altri pensieri, anche se la scuola era pesante, anche se solo una di noi se la cavava veramente bene, mentre le altre arrancavano in una materia o nell'altra... La scuola era importante, forse la consideravamo anche troppo seriamente, ma eravamo importanti anche noi, con le nostre 'storie' con le nostre fantasie adolescenziali, con il cuore ancora integro, capaci di emozionarci di fronte ad una nuvola di lucciole, senza però avere il coraggio di dimostrarlo…

Basta poco...

Sì, veramente , il commento alla serata di ieri sera è il seguente 'Basta poco!!! Non è poi così difficile incontrarsi con una cara amica un po' più spesso!!!'. Dire che stata una serata piacevole è veramente riduttivo, lo sapete tutti cosa significa abbracciare una persona che senti vicina, a cui vuoi bene anche se non ci si vede tanto spesso… Non so, è come quando ti capita fra le mani un vecchio libro di scuola e vi trovi dentro un foglietto su cui tu e la tua compagna di banco vi siete scambiate frasi interrompendo la noia di una lezione interminabile… Ti sembra di essere lì, di poter rivivere quell'esatto momento nonostante la consapevolezza del tempo passato. Ecco così mi sento sempre con la mia monella, mille cose da raccontarsi, mille cose di cui parlare e la semplicità di una serata che passa troppo in fretta. Ed è proprio questo che poi alla fine fa venire il nervoso… è una cosa talmente tanto semplice che viene spontaneo chiedersi perché si debba farlo una volta all'anno… non si potrebbe fare più spesso???
Poi però vi racconto la lunga notte… arrivata a casa ad un orario del tutto rispettabile, apro la porta e vengo invasa da una cappa micidiale. Il tato si era appena coricato e non appena ha chiuso le finestre, il calore incamerato nei muri si è riversato all'interno trasformando la nostra casina in una specie di sauna… Ma lui sembrava tranquillo e quindi mi sono detta che forse era ancora l'azione della digestione. Mi infilo il pigiamino e mentre ripongo nel cesto dei panni sporchi quello a maniche lunghe mi si accende una lampadina… noooooo… ho una lavatrice da stendere. Posso farlo domattina??? Uhmmm ci sono delle camice del tato dentro, sarebbe meglio di no… ok, dai, prendo le chiavi, riapro la porta e mi fiondo giù dalle scale, stendo e poi ritorno su, richiudo la porta ed ancora mi accorgo del caldo che regna sovrano. Vabbè dai, bevo un altro sorso d'acqua… e penso 'Adesso mi metto calma e vedrai che mi passa il calore!!!' Ci provo, ma qui la situazione peggiora e dopo non so quanti minuti torno ad alzarmi e Max mi chiede 'Cosa succede?' Ed io 'Ho troppo caldo'. Vado al recupero del telecomando del condizionatore, non riesco a trovarlo, estraggo il cassetto dove dovrebbe essere ed effettivamente sta lì sotto una montagna di roba. Il display è morto, forse il tato è stato così bravo da toglierle, invece no, le pile ci sono, si sono pure un po' inossidate, ma comunque dovrebbero essere scariche. Vado a caccia delle pile nuove (in un altro cassetto degli orrori!!!) e quando le trovo, le pongo al posto di quelle vecchie. Il display si accende, ma come è prevedibile sono state perse tutte le impostazioni. Chi se ne frega, l'importante è che si sia acceso e che faccia un po' di freschino. Cerco di riporre il cassetto nel suo posto, lo avevo tolto del tutto per vedere cosa c'era dentro dato che è un po' alto ed io sono alta come due soldi di formaggio, ma non ci riesco, faccio solo casino, quindi ci rinuncio e appoggio il cassetto sul tavolo della cucina. Torno in camera e Max mi chiede cosa sta succedendo ed io gli dico che ho perso le ipostazioni. Ormai sveglio si imposessa del telecomando e dopo svariati bip riesce ad impostarlo in modo soddisfacente. Il freschino comincia a farsi sentire quasi subito e mentre io leggo l'ennesima paginetta del librino sento il respiro di Max farsi pesante ed anche a me le palpebre tendono a chiudersi. Dovrei spegnerlo prima di addormentarmi ma poi ci ripenso, lascialo un po' acceso, se mi sveglio verso mattina, poi lo spengo. E così è stato, verso le cinque mi sono svegliata, ho fatto il mio solito giretto per casa e l'ho spento, ma ormai l'aria era più respirabile e mi sono riaddormentata subito dopo.

...
...
I punti stanno a significare che mentre finivo di scrivere il mio post mi sono venuti a rompere le scatoline… Normale amministrazione!!! Ma tutto rema contro di me… dopo la mega pizza di ieri sera (buonissima!!!) la coppona di fragole (con panna… non mi sgridare tato!!!), ci mancava giusto giusto una fettina di torta al cioccolato per festeggiare la vittoria del MILAN. Sì perché qui non si perde occasione per mangiare qualcosa, anche gli interisti più accaniti si sono gettati suelle torte portate dal milanista d'eccezione, perché si sa che il cibo unisce tutte le fedi!!!
Ah dimenticavo, vi racconto solo questa e poi, veramente, vi lascio in pace per oggi… di fronte a casa nostra, stanno aprendo un nuovo supermercato, che per la metropoli di Sorbara è veramente un evento. Oggi c'è l'inaugurazione ed, al di là del fatto che è una cosa molto positiva perché farà finalmente concorrenza all'altro piccolo negozio di alimentari che è sempre stato caro arrabbiato, stamattina era una vera gioia per gli occhi… bandierine colorate, un totem gigantesco con scritto Despar e persino un piccolo dirigibile per segnalare meglio la presenza di questo. Una cosa un po' ridicola, mi fa sorridere vedere quanto si sono dati da fare per questo evento, ma è anche una cosa tenera, sa di paesino di campagna, dove vengono festeggiate le piccole-grandi novità… A noi farà comodo un sacco… scendo le scale, 50 metri e sono in negozio, volete mettere???

mercoledì, maggio 23, 2007

Eccomi qua...

Ok, ragazzuoli… sono ufficialmente entrata nel periodo di 'decompressione'… dopo la giornata campale di ieri, nella quale ho corso da una parte all'altra come una matta, oggi spero in una giornata più tranquilla con la prospettiva di una seratina finalmente da passare insieme alla mia tatona…
Della giornata di ieri non sto a raccontarvi i particolari, già vi ho annoiato abbastanza con l'ultimo post (=piagnisteo) che ho lasciato… vi basti sapere che alla fine le cose si sono risolte per il meglio e con la storia di mio padre ci ripensiamo minimo tra 6 mesi o massimo tra un anno. E' stata un po' dura perché abbiamo conosciuto un nuovo dottore alla visita di controllo, che essendo appena arrivato e provenendo da una 'importante esperienza all'estero' ha voluto a tutti i costi criticare la procedura utilizzata fino a questo momento, dando pareri da sapientone che non sono state poi molto apprezzate dal medico di Carpi che ha in cura mio padre… Sì perché poi siamo andati a trovare anche lui, quindi per farla breve la mia giornata di ieri si è svolta nel seguente modo. Sveglia alle 6:40, doccia+shampo+composizione riccioli, colazione, trucco e barbatrucco, prelievo dei miei, visita a Modena, riconsegna dei miei a casa, pagamento assicurazione golf (accidenti quanti soldi!!!), ri-prelievo di mio padre per andare all'ospedale a Carpi dall'altro dottore, di nuovo a casa dei miei per il pranzo, lavoro, dietologa, palestra e finalmente CASA!!!!
E stamattina mi sono alzata molto faticosamente (anche stanotte non ho dormito benissimo, forse devo ancora scaricare per bene i nervi…) e me ne sto qui a sperare in una giornata 'normale', il chè è tutto dire… e come vi ho accennato prima, stasera rivedo, dopo non so quanti mesi la mia monella… E' stata tutta una cosa organizzata così al volo, mi ha scritto un sms sabato pomeriggio, mentre me ne stavo sola soletta a casa e rimuginare ed io le ho risposto di getto, senza nemmeno chiedere nulla al tato che era al matrimonio… tanto lui adora Silvia e non ha problemi a lasciarmi uscire con un'amica a fare quel milione di chiacchiere (e vorrei anche vedere!!!). Tra l'altro stasera, con la finale, mi sembra proprio la serata giusta per lasciarlo libero di agitarsi sul divano in completa libertà…
Tra gli appuntamenti di ieri c'è stata anche la capatina dalla dietologa… Mi ha consegnato la dieta di mantenimento che non è molto diversa da quella attuale se non che le quantità sono leggermente più abbondanti. Non che la cosa mi importi molto, voglio solo approfittare di questa cosa per creare un'altra settimana tipo da consegnare alla mamma per i pranzi, in modo da modificare un pochino la solita routine quotidiana… Ma ci vuole tempo anche per fare questo… spero di riuscirci nel weekend… dato che come al solito, avendo solo pensato di fare una capatina al mare, le previsioni mettono nuvolo con possibilità di pioggia… Alla misurazione è stato rilevato ben un centimetro in meno sui fianchi e di questo devo ringraziare la 'posseduta' con i suoi numerosi esercizi per i glutei… non possono che essere loro, almeno credo!!! Ieri sera mi ha parlato del 'fat point' che sarebbe il peso che il proprio corpo sente come 'normale'. Mi ha detto che si basa su una media del peso assunto negli ultimi 18 mesi, quindi se uno riesce a rimanere per tale periodo ad un peso ragionevole, anche ingrassare diventa un po' più difficile, nel senso che il proprio organismo tende ad assimilare meno. Per questo, nel periodo post-dieta è così facile recuperare peso, perché bastano anche piccoli sgarri per riportarsi vicino al fat point… L'imperativo sembra quindi quello di cercare di rimanere intorno al peso attuale il più a lungo possibile, con inflessioni verso il basso, se possibile… Mi ha fatto sorridere quando mi ha detto che è importante pesarsi almeno una volta alla settimana per rendersi conto immediatamente dei possibili sgarri e porvi rimedio in fretta… se sapesse che io mi peso tutti i giorni e, a volte, anche due volte al giorno!!! Lo so che mi sgriderebbe e quindi io ho annuito educatamente facendo finta di niente ;-)
Invece in palestra, ieri sera abbiamo fatto la penultima lezione al chiuso… :-( Non ho ancora deciso cosa fare la settimana prossima… Martedì… acquagym??? Mercoledi quella lezione con i sacchi da box??? Boh… è arrivato il momento di pensarci seriamente, ma non so cosa fare… uffi, mettersi il costume non mi entusiasma molto… voglio andare al mare, non in una piscinetta di periferia… e sapete cosa mi ha detto Max??? 'Allora con questa settimana abbiamo finito???' Ma come, dopo più di sei mesi di sofferenze, ci diamo a mucchio così??? Che peccato… devo fare una bella pensata…
Ma mentre penso, finalmente, a qualche bella cavolata come la nuova dieta e la palestra :-D slavoricchio anche un po', dato che comunque qui non si fa altro che fare riunioni fiume in cui saltano fuori MILLE cose da fare!!!

lunedì, maggio 21, 2007

Silenzio...

Non è durato tanto il mio silenzio stampa… giusto giusto un paio di giorni, un paio di giorni in cui ho toccato un po' il fondo, in cui finalmente o purtroppo tutte le ansie che mi opprimevano hanno avuto la meglio. Avevo deciso di non scrivere nulla fino a domani pomeriggio, per avere qualcosa da raccontare che fosse definitivo ed invece eccomi qua, con ancora qualche incertezza, qualche piccolo timore che però non è nulla a confronto del mio stato d'animo della settimana scorsa.
Ve ne eravate già accorti, il mio non riuscire a dormire, il mio essere super-irritabile, insomma tutti segnali di un disagio forte e quando c'è qualcosa che non va, tutto si somma e sembra che il mondo ti debba per forza crollare addosso da un momento all'altro. Il mondo è caduto venerdì mattina, verso le 11:30, gli argini hanno ceduto e senza un motivo apparente ho iniziato a piangere… Lo so cosa state pensando, non sono un kilo, ed avete ragione… ero qui, seduta a questa scrivania, con il pensiero che mio padre era sicuramente andato a ritirare gli esiti della TAC… ed ho iniziato a piangere… prima solo qualche lacrima e poi un fiume ininterrotto che ho cercato di nascondere con una capatina strategica in bagno… Poi ho fatto diversi respironi, ho guardato la mia faccia super sfatta allo specchio ed ho cercato di non piangere per almeno gli ultimi dieci minuti che mi separavano dalla pausa pranzo. L'ultima cosa che volevo è che mi vedessero i miei con una faccia così… Con la TAC tra le mani, ho letto quella frase incomprensibile che evidenziava la presenza di una cosa che non c'era nella TAC precedente e non capivo. Cos'è questa cosa… 'recesso… ' di cosa si trattà??? Mia madre con gli occhi grandi grandi che mi chiede secondo me di cosa si tratta, mio padre che cerca di minimizzare senza ben riuscirci ed io che tengo gli occhi bassi, che provo a svuotare la mente, che so che non posso far vedere che dentro di me si sta preparando uno tsunami di lacrime che gridano 'Me lo sentivo che c'era qualcosa che non andava!!!'.
Poi la pausa pranzo è finalmente finita, io mi sono scritta quella maledetta frase su un postit e mi sono gettata in internet per cercare di capire cosa voleva dire… La parola 'pericardio' ha cominciato a farmi battere forte il cuore… Non può essere, non può esserci qualcosa che non va al cuore… eppure quella maledetta parola… e giù lacrime, lacrime con il tato al telefono, lacrime di nascosto… insomma tante lacrime, come se si fosse aperto un argine… e nel frattempo la testa mi pulsava… dovevo trovare qualcuno che mi dicesse cos'era, come potevo vivere fino a mertedì con un incubo così… se c'è di mezzo il cuore forse abbiamo aspettato troppo, insomma vi potete immaginare cosa sono riuscita a pensare in quelle ore…
Telefono alla mia dottoressa… è in ferie!!! Telefono al dottore dei miei (che era anche poi il mio fino a quando non mi sono sposata) e non è in ambulatorio… 'riprova più tardi'… passano le ore, riprovo ma lui non è tornato 'lasciami il tuo numero che se per caso passa dall'ambulatorio, ti faccio chiamare…'. Finalmente le 17:30, vado a casa, devo fare le pulizie, ma le lacrime tornano a raffiorare fino a quando spunta il mio tato, ed io mi fiondo tra le sue braccia a piangere come una deficiente… Perché??? Che ne so, ho paura, nessuno mi aiuta, sono sfinita… voglio solo piangere… Alle 20:00 mi attacco al telefono e cerco il dottore dell'ospedale che ha seguito il caso di mio padre, ma non mi risponde nessuno!!! Ok, finalmente capisco che mi devo calmare che per oggi non c'è niente da fare, è destino che non trovi nessuno e, dopo tutto quel piangere, riesco persino a calmarmi… Il merito maggiore va al tato che sta lì, che mi dice le cose che mi serve sentire, che mi sgrida ma nemmeno poi tanto che mi coccola e che mi dice che non devo mollare, che se fosse una cosa grave lo avrebbero chiamato in ospedale… insomma le solite cose che una mente lucida dovrebbe pensare!!!
Sabato mattina, preparo il tato per il matrimonio del suo amico, lotto con il nodo della cravatta e lo spedisco bello come il sole (Era BELLISSIMO!!!) e mi metto a stirare… In tasca ho il cellulare ed il postit ed ogni cinque minuti guardo l'orologio… a mezzogiorno voglio ritentare in ospedale… CUCU CUCU… CUCU… 12 volte, appoggio il ferro, mi metto sul divano, e telefono… Pochi squilli e sento la voce conosciuta… 'Dottore, buongiorno, sono la figlia di L. Giancarlo… si ricorda… ' e poi gli ricordo brevemente il caso che lui, non so come faccia, ha presente perfettamente… 'Scusi se la disturbo volevo chiederle se mi può spiegare una frase che sta scritta sul referto della TAC'. Lui dal suo ambulatorio, mi chiede dove sono stati eseguiti gli esami ed apre direttamente la TAC del 2006 e quella appena eseguita. Io gli leggo la frase 'maledetta' e lui mi dice… 'Le due TAC sono IDENTICHE!!!' Questa cosa che hanno rilevato questa volta c'era anche l'anno scorso, identica ed è dovuta all'operazione subita. Non è niente di preoccupante e non c'è da fare nemmeno nulla… Vi giuro che in quel momento le lacrime sono riaffiorate… Lui mi dice 'Andate tranquillamente alla visita di controllo la prossima settimana e poi, se ci sono problemi, sono sempre qua'. Io non so cosa dire, io non ho MAI conosciuto una persona così disponibile, così gentile e così umana!!! Credevo proprio che mi mandasse a quel paese questa volta, dato che la visita di controllo è domani ed invece… non ho parole!!!
Quindi, mi sono un po' tranquillizzata, aspetto domani per tirare il respirone di sollievo, ma almeno ho capito di cosa si tratta e non è poco… I miei non hanno saputo niente di tutto questo mio agitarsi, li ho solo avvertiti di cosa mi ha detto il dottore per tranquillizzarli un po'… se anche non sanno che hanno una figlia mica normale, stanno bene lo stesso, no???

Friends with money

Quattro donne cercano di vivere le prorpie vite senza farsi condizionare troppo e senza farsi tante domande, ognuna ovviamente con i propri problemi ed alle prese con decisioni importanti che incideranno sulle loro vite...

Dico subito che purtroppo mi ero fatta un'idea totalmente sbagliata di questo film… credevo che si trattasse di una commedia ed invece c'è stato ben poco da ridere. Uno spaccato amaro, con una descrizione per nulla lusinghiera di un ambiente nel quale i soldi la fanno da padrone, per dimostrare che non solo, non portano la felicità, ma a volte sono più dannosi che utili. Tre donne di successo, due delle quali irrimediabilmente infelici e l'altra che vive in una specie di palla di cristallo e la quarta, squattrinata che non sa cosa farsene delle propria vita, che non riesce a capire cosa vuole veramente. Sicuramente è una descrizione molto realistica della nostra civiltà, del nostro modo di vedere le cose, ma troppo, troppo cinica…

La ricerca della felicità

Chris Gardner è un brillante venditore in serie difficoltà economiche. Indietro con l'affitto per mancanza di lavoro, Gardner, e il figlio di appena cinque anni, vengono sfrattati dall'appartamento di San Francisco dove vivono e si ritrovano in mezzo alla strada senza un posto dove andare. Poi, quasi per caso, l'uomo viene assunto come praticante presso una prestigiosa società di consulenza finanziaria, un incarico che comporterà tante privazioni, prima fra tutte quella di essere costretto a vivere, insieme al figlio, in un ricovero per senza tetto, ma che lo porterà a realizzare il sogno di una vita migliore per entrambi.

Un Will Smith sorprendente, bravissimo, un film intenso che ti coinvolge e ti emoziona. Dopo 'L'ultimo bacio' e 'Ricordati di me', Muccino ha sfornato un film completamente diverso, forse essersi ispirato ad una storia vera ha dato profondità alla storia, forse la scelta dell'attore così azzeccata… non so, mi è piaciuto davvero tanto. Non vi dico come va a finire, scopritelo da soli, ne vale la pena!!!

giovedì, maggio 17, 2007

Spider-man 3

Peter Parker è finalmente riuscito a trovare un equilibrio tra la sua devozione a Mary Jane e i suoi doveri di supereroe. Ma una tempesta si profila all’orizzonte. Quando il suo costume diventa improvvisamente nero come la notte, incrementando i suoi poteri, anche Peter subisce un'inquietante trasformazione che lo condurrà a tirar fuori il lato oscuro e vendicativo della sua personalità. Costretto a scegliere tra il potere seducente del nuovo costume e la figura di eroe buono che ha sempre incarnato, Peter dovrà sconfiggere i suoi demoni interiori e soprattutto opporsi ai temibili Uomo Sabbia e Venom.

Effettivamente è diverso dagli altri due, proprio anche come stile… si tenta di spiegare i turbamenti che impediscono a Peter Parker di vivere serenamente, costringendolo a scegliere tra il bene ed il male. Effetti speciali veramente magnifici, le scene delle battaglie sono spettacolari. Il costumino nero è bellissimo, se posso dire una cosa controcorrente, mi piace molto di più di quello rosso… l'unico appunto che posso fare è l'aver un po' esagerato in alcune cose, tipo gli atteggiamenti da bullo durante il suo periodo nero… e il piagnisteo alla fine del film con tutto quel buonismo del 'Io ti perdono'. Però è pur sempre un film tratto da un fumetto e quindi ci può stare tutto… meritava di essere visto al cinema, per quelli che amano questo genere…

mercoledì, maggio 16, 2007

Pensieri... pensieri...

Non vi capita mai di provare nostalgia per qualcosa che in realtà non avete perso ma che non è più come una volta? Ad esempio anche la semplice scrittura dei propri pensieri su un pezzo di carta, con una semplice bic nera? Perché? Boh, non me lo chiedete, tante cose che mi passano per la testa in questi giorni non hanno senso… Non ha senso non riuscire a dormire alla notte, non ha senso alzarsi alla mattina con gli occhi gonfi come se avessi pianto ore ed ore, non ha senso lasciare languire sul comodino un libro e prenderne fuori un altro dalla libreria con il desiderio che almeno lui possa farmi cadere nell'oblio, non ha senso non riuscire a capire che pigiama mettersi per andare a nanna, non ha senso passare TUTTE le serate a lavorare come una cretina perché temo che la mia mente, facendo una cosa sola, possa partire per la tangente… e soprattutto non ha senso tenere in mano una penna mentre scrivo queste cavolate sulla mia tastiera.
BREAK, PAUSA, STOP, ALT!!! Fermati Gianchy, ferma la testa, voglio scendere dal turbine dei miei pensieri, voglio una stanza buia dove nascondermi per un po', dove la luce non entri a ferirmi gli occhi, dove nessun suono mi raggiunga. PACE!!! Pace da me stessa, dalle mie mille preoccupazioni, la maggior parte delle quali è totalmente inutile!!! Non sopporto nulla di queste mattinate, non riesco a trovare nulla per cui valga davvero la pena iniziare a lottare, non capisco perché mi sono alzata, perché non sono rimasta nel mio costante dormiveglia notturno. Il perché è semplice… non ci sono alternative, non si può fuggire, non ci si può nascondere, la vita ti trova comunque, che ti piaccia o no e se anche tu cerchi di fare di tutto per renderti il più anonima possibile, il risultato è che qualcuno o qualcosa viene sempre a stanarti. Faccio lunghi respiri, penso a Max che tra un po' dovrebbe arrivare in ufficio, che ha dovuto fare il giro del mondo per portare la mia macchina dal meccanico, penso che stamattina, guidando l'alfa mi sono accorta che va via ancora liscia come quando era nuova, anche dopo i numerosi incidenti, penso che stasera probabilmente andremo al cinema e va bene, ma andrebbe bene anche non andarci, è una delle tante cose che segno sull'agenda un impegno in più da segnare. Penso che non mi pesa vedere che tutti i giorni ho qualcosa da fare, mi pesa di più il fatto che non mi pesi, come se dovesse essere un'altra persona a fare tutto questo. Non mi pesa l'avvicinarsi del controllo dalla dietologa, non mi pesa la montagna di panni che si accumula sul mio stendino e che poi saranno da stirare… Boh… ma voi ci capite qualcosa???


Vi lascio con la seguente considerazione che non c'entra nulla con tutto il resto… Ma perché devono far vedere le nuove puntate di OC alle 23:30 del lunedì???

The Queen

Quando la notizia della morte della Principessa Diana, la donna più famosa del mondo, si diffonde fra una popolazione britannica scioccata e incredula, la Regina si ritira nel castello di Balmoral con la sua famiglia, incapace di comprendere la reazione del popolo britannico alla tragedia. Per Tony Blair, il popolare neoeletto Primo Ministro, è tangibile il bisogno di rassicurazione e supporto della gente da parte dei loro leader. Mentre questa ondata di emozioni senza precedenti cresce sempre di più, Blair deve trovare un modo per riavvicinare la Regina al suo popolo.

Un punto di vista particolare per rileggere un'evento che ai tempi mi emozionò molto, e che rivedere non mi ha lasciato indifferente. Se anche alla fine del film non si riesce a stare dalla parte della regina, a parer mio, si riesce a comprenderne meglio alcune scelte, alcuni atteggiamenti che al momento della morte di Diana anche a me sembravano incredibili. Le ambientazioni, le scenografie molto curate fanno di questo film un mix di documento romanzato, ma le immagini reali che ogni tanto affiorano ti riportano sempre alla realtà, ti ricordano che stai guardando il resoconto di un fatto realmente avvenuto, di una tragedia che, arrivata come un fulmine a ciel sereno, ha colpito molti di noi…
Helen Mirren nei panni della regina è stata splendida, una interpretazione magnifica di un carattere forte che sa di ricoprire un posto importantissimo per la sua nazione. Il suo carattere forte viene scalfito solo dall'opinione che hanno i cittadini di lei, ma non si tratta di cinismo, io lo leggo più che altro come un senso di responsabilità, perchè la regina ed il suo popolo devono essere un tutt'uno, inscindibili l'una dall'altro.

A rischio

di Patricia Cornwell

Per il detective Winston Garano quella chiamata è una vera sorpresa. Stava frequentando un corso di specializzazione alla National Forensic Academy quando il procuratore distrettuale, l'affascinante Monique Lamont, lo convoca d'urgenza per uno strano incarico. Deve indagare su un omicidio avvenuto vent'anni prima nel Tennessee di cui non è mai stato scoperto il colpevole. Tutto ruota intorno a un nuovo progetto investigativo, "A Rischio", che utilizza le tecniche più recenti di trattamento del DNA a scopi di indagine criminale. Ma nella mente del detective Garano qualcosa non quadra: perché è stato scelto proprio lui? Perché indagare su un omicidio avvenuto in un altro Stato e per di più così lontano nel tempo? È noto che Monique Lamont mira al posto di governatore del Massachusetts, ma come può la soluzione di questo caso favorire le sue aspirazioni politiche? Quello che all'apparenza sembrava solo un vecchio caso da risolvere sfruttando le moderne tecnologie scientifiche si rivela un mostro dalle molte teste, una complessa trama di poteri, dai risvolti inimmaginabili, in cui il detective Garano, e non solo lui, rischia di rimanere tragicamente coinvolto.

Breve racconto che ho inserito qualche settimana fa all'interno della lunga e difficile lettura di 'Il Quinto elemento'. Forse perché non mi aspettavo niente di speciale se non una breve pausa rilassante e poco impegnativa, il racconto mi è piaciuto. Il personaggio del detective Garano mi affascina, peccato aver passato così poche pagine in sua compagnia, ma se mai Patricia decidesse di occuparsene di nuovo, io non disdegenrei… Volete qualcosa da portarvi sotto l'ombrellone per una giornatina al mare??? Ve lo consiglio!!!

martedì, maggio 15, 2007

Sarò breve...

Ve lo prometto, stamattina non ho intenzione di perdermi nelle mie solite mille chiacchiere, ho un sacco di pensieri che mi frullano in testa e che riempiono di sonni agitati e di mille risvegli le mie lunghe notti… Sono nervosa, tesa, pronta a scattare per un niente e per fortuna che a casa ho un uomo che nemmeno se vuole riesce a farmi venire il nervoso… Stendiamo invece un velo pietoso sul lavoro e su tutto il resto, più che uscire di casa alla mattina dovrei rinchiudermi in una stanza e buttare via la chiave!!! Sono a rischio di danni ad ogni momento, discussioni che comunque mi si ritorcono contro, quindi non solo inutili ma pure dannose. Mi sono talmente tanto rotta di dire sempre 'Signorsì' che non c'è giorno in cui non pensi alla nostra edicola. Forse nemmeno in senso letterale, ma proprio come simbolo di una autonomia che la vita da dipendente non mi potrà mai dare. E poi è meglio che non aggiunga altro, perché tanto lo so che non vale la pena farsi venire il sangue amaro, ma non ci posso fare niente sono talmente tanto sensibile in questo periodo che prendo fuoco stile zolfanello in un nano secondo. Certo che vedere tutti i giorni certe facce da c… non aiuta molto, persone la cui intelligenza è superata da quella di Natalina (la mia tartaruga marina) e che, nonostante queste spiccate capacità, ricoprono ruoli di responsabilità che non solo non si meritano, ma che sarebbe davvero meglio lasciassero ad altri. E non dico di essere io la persona giusta, per l'amor di Dio, non penso proprio che sarebbe una bella idea, ma ci deve pur essere qualcuno in questo mondo con un po' più di testa!!!
Poi, non vedo l'ora che arrivi venerdì, sì, lo ammetto questo pensiero mi gira e rigira nella testa, di notte mi rivedo in un corridoio di un ospedale… sento mio padre tossire e vorrei che non lo facesse, insomma sono uno strazio!!!

lunedì, maggio 14, 2007

Non si tratta dell'ennesimo telefilm che parla di medici… o almeno, ha una sua identità ben precisa, che viene fuori solo seguendo questo telefilm. E' vero che si svolge in un ospedale, che i protagonisti sono un gruppo di specializzandi in chirurgia, ma al di là dei problemi che devono affrontare quotidianamente in campo professionale, vengono sviscerati anche i loro sentimenti, le loro vite private vengono condivise con noi come se facessimo parte della loro famiglia. E' questo che mi piace di Grey's Anatomy, l'umanità dei protagonisti, la loro fragilità in un contesto che non permette loro di fare nessun errore!!!
Quindi potete immaginare come sono rimasta male quando Izzie, dopo una breve avventura con il suo insensibile collega Alex, trova morto un paziente di cui si è innamorata e per il quale ha messo a repentaglio la sua carriera pur di fargli avere un cuore nuovo. Mi piacevano tanto insieme e lei se la meritava una bella storia d'amore ed invece… adesso ci saranno persino delle ripercussioni sulla sua carriera!!! Dall'altra parte Meredith è più incasinata che mai con Derek. Dopo che lui ha deciso di riprovare con sua moglie si è comunque accorto di non poterla dimenticare e quando lei comincia a frequentare un veterinario, lui si accorgere di soffrire di gelosia, ed alla fine i due si lasciano andare alla passione. Ma ora cosa succederà? Derek deciderà finalmente di lasciare la moglie? Meredith sarà disposta a rimettersi con Derek oppure sceglierà di affrontare una nuova storia col veterinario?Ultima storia lasciata in sospeso è quella che riguarda Preston e Cristina… Lei è uno dei personaggi più chiusi di questa serie, molto difficile da comprendere, sempre sulle difensive. Sono curiosa di vedere se riuscirà a stare accanto a Preston in questo momento difficile in cui dovrà riacquistare completamente l'uso della mano…

Voglio il mio weekend!!!

Chi mi ha fregato il weekend??? Su, dai, confessate, voglio il colpevole qui ed ora!!! Stamattina non dovrebbe essere lunedì, non secondo il mio orologio della stanchezza, dovrebbe essere sabato e quindi che ci sto a fare qui??? Ma a lamentarmi del fatto che non solo non mi sono riposata, ho anche dormito malissimo stanotte col risultato che tra pochissimi minuti andrò a farmi un punturone di caffeina!!!
Ma non tergiversiamo… cominciamo il racconto, il più stringato possibile, delle attività svolte in questi due giorni. Beh, venerdì sera le pulizie sono state particolarmente faticose, abitando così vicino ad una strada molto trafficata, ho i balconi sempre molto indecenti e mi ci è voluto un bel po' di unto di gomito per tirarli come volevo io. Poi sabato mattina, sveglia alle 7:30, colazione veloce e pronti ad accogliere l'omino delle zanzariere… L'attività è durata fino verso a mezzogiorno e mano a mano che si spostava di una camera, io mi sono apprestata a raccogliere la polvere derivante dai vari buchi… E' venuto un bel lavoro, o almeno così mi sembra… ha tribolato un po' con i saliscendi nel bagno e nello studio, perché ha dovuto fissarli alla pietra a faccia vista che, per sua natura, non può essere della medesima larghezza in cima ed in fondo. C'è stato anche un piccolo incidente: sono rimasta ferita da uno di quei maledetti rigottini taglienti e adesso sfodero una bellissima ma piccolissima ferita sulla guancia a pochi centimetri dall'occhio sinistro. Come potete imaginare, l'unica reazione di Max è stata quella di mettersi a ridere, ed ancora sorride quando mi guarda… si vede che rischiare la perdita di un occhio per lui è divertente!!! Adesso sto scherzando, ma subito mi faceva abbastanza male, ed anche se ho cercato di fare finta di niente, qualche lacrimuccia voleva scendere… soprattutto quando Max ha avuto la brillante idea di usare il fermasangue… cavolo quanto brucia quel coso!!!
Poi nel pomeriggio, dopo un po' di riposo, ho avuto la brillante idea di pulire internamente la mia macchina, e dato che c'ero, ho dato una pulitona anche al garage che sembra essere il luogo preferito dove i piumini amano ammassarsi… C'era un caldo sabato pomeriggio che in quell'oretta e mezza ho fatto una vera e propria sauna. Max nel frattempo è andato a Creva a vedere la partita del Bologna al bar con suo padre, poi ha fatto una capatina a prendere un po' di carnazza per fare una grigliata (di cui vi racconto tra un minuto) e quando è tornato a casa mi ha trovata fresca di doccia che giravo in giardino come una cretina per cercare uno di quei 'ciappetti' che servono a tenere ferme le tovagliette di plastica sui tavolini (usati moltissimo nei bar). Sì, perché nel pulire il mio tavolino che volevo preparare per mangiare all'aperto… ho preso contro al 'ciappetto', che ha rimbalzato per terra per poi cadere in giardino… per fortuna che sotto non c'era nessuno…
Quindi Max mi molla la spesa e va direttamente a prendere due pizze… adesso glissiamo sulla lotta che ho dovuto fare per far entrare le due cosine che dovevo assolutamente riporre in freezer in quell'oggetto misterioso che non vuole saperne di essere gestito da me… Anche solo aprendolo, rischio di non riuscirlo più a chiudere!!! E stendiamo un velo pietoso anche sul facciotto che ha fatto Max mentre mi raccontava l'ennesima sconfitta del Bologna con la Juve… insomma, anche lui… lo sapeva anche prima di partire che sarebbe andata a finire così!!! Ci siamo goduti il nostro pizzino e poi abbiamo deciso di fare due passi a piedi…
Il nostro quartiere è nato praticamente una decina di anni fa, su un terreno che è sempre stato coltivato ed in fondo al lotto che adesso è zeppo di costruzioni, c'è ancora un appezzamento di terreno incolto solcato da un 'carradone' che porta direttamente sulla via che gira dietro a Sorbara. Spesso prendiamo questa via per i nostri giretti, ma sabato sera, l'avventuroso della famiglia ha deciso di seguire un altro carradone, con la convinzione che riportasse su un'altra strada… Beh insomma ad un certo punto ci siamo ritrovati nel podere di un contadino che diligentemente aveva racchiuso la sua terra con una bella rete e c'è stata questa scenetta molto divertente… Max che mi dice… 'Beh, dai scavalchiamo, che ci vuole???' ed io 'Guarda che io non ci riesco…' e nel frattempo lui dal suo metro e ottanta di altezza era già passato dall'altra parte… Però si da il caso che a me manchino quei 20 cm scarsi e quando ho provato la stessa mossa mi sono accorta che mi sarei fatta dei male, anche se lui insisteva che bastava che appoggiassi una chiappa dulla rete… Ad un certo punto sento… 'Signora, non si faccia del male, venga di qua, la faccio uscire io'. Scendo dalla rete alla velocità della luce e vedo il contadino, per fortuna molto tranquillo che mi guarda sorridendo… Max già ride… io mi maledico a bassa voce perché lo seguo in tutte le sue idee e poi le figurine di cacca le faccio sempre io… mi scuso all'infinito con il contadino che mi rassicura che non c'è nulla di male e poi vedo che c'è anche sua moglie ed anche con lei non so bene cosa dire… insomma alla fine mi ha aperto il cancello elettronico, davanti al quale mi stava aspettando il mio uomo 'dalle gambe lunghe' che, tanto per cambiare, se la rideva sotto i baffi…
Passiamo alla domenica… Non contenta della sfacchinata di sabato pomeriggio propongo a Max di dargli una mano a pulire internamente anche la sua macchina che dovrà usare sabato prossimo ad un matrimonio, ed in due in meno di mezz'ora abbiamo fatto tutto, poi facciamo un salto al Mercatone ed in particolare al negozio di Borsari Sport che ha un ampio spazio dedicato al vestiario non sportivo… Cercavo una camicina nuova per il tatone, per il suddetto matrimonio e la scelta è andata su una camicina rosa, con tanto di cravatta con le righine rosse da mettere sotto il suo completo blu…
Mentre poi, il tatone chef si è dedicato ad un fantastico risottino funghi porcini e zafferano (gli è venuto una meraviglia!!! Bravo il mio cuoco!!!), io mi sono preparato ad un piccolo turno di stirella… Quando sono così brava mi faccio quasi paura!!! Piccola pennichella pomeridiana e poi via… a preparare il tutto per la grigliata!!! Prima grigliata della stagione con tanto di invitati di eccezione… I MIEI!!! Sì, avevte capito bene, credo che non siano mai venuti a mangiare da noi… ma questa volta non hanno avuto scelta, li ho praticamente obbligati!!! Costine, salsiccia e bistecchine di coppone con insalata e patatine fritte, pagnotta fatta in casa, il tutto innaffiato da un buon lambruschino reggiano il Campanone… e per finire il gelato. Niente di speciale, ma un mix di cose che non hanno mai mangiato, partendo dalla carne fatta al barbecue, le patatine con la friggitrice ed il pane fatto in casa che avrò portato a casa loro un paio di volte… Sentirò i commenti oggi e comunque a me è piaciuto un sacco averli lì, quando se ne sono andati verso le 22:00, mi è sembrato che il tempo fosse volato…
Prossima grigliatazza voglio invitare i suoceri… vedremo…
E meno male che il racconto doveva essere stringato, proprio non ce la posso fare, ma questa volta ero scusata, anche se non abbiamo fatto grandoi cose, il nostro weekend è stato comunque abbastanza pieno… insomma stanca sì, ma soddisfatta!!!

venerdì, maggio 11, 2007

Un quiz per tirare le 17:30...

ANIMALI DOMESTICI: Natalina (tartaruga marina)
PIANTE DOMESTICHE: cactus che immancabilmente dopo un po' di tempo marciscono, un bonsai che tira avanti a fatica e qualche pianticella amante del sole
STRUMENTO MUSICALE: ho frequantato il conservatorio per un anno… clarinetto
GENERE MUSICALE: musica leggera italiana
MATERIA SCOLASTICA: matematica senza dubbio
COLORE: verde anche se mi vesto sempre di nero
GUSTO: salato (con qualche voglia incontrollabile di biscotti super dolci)
IDOLO: boh… ammiro tante persone non una in particolare
PITTORE: Renoir e gli impressionisti in generale
SCRITTORE: I romantici dell'800...
ETA’ STORICA IN CUI VORRESTI VIVERE: 800
COME TI DEFINISCI? Una modella cicciottella per quei bellissimi quadri dell'800
E GLI ALTRI COME TI DEFINISCONO? A volte mi hanno definito come 'donna con le palle', a volte 'acidella'… la seconda è più azzeccata
PROGRAMMA TELEVISIVO: telefilm
GIOCO DA TAVOLO: non gioco quasi mai ma mi piace il Pinacolo
RIVISTA: Susanna, Cose di casa
CANZONE: La nostra canzone… (mia e di Max)
BAND O CANTANTE: Stadio
LIBRO: I promessi Sposi
PENNA A SFERA O MATITA? Penna a sfera
NOME MASCHILE (per tuo figlio): una volta mi piaceva Davide… ma ora non più
NOME FEMMINILE (per tua figlia): una volta mi piaceva Clara (di Heidi) che ho poi modificato in Chiara, ma ora non ne sono molto sicura
COME AVRESTI VOLUTO CHIAMARTI? Angela
RISTORANTE O FAST-FOOD? McDonalds
NAZIONE PREFERITA: Italia
NAZIONE ODIATA : mi sento sufficientemente cittadina del mondo, certo che gli inglesi ed i francesi (anche se in modo diverso…) sono un po' difficili da gestire!!!
INSALATA CON CIPOLLA O SENZA? Senza, ma solo per rispetto
CIOCCOLATO O VANIGLIA: entrambi, un connubio perfetto
GELATO AL GUSTO DI: bacio+nocciola
PIZZA: Verdure lesse
BIBITA ALCOLICA: nessuna
TI SEI GIÀ UBRIACATO? Mai da non sapere cosa sto facendo
BIBITA ANALCOLICA: nemmeno da chiedere coca-cola light
SPRITE O 7UP? Nessuna delle due
COCA COLA O PEPSI? L'ho già detto coca
LEMONSODA O ORANSODA: non mi piacciono, troppo brusche
GUARDI BEAUTIFUL? Lo guardavo da giovincella… tipo una ventina d'anni fa… ops
E VIVERE? Mai guardato
CINEMA O TEATRO? entrambi
FILM: Dirty Dancing, C'è posta per te, le commedie romatiche ed i musical
REGISTA: non mi baso sul regista ma sul genere
QUAL’É LA PAROLA O FRASE CHE DICI PIÙ VOLTE? "quindi"
DICI PAROLACCE? Qualche volta...
LA PAROLACCIA PIÚ BELLA CHE HAI MAI SENTITO? Beh, se anche ogni tanto le dico, non è bello ripeterle...
BESTEMMI? Cerco di trattenermi, non mi piace
LA BESTEMIA PIU’ BELLA CHE HAI MAI SENTITO: non mi piace nemmeno sentirle dire...
NUMERO: 7
FUMI? no
FAI USO DI DROGHE? no
SEI MAI STATO IN CORTEO IN UNA MANIFESTAZIONE? No
FIORI PREFERITI: rose
HAI LA MACCHINA? sì
AUTOMOBILE PREFERITA: se avessi una barca di soldi la Touran (si scrive così???)
AUTOMOBILE POSSEDUTA: Golf
QUALE LINGUA VORRESTI CONOSCERE MEGLIO? Spagnolo (non lo conosco affatto ma mi intriga)
PAPERINO O TOPOLINO? topolino
LUKE O DARTH VADER? Luke
ROMMEL O MONTGOMERY? Boh...
YING O YANG? Entrambi… bisogna sempre cercare di vedere le cose da diverse angolazioni
HAI GIÀ NUOTATO NUDO/A AL MARE O IN PISCINA? NO, mai e forse non lo farò mai.
HAI UN LAVORO? sì, per fortuna
COPERTA O PIUMONE? Piumone fin sopra la testa
GIORNO DELLA SETTIMANA: Domenica
GIORNO PIU’ BELLO DELLA TUA VITA? Dorse il giorno delle nozze, ma ce ne sono stati tanti altri...
GIORNO PIU’ BRUTTO DELLA TUA VITA? Quando mio padre è stato operato
ANIMALE: vorrei essere coccolata come il conisglietto che ha comprato la mia vicina di casa
QUAL É IL NEGOZIO CHE SCEGLIERESTI PER SPENDERE TUTTI I SOLDI DI UNA CARTA DI CREDITO? Metà in una libreria ed il resto in una erboristeria
COLORE DELLE CALZE: quasi sempre nere, oppure se nascoste, a rigone colorate
SLIP, BOXER, TANGA O NIENTE? slip
COLORE DELLE MUTANDE: nere o bianche
CASA IDEALE : una casa per conto proprio senza vicini che rompano le scatole
FREDDO O CALDO? Freddo ma non troppo e caldo ma sempre nei limiti
FESTA PREFERITA: le feste sono sempre state deludenti
DI CHE COLORE SONO LE PARETI DELLA TUA STANZA? bianche ma preticamente non si vedono per la presenza di troppi 'ciccioli'
DI CHE COLORE È IL TAPPETO DELLA TUA STANZA? Ho due pedane di color tenue
COPERTINA O PELUCHE? Copertina alla Linus
TI SENTI più TIGRE O più LUPO? Mah, dipende… forse a volte più vipera

[-CARATTERE E AMICIZIA-]

TRUZZO, METALLARO, ALTERNATIVO, CIELLINO, DARK, SANCARLINO, HIP-HOP, FIGHETTA O BACCHETTONE? Boh, non lo so, dovrei chiedere a chi mi conosce...
IL TUO IDEALE PIÙ IMPORTANTE: la sincerità
SEI VENDICATIVO? Sì, porto rancore e non mi scordo facilmente dei torti ricevuti, purtroppo però le persone se ne accorgono quindi non riesco a godermi la vendetta
SEI SOCIEVOLE? Non molto, anche se ultimamente sto migliorando...
IL PEGGIOR SENTIMENTO DEL MONDO: invidia e cattiveria
IL MIGLIOR SENTIMENTO DEL MONDO: amore e sincerità
IL PEGGIOR DIFETTO DELL’UMANITÀ: non aver tempo da dedicare all'amore
IL MIGLIOR PREGIO DELL’ UMANITÀ: sapersi mobilitare per una giusta causa
IL BICCHIERE E’ MEZZO PIENO O MEZZO VUOTO? Sempre e costantemente mezzo vuoto...
TORMENTE E ALTRE FORZE DELLA NATURA: TI PIACCIONO O TI SPAVENTANO? Adoro il mare in tempesta, le nubi che coprono i monti e lo scrosciare dell'acqua sul tetto, ma quando è troppo è troppo
MONTAGNE RUSSE: TI SPAVENTANO O TI AFFASCINANO? Mi fanno stare male
TI PIACE GUIDARE? moltissimo
SECONDO TE PERCHE’ SEI NATA? Perché il papà voleva la bimba dopo 12 anni dal maschietto
HAI MAI LITIGATO SERIAMENTE CON QUALCUNO? Certo, è il mio sport preferito...
SE SI’, I RAPPORTI TRA VOI SONO CAMBIATI? A volte sono migliorati, altre volte si sono frantumati totalmente
QUAL É LA COSA CHE TI FA PIÙ ARRABBIARE? L'ingiustizia
HAI MAI ODIATO UNA PERSONA? Sì, ho odiato qualcuno che mi ha fatto veramente del male...
SEI PERMALOSO/A? non poco!!!
LA PERSONA DI CUI TI FIDI CIECAMENTE (DELL’ALTRO SESSO)? Il tato ed il papà (il fratello un po' meno…)
IL TUO MIGLIORE AMICO? Il mio tato
LA TUA MIGLIORE AMICA? Ho persone che porto sempre con me, ovunque vada, anche se forse non so cosa significa avere una 'migliore' amica… per me sono tutte speciali
LA PERSONA CHE CONOSCI MEGLIO? Spero Max
E QUELLA CHE TI CONOSCE MEGLIO? Sicuramente Max
UN PAIO DI AMICI DI CUI VUOI FARE IL NOME PER RICORDARNE L’IMPORTANZA:
Silvia, Erica, Lisa, Angela ed Elena
PREFERISCI LA COMPAGNIA DEGLI UOMINI O DELLE DONNE? Sono circondata da maschietti e non ci sto malissimo ma ogni tanto mi mancano le chiacchiere tra donne
DIFETTI DEGLI UOMINI: vorrei che parlassero un po' meno di sport e donne
PREGI DELLE DONNE: attente ai particolari (a volte pure troppo)
DIFETTI DELLE DONNE: sono peggio dei galletti nel medesimo pollaio
HAI PIU’ AMICI MASCHI O FEMMINE? Femmine…
PREFERISCI DARE O RICEVERE? dare
QUANDO É STATA L’ULTIMA VOLTA CHE SEI STATO ALL’OSPEDALE? Ho frequentato questo ambiente anche troppo utlimamente per i problemi di mio padre
QUAL É IL NOME DELL’AMICO CHE VIVE PIÙ LONTANO DA TE? Angela ed Elena
E QUELLO PIÙ VICINO? E' una bella lotta, dovrei fare i conti… sono tutte e tre lontanucce
CREDI ALLE STREGHE? Perché no… ma se io lo fossi ve ne sareste già accorti!!!

[-ABITUDINI-]

PROFUMO PREFERITO? Flower
PROFUMO CHE USI? Tanti di Kenzo, Allure, e tanti altri
HAI IL CELLULARE? Si
USI IL CELLULARE? Sì, più che altro per essere rintracciabile
CHATTI? poco
ERBIVORO O CARNIVORO: carnivoro
COSA FAI NEI GIORNI FERIALI? lavoro lavoro lavoro
COSA FAI NEI WEEK-END? Lavoro lavoro e cerco di riposarmi
COSA FAI A SCUOLA? Per fortuna non ci vado più!!!
COSA STAI FACENDO ORA? Sto tirando alle 17:30 con questo test
CHE COSA E’ APPESO NELLE PARETI DI CAMERA TUA? Diverse foto di me e Max, un poster con gli angioletti, una pergamena egiziana ed una stampa di Renoir
SOTTO AL LETTO? Gatti...
SINISTRA, CENTRO, DESTRA, O POLITICAMENTE NON SCHIERATO? Di sinistra anche se non sono politicamente molto attiva
A CHE ORA VAI A DORMIRE? circa mezzanotte
COSA FAI DI SOLITO QUANDO TI SENTI GIÙ? Mi lamento e rompo le scatole a quelli che mi amano
AVEVI UN PUPAZZO DA BAMBINO? No, un bambolotto biondo che mi sono portata dietro…
CHE NOME AVEVA IL TUO PUPAZZO PREFERITO DA BAMBINO? Livigno (!!!)
IL POSTO PIÙ PAUROSO IN CUI SEI STATO: Non ne ricordo nemmeno uno...
CHE ORE SONO ORA: 17:26

[-DESIDERI-]

COSA DESIDERI MAGGIORMENTE ORA? Salute per i miei cari
COSA VUOI FARE DA GRANDE? La mamma???
COME TI VEDI DA QUI A 10 ANNI? Non fatemici pensare...
E DA QUI A 50 ANNI? Dunque… potrei non esserci più
QUALE E’ STATA/SARA’ LA TUA PRIMA AUTO? Golf
SE POTESSI CONOSCERE UNA PERSONA, VIVA O MORTA, CHI SAREBBE? Manzoni
CHIEDERESTI AD UN UOMO LA SUA CANOTTIERA? Perché???
DARESTI LE TUE MUTANDINE USATE? Ma anche no...
QUAL É LA COSA PIÙ BELLA CHE ESISTE? l'amore

Modello Giuditta...

Eccomi qua, ogni promessa è debito… ho postato una foto della mia piccola creazione… lasciate perdere l'espressione da idiota integrale che sfoggio, la foto è stata scattata pochi minuti fa davanti a casa e già non sono una meraviglia normalmente, figuriamoci alle 7:30 di un caldo e soleggiato venerdì di maggio!!! Festeggio anche il peso che ho visto sulla bilancia stamattina (confesso di non aver avuto il coraggio di risalirci per verificare che fosse giusto!!!). Ho semplicemente constatato di aver raggiunto un nuovo piccolo record, quello dei -18, ed anche se so benissimo che è solo momentaneo, ora come ora ma lo sto godendo… Mi sono affrettata a scriverlo sul librone dove tengo traccia dei pesi, dopo quasi un mese che non ci scrivevo nulla, perché non c'era niente di rilevante da scrivere… In questo modo mi sono fregata con le mie mani, non posso mica andare al controllo del 22 con un peso maggiore??? :-D
Ma parliamo d'altro: la seconda parte della lezione di Total Pump (sezione gambe) di ieri sera ha mietuto la sua vittima… stanotte alle due mi rigiravo dolorante per il letto senza riuscire a prendere sonno a causa del dolorino diffuso a braccia e gambe. Poi mi sono decisa, ho preso un'aspirina, e dopo una mezz'oretta sono riuscita finalmente ad addormentarmi. Ragazzi che faticata, un caldo terribile e poi quei maledetti saltelli, io proprio non li sopporto. Alla posseduta piacciono un sacco, ma non si rende conto che saltellare con una quarta di reggiseno, non è come saltellare con una prima scarsa… Dopo un po' mi fa male dappertutto e la tentazione di tener fermo il tutto con le mani diventa fortissima, con tutti i ragazzi che ci guardano increduli e che aspettano la nostra disfatta. Non sono l'unica che si lamenta di questo inconveniente, ho sentito altre che hanno espresso questo mio pensiero ad alta voce, io non ne ho avuto il coraggio!!!
Ed oggi? Beh oggi essendo venerdì mi aspettano le pulizie, con particolare attenzione ai balconi e vari bancaletti, perché domattina alle ore 8:00 (!!!) arriva l'omino delle zanzariere a montare il tutto… Non vedo l'ora, arricchiamo la nostra casetta di un nuovo optional, che spero tenga fuori qualche razza della fauna locale. Però l'orario è un po' impervio, se vogliamo fare colazione prima che arrivi, dobbiamo alzarci minimo alle 7:30 ed è sabato… pazienza, sono sacrifici che si possono fare… Faccio finta che qualcuno mi porti al mare, mettiamola così… ogni riferimento è puramente casuale!!!
Sì perché, ogni anno quando si arriva a questo periodo la sottoscritta comincia a desiderare di fare una capatina in riviera ed ogni anno si ripete un rituale abbastanza esilarante. Come probabilmente ricorderete, Max non è un appassionato del mare, soprattutto non ama il sole, quindi, mentre io faccio la lucertolona con il mio librino fra le mani, lui se ne sta sotto l'ombrellone a godersi l'arietta. Quindi tutti gli anni, per invogliarlo a portarmi al mare, vado sul sito di TreniItalia e guardo tutti i treni Modena-Riccione, con relative tariffe e poi ne parlo con lui. Quest'anno è stato fantastico e mi ha detto: 'Lo sai che andarci in treno in giornata è una sfacchinata!!!' e poi 'Tutti gli anni me la meni con la solita solfa, non ti ricordi che l'ultima volta che ci siamo andati in treno, ci siamo ripromessi di non farlo mai più?' Ma io che sono cocciuta ed anche un po' rimbambita gli faccio 'Ma quando ci siamo andati in treno, non ci siamo andati di domenica??? Io pensavo di provare di sabato, chi vuoi che ci sia sabato sera al ritorno, la gente va al mare proprio per godersi il sabato in disco…' Lui mi ha guardato e non ha battuto ciglio ma io lo so cosa stava pensando 'Anch'io ti porto al mare solo per potermi gustare il sabato sera, soprattutto la cena di pesce… se non ho nemmeno quella, che senso ha???'. E se io ti proponessi un pranzetto di pesce, invece della tanto amata piadina??? Mi potrei attivare alla ricerca di un localino, sempre a Riccione che fa pesce anche a mezzogiorno… Parlo di Riccione, perché la stazione è sufficientemente vicino al mare e quindi forse è più conveniente per un possibile trasferimento in treno… Boh, lo so che sono una piattola, povero Max, ogni giorno gli rompo le scatole con qualcosa di nuovo, non può mica dire che non gli riempio la vita!!! ;-D Più che altro gli fracasso qualcos'altro!!!

giovedì, maggio 10, 2007

Solo perchè è il 10...

Mi sono alzata dal letto solo perché oggi è il 10!!! Sì, sono veniale e poi non ha nemmeno tanto senso dato che lo stipendio viene addebitato direttamente sul conto corrente, ma è l'unico giorno del mese in cui spendo cinque minuti a rimirare un foglietto di carta che rimpingua 'momentaneamente' il nostro contro corrente… Tra l'altro, ultimamente, quando apro la fantomatica busta, do uno sguardo veloce all'importo (quasi con aria schifata, lo ammetto…) e poi lo sguardo si posa sull'ammontare delle ferie e dei permessi… Perché??? Boh, che ne so… mi da come la sensazione di poterli godere e quindi vedere lì un numerello che corrisponde ai giorni che 'potrei' sparire da questo posto mi da una sorta di consolazione… Lo so, lo so, sono veramente magre consolazioni ma voi non sapete che sofferenza è in questi ultimi giorni arrivare a sera… Al di là del fatto che, soprattutto nel pomeriggio, comincia ad esserci un caldo infernale… i vetri che contornano completamente i nostri uffici fanno quell'effetto serra che funge anche da sauna… c'è una fastidiosissima interferenza che mette a dura prova i miei poveri nervi già sempre belli tesi!!! Il ventolone del pc di Do Nascimento, verso le 11:00 del mattino comincia ad attivarsi, facendo un rumore stile pista di decollo… e questo rumore intermittente, due minuti NO, tre minuti SI, continua per tutta la giornata, constringendomi a guardare ogni 5 minuti che ore sono!!! Sono conscia del fatto che probabilmente sono troppo nervosa, ed è anche vero che io sono una di quelle (perché deve pur esserci qualcun altro a cui da fastidio!!!) che non riesce a dormire con uno swatch sul comodino. TIC TAC TIC TAC… chiamate la neuro!!! Questa cosa comunque avrebbe una risoluzione abbastanza semplice… accendere la'ria condizionata, cosa non fattibile PRIMA dell'intervento del solito idraulico che deve controllare l'impianto… Peccato che sembra sparito nel nulla, non risponde al telefono e stiamo veramente temendo per la sua incolumità. Ci possono essere due spiegazioni: o è morto nel sonno e fino a quando i vicini di casa non si lamentano non ne sapreno nulla, oppure è scappato nei caraibi ad esportare le sue conoscenze idrauliche con una bella brasilera… Pare comunque che non sia possibile chiamarne un altro quindi c'è della rassegnazione e soprattutto della poca voglia di affrontare questa ennesima giornata estiva...
Poco fa il padrone del pc ed il mio caro e amato capo progetto hanno prelevato l'oggetto fastidioso e lo hanno portato in officina per dargli una pulitina col compressore… magari la presenza dello strato di mici di polvere che lo circonda potrebbe agevolare il riscaldamento, chissà… Però ho notato che Minnie è già bello acidello stamattina, mi ha dato una di quelle rispostacce del c… che se potessi gliela farei ingurgitare… Così, scherzando, mentre prelevavano il pc, io ho esclamato 'Se poi, lungo le scale vi dovesse cadere… non disperatevi, sono cose che succedono!!' e lui si è giarato con quella faccetta da Simpson mancato e mi ha detto 'Ma senza questo pc dopo quanto ci metteresti a compilare???' Acido come uno yogurt andato a male da un mese!!! Sì, perché quel pc fa da server ad un programma che gestisce la compilazione condivisa su diversi pc, per velocizzare questa operazione che standalone ci metterebbe circa una mezz'oretta… Sì, ma caro il mio pirla… si può sempre spostare il server su un altro pc… ma lasciamo perdere… non ne vale la pensa di farsi venire il sangue cattivo con questo ometto buffo!!!
Ragazzi che pazienza che ci vuole a stare al mondo… lo dice sempre la mia mamma e sono parole sante!!! Comunque ieri sera sono stata bravissima, quando è arrivato Max io avevo già finito di stirare, mi mancavano solo le lenzuola e così nel dopo cena mi sono 'gustata' il mio filmino da adolescenti con i miei ferri in mano ed ho tentato di distendermi i nervi, con respiri lenti e misurati, quasi come se fossi in coma vigile… Poi ho posato la testa sul cuscino, ho ascoltato per un po' il 'zoccolare' per casa dei miei vicini ed ho perso conoscenza, per riemergere direttamente con la voce di Enrico Gualdi che a tutti i costi ha dovuto perforare la cortina del mio sonno. Stamattina sveglia presto per entrambi, io mi sono fiondata sotto la doccia, Max invece si è autogestito ed alle 7:15 è uscito di casa per recarsi al lavoro in anticipo rispetto al suo solito orario. Stasera deve andare dal dentista, per cui uscirà prima dal lavoro e gli salterà anche la palestra. Io invece da coraggiosa, penso di andarci, approfittando di queste utlime lezioni al chiuso e poi non me la perderei per nulla al mondo la seconda parte della lezione di 'Total pump'!!!

mercoledì, maggio 09, 2007

Io canto...

… vado a lavorare e canto… lalalalalaaaaaa...
Sì sì la canzone di Cocciante cantata dalla Pausini mi è entrata in testa e stamattina non farà altro che rimabalzare da una parte all'altra del mio cervellino… Non che sia particolarmente felice, o che abbia un qualche recondito motivo di compiacermi della giornata appena iniziata… Il caffè che incautamente ho preso alle 16:30 ieri pomeriggio, unito alla mia immancabile coca cola light, ha fatto il suo santo effetto e stanotte alle 4:00 mi sono ritrovata sveglia a pensare che ci vuole solo un pirla a bere un caffè a quell'ora… e tutto perché ho pensato che il thè scottava troppo!!! Bella scusa… aspettare che si raffreddasse un po' non poteva essere una soluzione migliore??? Sarà forse anche per colpa di questo che ieri sera sono arrivata in palestra tesa come una corda di violino, innervosita ai massimi livelli da una ventola del server di Do Nascimento, che a causa del caldo africano che vige nel nostro ufficio, si sarà accesa un milione di volte nel giro di quattro ore!!! Ci ha poi pensato la posseduta a calmarmi gli umori, con una bella lezioncina di 'Total pump' concentrata sulle braccine, il cui utilizzo stamattina è sufficientemente arduo… meno male che le tengo comodamente adagiate sulla scrivania e muovo solo i ditini sulla tastiera… ;-)
Ieri sera ho anche rifatto dieci nuovi ingressi (trovo sempre scuse molto convincenti per non fare un abbonamento più serio!!!) ed ho scoperto che sono aumentati di 10 eurini… poi ho dato un occhio alle nuove tariffe ed ho scoperto la seguente cosa simpatica: 10 ingressi = 60 Euro, ingresso singolo dopo le 17:00 = 5 Euro. Ehhh??? Ok, vaaa beenee… quando mai riesco ad andare in palestra prima delle 17:00??? mi piacerebbe, ma di solito sono al lavoro in quegli orari… quindi abbiamo deciso che Max, la prossima settimana, invece di rifare i dieci ingressi, si ciuccerà gli ingressi singoli, ditemi voi se questa cosa ha senso… Andandoci solo due volte a settimana ci conviene fare così e poi devo ancora capire, cosa succederà con l'arrivo dell'estate: tutti questi corsi di acquagym che dovrebbero prendere il posto delle nostre normali lezioni mi impensieriscono un po', si sa che io ho il fisico da spiaggia adatto a questo tipo di attività!!! Quindi staremo a vedere… guarderemo come è l'andazzo a poi decideremo.
Mi dispiacerebbe dover smettere del tutto, dopo la fatica immane che ho fatto per abituarmi un pochino a questo misero ritmo da ginnasta fallita, so per certo che in poche settimane potrei buttare al vento il lavoro fatto nei sei mesi scorsi. Lo so che sono problemi grossi, ma in questo mese mi dovete un po' compatire, con i pensieri che relamente stanno in primo piano nella mia testa, ho BISOGNO di soffermarmi sulle cavolate di concentrare la mia attenzione su qualcosa di diverso, su queste piccole cose che hanno una parvenza di 'normalità', quasi come se fosse un rito per allontanare le eventualità peggiori. Per quelli che non hanno capito di cosa sto parlando… mi riferisco alle visite di controllo che deve fare mio padre in questo mese e che pendono un po' sulle nostre teste come la famosa 'spada di Damocle'. Non mi ci voglio soffermare, ma ogni tanto mi viene da pensare che quando si iniziano queste cose, non si finisce più e che non è un gran bel modo di vivere… Ma basta così… OTTIMISMO e SPERANZA!!! Ecco le parole 'cult' di questo periodo e soprattutto 'facciamo finta di niente'!!!
A proposito di cose importanti, ieri sera, con fatica, i braccini non ne volevano sapere di mettersi al lavoro dopo cena… ho terminato la mia maglietta fucsia-rosa-rossa con tutti i dentellini, oggi la porto dalla mamma per le ultime rifiniture… e poi ho terminato il dietro di quella nuova ed ho iniziato il davanti (pochissimi giri…). Stasera mi aspetta un po' di stirella, ma poi sì, l'intenzione è quella di mettersi sul divano, gambe incrociate, ferri alla mano e via a slavoricchiare davanti alla tv… ci sarebbe anche uno di quei filmini stupidini che a suo tempo abbiamo saltato al cinema ma che a me non dispiacciono… si dovrebbe chiamare 'Cinderella story' e solo il titolo la dice lunga… Una di quelle commediole romantiche e sdolcinate che agli uomini piacciono veramente poco… però ogni tanto… tre mesi di Luis Vitton Cup vale un filmino sdolcinato??? ;-)

martedì, maggio 08, 2007

Cose da fare

Si sa che in primavera si dovrebbero fare tante cose, tipo le pulizie di primavera oppure il cambio armadio, la pulizia delle tapparelle, ed i balconi… troppe cose e troppo impegnative ed il risultato è che alla fine continuo semplicemente a fare le solite cose, arrivo a casa e mi affretto a tirare su le tapparelle così non vedo quanto sono sudicie, non guardo le ringhiere dei balconi che mi gridano il loro bisogno di avere una pitturatina (ma in fondo gli altri non li hanno mai pitturati) e soprattutto mi RIFIUTO di fare il cambio dell'armadio… Parlo di questo, perché essendo un incubo di S., una tortura a cui si è sottoposta nel weekend scorso, io volevo dissociarmi da questa barbara abitudine, da questa tortura a cui io non mi sottoporrò MAI!!! Lo so, lo so… faccio presto a parlare, dato che possiedo due armadi e siamo solo in due, ma il fatto è che io il cambio dell'armadio non l'ho mai fatto e non saprei nemmeno da che parte cominciare… Ebbene sì, lo confesso, come sono ordinata sul lavoro, con la mia scrivania sempre in ordine a fine giornata, così sono DISORDINATI i miei armadi… Una roba da non crederci, soprattutto i reparti che contengono le MIE cose… la parte di Max è sempre molto più in ordine (e non è che la tenga ordinata lui, è proprio che mi impongo di non fargli venire un infarto tutte le volte che deve prendere una camicia…) Per le mie cose invece ho un'intera parte dell'armadio della camera da letto, più un ripiano del mobile che sta nello studio… Allora in camera ci sono tutti i maglioni invernali piegati che giacciono impilati in malo modo sul ripiano generato dai cassettoni ed appese ci sono giacche pantaloni e camicette, tutte mischiate… invernali, estive, primaverili… ecc… col rischio che, col sonno che ho al mattino, potrei mettermi un pantalone di lana in luglio!!! Quando poi apro quell'armadio non vedo mai niente di interessante da mettermi, soprattuto in questo periodo o sono troppo larghi o sono troppo stretti col risultato che sono sempre quei due paia di pantaloni che se la giocano… L'anta invece nello studio è il mio piccolo tsunami latente… è una cosa inguardabile, soprattutto ora che sta sopraggiungendo la primavera… aprendo le ante le magliette tutte di sghimbescio e con uno strano angolo a 45° mi guardano e mi avvertono che presto mi arriveranno tutte in testa… sì, perché in quella parte di armadio si trovano tutte le magliette a maniche corte e le maglie di cotone, che io SFILO con la delicatezza che mi contraddistingue creando mucchi scomposti e disordinati di tutti i capi che eventualmente si trovavano sopra la maglietta designata… e chissà perché quella che desidero è sempre quella in fondo… Più che un cambio di armadio, urge una sistemazione degli indumenti in esso contenuti, senza rimanerne sommersi, senza che l'onda anomala che ne scaturirebbe nel caso di una loro caduta, possa sospingermi direttamente fuori dalla porta!!!
Quindi, devo mettermi nell'ottica giusta per affrontare questa disgrazia, devo assolutamente trovare la forza per svuotare gli armadi e sistemare le cose… S., tu che sei un'esperta, vuoi venire a darmi una mano??? Sempre che la tua assicurazione sulla vita copra gli incidenti per le calamità naturali...

Omino nuovo... linfa nuova...

Eh sì, dopo la dipartita di G., ecco che si affaccia nel triste scenario di FP_PRO un nuovo assunto, un certo S. L'ho appena incrociato davanti alla porta di ingresso, quando, dopo averla varcata titubante, ha abbordato la prima persona che ha visto, cioè la sottoscritta per chiedermi dov'era Minnie… L'unico contatto che ho avuto con lui è la mano gelida che mi ha allungato al momento della presentazione… che sia venuto in moto??? Oppure è colpa dell'emozione??? Abbigliamento molto sobrio e classico: pantalone semi-elegante grigio scuro con camicia azzurra a maniche lunghe… le scarpe… non le ho guardate… Moretto, capelli corti, età indefinita anche se credo sia più giovane di me (ed in questo settore non è mica difficile…).
Ecco fatto, la prima radiografia è stata fatta, adesso per alcuni giorni sarà in balia degli eventi con persone che gli spiegheranno in che marasma si è andato a ficcare, ma dato che per i primi tempi (se ho capito bene…) dovrebbe fare solo mezza giornata, forse avrà il tempo di digerire il tutto…
E nel frattempo… la vita continua… come sono 'filosofa' stamattina… con questa giornata tipicamente estiva che si preannuncia, il sole che fa capolino dalle finestre, nella sua totale inutilità!!! Tanto si sa già come va a finire, stiamo entrando nel tunnel… belle giornate durante la settimana e weekend di pioggia!!! Ieri sera ennesima lezione di ballo, ne mancano tre alla fine del corso, che si faranno però in giugno dato che l'insegnante deve farsi operare ad un ginocchio e quindi sarà ko per un po' di tempo. In palestra a Nonantola, dove facciamo lezione, c'era un caldo anche ieri sera che non ci si durava… non so proprio come faremo in giugno, ci sarà da divertirsi. Per non parlare del caldo che c'è anche nella nostra palestra, anche lì si aprono diversi punti interrogativi, i corsi, così come sono strutturati in questo momento dovrebbero concludersi a breve e poi, non so ancora cosa farò… ci sono corsi di acquagym, che mi piacerebbe provare a fare, ma mi dispiace anche un po' interrompere questo tipo di attività, ormai, mi sono quasi affezionata (lo dico piano e voi fate finta di non avermi sentito!!!)
Va buono… mi metto a sfacchinare… una capatina al mare, no??? Un bello sdraio, un ombrellone, un buon libro e poco altro… uhmmm, pensieri perversi!!!

lunedì, maggio 07, 2007

Va tutto bene...

Ok ragazzuoli, ho iniziato a scrivere ma la finirò anche presto… dopo un weekend caratterizzato quasi totalmente dalla pioggia, un bel lunedì soleggiato e caldo è quello che ci voleva… Metteteci che stamattina mi sono messa tutta in tiro con tanto di tailleur giacca e pantaloni gessati per portare mio padre a fare la tac e che poi sono morta di caldo in ufficio fino a mezzogiorno… e che ora sfoggio la mia nuova maglietta rosa-fucsia-rossa non ancora terminata (mancano i dentellini nel fondo, scollatura e maniche) ed il gioco è fatto, sono la solita sfasciata!!! L'idea di tenere la giacca anche nel pomeriggio mi faceva disperare, ed ho pregato perché la mamma avesse fatto in tempo a finire la confezione della mia maglietta lavorata ad uncinetto… Devo dire che non è venuta per niente male, o almeno, diciamo che a me piace, anche senza dentellini non è male, ma il papà dice che sembra non molto rifinita e quindi nei prossimi giorni farò anche questa rifinitura. Nel frattempo a casa, questo weekend ho lavorato un sacco… ho finito la prima striscia delle tende della cucina ed ho praticamente terminato il dietro di un'altra maglietta estiva, con quell'altro cotone verde-azzurro/nero. Filo completamente diverso sta venendo molto più morbida, lavorata questa volta ai ferri con un punto 'a dama'. Ieri sera, ore 11:45 (orario in cui è terminata l'ultima puntata ddella sesta serie di Carabinieri), ero ancora lì che 'gucciavo' e Max mi fa 'Beh, non sei ancora stanca di lavorare per oggi???' ed io 'Effettivamente sì… mi fa anche male un po' il ditone della mano sinistra, anchilosato dalla posizione tenuta nel fare la maglia…'
Ieri è stata una giornata molto tranquilla, mi sono alzata abbastanza tardi. Che bella sensazione,svegliarsi nel buio della propria stanza e mettersi in ascolto per sapere se Max si è già alzato… Non sento il suo respiro e con cautela avvicino una gamba alla sua postazione che effettivamente è già fredda… Apro un occhietto e cerco di mettere a fuoco la radiosveglia… che segna le 9:15… ok, perfetto, questa sì che è vita!!! Verso le 9:30 trovo il coraggio di appoggiare i piedini sulla pedana, mi alzo un po' traballante e mi sposto di quei 10 cm che mi consentono di arrivare alla corda della tapparella… Chiudo gli occhietti per non rimanere accecata e tiro su la tapparella di quel buon mezzo metro… Mah, non mi sembra che ci sia un gran sole, retrocedo, mi siedo di nuovo sul letto e con gli occhi ancora socchiusi, guardo fuori… tutto bagnato e nelle pozzanghere si vedono le goccioline… Chissenefrega… adesso mi faccio una bella colazione… capatina in bagno, per lavarsi la faccia, sguardo di sbieco allo specchio (la solita strega mi risponede…) e poi apro la porta a scrigno per sbirciare il tatone che legge mezzo stravaccato sul divano… 'Buongiorno…' 'Piove?'… 'Sì ed anche bene…' Arrivo in cucina, prendo le tazzone, ci metto l'acqua e le metto nel micro 'Tato quanto metto per scaldare l'acqua??' e qui tradisco il fatto che la colazione la prepara sempre lui!!! 'Tre minuti…' OK, accendo il microonde, prendo un piattino, i due saccottini alla crema pasticcera, accendo il forno a 150 e li metto a scaldare… una di quelle coccole che ci regaliamo solo al sabato ed alla domenica… e penso 'Micro + forno… terrà a botta almeno tre minuti???'. Mi è andata bene, sono stata fortunata, tempo di apparecchiare e le bustine sono già immerse nelle tazzone (deteinato per me e celebration per lui). Ecco che spunta, con il giornale in mano… TV Sorrisi e Canzoni, oppure il Venerdì… Lo appoggia sulla tavola al fianco della tazza e si mette a sfogliarlo, mentre io ancora sonnecchio un po'… Io invece sono un po' meno prevedibile: alcune volte me ne sto lì a pensare al nulla, oppure anche io mi immergo nella lettura di qualcosa, oppure accendo la tv, conscia che non troverò niente di interessante… ed invece ecco che trovo una replica di 'Non solo moda' che guardo sempre volentieri… Addento il saccottino, bevo un goccio di thè e come al solito la crema cola da tutte le parti, perché anche per mangiare una pidocchiosa pasta mi faccio compatire… prima mangio tutto intorno per tenermi il più buono alla fine col risultato che mi impiastriccio tutta!!!
Dopo colazione ci siamo infilati una tuta ed abbiamo fatto un paio di commissioni per Sorbara (bancomat, prelievo di un filmino da guardare nel pomeriggio e salto in serra per comprare un pensierino per la festa della mamma). Lo so che siamo partiti un po' in anticipo, ma poi questa settimana non avevo molto tempo… e sabato mattina abbiamo l'omino delle zanzariere in casa… così forse riuscirò a tener fuori di casa una parte della fauna della bassa :-D Il resto della giornata è passata tra il tentativo 'fallito' di fare un pisolino (aspirapovere più maratona con zoccoli che hanno lasciato il posto ad un trapano…), la visione del film 'The Queen' di cui forse parlerò a parte… e tanto tanto lavoro a maglia… Abbiamo anche cenato per la prima volta quest'anno in terrazzo, dato che finalmente la pioggia ha lasciato il posto ad un bel sole quasi convincente…
Beh, meno male che dovevo scrivere solo due righe… sarà colpa della mia nuova maglietta molto frufru???