martedì, marzo 27, 2007

Grigio ed ancora grigio...

Stamattina, sollevando la tapparella del bagno speravo di trovarmi davanti almeno l'accenno di un pallido sole, non volevo una giornata totalmente primaverile ma almeno qualcosa che mi infondesse maggiore gioia rispetto a questo grigiume. Invece mi sa che dovremo ancora attendere, anche se stamattina ho un piccolo nuovo pensiero a cui posso attingere a piene mani… Per il ponte del primo maggio abbiamo prenotato qualche giorno a Livigno!!! Sono monotona??? Yes, certo, ma vi ricordate vero che l'anno scorso ho fatto solo un paio di giorni a giugno e basta!!! Poi ci sono state le 3 orette sotto Natale e niente altro… e secondo voi è sufficiente??? Io direi proprio di no!!! Quindi 4 giornatine livignasche non ce le toglie nessuno ed abbiamo prenotato in un piccolo alberghetto centrale che conosciamo solo per esserci andati a cena una sera, e dato che l'esperienza era stata MOLTO positiva, ci eravamo sempre ripromessi di soggiornarvi in una delle nostre brevi escursioni. Se in giugno l'anno scorso c'era un freddo biricchino, non so cosa aspettarmi quest'anno, magari si girerà in maniche corte, ma se devo essere sincera poco importa… Sono già là, è inutile persino parlarne e poco importa se c'è una giornata tipicamente da autunno inoltrato!!!
Ma dato che purtroppo le voci dei colleghi, il telefono e tutto quello che mi circonda contribuiscono a riportarmi alla 'crudele' realtà, tentiamo di affrontare le giornate una alla volta, senza farsi prendere da smanie e soprattutto dall'ansia di dover fare mille cose. Un po' difficile in questo periodo, ma strettamente necessario per stare calmi, per non vedere quello che sta succedendo qui al lavoro, per non dire come al solito 'Non è giusto!!!'. Tanto a cosa serve??? Si sa che, come dice spesso un mio collega, 'La vita è dolore!!!' ed a volte veramente vorrei estraniarmi completamente da tutto e da tutti, senza che i miei occhi vedano e giudichino quello che succede. Un collega si è licenziato e sta gestendo la cosa in modo pessimo, non si sa nemmeno quando sarà il suo ultimo giorno e circolano solo voci non confermate, come se fosse un segreto da tenere nascosto. Purtroppo questa persona è nel mio gruppo ed IO sarei interessata a sapere CHI si dovrà prendere l'argomento di cui si sta occupando… per non parlare poi degli atteggiamenti delle solite persone… insomma, lo so, forse ho proprio bisogno di staccare un po' la spina, di non pensare più a nulla, di distogliermi dagli impegni quotidiani, soprattutto dal lavoro. I weekend sono troppo corti e non riescono a distogliermi dal brusio di sottofondo che occupa la mia mente e questo a lungo andare sfinisce!!!
Vi racconto solo questa ultima tristezza e poi per stamattina la finisco qui...
Ieri Vanni mi ha raccontato che ha incontrato Emanuele (vecchia conoscenza Corob, che ancora vi lavora…) che gli ha dato una grande notizia… dopo quasi 6 anni c'è stato un ritorno. L'Anna, che si è licenziata con me, è tornata in Corob!!! Quando me lo ha detto io ho fatto una faccia abbastanza triste e, purtroppo, non mi sono limitata solo a quella, ho tradotto a parole il mio pensiero (mannaggia a me!!!) dicendo a chiare lettere che ci vuole veramente un bel coraggio a tornare in un posto del genere sopo tutto quello che le avevano fatto!!! Al chè Vanni mi dice 'Beh, se ti richiamassero in Corob tu non ci torneresti???' ed io 'Ma Vanni, stai scherzando, ma nemmeno per tutto l'oro del mondo!!! Hanno avuto la loro occasione per trattarmi come si doveva e l'hanno persa, quindi NON si torna indietro!!!' Solo dopo, quando ho visto che ha cambiato espressione e che mestamente si è allontanato mi sono accorta che senza volere ho messo un dito in una piaga ancora aperta e che LUI sì ci tornerebbe, nonostante tutto e tutti… A me invece questa cosa fa veramente tristezza, la minestra riscaldata può anche essere 'accettabile' ma non sarà mai buona… e non venitemi a raccontare che è passato tanto tempo e le cose possono essere cambiate… In una ditta come quella, che ogni due anni viene venduta, e soprattutto per ciò di cui si occupa, le cose sono molto statiche e perché cambino non so nemmeno io cosa ci vuole!!! Auguro all'Anna che si possa trovare bene, che il suo rientro segni per lei un momento positivo, ma ho i miei dubbi...

2 commenti:

Erica ha detto...

Io la penso come te... tornare indietro sarebbe un fallimento! Peccato per quelle persone che non sono convinte delle scelte fatte... Ma la Corob del vostro periodo migliore non esiste più.
Grande per Livigno! A quando il conto alla rovescia? :-D
ciao
Erica

Anonimo ha detto...

A volte la nostalgia porta a idealizzare situazioni passate, dimenticando le parti negative, ricordando solo quello che ci piaceva.
Effettivamente, le minestre riscaldate convincono poco anche me...
Andrea