giovedì, marzo 29, 2007

Profumo - Storia di un assassino

Regia: Tom Tykwer

Cast: Dustin Hoffman, Alan Rickman, Ben Whishaw, Corinna Harfouch, Rachel Hurd-Wood, Paul Berrondo

L'handicap di nascere privo del senso dell'olfatto, in realtà si rivela per il trovatello Jean-Baptiste Grenouille, la sua grande fortuna, infatti, piano piano ne sviluppa una forma sensibilissima che gli permetterà di realizzare i profumi più rinomati del mondo. Non contento dei successi ottenuti però, Grenouille, cercherà di ottenere un profumo "divino", questo farà prendere alla storia un tragico epilogo...

Avevo quasi pensato di glissare sulla visione di questo film, ma poi ho pensato che è talmente tanto particolare che, anche solo per questo motivo, merita di essere menzionato. Dico subito che non mi è piaciuto, e che forse, ma dico solo forse, varrebbe la pena avere fra le mani il romanzo da cui è tratto per cercare di capire meglio le dinamiche degli eventi descritti. Se da una parte penso che dovrei leggerlo come una 'leggenda metropolitana' non soffermandomi sui particolari, dall'altra mi domando se c'era proprio bisogno di portare le situazioni a punti così assurdi. Tanti comportamenti di questo 'eroe' non me li spiego e devo ancora decidere se 'devono' essere spiegati oppure no. Ossessionato dal voler generare il 'profumo divino' forse non c'era bisogno di uccidere tutte quelle ragazze, bastava tramortirle o drogarle per il tempo sufficiente a 'raccogliere' la loro essenza… e poi cosa che mi ha davvero sconvolto… come fa un profumo ricavato dalla morte di 13 giovani innocenti generare un'ondata di amore??? Per me è un controsenso, ed appunto per questo forse bisognerebbe leggere il libro… Poi lasciamo perdere il finale… si può morire di troppo amore??? Forse si può morire per aver amato troppo, ma scomparire dalla faccia della terra a causa dell'amore che il prossimo ti riserva è veramente difficile da comprendere…

2 commenti:

Anonimo ha detto...

E' effettivamente un film particolare, devo però dire che a me è piaciuto.
In particolare, mi ha colpito molto il finale.

Ciao

Andrea

Erica ha detto...

Il libro da cui è tratto è uno dei miei preferiti. Il film non l'ho ancora visto, non so come sia, se è fedele o meno. Ti posso solo dire leggi il libro, leggi il libro, leggi il libro!
ciao
Erica