martedì, febbraio 13, 2007

Sono sempre cose belle...

Noi abitiamo in un piccolo paesino, patria del lambrusco di Sorbara, ed anche se ultimamente hanno costruito nuovi quartieri 'dormitori', continua ad essere un paesino di campagna, e come tale, soprattutto di notte si ha la sensazione di essere immersi nel nulla. E' un po' quello che è accaduto stanotte… pioggia e vento hanno imperversato e la cosa più fastidiosa in assoluto è il vento che fa tremare tapparelle e cassonetti. Nonostante la stanchezza cronica, il vento mi ha svegliato verso le due e proprio quando stavo per riaddormentarmi salta su Max e mi dice… 'Stai dormendo?' Cosa volete che gli abbia risposto… 'No, sono sveglia…' ed in effetti a quel punto lo ero davvero. 'Non si può fare niente per queste vibrazioni???' (si riferiva al cassonetto…) 'prova a tirare su un po' la tapparella'. Io mi alzo, faccio la prova ma non cambia nulla, torno a letto e mi dico (tra me e me…) 'Sono così stanca che nonostante il vento riuscirò ad addormentarmi…'. Povera illusa!!! Occhi a palla ed il sonno non arriva poi… mi si accende la 'lampadina' (stile Vicky il vichingo) e dico 'Porta pazienza, faccio un tentativo'. Mi alzo, prendo un pezzo di giornale, la scaletta, salgo ed incastro il giornale ripiegato nell'interstizio che c'è tra l'asse che chiude il cassonetto ed quest'ultimo… me ne sto lì, in bilico sulla scaletta ad aspettare la prossima folata di vento… chissà se il mio stratagemma funziona… eccolo, sta arrivando e FUNZIONA!!! Sono una GRANDE!!! Soddisfatta e con cautela scendo dalla scala, la ripongo e me ne torno a letto. Ormai completamente sveglia ripiglio il libro e cerco di rimmetermi calma e dopo 3 minuti tondi tondi il mio amore incomincia a russare. Stamattina la sveglia ha suonato alle 6:40… io mi sono alzata, ho girato intorno al letto, l'ho spenta e me ne sono tornata a letto… per alzarmi poi alle 7:10!!! Potete immaginare che fatica è stata alzarsi, ha un bel da accendere la luce Max… più c'è luce, più io mi rannicchio stille tartaruga sotto il piumone!!!
Ma eccomi qua, pronta (???) per una nuova giornata, già catapultata nella baraonda post 'busta paga' che ci ha letteralmente investito ieri e che per qualche giorno mi sa sarà argomento principale di conversazione… Una botta tremenda e fino a qui me lo aspettavo, ma poi, a peggiorare la cosa, insieme alla busta paga abbiamo trovato un paio di moduli da compilare… quello per la destinazione del TFR e la 'Dichiarazione del lavoro dipendente'. Quest'ultimo è quello che sta suscitando più polemiche… è un foglio che abbiamo sempre compilato, nel quale ci sono tutte le indicazioni relative al dipendente, tipo figli a carico, ecc… ma questa volta ci sono anche delle novità… Si parla di rendite catastali e nessuno ha capito come bisogna compilarlo… La cosa buffa è che su questo foglietto si fa riferimento a note che dovrebbero aiutarne la compilazione… peccato che le note non sono state allegate!!! Stiamo letteralmente prendendo d'assalto l'ufficio personale, composto da due 'stordite' che si stanno arrampicando sugli specchi dicendo che tali informazioni non sono in loro possesso… Mah… non so se si rendono conto di quanto possiamo essere rompicoglioni quando siamo incattiviti… ed ora tra le buste ridotte e il SAIE, non c'è proprio verso, non ci tiene più nessuno!!!

1 commento:

Pecorella Smarrita ha detto...

Ciao grazie per essere passata da me... cerco di non affaticarmi, ma lavorando con e per mio marito ( e avendo l'ufficio letteralmente sotto casa....) puoi ben immaginare la convalescenza!
Ti abbraccio PecorellaSmarrita :O)