venerdì, marzo 30, 2007

E ripiove...

Ore 7:00: la radiosveglia si accende… quei posseduti della strana coppia di Radio Bruno urtano dolorosamente il mio spirito con la loro 'innaturale' allegria… scendo sotto il piumone di 40 cm.
TAC… Max ha acceso la luce ed è già con i piedi giù dal letto… acciderbolina ma come fa??? Spegne la radiosveglia (grazie amore!!!) ed io scendo di altri 5 cm ed impugno saldamente il piumone.
Mi metto in ascolto: fuori diluvia… altri 3 cm sotto, mi giro su un fianco in posizione fetale e da difesa contro ogni attacco…
Passano i minuti, alle 7:30 devo uscire di casa… cosa mi metto??? Fuori piove, quindi forse c'è anche freschino, io sono molto molto stanca ed ho più freddo quando sono messa così… maglione marrone a collo alto e pantaloni scozzesi a vita bassa…
Sento Max che si avvicina… 'Tatona, dai… sono le sette e un quarto…' si avvicina sempre di più, sta facendo il giro del letto… il nemico è ora TROPPO vicino… comincio a mugugnare 'noooooooo… lasciami qui, voglio rimanere a letto tutto il giorno' Il piumone viene tirato (chiamate la guardia nazionale…salvatemi!!!!), qualcuno mi tira giù dal letto ed io quasi piango… mi metto in piedi e mi appoggio a LUI, ma il nemico non ha pietà, si mette a ridere alle mie richieste… Ma dove è finita la pietà cristiana???!!!
Mi trascino verso il bagno, non ho il coraggio di guardarmi allo specchio, chissà come sono messi i capelli… ci guardo tra due minuti, adesso me ne frego… Ad occhi sempre semi-chiusi in tre minuti netti mi vesto e poi… ritorno in bagno, adesso mi tocca guardarmi allo specchio!!!!! AHHHHHH… che paura, il mostro di Lockness!!!!!!!
Come faccio a rendere presentabile la chioma scombinata che tengo in testa??? Boh, ci metto le ditina dentro, le scuoto un po' e soprattutto faccio finta di nulla… mentre penso a questa 'strategia' prendo fuori i trucchi, sarà meglio coprire queste occhiaie ed anche questo colorito da morto vivente… un po' di fondo tinta, un pizzico di terra, un ombretto marrone sfumato, ed il mascara nero che mi costringe a tenere gli occhi quasi del tutto aperti se non voglio impiastricciarmi ovunque… OK, fatto, adesso passiamo ai capelli… il ciuffo è veramente inguardabile ma i riccioli reggono, pazienza, se non mi si riesce a guardare in faccia, possono sempre guardare il panorama fuori dalla finestra!!!
Raccatto orologio, braccialetto, anelli ed orecchini e mi dirigo, trascinando i piedi stile Natalina (=la nostra tartaruga…), verso la cucina, dove il televideo è sempre attivo (secondo me le nostre tv si accendono automaticamente in modalità televideo, sono geneticamente modificate). Mi metto a sedere… che bello stamattina ci sono tre crumiri integrali (buonissimi…) e la mia tazzona di thè… due pastiglini di dolcificante, mescolo un po' (non ce ne sarebbe bisogno i pastiglini si disintegrano immeditamente appena arrivano nel liquido caldo…) ed inzuppo il primo crumiro… Mastico e mi infilo gli anelli… altro inzuppo, mastico e mi allaccio il braccialetto… insomma passano altri tre minuti e sono completamente bardata, i crumiri sono solo un lontano ricordo e cerco la bottiglia dell'acqua…
Di corsa a lavarsi i denti, Max è già in camera dalla sua parte del letto… velocissimi lo rifacciamo, mi infilo le scarpe, la giacca, prendo su le immancabili sporte che mi porto sempre dietro tutte le mattine (sempre diverse), 'raspo' nella borsa alla ricerca dell chiavi di casa, mentre Max apre la porta di ingresso e mi aspetta al varco…
Bacino, raccomandazioni solite 'Fai a modo e vai pianino… ci sentiamo dopo!!!' e giù per le scale, guardo fuori e penso 'Che schifo di giornata, chi me lo ha fatto fare???'
Giro intorno al palazzo e davanti al MIO garage c'è la macchina di un vicino, mi affaccio al suo garage, gli do cortesemente in BUONGIORNO (ma va a farti benedire, perché non vai al lavoro invece di impedirmi di tirare fuori la macchina che è tardi, ho sonno e sono stanca???). Lui, poveretto, si affretta a spostarla (non faccio nemmeno in tempo ad aprire il portone e mi sento in colpa per aver pensato le cattiverie appena citate)… e via… Uffi la macchina poteva spostarla anche un po' di più, mi tocca fare mille manovre alla Baldo per uscire!!! Finalmente in strada, che tempo… speriamo non ci siano molti imbambiti… è tardi, le previsioni di Emilia Meteo sono già andate, ma tanto non ce n'è mica bisogno no??? Non si vede mica che piove???
Mi metto in fila, ascolto la radio, c'è il tg, si parla della corsa ciclistica che si terrà oggi e che mi costringerà a rimanere in ufficio per la pausa pranzo… Poco importa, spero solo di trovare qualcuno che mi prenda un panino oppure vedrete che mi arrangio e poi stasera, mi vesto da 'Gianchy la parrucchiera' e vado a fare la tinta alla mamma :-D
Nella sportina ci sono i miei abiti da lavoro, purtroppo non ho il costumino come SuperMan… Poi quando torno a casa, dopo la cena mi aspetta l'iceberg di roba da stirare… che sarebbe meglio facessi fuori se non voglio ammazzarmi di lavoro domani…
BIP BIP… un messaggino, ad alta voce esclamo… 'se questo è Do Nascimento, che avverte che non viene al lavoro, mi prendo su e me ne torno a casa'… apro il messaggio che riporto così come l'ho ricevuto… 'Ciao, il mio amico caghetto mi è venuto a trovare, sono sul cesso a pensare all'infinito attorno a me. Portate pazienza'. In ufficio c'è stato un accorato ed unanime 'Ma che vada a cagare…' alchè ho risposto al suo messaggio con il seguente 'Qui ti abbiamo mandato tutti a cagare, ma dato le circostanze forse è superfluo'… Con la fatica che ho fatto per essere qui… VOGLIO IL MIO LETTO!!!!!
Adesso è venuto il momento di lasciarvi… vi racconto solo questa ultima cosuccia divertente successa ieri sera in palestra… In fondo al solito gruppo è spuntata una signora nuova, bella in forma e sicuramente un po' più attempata rispetto alla media che già non è bassissima… Iniziamo il riscaldamento e mentre noi saliamo e scendiamo come delle 'possedute' dallo step, lei ha una marcia ridotta del 90%. Sembra quasi che non riesca nemmeno a capire come si sale e scende… è uno scalino ragazza mia, forza e coraggio… Federica le si avvicina e le fa vedere… su col piedino, giù col piedino… boh, insomma anche per un'imbranata come me, il passo base è comunque abbordabile… Vabbè, poi il gruppo non si cura più di lei, ci impegniamo nella nuova coreografia che non è difficile in quanto a passi ma prevede continui cambi di direzione, disorientando un po'… Alla fine Federica ci fa i complimenti, forse ha capito che cagnandoci soltanto non ottiene molto, quello che riusciamo lo facciamo e la lezione termina… Arrivo in spogliatoio e lì mi ritrovo la signora che ci sta ricoprendo di complimenti 'Come siete carine, tutte coordinate, è veramente una gioia guardarvi… Martedì vengo di nuovo, non fosse altro che per guardarvi…' Ma signora, prego, venga pure, anzi se vuole facciamo una colletta per pagarle gli ingressi solo per avere qualcuno che ci dice che 'siamo carine'!!!! Ma dai, non ho parole… sembriamo una squadra di foche spiaggiate!!!!

giovedì, marzo 29, 2007

Dalle vicende di una programmatrice… sfig...

nooooooooooo… volevo dire 'sfortunata'… sì perché, in 15 anni di questo lavoro, ho avuto l'onore (o 'Onere') di lavorare in un ambiente quasi totalmente maschile, dove il mio prendere appunti, tenere la scrivania in ordine e cose di questo tipo sono viste più come 'cattive' abitudini che come pregi… Però poi arriva sempre qualcuno che dice 'Gianchy mi presti gli appunti della riunione del tal giorno???' sì sì proprio come a scuola :-D
Beh, comunque, forse perché sto diventando un po' vecchia e forse ci badavo meno da giovane, ma ora mi sento circondata da tanti galletti che vogliono comandare e guarda caso l'unica con cui sfogarsi alla fine, gira e rigira sembro essere sempre io. Ma oggi non voglio lamentarmi, voglio solo raccontarvi cosa è successo stamattina… A sorpresa sono stata invitata ad una riunione con tanto di 'caponi' Mauro e Andrea (responsabile e capo progetto). Mauro in particolare voleva sapere se per fare una determinata cosa si doveva andare ad intaccare la struttura stessa della cosa esistente o se si poteva andare in modifica… Io non ci ho pensato un attimo e gli ho detto che bastava modificare ciò che già c'era anche se non si trattava di una modifica da poco… Andrea è diventato tutto rosso, con le orecchie che gli prendevano fuoco e da lì ho capito che avrebbe preferito che mi ponessi in un modo molto meno elastico… insomma dovevo forse pormi stile 'zoccolo duro alla Baldo'. Ma non è nella mia natura… se le cose ci sono da fare… facciamole, triboleremo, perdermo qualche ora di vita, ma non è con le discussioni interminabili per evitare di farle che le cose si risolvono… almeno così la penso io… Ritornando alla riunione, davanti ai miei occhi i due '…' hanno incominciato a discutere ed io li guardavo come in un sogno… Ma che cosa me ne frega a me delle vostre beghe familiari… mettetevi d'accordo e poi fatemi sapere, l'importante è che mi dicate cosa volete che io faccia, perché, si sa, 'l'asino va attaccato dove dice il padrone'!!!


Voi come pensate che sia andata a finire??? Logicamente la cosa si farà, bisogna solo decidere con quale tempistica… ma va??? Avevate qualche dubbio???

Tanto perché non voglio che pensiate che ho la coda di paglia… è appena arrivato un collega e mi ha chiesto di cambiare il suo turno per la visita medica con il mio (lui ci sarebbe alle 17:00 mentre io sono alle 16:30). Perché??? Ma è chiaro… sai se slitta un po' si va oltre l'orario di lavoro e chi è la più deficiente che non ci arriva a questa considerazione??? Ma la Gianchy naturalmente, tanto è una donna e si sa che le donne non capiscono niente… Beh, dovevate vedere la sua faccia quando gli ho detto che non se ne parlava nemmeno… Si è sentito sgamato, e quale peggior sgarbo che essere sm… da una donna!!! Boh, che volete che vi dica… qui gira così… e la montagna di roba da fare cresce cresce… e la voglio inversamente cala cala...

L'unica cosa che mi consola è che stasera non rischio di essere sottoposta ad un altro filmino come quello di ieri sera… Stasera ultima puntata di CSI New York e prima della nuova serie di CSI Las Vegas… Un lieto ritorno...

Profumo - Storia di un assassino

Regia: Tom Tykwer

Cast: Dustin Hoffman, Alan Rickman, Ben Whishaw, Corinna Harfouch, Rachel Hurd-Wood, Paul Berrondo

L'handicap di nascere privo del senso dell'olfatto, in realtà si rivela per il trovatello Jean-Baptiste Grenouille, la sua grande fortuna, infatti, piano piano ne sviluppa una forma sensibilissima che gli permetterà di realizzare i profumi più rinomati del mondo. Non contento dei successi ottenuti però, Grenouille, cercherà di ottenere un profumo "divino", questo farà prendere alla storia un tragico epilogo...

Avevo quasi pensato di glissare sulla visione di questo film, ma poi ho pensato che è talmente tanto particolare che, anche solo per questo motivo, merita di essere menzionato. Dico subito che non mi è piaciuto, e che forse, ma dico solo forse, varrebbe la pena avere fra le mani il romanzo da cui è tratto per cercare di capire meglio le dinamiche degli eventi descritti. Se da una parte penso che dovrei leggerlo come una 'leggenda metropolitana' non soffermandomi sui particolari, dall'altra mi domando se c'era proprio bisogno di portare le situazioni a punti così assurdi. Tanti comportamenti di questo 'eroe' non me li spiego e devo ancora decidere se 'devono' essere spiegati oppure no. Ossessionato dal voler generare il 'profumo divino' forse non c'era bisogno di uccidere tutte quelle ragazze, bastava tramortirle o drogarle per il tempo sufficiente a 'raccogliere' la loro essenza… e poi cosa che mi ha davvero sconvolto… come fa un profumo ricavato dalla morte di 13 giovani innocenti generare un'ondata di amore??? Per me è un controsenso, ed appunto per questo forse bisognerebbe leggere il libro… Poi lasciamo perdere il finale… si può morire di troppo amore??? Forse si può morire per aver amato troppo, ma scomparire dalla faccia della terra a causa dell'amore che il prossimo ti riserva è veramente difficile da comprendere…

mercoledì, marzo 28, 2007

Ma secondo voi...

… è possibile che a quasi quarant'anni me ne stia qui, con una mattinata alle spalle un po' allucinante, dove non faccio in tempo a finire una cosa che me ne aggiungono altre quattro, e dicevo… me ne sto qui, con le cuffiette alle orecchie ad ascoltare a tutto volume le canzoni di MIKA!!!! E quando arriva Lollipop mi ritrovo a saltellare sulla sedia che, essendo molleggiata, mi fa sembrare una specie di coniglietto che spunta a ritmo di musica da sopra i miei due monitor… Non mi domando nemmeno cosa pensano i miei colleghi, vedo che Do Nascimento mi da qualche guardata di traverso, ma è troppo preso dal suo fare non so ben cosa e preso mi lascia al mio saltellare furioso senza più interessarsene… E nell'acquario, giusto oltre i miei due monitor, ci sta il capo, che, seppure così vicino, potrebbe essere senza problemi su Marte. Lasciamolo pure lì… immerso nel suo mondo parallelo, fatto di comunicazioni via email, dove non è necessario utilizzare quello strumento ormai atrofizzato che è la lingua!!! Ma chi se ne frega… continuo a saltellare, ed il piedino della gamba sinistra (la gambina destra è ancora offesa…) tiene il ritmo… sia mai che non si capisca che sto ascoltando un po' di musica… Voglio quel buffone di Mika registrato su una cassettina da tenermi in macchina… capito tatone??? Sì, perché sul mio golfino c'è ancora il mangiacassette, alla faccia di tutte le nuove tecnologie super avanzate e l'integrazione degli ipod di serie… io vado di cassettame come se il tempo non fosse passato… con la mia autoradio con il frontalino estraibile della Panasonic… Quando ascolto qualcosa che mi piace a tutto volume come una vera 'tarrona', il golfino saltella anche lui… Certo sono cose che faccio solo se sono da sola… e lontano da casa!!! :-D Lollipop… mi fa morire… adesso lo metto in loop… così spacco winamp a forza di farlo girare e faccio un solco sull'hard-disk...
Ultimamente gira così… cambiamenti d'umore repentini… parto alla mattina che sono da buttare via, poi al pomeriggio ho una scarica adrenalinica improvvisa per poi ripiombare nel mio solito stato di apatia… Perché??? Boh, che ne so, sarà la vecchiaia che avanza, questo mio voler non ammettere che il tempo sta passando… lascialo passare, chi se ne frega, se passa significa che lo deve fare… io me ne rimango qui ad ascoltare canzoncine stupide ed a pensare che nonostante tutti gli anni che mi porto addosso mi sento ancora una ragazzina e riesco ancora ad entusiasmarmi per cose stupide, anzi forse di più di quando ero realmente una cinna… Forse è per questo: non avendolo fatto quando era ora, ho qualche ritorno di fiamma…


Hey, what's the big idea?
Yo Mika.
I said,
sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down,
I said,
sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down.
Sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down,
sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down.
Say love, say love,
or love's gonna get you down.
say love, say love,
or love's gonna get you down.
I went walking in with my mama one day,
when she warn me what people say,
live your life until love is found,
'cause love's gonna get you down.
Take a look at the girl next door,
she's a player and a down right whore,
Jesus slows up, she wants more,
oh bad girls get you down.
Singing,
Sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down,
sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down.
Say love, say love,
or love's gonna get you down.
say love, say love,
or love's gonna get you down.
Mama told me what I should know,
too much candy gonna ride your soul,
if she loves you, let her go,
'cause love only gets you down.
Take a look at the boy like me,
never stood on my own two feet,
now I'm blue, as I can be,
oh love couldn't get me down.
Singing,
sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down,
sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down.
Say love, say love,
or love's gonna get you down.
say love, say love,
or love's gonna get you down.
I went walking with my mama one day,
when she warn me what people say,
live your life until love is found,
or love's gonna get you down.
Singing,
sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down,
sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down.
Say love (say love), say love (say love),
or love's gonna get you down.
say love (say love), say love (say love),
or love's gonna get you down.
Mama told me what I should know,
too much candy gonna ride your soul,
if she loves you, let her go,
'cause love only gets you down.
Whoa-oh, whoa-oh, whoa-oh, lollipop.
Whoa-oh, whoa-oh, whoa-oh, lollipop.
Sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down,
say,
sucking too hard on your lollipop,
or love's gonna get you down

Uffi...

Il mercoledì forse è la giornata in generale più dura da iniziare… se da una parte si può pensare di essere GIA' a metà settimana, guardando il bicchiere mezzo vuoto, ci si accorge che ci troviamo SOLO a metà settimana… La palestra del martedì sera, l'aver dormito stile sasso in fondo al mare e l'essersi alzati in stato comatoso non agevolano le operazioni di startup mattutino. Poi arrivi al lavoro, il tuo capo progetto non ti da nemmeno il tempo di aprire la posta ed ecco che la giornata è partita veramente col piede sbagliato!!! Non mi aiuta nemmeno vedere il pallido sole, forse perché già so che poi per il weekend ce lo possiamo scordare e questo mi irrita…
Come avete capito, oggi è una giornata un po' in salita, spero che si aggiusti col tempo, basta cercare di non pensarci troppo e soprattutto prenderla con calma…
Non ho grandi cose da raccontarvi… ieri sera come ho già accennato sono andata in palestra, alcuni esercizi sono stati un po' dolorosi, ma mi sembra che pian piano le cose stiano migliorando, ma vado piano persino a pensarlo… una cosa però strana è successa… si sta pensando di andare a mangiare la pizza col gruppo delle ragazze del corso e per la prima volta in tutta la mia vita sto pensando di accettare… Intendiamoci, non si tratta della solita cena della palestra, è una cosa molto più intima che coinvolge solo le ragazze che seguono i corsi della Federica… Ma dato che, dopo tutti questi mesi, ho stabilito persino dei contatti con alcune delle ragazze che abitualmente seguono il corso… potrei veramente decidere di andarci!!! Poi lasciamo perdere che ieri sera ad un certo punto la posseduta si è avvicinata e mi ha detto… 'Ma tu sei dimagrita!!!' … mah, non sapevo bene cosa dirle… avrei voluto rispondere acidamente… 'Sì, da un anno a questa parte sono calata quasi 17 kili, ma certamente non tutti nell'ultima settimana!!!'… invece ho sorriso è le ho detto 'Un pochino…'. Mi ha sotto gli occhi tutte le settimane… si è accorta adesso che sono dimagrita????? Va bene essere invisibili, io faccio di tutto perché questo accada nelle sue lezioni, ma il dubbio atroce che abbia bisogno di un paio di occhiali mi è venuto!!!
Il resto della serata è proseguito in completa tranquillità… ci siamo visti LOST e poi SUPERNATURAL… Sono una grande fan di LOST, la storia mi incuriosisce, anche se a volte ho l'impressione che tirino un po' troppo la corda. Ad volte ci presentano dei personaggi che poi per un sacco di tempo non si fanno più vivi per poi ricomparire all'improvviso… cosa che ieri sera è successa con la 'francese'… Max aveva appena finito di nominarla ed eccola che spunta, mostra a Said un ometto imprigionato in una rete dicendogli che è uno degli 'altri'… ok, e tu francesina chi sei??? Sei una anarchica??? Boh… non so che dire… anche la scena in cui Said utilizza come sacco questo malcapitato mi ha fatto un po' ridere… il 'torturatore' in azione… mah… Però il ciccione (da sempre il mio preferito) ieri sera, parlando sempre con Said ha detto una frase che mi è rimasta impressa: hanno captato un segnale di una radio (non chidetemi da dove viene…) che trasmetteva musica 'di una volta' ed il ciccione dice 'Chissà da dove viene il segnale… o da quale TEMPO!!!'. Sei un mito 'coso', era proprio quello che stavo pensando… non è che ci troviamo in una realtà fuori dal tempo??? Lo so che poi ci mettono queste cose solo per far cadere nella rete i pescioloni come me, ma mi diverte fare congetture…
Storia completamente diversa quella che riguarda Supernatural… mi sa che lo perderemo… se la premessa era carina, adesso inizia ad essere un po' ridicolo… ieri sera poi è stato 'divertentissimo'… C'era in atto una ribellione degli insetti, governati da una maledizione che in una notte particolare dell'anno hanno il compito di uccidere tutti quelli che risiedono su un determinato territorio… I malcapitati si chiudono in casa, ma si sa gli insetti passano ovunque e riescono ad entrare… quindi ci si nasconde nel sottotetto, ma un esercito di termiti fa buchi nel tetto, degni di un compasso e riescono ad entrare… ed ecco che dopo 5 minuti spunta l'alba e gli animaletti si ritirano… Peccato che dall'attacco sono passati solo 7 minuti ed è iniziata a mezzanotte… uhmmm… una concezione del tempo MOLTO cinematografica. Insomma alla fine, si vedeva troppo che non sapevano proprio come saltarci fuori, e forse era meglio se ce ne fossimo andati a nanna un po' prima, non avremmo perso nulla… Per non parlare poi di uno dei fratelli che girava con una bomboletta di isetticida e dando fuoco al liquido che ne usciva generava piccole vampate di fuoco… che bello… :-D

martedì, marzo 27, 2007

ER - fine 12-esima serie

Chissà se ormai vi siete affezionati ai miei riassuntini di fine serie… Diciamo che con la mia scarsa memoria, mi sembra un'abitudine sana, soprattutto in casi come questi, dove le ultime due puntate hanno segnato una serie si sconvolgimenti non indifferenti, lasciandoci poi sempre in sospeso con mille cose…

Nel primo degli ultimi due episodi, abbiamo vissuto il dramma della morte del Dr. Michael Gallant, richiamato dall'esercito per prestare servizio medico in una base USA in Iraq nonché marito di Neela Rasgotra. Scene toccanti, un misto di dolore e di incomprensione per una tragedia che non avrebbe dovuto consumarsi… Ma non facciamo in tempo a riprenderci da questo che nella seconda puntata, l'ex-marito galetotto dell'infermiera Samantha 'Sam' Taggart viene condotto al pronto soccorso insieme ad un suo compagno di reclusione per curare ferite riportate durante una rissa tra i due. Purtroppo si scopre che è solo una montatura per organizzare la loro fuga, facendosi aiutare da una ragazza che si improvvisa infermiera. Sam viene coinvolta contro la sua volontà in questo piano ma qualcosa va storto ed il Dr. LuKa Kovac, viene messo fuori combattimento da una iniezione che lo paralizza momentaneamente. Sam fa solo in tempo ad intubarlo per permettergli di respirare e poi viene condotta fuori dalla stanza dove purtroppo le cose precipitano e assisitiamo ad una vera e propria sparatoria nella hall del pronto soccorso. Jerry rimane ferito, mentre gli altri sembrano stare tutti bene, ma Abby, allontanatasi per prendere qualcosa per medicare l'amico, si sente improvvisamente male e cade svenuta a terra, sotto gli occhi impotenti di Luka che legato al letto ed intubato non riesce ad avvertire nessuno. Nel frattempo i fuggiaschi riescono a raggiungere il veicolo che li aspetta e Sam è costretta ad andare con loro perché scopre che il figlio è stato preso in ostaggio.


E ci lasciano qui… come al solito tutto in sospesa… Abby col pancione che rischia di perdere il bimbo, Jerry ferito, Luka legato ad un letto e Sam con un ex-marito fuori di testa… Una vera e propria bellezza…

Tra l'altro ho appena letto una notizia sconvolgente… alla fine delle tredicesima serie, perderemo un altro protagonista… Luka!!!!! NOOOOOOO!!!! Ma perché????

Maigret e le corps sans tete

di Simenon

Deux Tractions arrivent au bord d'un canal dans un petit coin de campagne non loin de Paris. C'est Maigret et ses hommes. Des morceaux de cadavre ont été repêchés dans le canal, mais comment identifier une victime quand il manque et la tête et les mains ? Maigret, pour téléphoner, entre «Au bon Vin», le café du coin tenu par Aline Calas et son mari. Quelques questions à la patronne et il apprend que son mari est parti de la gare de Versailles, le vendredi précédent, pour acheter du vin en province. Elle n'en sait pas plus. Alors qu'il interroge Aline, un jeune homme apparaît à la vitre du café et s'enfuit sur son triporteur, avant d'être rattrapé par les hommes de Maigret.

Dopo tanto tempo, ed in poco più di una settimana, mi sono letta questo piccolo racconto in francese, riscoprendo la bellezza nel leggere un testo in questa lingue, e la voglia di leggere alcune frasi ad alta voce solo per sentire la mia 'r' francese ancora viva nella mia gola. Se l'inglese lo subisco, il francese è sempre stato nelle mie corde, ma si sa che si hanno molte meno opportunità di leggerlo e parlarlo. Tornando al racconto, posso dirvi che è stata una lettura piacevole, una riscoperta di un'atmosfera antica, un po' rarefatta, con il personaggio del commissario che, se da una parte sembra distaccato e professionale, nel suo intimo nasconde la volontà costante di 'comprendere' le persone che lo circondano e più queste hanno atteggiamenti 'inspiegabili' più lui si icuriosisce.

Qui di seguito vi riporto anche la trama in italiano...

Sul fondo del canale Saint-Martin viene rinvenuto il corpo di un uomo, fatto a pezzi. Le ricerche portano a galla tutte le membra, fuorché la testa. Maigret arriva sul posto ed entra al piccolo café vicino al luogo delle ricerche, in Quai de Valmy, ed è subito incuriosito dalla proprietaria, Aline Boissancourt, sposata Calas, stranamente taciturna nonostante il rinvenimento del cadavere davanti al suo bistrot. Nel commissario comincia a farsi largo la convinzione che il corpo nel canale possa essere quello del marito di Aline, Omer Calas, che, come afferma Aline, si trova in viaggio d'affari. La convinzione di Maigret si rivela esatta quando si scopre che Aline venticinque anni prima, ripudia l'eredità dell'odiato padre e scappa da casa con Omer, allora semplice lavorante alle dipendenze del padre di lei. Alla morte del vecchio Boissancourt, il notaio Canonge viene incaricato di trovare gli eredi e giunge al cafè sul canale Saint-Martin. Aline continua a rifiutare l'ingente eredità del padre, ma Omer viene a conoscenza sia dell'eredità, sia del rifiuto della moglie, e fa di tutto per entrare in possesso dell'eredità, senza però riuscirvi. L'amante di Aline, il giovane Dieudonne Pape, lo uccide quando, entrando al piccolo bistrot di Quai de Valmy, scopre Omer che picchia Aline nel tentativo di constringerla ad accettare l'eredità.

Grigio ed ancora grigio...

Stamattina, sollevando la tapparella del bagno speravo di trovarmi davanti almeno l'accenno di un pallido sole, non volevo una giornata totalmente primaverile ma almeno qualcosa che mi infondesse maggiore gioia rispetto a questo grigiume. Invece mi sa che dovremo ancora attendere, anche se stamattina ho un piccolo nuovo pensiero a cui posso attingere a piene mani… Per il ponte del primo maggio abbiamo prenotato qualche giorno a Livigno!!! Sono monotona??? Yes, certo, ma vi ricordate vero che l'anno scorso ho fatto solo un paio di giorni a giugno e basta!!! Poi ci sono state le 3 orette sotto Natale e niente altro… e secondo voi è sufficiente??? Io direi proprio di no!!! Quindi 4 giornatine livignasche non ce le toglie nessuno ed abbiamo prenotato in un piccolo alberghetto centrale che conosciamo solo per esserci andati a cena una sera, e dato che l'esperienza era stata MOLTO positiva, ci eravamo sempre ripromessi di soggiornarvi in una delle nostre brevi escursioni. Se in giugno l'anno scorso c'era un freddo biricchino, non so cosa aspettarmi quest'anno, magari si girerà in maniche corte, ma se devo essere sincera poco importa… Sono già là, è inutile persino parlarne e poco importa se c'è una giornata tipicamente da autunno inoltrato!!!
Ma dato che purtroppo le voci dei colleghi, il telefono e tutto quello che mi circonda contribuiscono a riportarmi alla 'crudele' realtà, tentiamo di affrontare le giornate una alla volta, senza farsi prendere da smanie e soprattutto dall'ansia di dover fare mille cose. Un po' difficile in questo periodo, ma strettamente necessario per stare calmi, per non vedere quello che sta succedendo qui al lavoro, per non dire come al solito 'Non è giusto!!!'. Tanto a cosa serve??? Si sa che, come dice spesso un mio collega, 'La vita è dolore!!!' ed a volte veramente vorrei estraniarmi completamente da tutto e da tutti, senza che i miei occhi vedano e giudichino quello che succede. Un collega si è licenziato e sta gestendo la cosa in modo pessimo, non si sa nemmeno quando sarà il suo ultimo giorno e circolano solo voci non confermate, come se fosse un segreto da tenere nascosto. Purtroppo questa persona è nel mio gruppo ed IO sarei interessata a sapere CHI si dovrà prendere l'argomento di cui si sta occupando… per non parlare poi degli atteggiamenti delle solite persone… insomma, lo so, forse ho proprio bisogno di staccare un po' la spina, di non pensare più a nulla, di distogliermi dagli impegni quotidiani, soprattutto dal lavoro. I weekend sono troppo corti e non riescono a distogliermi dal brusio di sottofondo che occupa la mia mente e questo a lungo andare sfinisce!!!
Vi racconto solo questa ultima tristezza e poi per stamattina la finisco qui...
Ieri Vanni mi ha raccontato che ha incontrato Emanuele (vecchia conoscenza Corob, che ancora vi lavora…) che gli ha dato una grande notizia… dopo quasi 6 anni c'è stato un ritorno. L'Anna, che si è licenziata con me, è tornata in Corob!!! Quando me lo ha detto io ho fatto una faccia abbastanza triste e, purtroppo, non mi sono limitata solo a quella, ho tradotto a parole il mio pensiero (mannaggia a me!!!) dicendo a chiare lettere che ci vuole veramente un bel coraggio a tornare in un posto del genere sopo tutto quello che le avevano fatto!!! Al chè Vanni mi dice 'Beh, se ti richiamassero in Corob tu non ci torneresti???' ed io 'Ma Vanni, stai scherzando, ma nemmeno per tutto l'oro del mondo!!! Hanno avuto la loro occasione per trattarmi come si doveva e l'hanno persa, quindi NON si torna indietro!!!' Solo dopo, quando ho visto che ha cambiato espressione e che mestamente si è allontanato mi sono accorta che senza volere ho messo un dito in una piaga ancora aperta e che LUI sì ci tornerebbe, nonostante tutto e tutti… A me invece questa cosa fa veramente tristezza, la minestra riscaldata può anche essere 'accettabile' ma non sarà mai buona… e non venitemi a raccontare che è passato tanto tempo e le cose possono essere cambiate… In una ditta come quella, che ogni due anni viene venduta, e soprattutto per ciò di cui si occupa, le cose sono molto statiche e perché cambino non so nemmeno io cosa ci vuole!!! Auguro all'Anna che si possa trovare bene, che il suo rientro segni per lei un momento positivo, ma ho i miei dubbi...

lunedì, marzo 26, 2007

Due gocce d'acqua...

Beh, era un bel po' che non ci 'gustavamo' una domenica intera di pioggia initerrotta… con tanto di vento che ti costringe a tenere le finestre quasi chiuse se non vuoi che vengano sporcate dagli schizzi… In quei di Sorbara ieri non si è messo il naso fuori di casa, con spostamenti minimali tra camera da letto, divano e cucina. Diciamo che ci siamo rifatti della sfacchinata di sabato mattina. Come previsto ci siamo messi in moto abbastanza presto ed alle 9:5 eravamo già dall'omino delle zanzariere che ci preparerà un preventivo nei prossimi giorni. Un artigiano di quelli di una volta, con il laboratorio ricavato in una parte della sua casa, cordiale e simpatico come se ne incontrano pochi ultimamente… Ma la cosa più spassosa è la porta che ha installato in laboratorio per separere questo dalla casa vera e propria: è una di quelle porte da ospedale giallina che andavano di moda negli anni '60 con tanto di targhettina 'Neurologia'… FANTASTICO!!!! Quasi quasi gli chiedevo di vendermela…
Poi ci siano catapultati in centro a fare un giretto a Carpi in fiore dove abbiamo fatto qualche danno: due vasetti di margheritone bianche bellissime, due di fiorellini amanti del sole, l'immancabile piantina di basilico di Max ed una composizione di cactus tutta colorata… Con tutta questa robina in mano, rimpinguata da due ovetti dell'AIL, siamo tornati alla macchina, abbiamo sistemato nel miglior modo possibile i fiori e poi ci siamo diretti a Modena da Modi&Moda… Per la prima volta nella mia vita, mi sono aggirata in un negozio di abbigliamento, non solo senza provare rimpianto, ma persino riflettendo su cosa mi sarebbe potuto stare bene tra quella marea di vestiti. In pochissimo tempo (di solito mi ci vogliono ore e poi non sono mai contenta…), ho comprato un paio di jeans leggeri elasticizzati marroni, una paio di pantaloni neri eleganti a vita bassa ed un bellissimo, super-fico tailleur gessato nero con le righine grigine, munito sempre di un pantalone a vita bassa e di una giacchettina fantastica… Mentre c'ero ho anche preso un paio di jeans leggeri neri per Max… con il caldo che ci sarà questa estate, mi sa che se li godrà…
E così si è fatta un'ora decente per mangiare qualcosa, e dato che eravamo in zona, e c'era l'idea di andare a fare anche un po' di spesa… chi mi ha impedito di gustarmi il mio tanto amato Mac???? Eh, sì, ragazzuoli, che vi posso dire, dovevo pur festeggiare in qualche modo… Dopo il succulento pranzetto c'è stata la tortura della spesa, e lì sì che ho cominciato davvero a soffrire… Se devo essere sincera, mi sa che sono ancora lontana dalla guarigione completa dal mio dolore muscolare… Stamattina non ho utilizzato l'ultimo cerotto a mia disposizione perché voglio tenerlo per domani… ma sento già che il musculo è in tensione… Comincio ad essere un po' stufa di questa storia…
Quando alle 15:30 siamo rientrati a casa, io ero letteralmente sfinita, e mi sono regalata un riposino… Poi la voglia di uscire alla sera per andare a ballare e scemata, si stava così bene sul divano… sarà per un'altra volta…
Ed ora??? Beh, per fortuna sta continuando a piovere, almeno non abbiamo subito la beffa di aver passato un'intera domenica sotto l'acqua per poi svegliarsi il lunedì con un sole fantastico, ma stamattina alzi la mano chi, ascoltando la pioggia tichettare sul tetto, aveva voglia di alzarsi dal letto… La mia di mano è stancamente appoggiata sulla scrivania, mi ci sono voluti ben 7 lunghissimi minuti per decidermi a mettere fuori la testa dal piumone, 7 minuti in cui Max già si aggirava per casa, facendo il più possibile confusione, con tintinnii di tazze per la colazione e preparazione delle sporte per il pranzo di entrambi (passato carote+zucca per me e spaghetti alla puttanesca per lui… una certa differenza di trattamento, non trovate??? :-D ) Ultimamente, alla mattina, se non ci fosse lui, sarei veramente rovinata… sono lenta lenta… lentissima… manca poco che mi debba anche vestire… soprattutto quando si avvicina l'ora di alzarsi, entro in simbiosi col piumone, che mi viene 'dolorosamente' strappato di dosso come se fosse una mia seconda pelle… Ma la cosa più fastidiosa di tutte è quando Max, alzandosi decide di utilizzare la luce grande, che è come essere illuminati da un enorme faro nel mezzo di una notte oscura… è per questo che mi ritrovo un metro sotto al piumone… tatone… utilizzare quella lucina discreta della tua abat-jour no???????????

venerdì, marzo 23, 2007

Mi sono persa...

Sì, stamattina, arrivata al lavoro mi sono persa in mille piccole attività e così il tempo è passato senza scrivere le mie solite due righe… ma dato che è venerdì e che fuori c'è un bel sole e la voglia di lavorare è sempre a quel livello… Almeno vi racconto cosa ho combinato stamattina…
Prima di tutto ho fatto le fotocopie della mia assicurazione auto per il 730. Io e la fotocopiatrice (qualsiasi modello sia…) abbiamo una incompatibilità di carattere da SEMPRE!!! Prima di tutto quando mi ci avvicino, cerco di farlo di soppiatto, magari non si accorge che sono io e fa il suo dovere senza farmi tribolare, ma immancabilmente se non proprio alla prima copia, massimo alla seconda comincia a fare i capricci… Anche stamattina metto il mio fogliettino (un po' stropicciato lo ammetto e non stava ben steso…) poi clicco il pulsantone verde che dovrebbe scegliere in automatico il formato della carta e fare la benedetta copia… ed invece… BIIIIIP… che caspiterina vuoi???? Lampeggia un formato di carta, ma non è quello giusto… allora proviamo a girare il foglio… riprovo… BIIIIP… faormato A3 che lampeggia, vuoi vedere che per un misero foglietto mi ci vuole un plotter???? Forse si è spostato, tiro fuori il foglietto, cerco di stenderlo per bene e poi, complice il sonno, lo riappoggio nel primo modo… BIIIIP… formato A4 (sbagliato) ed io confermo!!! Copia non corretta, il foglio è venuto tagliato… A questo punto ho capito, rigiro il foglio e dopo il solito BIIIIIP vado sicura verso la vittoria…. SIIIIIIII… ce l'ho fatta!!! Da lì tutta una discesa, insomma 3 fogli = 10 minuti… Se fossi una segretaria mi avrebbero già cacciato da quel pezzo!!!
Poi torno mestamente al mio posto e prelevo dalla mia borsa (che ormai pesa come un trolley, ma non ha le ruote…) un fogliettino con le misure delle zanzariere… Eh sì, una progettista di serramenti che sviluppa uno dei software più all'avanguardia nel settore dell'alluminio non può presentarsi domani con un fogliettino scritto a mano con le dimensioni delle proprie finestre… Che versione uso??? Ma l'ultima si capisce… quella del SAIE, mi pare giusto, tanto le stampe non sono mica cambiate… Dunque le misure le ho prese da telaio a telaio… quindi faccio le mie strutture con solo i battenti… Poi guardo le misure che ho scritto… 103… uhmmm… 103 sono…. Centimetri, quindi in millimetri sono… (occhio che sono quasi laureata in matematica!!!)… 1030… ottimo!!! Faccio il vano trasformando le mie misure in millimetri, poi ci metto un battente a due ante e dentro… ci devo mettere il fermavetro???? Ma che caspita ne so di come è fatto un serramento il legno??? Esiste il fermavetro??? Ma non me ne frega niente… mettiamoci semplicemente un vetro e poi quello che serve sono le misure… alla fine ho stampato orgogliosamente il prospetto di cui vi riporto un particolare… Dopo più di 5 anni mi sono accorta che nelle stampe ci sono anche i metri quadri… ma quanto siamo toghi!!!! Così domattina mi presento con il mio bel prospettino e mi faccio ridere dietro come solo io sono in grado di fare… anche perché diciamocela tutta… il prospettino sarà anche bello, ma la Gianchy secondo voi è riuscita a prendere bene le misure, considerando che il mio metro arriva solo fino ai due metri??????? Io ho i miei dubbi!!!!




Uno sgurado alle email… sono iscritta a 'Creare insieme… il portale della creatività' che mi annuncia la presenza di una parte della fiera di Modena che si svolgerà dal 25 Aprile al 1 Maggio, dedicata ai 'corsi per il fai da te'. Dato che però l'articolino parla in generale della fiera e di cosa ci sarà, vi riporto il link… magari a qualcuno potrebbe interessare… Mi piacerebbe andarci, sono anni che non ci vado più, anche se mi scoccia un pochino spendere 7 Eurini e poi dovremmo incastrare anche le cose, non so bene quando andarci… ma è prematuro, c'è ancora tempo per pensarci…
http://www.creareinsieme.it:80/news.asp?id=88

Avrei tante altre cose da raccontarvi, ma dato che gli altri in ufficio stanno dormendo, si sentono solo i miei tichettii sulla tastiera ed è abbastanza logico che non sto programmando… se digitassi codice con questa velocità a quest'ora avrei rifatto tutto il programma… Mi limito ad informarvi che il mio dolore muscolare sembra andar meglio (dillo piano Gianchy, se no la chiappa ti sente…) ed il fatto di non essere andata in palestra ieri sera, forse è stata la scelta giusta… In compenso poi ho pulito un altro paio di vetri ed ho lavato le tende meno impegnative… Stasera pulizie e mi mancarebbe il vetro della sala, ma se non faccio in tempo ci penso prossimamente… Certo che questi cerottini per i dolori muscolari sono una specie di tortura… soprattutto quando si devono togliere… Subito sembra che non si vogliano appiccicare ma poi si affezionano talmente tanto alla pelle che ricoprono che non vogliono separarsene più!!! Quindi, immaginatevi le smorfie di dolore alle 7:00 di mattina quando ne prendo un lembo e più che staccarsi il cerotto, sembra staccarsi la pelle… alla faccia del peeling… Ma usati su parti pelose come sarebbe???? Potrei fare una prova su una gamba di Max, se non costassero 2,5 euro l'uno!!! ;-D
Vaaa beeene… dai, stamattina sono un po' così, mi sa che la nuova scoperta che ho fatto questa settimana sta influenzando il mio umore… Ve la rivelo, così avete un motivo in più per sgridarmi… Dunque, non ho molti vizi, ma ne ho uno che mi abbassa totalmente la media… sono una COCA-COLA dipendente!!! Non posso, lo so, sono a dieta, bla bla bla… ma insomma, un vizio è un vizio e solo i viziosi mi possono capire!!! Beh, io ho un pusher ufficiale di COCA-COLA (oltre che esiste anche la macchinetta), ma Do Nascimento spesso e volentieri impiega quello che gli rimane dalla convenzione della mensa per portarmi una lattina… Lunedì è arrivato con la LIGHT che io non avevo mai sentito… ed è stato amore a prima sorsata… Contiene tutte le peggior cose che potete aspettarvi da una bevanda gasata, compreso l'aspartame, ma sulla confezione c'è scritto 'Meno di una caloria per 100 ml'… quindi, sempre perché in matematica sono un genio, se in una lattina ci sono 330 ml, vuol dire che in un pomeriggio io ingurgito solo poco più di 3 calorie… Non preoccupatevi, non ci credo, ma mi illudo e poi che dire, mi piace anche il gusto…
Questo brutto vizio unito col caffettino buono che a mezzogiorno ultimamente mi fa il papà (che non è d'orzo!!!) fa di me una donna sulla strada della perdizione!!!!

P.S. delle ore 14:30

Ho riletto l'ultima parte dell'intervento che ho scritto stamattina e mi sono accorta che avevo sbagliato circa il 50% delle parole... Ho provato a correggerne una parte ma chissà quanti errori sono rimasti... Comunque, tanto per dirvi quanto sono fuori anche oggi pomeriggio... con IE 7.0 avevo aperto un link al sito da cui scarico solitamente musica in una scheda ed in un'altra stavo navigando per il blog... quando mi sono accorta di tutti quegli errori e cosa ho fatto??? Ho ripreso il link degli MP3 in pieno scaricamento e sono venuta a modificare l'intervento! Brava Gianchy!!! Forse non era meglio aprire un'altra scheda??? Sono fuori come un balcone ed ho bisogno di FERIEEEEEE !!!!

giovedì, marzo 22, 2007

Al lavoro...

Dunque dunque… lo so che state morendo dalla curiosità di sapere come è proseguita la mia fantastica giornata di ieri… eh, beh, io ce la metto sempre tutta per far sì che le giornate siano piacevoli, ma, come spesso accade più mi impegno e peggiore è il risultato che ottengo. Diciamo che ieri non è andata malaccio, ma a livello fisico 'zoppico' alquanto… Alla mattina il mio dolore muscolare è sopito, ma si risveglia velocemente e a mezzogiorno ho ceduto al dolore e sono andata in farmacia ad acquistare quei fantastici cerotti antidolorifici. A parte che DEVONO funzionare per forza, dato quello che costano, effettivamente mi sembra che siano un po' contati, ma ho comunque avuto i lacrimoni per tutto il giorno… Tra l'altro stare a sedere per ore intere è una vera e propria tortura… Oggi ho deciso di fare la brava: niente palestra, proviamo ad aiutare questi benedetti cerotti cercando di stare fermine, anche se non sono tanto sicura che funzioni!!! La farmacista mi ha detto che devo portar pazienza, perché gli strappi sono cosette un po' lunghe da passare, uffi…

A parte queste disavventure da ragazzina che ormai se lo deve mettere in testa che non ha più il fisico, la pausa pranzo è stata ricca di piccolissimi avvenimenti. Arrivata dai miei, il PACCO mi stava aspettando: come al solito i miei non lo avevano nemmeno aperto e la curiosità era talmente tanta che ho battuto tutti i record di 'ingurgitamento' pranzo… Poi ho aperto il pacco e mi sono rimirata i miei acquisti. Una vera e propria bellezza… Come vedete dalla foto, poi ieri sera non ho resistito ed ho iniziato la prima delle tre sciarpine che voglio regalare per Natale alle ragazze che lavorano con me… Quella che ho iniziato è verdina (fiammata=pelosa!), le altre saranno una beige melange e l'altra grigia chiara. Il cotone rosa e quello azzurro acqua mengiato, serviranno per fare qualche maglietta estiva… e le due rocche beige è il fantomatico cotone per le tendine che voglio realizzare per la nostra cucina…


Poi ho mostrato al papà l'offerta che Max ha trovato sul giornalino dei soci Coop che ci arriva a casa che si riferisce ad una idropulitrice. Dato che è un po' che sta guardando per comprare un'oggetto del genere, gli ho fatto vedere questa offerta, solo come termine di paragone e sembra che gli sia piaciuta abbastanza… Vi starete chiedendo cosa se ne fa mio padre di una idropulitrice??? State pensando che lo utilizzerà per lavare la macchina o le varie biciclette??? Beh, magari lo userà anche per questo scopo, ma il suo scopo principale dovrebbe essere quello di 'LAVARE LA CASA' e 'PULIRE LA CANCELLATA'. L'anno scorso siamo riusciti a persuaderlo a non lavare la casa, ma quest'anno non ce la possiamo fare a convincerlo… Però ha fatto l'errore di parlarne con mio fratello e lui gli ha risposto che non accorreva che spendesse dei soldi e che ci avremmo pensato IO e lui a dargli una mano… Allora… al di là del fatto che non mi risulta che ci abbia mai dato una mano in questa attività e ultimamente i miei si sono sempre arrangiati (quest'anno se riesco voglio convincerli a fare questa cosa di sabato così posso andare a dare una mano!!!), non vedo perché mi deve mettere in mezzo… parla per te e poi, cosa ancora più importante, che te frega se il papà vuole comprarsi una idropulitrice??? Fossero persone che sprecano soldi i miei, potrei anche capire… ma sono due personcine che non si sono mai goduti nulla, non escono quasi mai, se non per andare a trovare qualche parente o qualche amico oppure per fare l'immancabile visita al cimitero di Moglia… non mi sembra un delitto se si vogliono comprare qualche paciughino!!!


E dalla idropulitrice siamo passati ai depliant delle zanzariere che ho portato a casa dal SAIE e che volevo far vedere al papà come curiosità… La cosa divertente è che ad un certo punto io gli ho persino detto 'Lo so papà che non te ne frega niente delle zanzariere, ti ho portato i depliant solo per farti vedere delle cose che IO non avevo mai visto' e lui 'Beh, sai che mi piacicono queste cose e non si sa mia, se mi viene una voglina!!!' :-D Questo è il MIO PAPA' !!!
Così la pausa pranzo è passata TROPPO velocemente e sono tornata a soffrire su questa sedia che nemmeno ora riesco a capire come utilizzare perché il muscolo non mi faccia malissimo!!! Poi ieri sera, all'uscita dal lavoro, ho fatto in salto alla coop a Soliera a caccia dei miei passati preferiti (adoro quello colorato alla zucca e carote che ho sostituito al minestrone schifoso per la giornata del lunedì) e, una volta arrivata a casa, ho preso tutte le misure per le zanzariere ed ho persino pulito un paio di vetri!!! Il tutto trascinandomi in giro per la casa zoppicando ;-)...


Meno male che stamattina, quando ho iniziato a scrivere questa paginetta, non sapevo cosa scrivere… alla faccia!!! Ma adesso è meglio che mi metta al lavoro…

mercoledì, marzo 21, 2007

Primo giorno di primavera...

Beh, temperature un po' rigide stamattina, ma ha già fatto capolino il sole, forse il peggio è passato e quindi ben venuta PRIMAVERA!!! Entriamo nella stagione più amata dai più, dove stare all'aperto è una vera gioia anche per il morale, però, purtroppo per gli allergici come me e Max, è anche una stagione di tortura. Naso gocciolante, occhi costantemente lucidi… il mese di maggio è sempre il peggiore, anche se quest'anno non so bene cosa aspettarmi. Potrebbe anticipare il tutto al mese di aprile, staremo davvero a vedere…
Stamattina, ho diversi motivi per essere di buon umore, tutti motivi futili, ma ci sono giornate (putroppo rare!!!) in cui ci si sente così… Prima di tutto il sole (sono meteopatica all'ennesima potenza!!!), poi quell'oggetto tanto odiato che risiede nel mio bagno e che caratterizza i primi istanti del mio risveglio (=la bilancia) negli ultimi due giorni è impazzita… Stamattina addirittura segnava un peso inferiore a quello ottenuto con la settimana del minestrone… Cosa ho fatto di strano??? Ma assolutamente nulla, anzi nel weekend ho anche mangiato abbastanza… Sono i soliti misteri inspiegabili a cui mi sottopone il mio organismo!!! Anche se so che è solo una cosa momentanea, non posso fare altro che constatare il peso ed esserne 'intimamente' felice… Poi, sono andata sul sito delle poste ed ho visto che il mio mega pacco con la lana che ho acquistato su ebay è in CONSEGNA… chissà magari a mezzogiorno me lo ritrovo a casa dei miei… e stiamo già organizzando i vari giri per sabato mattina… In programma c'è una visita dall'omino delle zanzariere, un salto in centro a 'Carpi in fiore' (alla caccia di quelle piantine grasse che fanno i fiorellini in primavera che si aprono col sole e si chiudono alla sera) e poi c'era la mezza intenzione di fare un po' di shopping primaverile… vorremo prendere qualcosa per la balenottera qui presente che non ha più pantaloni che le vanno bene??? L'idea era quella di fare un salto da 'Modi&Moda' a Modena che di solito ha una bella scelta, oppure in ballottaggio c'era anche un saltino all'outlet a Mantova… Ma lo sapete cosa è successo lo scorso weekend??? No, che non lo sapete, se non ve lo racconto… Beh, la faccio breve, l'anno scorso mi sono finalmente decisa a fare un po' di pulizia nel mio armadio, troppi, troppi vestiti che non mi sarebbero MAI più andati bene!!! Però qualcosa ho tenuto, ad esempio un completo giacca e gonna azzurro che mi sono portata dietro nel viaggio di nozze a cui sono molto affezionata anche se di entrarci non se ne 'parlava' proprio… Sabato, presa da un raptus, me lo sono provato e CI STO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Mi è venuto un solo dubbio: la gonna è sopra al ginocchio, e viene quasi interamente coperta dalla giacca… non è che è troppo corta e non va più di moda???? Boh, mi sa che, anche se fosse così non me ne imprterebbe tanto, tanta è la gioia di rivedermi con il completino che si chiude :-D Adesso ho un altro paio di vestitini estivi da provare, ma per quelli aspetto, mi sa che sarà molto più dura in quel caso…

martedì, marzo 20, 2007

La settimana post SAIE

Beh, dopo avervi rotto le scatole per mesi interi con questa fiera, almeno vi devo un resoconto finale… insomma, alla fine come è andata questa fiera??? Mah, voci di corridoio più o meno confermate, dicono che sia andata molto bene, sia per quanto riguarda le macchine, sia per il software… Le nostre 'finte' clamorose hanno sortito il loro effetto, che belle le finestre in 3D… con tanto di cerniere e lavorazioni… uh… guarda persino le facciate si possono vedere in 3D!!! Beh, adesso forse sto esagerando… comunque il capo sembra contento ed in fin dei conti l'importante è questo…
Ed ora??? Beh, ora, tutte le cose che magari sono state spinte perché funzionassero, devono funzionare davvero… avremo non so bene quanto tempo per far sì che questo si avveri…
Nel frattempo, in questi primi giorni dopo SAIE si intravedono ancora facce sconvolte, i ragazzi che hanno 'subito' i 5 giorni di fiera sembrano tornati da un viaggio nello spazio e la stanchezza si fa sentire. Tutto molto normale, anche se la possibilità di riposarsi è solo una lontana utopia.
Cielo grigio, nuvole basse, temperatura in discesa e qualche spruzzata di neve primaverile sugli appenini (a Livigno nevica di brutto :-D ) e gli uccellini che stamattina alle 5:30 hanno deciso di tenere un comizio sotto le nostre finestre. Sì, sono bellini e carini, ma si sono fatti un po' odiare stamattina, poi lo so che è colpa mia che ho il sonno leggerissimo e mi da fastidio tutto!!! Poi metteteci anche che il mio dolore muscolare non ne vuole sapere di passare e il gioco è fatto!!! Ieri sera ho stretto i denti e siamo andati al corso di ballo, ed anche stasera in palestra si prospetta una dura lotta… lo so cosa state pensando… forse sarebbe ora che andassi dalla dottoressa, ma so già cosa mi dice… un dolore muscolare passa col tempo e bisognerebbe stare a riposo, ma dato che so già che non mi darebbe dei giorni di mutua è inutile che ci vada… Portiamo pure pazienza…
Mi sa proprio che sono un po' meteopatica… è meglio lasciar stare per oggi...


Ah dimenticavo...

BUON ANNO TATONE!!!!
Oggi 20 Marzo, fa un anno che Max lavora in Selecta…

lunedì, marzo 19, 2007

Inizio della settimana polare

Oggi è lunedì e si riparte veramente a rilento… Sono rientrati tutti gli uomini fiera, ancora un po' provati e forse con la voglia di riprendere un po' fiato prima di gettarsi a peso morto nel lavoro di tutti i giorni. Il nostro weekend è stato abbastanza impegnativo, ma è andato bene… Sabato mattina ci siamo alzati con comodo verso le 8:00, ci siamo preparati, ed abbiamo raggiunto il centro commerciale Borgo che si trova alle porte di Bologna. Da lì poi ci siamo mossi in bus, raggiungendo la fiera per le 11:30. Poi ci siamo catapultati agli stand 19-20, prima Emmegisoft e poi Emmegi. Erano già abbastanza cotti ma anche suffiecientemente soddisfatti… il bimbo FP_PRO (il mio programma) non è crashiato nemmeno una volta in 5 giorni di fiera… un certo record!!! Abbiamo perso un sacco di tempo in questi due posti, soprattutto in EmmegiSoft, dove persino il mio capo supremo (colui che non mi ha concesso l'aumento…) è venuto a salutarmi sorridente e facendomi la battutina 'Ti aspettavamo per fare la demo pubblica…' sì sì aspetta e spera… Ho trovato il nostro stand organizzato molto bene, diviso in due parti: una adibita alle demo pubbliche con mega-schermo e l'altra munita di tavolini dove fare demo personali… Quello invece di Emmegi era enorme… prendeva un buon 80% del padiglione… hanno portato un numero esagerato di macchine, una cosa veramente scandalosa.
Comunque, siamo rimasti in fiera fino alle 15:30, abbiamo anche visto qualche altro stand, il più interessante dei quali riguarda le zanzariere… ci siamo fatti un'idea delle varie tipologie e ne ho persino visto un tipo di cui non sapevo nemmeno l'esistenza. Zanzariere plissettate che si aprono a soffietto… Dato che sabato andremo a fare un giro presso un falegname che ci ha consigliato Silvia… almeno abbiamo qualche idea, dato che in materia siamo veramente ignoranti (mai posseduto le zanzariere, né io né Max…). Usciti dalla fiera, abbiamo preso un altro bus che ci ha portato in centro e qui abbiamo preso d'assalto la Feltrinelli International dove abbiamo acquistato tre libri ed una guida… E' ancora troppo presto per parlare di ferie e per scaramanzia non vi dico nemmeno di che paese tratta la guida!!! Gli altri acquisti riguardano un paio di libri in lingua (anche se non leggo molto in lingua originale, la tentazione di comprarli è troppo grande!!!). Uno in inglese di Nicholas Sparks (che leggo di solito in italiano) e dopo un sacco di anni ne ho comprato anche uno in francese: di Simenon 'Maigret e le corps sans tete'. Quest'ultimo è stato già iniziato, sono troppo curiosa di verificare se sono ancora in grado di leggere qualcosa in francese dopo tutti questi anni…
Ah… quasi quasi dimenticavo… ho fatto un'esperienza fantastica!!!!!!! Vi piacciono i gelati cremosissimi, con tutte le varianti del caso sul cioccolato, crema, nocciola e dintorni??? Se sì, non potete perdervi il gelato di Gianni a pochi passi dal teatro Medica Palace. Non so come descriverlo… quando sono uscita dalla gelateria, gustando le prime boccate, mi è venuto spontaneo chiedere ad alta voce 'Ma come si chiama questo posto da paradiso terrestre???' ed un ragazzo si è girato e mi ha risposto… le mie solite figure!!!
Poi vabbè, verso le 17:30, ormai con i piedi cotti, ci siamo rimessi in macchina e siamo andati a casina. Il resto della serata è passata in tranquillità ed un po' in abbiocco…
Poi Domenica siamo andati a fare un salto a vedere Dolcissima… deludente!!! Pochi banchi, cari arrabbiati, ho preso un pezzetto di torrone per la festa del papà… e poco altro. Cercavo qualche idea carina per Pasqua, ma i prezzi proposti mi hanno fatto desistere alla svelta. Un uovo confezionato della Lindt (molto somigliante anche a quelli che si trovano in Coop) costava 26 Eurini… a me sembra un po' troppo, a voi no??? Abbiamo però approfittato dei numerosi banchi siciliani per comprare un paio di arancini… Ho provato a farli in casa, ma è difficilissimo… quindi quando li troviamo in giro, ne approfittiamo… che buoni!!! Il resto della domenica è passato nella più totale tranquillità ed ho persino stirato tutto!!! Una vera forza della natura!!!
Ed ora non rimane che attendere il vento polare annunciato. Nei prossimi giorni gli uomini meteo hanno preannunciato un ritorno improvviso dell'inverno, quindi prepariamo i cappotti che negli ultimi giorni avevamo quasi archiviato...


Ultima cosa…

BUONA FESTA DEL PAPA' A TUTTI I PAPA' DEL MONDO!!!

venerdì, marzo 16, 2007

Non vi abituate male...

Sì in questi giorni ho scritto un tot… tantissime chiacchiere, ma dalla settimana prossima le cose cambieranno radicalmente… ora, sto approfittando del fatto che, essendo in assistenza, ho qualche momento libero…
Stamattina poi, essendo venerdì, il 'maco' Do Nascimento deve ancora arrivare… e come al solito ha avvertito (ma anche no…) ed io sto pensando che all'inizio della settimana, quando Giuseppe aveva balenato l'idea di prendersi una mezza giornata per andare al Saie, lo aveva aggredito dicendo che lo sarebbe andato a prendere a casa… Comunque, non fraintendetemi, non ne sento proprio la mancanza, solo mi viene una voglia gigantesca di 'sbugiardarlo' davanti a tutti…
Ieri sera in palestra… considerato il mio gluteo dolorante (oggi va un po' meglio…) la posseduta ci ha fatto fare tutti e soli gli esercizi appunto per i glutei, culminando con gli elastici che mi hanno fatto morire!!! Sì, lo sapeva che ero infortunata, le ho persino chiesto se secondo lei era meglio che evitassi alcuni esercizi… e lei… 'No, no, non ti preoccupare, vedrai che è solo un problemino muscolare…'. Sono come al solito il ritratto della salute, nessuno mi prende sul serio quando dico che non sto bene :-( …colpa di questa ciccina in più che mi porto addosso!!! Vabbè, adesso tiriamo innanzi, stasera mi aspetta la stirella, ma conto di fare una cosa veloce e poi buttarmi sul divano… Domattina, sveglia presto, doccina veloce e poi verso il SAIE… Poi la giornata è abbastanza da organizzare, non penso che staremo in fiera per tutto il giorno… un giretto in centro potrebbe starci, chissà…
Per Domenica invece, mi piacerebbe fare un salto a Bomporto, per fare un giretto in centro dove si svolge la manifestazione...


DOLCISSIMA! IN ARRIVO A BOMPORTO UN FIUME DI DOLCEZZA!
Sabato 17 e domenica 18 marzo torte e pasticceria da tutta Italia, gelateria, cioccolateria, vini e liquori, miele e prodotti delle api, the e infusi, marmellate e composte, e un ricco programma di iniziative curiose e ‘golosissime’


Deleterio al massimo livello per la mia dieta ma un giretto tra mille dolcezze non mi farebbe schifo… vedremo se saremo molto stufi dopo la giornata di sabato…
Adesso non mi resta che augurarvi un BUON FINE SETTIMANA di sole…
Un baciotto a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!

P.S. Ma qualcuno di voi riesce a sentire la musichetta che ho tentato di mettere come sottofondo al blog??? Max non la sente, ma potrebbe avere delle limitazioni che riguardano lo scaricamento dei midi… fatemi sapere, grazie…

Blog che muoiono...

Niente paura… non ho intenzione di chiudere il blog (anche questa volta vi è andata male ;-D ), è solo che in questi giorni che mi faccio qualche giretto in più tra i blog, mi sto accorgendo che alcuni chiudono, così, improvvisamente, quasi come se fossero 'scaduti' ed a volte spinti da motivazioni tristissime, come l'aver incontrato persone stupide che lasciano commenti non appropriati… Per fortuna, per il momento a me non capita… fortunatamente ho pochi lettori ma 'buoni'!!! Dato che un blog è uno spazio in cui ogn'uno di noi può scrivere quello che vuole, riempire con le proprie passioni, i propri pensieri, insomma tutto quello che gli passa per la testa, non vedo perché le persone debbano per forza giudicare lo scrittore. Si può condividere o meno un punto di vista, si possono riportare le proprie idee anche sottoforma di commento (anzi si sa che i commenti sono sempre bene accetti..), ma l'importante è cercare sempre di non esagerare per non ferire i sentimenti di nessuno… Detto così sembra un discorso scontato… anche perché di blog ce ne sono veramente tanti, se incappi in uno che non ti piace, basta un click ed ecco che se ne scopre un altro, very easy…
Sì, lo so, ci sono tante persone che hanno del buon tempo e forse godono proprio nel mettere zizzania… Il mio bel diario, che ormai tengo da più di 2 anni, oltre ad essere diventato un appuntamento fisso quotidiano, è proprio un 'antico' amico ritrovato e credo proprio che i miei lettori se ne siano accorti… Scrivo mille cavolate, chiacchiero come se fossi al bar in compagnia degli amici e mi sento molto ma molto meno sola. Credo che questa esperienza sia diventata molto importante per me anche perché l'ambiente lavorativo non è dei migliori… di veri amici qui non ne ho… a tutt'al più ho qualche conoscente, qualcuno che, se lo prendi nel giorno buono, scambia anche quattro chiacchiere, ma che per la maggior parte del tempo se ne sta col naso incollato al proprio monitor, con il badge pronto alla timbratura quando si fa l'ora di andare a casa…
Quindi mi intristisce leggere che un blogger ha deciso di chiudere il proprio spazio perché è stanco di combattere contro la cattiveria (o stupidità…) di qualcuno… Spero che una cosa del genere non mi capiti mai… e che quando deciderò di interrompere questa esperienza sarà per un motivo diverso…

La tempesta

di William Shakespeare
con Tato Russo
(con un cast di 30 attori e un grandioso allestimento)
scene e regia TATO RUSSO


A quindici anni dalla prima edizione la riproposta di un allestimento shakespeariano che ottenne un clamoroso successo di pubblico ed entusiastici commenti da parte della critica, tanto da rimanere fortemente impresso nella memoria di molti. Lo spettacolo, solidamente strutturato e scenicamente inventivo parte da un approccio non convenzionale all’opera, con una struttura allegorico-poetica al centro della quale la grande nave del Teatro veleggia verso un’ “isola che non c’è”, se non nella coscienza del poeta e del pubblico. Tato Russo incanta con fantasie, sfarzo, magia e una tempesta d’artifici stupefacenti.

MAGICO!!! E' l'aggettivo con cui definirei questo spettacolo… e non solo perché la magia è il filo conduttore di tutta la storia, ma soprattutto per l'atmosfera che riesce a ricreare, quel limbo in cui lo spettatore si ritrova fin dai primi minuti… Se vi aspettate una 'mattonella' potete mettere giù subito l'idea, è uno spettacolo molto alternativo. La storia in sé è raccontata in modo semplice e lineare, ma fa solo da sfondo alle movenze degli attori in scena al loro saper riempire gli spazi e catalizzare l'attenzione. Lo spirito dell'aria, Ariel, identificato da due attori (un uomo ed una donna) hanno rappresentato l'entità migliore che abbia mai visto… si muovevano sul palco per ricreare appunto le folate di vento, invisibili agli altri protagonisti, ma sono risultati così reali che seguendo i loro movimenti sembra di sentire davvero una folata che ti sospinge da una parte all'altra… Per non parlare poi del 'mostro', essere verdastro mezzo pesce, mezzo uomo, molto somigliante a Gollum, che per tutto lo spettacolo percorre il palco a quattro zampe, con capriole, spintoni come se fosse di gomma… sempre servo di qualcuno, destinato ad esserlo perché incapace di essere un 'vero uomo'. Per chi ne vuole sapere di più vi segnalo il sito www.latempesta.it (da cui ho preso le foto…)

giovedì, marzo 15, 2007

Fuori da un evidente destino

di Giorgio Faletti

Il passato è il posto più difficile a cui tornare. Jim Mackenzie, pilota di elicotteri per metà indiano, lo impara a sue spese quando si ritrova dopo parecchi anni nell'immobile città ai margini della riserva Navajo in cui ha trascorso l'adolescenza e da cui ha sempre desiderato fuggire con tutte le sue forze. Jim è costretto a districarsi fra conti in sospeso e parole mai dette, fra uomini e donne che credeva di aver dimenticato e presenze che sperava cancellate nel tempo. E soprattutto è costretto a confrontarsi con la persona che più ha sfuggito per tutta la vita: se stesso. Ma il coraggio antico degli avi è ancora vivo ed è un'eredità che non si può ignorare quando si percorre la stessa terra. Nel momento in cui una catena di innaturali omicidi sconvolgerà la sua esistenza e quella della tranquilla cittadine dell'Arizona, Jim si renderà conto che è impossibile negare la propria natura quando un passato scomodo e oscuro torna per esigere il suo tributo di sangue.

Che dire, il primo romanzo di Faletti mi aveva stupito, il secondo incuriosito e questo mi ha lasciata perplessa. Uno stile completamente diverso, sembra che questo scrittore sia ancora alla ricerca di un proprio stile e ci può stare… tre romanzi non sono tanti. Però in questo ultimo romanzo si sofferma un po' troppo a raccontare il passato ed il presente sembra solo una cornice contenente le vite passate dei protagonisti. La parte centrale è un po' lenta ed alcune cose sono risultate un po' scontate. Poi non voglio parlare del finale… non mi è piaciuto per nulla, ho intravisto queasi una 'fretta' nel voler concludere la storia e chissà se era proprio necessario finirla in questo modo…

Non ce la possiamo fare...

Beh… e dire che questa volta ci eravamo impegnate per poterci incontrare, ma anche questa volta è andata male… Va bene, anche questa volta, mi sa che vi devo spiegare tutto… :-D
Qualche settimana fa abbiamo invitato una nostra cara amica a trascorrere il weekend a casa nostra, con l'intenzione di andare insieme nella giornata di sabato al SAIE, essendo anche lei interessata a questa cosa… Ho i biglietti, ho pulito anche casa, insomma avevo cercato di organizzarmi per poter passare un paio di giorni in assoluta tranquillità. Sfortunatamente ieri sera ci ha telefonato avvertendoci che proprio nella giornata di sabato ha un colloquio di lavoro e quindi non se ne fa nulla :-(
Sono tanto contenta per lei perché so che l'incontro che ha sabato è una cosa a cui tiene tanto… ma un pizzico di tristezza è inevitabile, ormai sono anni che non ci vediamo, e mi sa proprio che ha ragione Max… per poterci incontrare bisogna fare qualcosa all'ultimo momento, senza organizzare nulla...
Poi stamattina ho letto il commento che mi ha lasciato Silvia ed anche l'emial che mi ha inviato… è rimasta delusa da questa fiera ed ho imparato una cosa nuova… A dire il vero ne avevo sentito parlare mesi fa, ma poi non avevo più sentito nulla e come al solito da queste parti non si impara mai nulla di interessante… Insomma questo è l'ultimo anno che si farà il SAIE a Bologna, dall'anno prossimo ci si sposta a Milano. Ma da queste parti è così, dovreste sentire la marea di cavolate di cui parlano i miei colleghi, ed anche se non sono mai presa in causa (in quanto unica donna presente…), purtroppo sento i loro discorsi… e l'80% di quello che dicono si può cestinare immediatamente. Poi però di cose importanti sembra essere vietato parlarne… soprattutto ho un collega che sembra sapere sempre tutto… il mio 'maestro di vita' soprannominato Do Nascimento… Se a volte lancio un argomento di quelli leggermente seri… lui sa sempre tutto, anzi di più, è il depositario della verità assoluta… Devo ancora capire se effettivamente le cose le sa davvero o se si atteggia sempre e comunque così, ma a lungo andare vi posso assicurare che è veramente fastidioso. Ed anche stamattina, quando ho detto ad alta voce…. 'Allora è ufficiale, dal prossimo anno il Saie si farà a Milano…', lui si è girato e mi ha detto 'Certo… si sapeva…'. Mentre gli altri, meno 'maestri di vita', mi hanno guardato ed hanno detto, 'Ah, davvero, quindi non era solo una proposta…'. Stessa cosa è successa qualche giorno fa per la storia del TFR… Max ha partecipato ad una riunione organizzata nella sua azienda per discutere dell'assegnazione del TFR e poi, me ne ha parlato, facendo luce su alcuni punti che non avevo compreso bene… Il giorno dopo ne ho parlato in ufficio, e lui come al solito è saltato su dicendo 'Certo che è così, perché non lo sapevi???'. Ma, zio bonino… di questo argomento ne stiamo parlando da mesi e lui è sempre stato zitto… ma sa tutto!!!!!!!!!!!!!!!!!
E per non smentirsi mai, Anto sta girando con una lampadina a basso consumo con un attacco particolare ed ha chiesto a Baldo se sua moglie ce le ha in negozio (ha un negozio di ferramenta), perché lui non riesce proprio a trovarle. Do Nascimento lo guarda con quella sua faccia da sberle e gli dice 'Anto, ma cosa dici, ci sono anche alla Coop, ci sono persino al Borgo Gioioso'. Allora, al di là del fatto che io non me ne intendo, Anto ha la moglie che lavora al Grand'Emilia ed anche se è una stordita, forse ci arriverebbe a prendere una lampadina… ma se Do Nascimento dice che alla Coop ci sono, oggi per la pausa pranzo andranno in ricognizione… 'Ah, io conosco bene questo tipo di lampadine… perché a casa ne possiedo e poi essendo mio padre caposcala (tutte persone IMPORTANTI in famiglia!!!), ne compriamo spesso anche per il condominio!!!' Passatemi l'espressione… 'Ma vai bene a farti benedire, che ne hai bisogno!!!'.
Ma lasciamo perdere Do Nascimento… parliamo di questa ennesima giornata di sole… scommetto che sabato, dato che ci vogliamo regalare una giornata in giro, pioverà e farà freddo… quindi tanto vale godere di questi miseri raggi di sole che filtrano fra le tapparelle ermeticamente chiuse e vivere un altro giovedì, bello pienotto. Stasera in programma c'è la palestra, un pezzo di pizza al taglio al volo e poi il teatro con l'ultimo appuntamento di questa bellissima stagione teatrale… Sono un po' preoccupata per la palestra… ieri mi è saltato fuori un nuovo dolorino… sembro proprio una di quelle vecchiette che ogni giorno si alza con un acciacco nuovo. E' un dolore fastidioso che mi assilla solo se mi muovo (seduta immobile sulla sedia non sento nulla…) e prende un muscolo che si trova in una posizione un po' imbarazzante… nel bel mezzo di una 'chiappetta'. Forse è stato un movimento fatto male ieri l'altro in palestra… che ne so, ma dato che la gamba non mi fa male, penso che non si tratti di sciatica e quindi penso di poter azzardare la palestra :-D
Beh, ragazzuoli, stamattina le mille chiacchiere della Gianchy mi sa che vi hanno rimbambito abbastanza… Mi mancano meno di 20 pagine per terminare l'ultimo romanzo di Faletti… 'Fuori da un evidente destino' e me lo sono persino portato in ufficio… non si sa mai che ci sia qualche momento vuoto da poter riempire. Sì, perché in questi giorni dovrei continuare con le modifiche alla versione SAIE… ma l'assistenza si fa sulla versione precedente che è completamente diversa… persino il database è cambiato, quindi è una bella scomodità passare di continuo dall'uno all'altro… e poi dicamoci la verità… la voglia non c'è mica tanto!!!

mercoledì, marzo 14, 2007

Vuoto...

Stamattina, mentre venivo al lavoro, pensavo che l'unica cosa che vorrei fare in una giornata come questa è prendere uno sdraio, individuare un bel parco il più possibile lontano dal traffico e starmene lì, al sole, con un libro in mano a far trascorrere il tempo… Prendersi una di quelle pause che non si prendono mai, da tutto e da tutti è un lusso che non ci si può permettere quasi mai… Io personalmente non mi ricordo quando è stata l'utlima volta che ho fatto una cosa del genere… forse la cosa che ci è andata più vicina erano i pranzi che, per un certo periodo, mi regalavo in Corob, passandoli in macchina in un parcheggio fuori mano, sbocconcellando un panino, leggendo un libro ed ascoltando Laura Pausini… Una specie di distacco totale da quello che ci circonda, anche se in realtà ci stiamo sempre in mezzo, un voler a tutti i costi ritagliarsi un poco di tempo per non pensare a nulla o per pensare alle cose a cui non si dedica mai abbastanza tempo… Eh sì, mi sa proprio che la stanchezza comincia a farsi sentire, se fino ad ora la pressione di questa fiera mi ha fatto resistere settimana dopo settimana, ora che ormai ci siamo nel bel mezzo e che mi tocca di starmene qui a sperare che il telefono non squilli troppo… mi viene una voglia pazzesca di scappare via. Ma forse basterebbe anche molto meno, basterebbe non aver sempre mille impegni, mille cose da fare che riempiono il poco tempo libero che rimane dopo il lavoro… basterebbe riempire la vita e non esserne riempiti. Raramente, pigra come sono, ho vissuto un periodo così lungo ricco di impegni e cose da fare, e se da una parte mi fa sentire viva, dall'altra mi svuota, perché sono quasi tutti impegni che non mi danno gioia, sono più che altro doveri. Seguo una dieta perché ne ho bisogno e mi fa bene, vado in palestra per la mia salute, lavo, stiro e faccio i fatti di casa perché sono una donna adulta con una casa da accudire… tutte belle cose che però alla fine non mi danno molto in cambio… La dieta mi intristisce, e la bilancia è irriconoscente… la palestra è faticosa… e la casa si risporca alla velocità della luce… Mi piacerebbe essere una di quelle persone stile 'duracel' che riescono a fare tutto, anzi di più, perché finiti i doveri, hanno ancora voglia di fare qualcosa per loro stesse, dedicarsi spesso a se stesse facendo cose che amano, insomma coccolandosi… Io, la coccola più grande che mi regalo consiste in un'oretta sul divano a guardare catatonica un telefilm, con il pensiero sempre rivolto all'orologio, al fatto che si fa tardi e che ho sonno e che la sveglia domattina suonerà troppo presto… Sere scandite dalle pubblicità… da sfruttare al massimo per correre da una parte all'altra per organizzare il lavoro del giorno dopo...
Ma adesso basta, la mia dose di cavolate mattutine l'ho scritta, adesso è ora di smettere di sognare ad occhi aperti, è ora di scendere dalle nuvole per cominciare questa ennesima giornata… fatta di lavoro…lavoro… lavoro… e poi finalmente di nuovo nannna!!!!

martedì, marzo 13, 2007

Riccia a rapporto...

Eh sì, ieri al lavoro me ne hanno dette di tutti i colori, quella più accreditata è stata 'Ma cosa hai combinato???' oppure molto gettonata anche 'Ma sei riccia!!!' Lo spirito di osservazione dei miei colleghi supera alla grande ogni aspettativa umana!!! E' facile che una persona che faccia la permanente diventi riccia, non vi pare??? Io al mio nuovo look mi sono abituata alla svelta, devo ancora provare l'emozione di lavarli e di vedere cosa ci viene fuori con il 'fai da te', ma era tanto che non mi vedevo riccioluta, che non mi dispiace… Comunque, ce ne fosse stato uno che mi avesse detto 'Stai bene…' ma io dico le famose 'bugie a fin di bene' dove sono finite??? Come vedete non me la prendo molto, probabilmente perché di quello che pensano loro non me ne può fregar di meno…
Nel frattempo però, altri pensieri occupano la mia mente, pensieri veramente futili… DAME, ENCHUFLE, SOMBRERO, SETENTA, ENCHUFLE DOBLE, VASSIL e VUELTA PROGRESSIVA… non vi preoccupate, non sono impazzita, sono solo alcune delle figure di RUEDA in cui ci siamo esercitati ieri sera… Max in difficoltà con il SETENTA ed il SETENTA PROGRESSIVO, stanotte non ha fatto altro che sognare le figure… io invece, più tranquilla, mi sono divertita un mucchio ieri sera e sono sicurissima, che con un po' di tempo ed allenamento, Max capirà perfettamente come fare anche queste due ultime figure. Se avete bisogno di qualcuno che vi disarticoli un paio di spalle ho l'uomo che fa per voi… un paio di giri di setenta con Max e siete a posto!!!! :-D
A parte gli scherzi, adesso praticamente siamo pronti per il debutto in società… Ci siamo fatti un'idea dei posticini dove possiamo provare ad andare a ballare, abbiamo persino saputo che si balla al sabato sera all'Arci di Sozzigalli (paesino infimo vicino a Sorbara). Così ci siamo anche spiegati il perché della marea di macchine che abbiamo visto qualche sabato fa davanti alla suddetta Arci. Non sarà un posto molto alla moda, ma per provare senza impegno non mi sembra male… Ieri sera ci hanno anche segnalato un posto a Montale (ne sai qualcosa Silvia???)… purtroppo mi sono già dimenticata come si chiama, ma ci hanno detto che c'è sempre molta gente…
Bene bene ragazzuoli, anche per stamattina due chiacchiere le abbiamo fatte, oggi è il primo giorno di SAIE… lo dico piano piano, quasi sottovoce, non sono mica pronta per fare assistenza e spero che almeno oggi ci lascino in pace… in fondo ci sono tre persone in assistenza… poi si vedrà nei prossimi giorni quando si ridurranno a 2…
Ah, dimenticavo… vi posto una foto del nostro stand presa da un mio collega col cellulare appena arrivato in fiera ieri per il montaggio. In quel pannello 'mostruoso' sono raffigurati 4 di noi… foto che è andata a finire anche sui calendari aziendali e che 'allieteranno' tutti i visitatori del SAIE. Purtroppo la ragazza ripresa, che è una gran bella ragazza, è venuta abbastanza male in quella foto e sarà in fiera per tutta la settimana proprio alla reception… non vorrei proprio essere al suo posto, non si conteranno le battutine… ;-D

lunedì, marzo 12, 2007

Medium - fine seconda serie

Interpretata da Patricia Arquette (Al di là della vita, Stigmate, Strade perdute), che per questo ruolo ha ricevuto l'Emmy Award, Medium è stato sicuramente uno dei casi televisivi del 2005 negli Stati Uniti.
Programmata nel prime time, la serie Tv è riuscita a contenere gli ascolti di un hit come CSI: Miami, risultando la serie di maggiore ascolto della NBC per l'intera settimana e totalizzando il maggior numero di spettatori per il network nella fascia compresa tra i 18 e i 49 anni. La seconda stagione di Medium negli Stati Uniti è stata ancora una volta un successo per la NBC, tanto da far mettere in cantiere alla Paramount Television anche la terza stagione, partita a metà novembre.
Creata da Glenn Gordon Caron, autore e produttore nel 1985 di Moonlighting la serie che mise in luce il talento di Bruce Willis e Cybill Shepherd, e basata su una storia vera, quella di Allison DuBois, Medium racconta le vicende di una praticante avvocatessa, madre di tre bambine, che scopre di avere poteri paranormali (sogna eventi accaduti o che stanno per accadere, parla con i morti) e vive il dilemma se sia giusto o no utilizzarli nel suo lavoro.
La serie segue, episodio dopo episodio, la vita della Dubois alle prese con la sua capacità di far convivere la professione con la famiglia, combinando felicemente elementi drammatici e realistici con momenti di alta tensione.
La critica è stata generosissima con Medium, definendolo un prodotto raro, ben fatto, intelligente, di classe; il cast, di ottimo livello, vede la Arquette affiancata da Jake Weber nel ruolo del marito Joe, e le sorprendenti Sofia Vassilieva e Maria Lark nel ruolo di Ariel e Bridget, le figlie di Allison; Miguel Sandoval, invece, è l'incisivo Procuratore Distrettuale Manuel Devalos, mentre Arliss Howard, che figura nel primo episodio, ritorna nella seconda serie nei panni di uno scettico ranger del Texas che ben presto si convince delle doti di Allison.


Le ultime due puntate di questa seconda serie non hanno lasciato i fans con il fiato sospeso come spesso accade ultimamente, anzi oserei dire che è finita bene. Anche se devo dire che qualche dubbio mi era venuto, soprattutto nel vedere la penultima puntata 'L'angelo della morte', nel quale i sogni di Allison riguardavano la propria morte… Questo telefilm in passato non è stato trattato con le manine delle festa dalla RAI. Interrotto più volte, non ho mai capito perché lo bistrattassero in questo modo. Allison forse non è una 'femme fatale' ma è proprio questo suo essere 'normale' che rende il telefilm piacevole ed anche tutte le eventuali stranezze di cui è colmo, non pesano troppo sulla trama… Adoro la bimba paffutella che interpreta il ruolo di Bridget: fa delle faccette buffe che sono stupende…

Quella del piano di sopra

di Pierre Chesnot
con Sandra Collodel, Pino Quartullo
regia GIGI PROIETTI


Lui al piano di sotto, lei “inquilina del piano di sopra”: due “soli d’agosto” in una Parigi deserta per le ferie estive, unici superstiti di una città che pare abbandonata da tutti. Sophie, che ha quarant’anni ed un carattere ricco di sfumature e squilibri, trova una nuova ragione di vita nella conquista di Bertrand, professore universitario misantropo ed ossessivo: entrambi sarebbero abbastanza patetici se lo sguardo che viene loro rivolto non fosse quello della dissacrazione e dell’ironia. Sandra Collodel e Pino Quartullo (con parruccone in testa!) sono ormai una coppia ben rodata, che con la regia di Gigi Proietti riesce ancora una volta a far sorridere e cacciar via i pensieri.

Beh, finalmente trovo anche due minuti per scrivere due righe su questo spettacolo che abbiamo visto la settimana scorsa. Lei è stata veramente fantastica, una vera forza della natura; la sua vitalità ha saputo riempire la scena nel miglior modo possibile e lui non è stato da meno. Lo spettacolo è stato anche abbastanza lungo, ma è finito comunque 'troppo' presto, una serata all'insegna della spensieratezza, con una scenografia accurata ed accattivante...

Mah...

Che dire, le settimane passano, i weekend volano e poi mi ritrovo di nuovo qui, come se non mi fossi mai mossa, come se il tempo non fosse trascorso. Fuori splende un sole stupendo, ma non me ne faccio nulla, perché chiusa in questo ufficio, quasi mi infastidisce… Lo avrei voluto ieri, per potermi godere una breve passeggiata dopo l'abbuffata dalla suocera… ed invece il venticello fastidioso che imperversava ci ha fatto desistere da ogni attività fisica e ci siamo fatti venire il culetto quadro sul divano… Così stamattina quando sono salita sulla bilancia ho visto i sorci verdi… e mi verrebbe voglia di mandare tutto a quel paese, ma tanto lo sapevo che i kili persi con la benedetta dieta del minestrone li avrei recuperati in un attimo… è una lotta impari!!! Il mio appetito e il mio peso hanno una storia di amore-odio ed io non posso far altro che stare a guardare chi vincerà…
Volete sapere cosa abbiamo combinato questo weekend??? Beh, venerdì sera mi sono fiondata a casa ed ho fatto il doppio turno… pulizie+stirella, per non dovermi preoccupare di questi lavori nella giornata di sabato già occupata dalla parrucchiera… Dalle 11:00 di mattina, sono uscita alle 15:30 e mi è andata anche bene, mi aspettavo un turno molto più faticoso. Ma la mia parrucchiera, che ultimamente sembra non avere mai tempo e mi da gli appuntamenti più scomodi possibili (sabato ad esempio mi ha fatto perdere il pranzo…), ha avuto un calo notevole della clientela, penso non tanto perché non siano brave, ma proprio perché spendere 70 eurini per una permanente è uno di quei lussi che non ci si può mica permettere spesso… Poi non posso lamentarmi sul trattamento, sono sempre molto brave e meticolose e trattano i capelli con il massimo rispetto, ma è una bella botta lo stesso!!! Il resto del sabato l'ho poi trascorso nell'attesa di mangiare la mia pizza piccola alle verdure, e come vedete saltare il pranzo non è servito a nulla, anzi… Quindi per riassumere vi dico cosa ho mangiato tra sabato e domenica… per metterci un kilo bello e buono.

Sabato: colazione (the+saccottino), pizza piccola alle verdure… STOP
Domenica: colazione (the+saccottino), pranzo (8 tortelloni contati di zucca con il ragù, una coscietta di coniglio con degli spinaci in padella, 5 cm quadri di pane, una fettina e mezzo di torta [buonissima], cena (qualche fetta di salame un paio di grissini) STOP
TOTALE: 1 kilo… OTTIMO!!!

Dalla suocera è andata bene, a parte che ora hanno una nuova fissa… si sono fatti fare entrambi un'ecografia totale (non mi domandate il perché… non lo so!!!) e gli hanno trovato dei calcoli alla cistifellea ad entrambi… Quindi adesso vorrebbero che i loro figli facessero anche loro un'ecografia dato che è ereditario, e come potete immaginare, questi non ci pensano nemmeno!!! Tra l'altro, adesso che hanno scoperto questa cosa, sembra che tutti i loro problemi debbano essere riconducibili a questo. Il papà ha mal di testa, dovuto a pesantezza di stomaco??? Ah, è colpa dei calcoli… mica del fatto che a 60 anni, bisognerebbe mangiare con un po' più di usta e magari evitare il lardo di colonnata… Il dottore gli ha fornito la lista dei cibi consigliati, che ci hanno letto con aria disgustata… mentre li leggeva io pensavo che erano più o meno gli alimenti che io e Max mangiamo abitualmente… Per loro sembra una cosa fuori dal normale… che sia per questo motivo che ho un marito con lo stomaco distrutto???!!!
L'unica cosa che non ho capito è come mai ci siano le melanzane tra le verdure sconsigliate… Mi risultava che fatte alla griglia fossero molto leggere ma si vede che mi sfugge qualche loro proprietà che può essere nociva…
A parte questo, abbiamo poi visto le foto dei parigini… sono stati davvero bravi, hanno visto un sacco di cose e sono rimasti affascinati dalla capitale più romantica del mondo… E come non esserlo??? Si stanno già organizzando per le ferie, beati loro… io sono come al solito in alto mare, sempre con il solito pensiero fisso di mio padre che mi disturba. Passano i mesi e si tenta di non pensarci, ma si sa che sono cose che difficilmente si risolvono in modo definitivo e quindi si vive comunque nell'attesa della prossima visita di controllo. Sbagliato??? Certo che è sbagliato e non lo ammetterò mai davanti ai miei che sto già in pensiero per la TAC… Tra l'altro non me lo posso nemmeno permettere perché tutte le volte che mia madre mi becca da sola si mette a piangere dicendo che è molto preoccupata ecc… Ed io vorrei volare via in quei momenti invece che dirle di non preoccuparsi, di stare tranquilla, che comunque essere sempre sotto controllo così è una cosa positiva… uff, uff…
Vabbè… lasciamo stare questi discorsi… andare a maggio di tempo ce n'è ancora…

Parliamo di altro… Ieri sera alla faccia di Amici di Maria De Filippi (a proposito stamattina per il TG5 hanno annunciato chi ha vinto la puntata finale di ieri sera… l'inutile Federico… ed ho pensato che era proprio una notizia da tg!!!), ci siamo guardati un filmino in DVD 'The sentinel'.
Cast d'eccezione... ne cito solo alcuni: Michael Douglas, Kiefer Sutherland, Eva Longoria, Kim Basinger. Vogliamo parlare di quanto è in forma Michael??? Per non parlare di Kiefer che con gli occhiali scuri ed il vestito elegante è veramente un gran pezzo d'uomo, un vero Jack Bauer (per gli amanti di 24). Al di là di questo il film mi è piaciuto abbastanza, ritmo serrato, forse un po' troppo 'americano', ma non mi aspettavo nulla di diverso.


Trama:

Pete Garrison è un agente dei servizi segreti americani: vent’anni fa ha salvato la vita ad un presidente facendogli scudo con il proprio corpo e proteggendolo da una pioggia di proiettili. Amato e rispettato dai colleghi, Garrison ha fatto carriera ed è diventato capo della sorveglianza della First Lady dove è a contatto con le sfere più alte della gerarchia e si occupa di piani segreti, procedure, mappe e nomi in codice. Ma il suo universo lavorativo entra in crisi quando cominciano a venire alla luce degli inquietanti segreti: un collega e amico di Pete, Charlie Merriweather, gli parla di un’informazione altamente confidenziale della quale vorrebbe metterlo al corrente. Ma prima che riesca a farlo, Merriweather viene ucciso in quella che viene fatta passare per un’arraffazzonata rapina...

venerdì, marzo 09, 2007

Chiacchiere

Stamattina quando mi sono alzata, mi sono riproposta di prenderla un po' con calma oggi… soprattutto cercare di non stressarmi più del dovuto dato l'argomento che sto trattando… Devo rifare intere dialog realizzate con una libreria grafica, utilizzandone un'altra… e finchè le dialog provenivano da programmatori normali o anche dalla sottoscritta, dei grossi problemi non ce ne sono stati, ma ora sono alle prese con una fatta da un mio 'caro' collega (che di 'caro' non ha proprio nulla…). Insomma ieri sera mi era venuto un mal di testa… non ha fatto nemmeno una funzione che sia meno di 100 righe, e miliardi di controlli per fare in modo che questa non appaia… uff, uff… va bene essere meticolosi, ma quel tipo di programmazione è tipico delle persone che tutto sommato le cose non le vogliono fare e cercano in tutti i modi di non doverle fare…
Per fortuna ieri sera, mi sono schiodata da qui e sono andata in palestra e sorpresa delle sorprese, quando siamo arrivati c'era ancora luce sufficiente per vedere la piscina all'aperto su cui si affaccia la sala attrezzi. Penso che fosse la prima volta che la vedeva Max, e al di là di tutto, è un segno inconfutabile che le giornate si stanno rapidamente allungando, che tutto questo buio invernale sta finalmente finendo!!!
Quindi ieri sera… palestra, cenetta normalissima e poi ci siamo rivisti 'A million dollar baby'. Lo avevo visto al cinema quando era uscito e poi non lo avevo più rivisto… Come potete immaginare mi sono commossa anche ieri sera, era inevitabile… gli ultimi 15 minuti sono terribili a livello emotivo, mi viene un magone incredibile. L'argomento dell'eutanasia è molto molto delicato!!! Non sono la persona più adatta per affrontare un argomento di questo tipo, purtroppo il mio pessimismo innato mi ha portato a prospettare scenari molto brutti e non so bene come reagirei di fronte alla sofferenza di un mio caro… Come fare a rinunciarvi, a smettere di sperare, a decidere di chiudere gli occhi di una persona che per una vita intera ti hanno guardato con amore??? Come si fa, giorno dopo giorno a vederlo soffrire, imprigionato in una vita che non si può più nemmeno chiamare tale??? Non lo so… forse in questo caso sono agevolate le persone la cui fede viene in soccorso in modo decisivo… pur essendo credente, penso che non riuscirei a 'staccare la spina' non perché mi farei degli scrupoli, ma semplicemente perché non ne avrei il coraggio… Mah, è dura, durissima… quando c'è da lottare si lotta a testa bassa, senza guardare in faccia a nessuno, senza darsi per vinti, ma quando non c'è più nulla da fare, come si fa, dove si trova la forza per andare avanti??? La sofferenza è la cosa più terribile che la vita ci può proporre, forse l'unica che non ha soluzione, che difficilmente si può combattere con razionalità…
Ma ora basta… non voglio rattristarvi, è venerdì ragazzuoli, anche questa settimana sembra avviarsi verso il termine, stasera pulizie e poi domani la mega seduta dalla parucchiera. Dato che ho l'appuntamento per le 11:00 si salta anche il pranzo ed arriverò a casa verso le 18:00 (spero prima ma ho i miei dubbi...) E domenica siamo dalla suocera… non c'è un motivo particolare ma siamo stati invitati e ne approfitteremo per vedere anche le foto di Andrea e Federica relative al loro viaggetto a Parigi.

giovedì, marzo 08, 2007

Per la festa della donna...

… mi sono regalata un vestitino nuovo per il blog, anche se praticamente l'ho solo indossato senza aver avuto il tempo per coccolarlo ben bene… Ieri, tra una compilazione e l'altra, approfittando di un momento in cui il solito 'scaricamento folle' ha lasciato un po' di banda anche a noi poveri cristiani (ieri mattina non si riusciva nemmeno ad aprire il sito di Repubblica!!!), sono andata a trovare PannaSmontata e mi sono fatta tentare… A dire il vero, c'era un altro template che mi piaceva un sacco, che sfoderava un meraviglioso tramonto, ma i miei testi rigorosamente marron-rossicci non si vedevano sullo sfondo nero e quindi ho dovuto desistere…
Quindi eccomi qua, per il giorno della Festa della Donna, non ho in programma niente di particolare, penso di aver festeggiato questa giornata solo una volta in tutta la mia vita, partecipando ad una noiosissima cena aziendale tutta al femminile organizzata un sacco di anni fa in Corob. Non festeggio, non perché non sia importante soffermarsi sul significato di questa giornata, ma perché non credo che sia necessario fare cose eccezionali… E' sotto gli occhi di tutti il percorso che è stato fatto dalle donne, basta guardare la vita che conducevano le nostre nonne (e a volte anche le nostre madri…) per renderci conto che la nostra vita è cambiata radicalmente. Sicuramente è più complicata, più stressante, e forse stiamo perdendo di vista alcune cose importanti, ma siamo anche molto più 'importanti' per la famiglia, interessate ed integrate totalmente nella vita di tutti i giorni occupandoci di tutti gli aspetti che la riguardano, anche di quelli che una volta erano una prerogativa maschile. E' chiaro che questo ha delle ripercussioni… le cose di cui ci occupiamo sono aumentate a dismisura ed ogni tanto 'scoppiamo' perché delle 'wonder woman' non ce ne sono poi così tante al mondo, ma come dice sempre mia madre, 'impara l'arte e mettila da parte'… Dal punto di visto di un uomo non so bene come sia vista questa cosa… a volte penso che se da una parte ci ammirano e pensano di essere fortunati ad avere una persona che da loro sempre e comunque una mano, dall'altra a volte vorrebbero essere più 'padroni' delle situazioni e non avere sempre qualcuno che si intromette nelle loro cose…
Pazienza… il pacchetto è unico… prendere o lasciare e poi forse ne esistono ancora di donne vecchio stampo, anzi ne sono sicura, bisogna solo stanarle!!! ;-D
Beh, stasera non andrò fuori a cena ma poi sabato mi faccio un altro bel regalo, sì sì… ho proprio deciso, vado dalla parrucchiera e se, riesco a spuntarla, tornerò a casa un po' più mossa, con una permanente non troppo pesante ma che mi consenta di tenere i capelli in uno stile 'spettinato'. Quando ne ho parlato con la Morena (la mia parrucchiera), non mi è sembrata molto convinta e quindi è per questo che affermo che devo 'spuntarla'… alla fine è una gran testona e fa sempre quello che le pare, anche se, questa volta, sono abbastanza convinta. Staremo a veder, vi racconterò...
Ora vi lascio… nonostante tutto oggi è giovedì e si deve lavorare!!!

BUONA FESTA DELLA DONNA A TUTTE !!!