lunedì, aprile 16, 2007

Eccomi qua...

Sì sì, sono qui, ma il weekend dov'è??? C'è stato??? Ma siete proprio sicuri??? A me sembra di essere caduta in un buco nero che mi ha catapultato direttamente da sabato pomeriggio a lunedì mattina in un nano secondo… Lo so che state 'scalpitando' dalla voglia di sapere come è andata la missione 'lavaggio casa'… e vi accontento subito, anche perché è una pratica che possiamo chiudere velocemente, per fortuna...
Insomma, sabato mattina ore 8:30 in punto arrivo dai miei, e nello stesso istante entra anche mio padre in bicicletta dalla sua spesuccia quotidiana (i miei fanno parte di quei rari esemplari che ancora comprano il pane fresco tutti i giorni, beati loro…). La mamma ci prepara il caffettino e poi all'opera. Dopo la loro sfacchinata di venerdì rimane meno di metà casa da lavare per un totale di 4 finestre da pulire… ma i miei vecchi sono già allo stremo delle forze. Facendola breve abbiamo lasciato il papà alla lancia dell'idropulitrice, la mamma allo spostamento della suddetta ed io e max ci siamo occupati delle tapparelle e dei vetri. Alle 11:00 avevamo già finito tutto ed anche messo via l'idropulitrice e quando i miei se ne sono resi conto, sembravano meravigliati e quasi increduli. Come al solito non mi ascoltano mai, ma quattro paia di mani al posto di due fanno la loro bella differenza in queste cose ed se invece di tirarsi il collo mi avessero dato retta, sarebbe passata molto di più!!! Comunque noi abbiamo tolto immediatamente il disturbo, ce ne siamo tornati a casa per pranzo lasciandoli liberi di fare quello che volevano, il che poteva anche significare catapultarsi a nanna… Poi nel corso del weekend li ho solo sentiti per telefono, penso che siano ancora un po' sullo stanco andante, ma ormai il più è fatto…
E noi? Beh, dopo un paio di orette di meritato riposo, mi sono messa alla stirella, devo capire come mai ci siamo solo in due gatti ed ho sempre delle montagne di panni da stirare… anche in questo caso ci deve essere una forza oscura che mi rema contro!!! E mentre mi dedicavo a questa attività ludica ci siamo guardati un filmino in DVD: 'I figli degli uomini'.


Il Caos e l'anarchia dilagano nel mondo della prossima generazione, dove dilaga un difetto nella capacità di riprodursi da parte degli uomini. Il più giovane cittadino del mondo è appena morto all'età di 18 anni, e l'umanità si trova ad affrontare la probabilità della sua stessa estinzione. Ambientato in una Londra lacerata dalla violenza e dalle guerre fra sette nazionalistiche. Il disilluso burocrate Theo diventa l'improbabile difensore della sopravvivenza della Terra. Quando l'ultima speranza del pianeta viene minacciata, questo riluttante eroe si trova costretto ad affrontare i suoi demoni personali e a difendere la Terra dalla catastrofe incombente...

Il film è pervaso da immagini molto forti, violenza, ingiustizia, ma la cosa che mi ha maggiormente toccato è stato proprio l'argomento trattato. Cosa ne sarebbe del nostro mondo se non fossimo più in grado di avere figli??? Cosa potremmo sperare per il nostro futuro??? Avere la consapevolezza di non essere immortali e che in un futuro prossimo tutto finirà… che stile di vita sceglieremmo, per cosa combatteremmo??? Anche se io non ho figli, so che il mio lavoro servirà forse ai futuri professionisti, ai bimbi di oggi che cresceranno ed un giorno entreranno anche loro nel mondo del lavoro, ma se questa prospettiva venisse meno, che senso avrebbe darsi così tanto da fare? Purtroppo sempre più spesso, parlando con conoscenti ed amici, mi capita di constatare che non è così semplice fare figli, forse sarà solo un caso, forse è un orgomento che in un certo senso mi tocca e forse è proprio per questo che ci faccio più caso… ma conosco diverse coppie che vorrebbero tanto avere bimbi e non ce la fanno… Poi non voglio entrare nel merito della questione, non credo di esserne all'altezza e probabilmente un po' questa situazione ce la 'stiamo' anche cercando, nel senso che la vita di adesso ci porta ad essere molto più egoisti, molti di noi decidono di formare una famiglia ad un'età molto superiore rispetto a quella dei nostri genitori, e questo fa sì che l'età delle mamme sia più alta… e si sa l'orologio biologico fa tic tac e non aspetta certo noi, non si piega alla nostra volontà o a quella dei datori di lavoro che, quando ti stanno per assumere' ti chiedono quando hai intenzione di fare figli… Penso proprio che sia capitato a tutte o almeno a molte… purtroppo è vero che una gravidanza influisce sull'andamento del lavoro, ma è anche vero che, secondo me, per molti lavori, il telelavoro potrebbe essere una soluzione molto abbordabile per i primi mesi di vita del pupo e questo sì che influirebbe meno sul lavoro che lasci… Comunque tutto quello che dico ha un valore relativo, bisognerebbe capitarci in mezzo, forse il lavoro di mamma è già di per sé talmente stressante che non sarebbe nemmeno concepibile lavorare a casa proprio anche solo 6 ore… Mah, non lo so, ma a me piacerebbe provare…
A parte questi discorsi seri, il resto del weekend è passato molto in fretta, ci siamo riappropriati di una nostra vecchia abitudine estiva, quella da vecchietti pensionati che ci piace tanto… la nostra passeggiatina del dopo cena, anche se di questi tempi più che essere una bella cosa è uno stress a causa dell'allergia (a proposito, stamattina sto da cani… mi sa che per la pausa pranzo mi catapulto in farmacia a caccia di uno spray che mi possa bloccare questo prurito continuo al naso che mi fa venire voglia di tagliarmelo!!!).
Ieri mattina invece ci siamo alzati tardino, colazione con calma… calendario alla mano per decidere sommariamente i periodi di ferie ed una sbirciatina ai primi cataloghi per la nostra mega vacanza in Messico… Che bei giri che ci sono ma quanti soldi!!!!!!!!!! Avete da indicarmi un modo per raccimolare 6000 eurini senza far soffrire il conto corrente???? Vebbè per il momento accontantiamoci di leggere le varie proposte, se ne riparlerà più avanti…
Nel pomeriggio poi ci siamo visti un altro filmino, questa volta uno dei miei, di quelli che già quando vedi la sigla iniziale sai tutta la trama ed anche come va a finire, ma che appunto per questo lo guardi volentieri perché sai che ti riempirà il cuore ed il lieto fine ti farà spuntare quel sorriso da ebete che sempre sfoderi in queste occasioni. Il film in questione è 'Dreamer'.

L'amore per la natura e gli animali, porta un allevatore del Kentucky e sua figlia ad occuparsi di un cavallo rimasto ferito. I due non solo riescono a rimetterlo in sesto, ma compiono un lavoro così perfetto da riuscire a iscriverlo alla famosa corsa Breeders' Cup.

A me la bimbetta Dakota Fanning mi fa morire: adoro vederla recitare, con quei suoi grandi occhioni azzurri e quell'aria così intelligente… per non parlare poi dei bellissimi cavalli, dei paesaggi meravigliosi, insomma per una come me che è cresciuta a 'pane e caplon' (la mia mamma ama da sempre il genere western e quindi non so quante volte ho visto i film di John Wayne…), vedere ogni tanto filmini di questo tipo riempie il cuore…
Adesso basta, fazzoletto alla mano, nasino già bello rosso ed occhietti a fessura, mi metto seriamente al lavoro… che voglia!!!

3 commenti:

Erica ha detto...

Non hai specificato se la casa con il lavaggio è venuta bene... Forse c'è da aspettare che si asciughi bene?
ciao, buona settimana!
Erica

andrea ha detto...

"i figli degli uomini" mi sembra interessante, come tematica mi ricorda un libro che ho letto di recente, "la neve se ne frega" di ligabue.

Ciao, buon inizio settimana

Andrea

Erica ha detto...

Mi ero scordata "I figli degli uomini"! Ho un libro che ho letto secoli fa di P.D. James che da quel che ricordo, sembra combaciare con la trama del film che hai descritto. Chissà se è lo stesso.. Sì, P.D.James che scrive un libro di fantascienza... lo so è insolito però esiste, ce l'ho nella libreria! :-D
ciao
Erica