venerdì, aprile 20, 2007

La radio...

Come sapete, anche se saltuariamente e non per tanto tempo, giornalmente ascolto un po' di radio, e, dato che sono una abitudinaria, si tratta sempre di Radio Bruno. E' lei che mi sveglia alla mattina, o almeno che ci prova… è lei che spesso mi accompagna al lavoro fornendomi informazioni sul meteo con il collegamento delle 7:30 con Emilia Meteo e dandomi qualche informazione di cronaca locale col tg delle 7:45… Poi alle 12:15, quando esco dal lavoro,Greta mi accompagna per quei 5 minuti che mi dividono da casa dei miei… Alla sera invece di solito la tradisco, ascoltando la musicassetta di turno, che in questo momento è quella di Mika… Mentre faccio le pulizie è la migliore compagnia, sento qualche cavolata dal dj di turno e qualche canzonicina… Beh, oggi mi è venuto voglia di parlare di questa compagnia per raccontarvi una delle tante cavolate che succedono di continuo…

Faccio una piccola premessa… Lavorare in open space significa che se le giornate non sono tese, ci si può permettere di canticchiare una canzoncina, che inevitabilmente entra nella testa di tutti quelli presenti… stamattina i ragazzotti che stanno alle mie spalle hanno inziato con 'Pensa' quella di Fabrizio Moro che ha vinto la sezione giovani del Festival di Sanremo. Dato che le parole sono solo un optional, la strofa è stata storpiata nei modi più impensabili, con mille rime improbabili e frasi non ripetibili… Alla fine non ne potevo più, perché se alle 9:00 è una cosa carina, alle 10:00 una cosa simpatica, alle 11:00 viene da tirar fuori un bazuka… comunque mi ha accompagnato fino alla pausa pranzo, e, con un sospiro di sollievo mi avvio verso la mia macchinina… l'accendo e premo il tastino della'autoradio… Sono rimasta per un istante impietrita… le prime note di quella 'maledetta' canzone uscivano dagli altoparlanti come una vera e propria beffa… ho persino pensato 'guarda te mi hanno talmente tanto frantumato i timpani con questa canzone, che adesso la sento ovunque!!!' pensando di riconoscerla in una canzone che non era in realtà quella… ed invece no, era proprio quella e quando me ne sono resa conto, ho sorriso e me la sono riascoltata TUTTA!!! Questa volta non era nemmeno storpiata, le parole erano quelle giuste…
Alla fine della canzone Greta ha ricordato il titolo della canzone appena ascoltata ed io, dal mio abitacolo ho esclamato 'Ma va???' sì perché ormai, parlare in macchina anche quando si è in fila non fa più specie, nessuno ci bada più, lo fanno tutti parlando in un auricolare collegato al telefonino, ed io invece approfitto di questa nuova moda per canticchiare o parlare da sola… Lunghissimi discorsi, qualche constatazione sui personaggi che mi circondano, sui vari comportamenti più o meno ortodossi si alcuni piloti… oppure parlo semplicemente come fanno i matti, parlo delle mie cose come se le raccontassi ad un'amica… insomma una psicologa da queste parti probabilmente non guasterebbe!!! ;-) Poi però Greta ci si è messa di impegno… all'Uno alla volta (piccola rubrica che consente ad un ascoltatore di andare in diretta e di richiedere la propria canzone) un tipo il cui nome mi sfugge, richiede una canzone che recentemente ho sentito nominare in un film… 'Self control' di Raf. Ed io, sempre parlando da sola, 'Ma dai, bravo, era una vita che non la sentivo…'. Così ho visualizzato la musicassetta con la copertina azzurra che poi era una doppia cassetta che conteneva, tra le tante canzoni di Raf, anche questo mito. Così, ho raggiunto casa dei miei, canticchiando una delle mie canzoni preferite, dei mitici anni 80, quando io ero una adolescente, quando cercavo di capire il testo delle canzoni, scrivendole sul diario e con il vocabolario di inglese alla mano, mi esibivo in traduzioni non sempre di senso compiuto… Questa insieme a 'Cosa resterà degli anni 80' rimarranno per sempre nel mio cuore, tra le tante canzoni che hanno segnato quegli anni…


E nel frattempo Max mi ha informato che Luna Rossa e Mascalzone latino hanno vinto la loro prima regata… queste sì che sono le cose importanti della vita… era da lunedì che mi disperavo perché a Valencia non c'era vento!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Mentre +39 è andato malino con l'albero 'inscocciato'… fate finta che queste ultime righe le abbia scritte Max, io mi ero già dimenticata che il weekend che mi aspetta sarà penso tutto all'insegna di questo avvenimento… :-D

1 commento:

Rodelinda ha detto...

Alle volte, sentendo queste rimembranze degli anni '80, mi spiace di non aver vissuto nell'era in cui a colazione si mangiavano i biscotti di un malato di mente romanista e "Atlas no ufo Robot" era semplicemente "Goldrake".

Alle volte, leggendo questi post nostalgici mi mancano Candy Candy (ho avuto occasione di vederne alcune puntate da piccola, quando ancora lo trasmettevano) e "Lady Lovely" (idem).

Alle volte...