mercoledì, febbraio 28, 2007

Siamo alla resa dei conti...

Ebbene sì, oggi si decide il mio destino di affamata cronica!!! Nella pausa pranzo ho l'appuntamento dalla dietologa che mi rivelerà il mio destino. Alla fine della fiera con questa dieta brucia grassi ho perso 2,5 Kg che sommati agli altri 14 fa… 16.5 Kg!!! Diciamo che festeggio questo risultato perché non ho molta fiducia che possa essere definitivo, mi aspetto un leggero innalzamento (sempre che, come spero, decida di farmi smettere questa dieta!!). Non che la cosa mi preoccupi molto, diciamo che vorrei solo riuscire a rimanere al di sotto della mia soglia critica, che è ancora troppo alta per dirvela!!! Devo assolutamente assimilare un po' di carboidrati, ho una carenza da pane, pasta, pizza, che non faccio altro che sognarmi obrobri indicibili quali gigantesche pizze con sopra di tutto, sormontate da una montagna di patatine fritte!!! Sì, una cosa che ad una persona normale fa venire il vomito, lo so, ma io la trovo irresistibile!!! Ma non ho nessuna intenzione di abbuffarmi… oggi a pranzo al ritorno dalla dottoressa mi farò prendere il solito panino al crudo dai ragazzi e stasera un bel passato di verdura non me lo toglie nessuno… Ma già il profumino del panino, mi fa venire l'acquolina… pensate come sono messa!!!
Cambiamo argomento… ieri sera, previa assimilazione di una banana, sono andata in palestra. E' andata molto meglio di martedì scorso, sono riuscita a fare tutti gli esercizi, meglio pure dell'insegnante che si è presa uno stiramento FACENDO LE PULIZIE DI CASA!!! Eh, sì, palestrata ai massimi livelli e poi basta un piccolo movimento per metterla KO… ma allora anche loro sono umane???!!! :-D Così, ieri sera ha fatto tutti i movimenti con la sinistra e noi li abbiamo rifatti anche con la destra e dato che si è sognata di farci una lezione 'aerobica' ci ha messo dentro un sacco di corsetta e robe varie (che io odio con tutta me stessa!!!). Lo so che correre fa bene, ma è una cosa più forte di me… ODIO CORRERE!!! Tanta fatica, fiato inesistente e poi??? Ho sempre ammirato molto quelli che amano fare footing, pensate che ho un fratello che appena può scappa da casa per andare a correre nel parco vicino a casa sua!!! Quindi non è una cosa genetica, è proprio una mancanza mia e solo mia!!! La settimana scorsa parlavo con l'insegnate della palestra e le spiegavo la dieta brucia grassi… come tutte le ginnaste, lei è abbastanza contraria a queste cose e posso capirla… e mi avrebbe consigliato di andare a correre… lei dice che anche la corsa ha l'effetto di sbloccare il metabolismo… Mi diceva che se avessi integrato le due sedute settimanali in palestra che normalmente faccio, con qualche corsetta magari all'aria aperta ne avrei sicuramente tratto maggiore benessere… Non lo metto in dubbio ma come faccio??? A due passi da casa nostro c'è un centro sportivo, con una pista da velodromo dove i ragazzini si allenano in bicicletta. Non c'è quasi mai nessuno e sarebbe probabilmente l'ideale per fare qualche corsetta, e con le giornate che finalmente incominciano ad allungarsi sarebbe l'ideale. Ci penserò ma la vedo dura, molto dura!!!
Cambio per l'ultima volta argomento e poi mi metto al lavoro… Avete visto la prima serata di Sanremo??? Io ho visto qualcosa a spizzichi e bocconi… sia perché non volevo perdermi la puntata di House, sia perché ad un certo orario me ne sono andata a letto… All'inizio della serata, durante una pubblicità di House ho assistito alla scena pietosa di Michelle che cantava una canzone di Eros… Ma perché??? Capisco la dedica ad Aurora, ma se non hai voce, evita… è stata una cosa inascoltabile. Per fortuna poi che quando è stato il momento di 'Tutti insieme appassionatamente' la canzone era in play back, altrimenti si sarebbe verificata una vera tragedia!!! Devo dire comunque che nonostante fosse un po' giù di voce è sempre meravigliosa, è veramente una gran bella donna… Stasera penso che ce lo godremo un po' meglio (attenzione telefilm-maniaci che c'è il recupero delle ultime due puntate di Medium… che noi registreremo). Sulle canzoni non faccio commenti, ne ho sentite poche e voglio farmi un idea più completa…
Ora basta, al lavoro… il SAIE si avvicina… attenti che il babau sta arrivando!!! ;-D

martedì, febbraio 27, 2007

La cattedrale del mare

di Ildefonso Falcones

Barcellona, XIV secolo. Nel cuore dell'umile quartiere della Ribera gli occhi curiosi del piccolo Arnau sono catturati dalle maestose mura di una grande chiesa in costruzione. Un incontro decisivo, poiché la storia di Santa Maria del Mar sarà il cardine delle tormentate vicende della sua esistenza. Figlio di un servo fuggiasco, nella capitale catalana Arnau trova rifugio e quella sospirata libertà che a tutt'oggi incarna lo spirito di Barcellona, all'epoca in pieno fermento: i vecchi istituti feudali sono al tramonto e mercanti e banchieri in ascesa, sempre più influenti nel determinare le sorti della città, impegnata in aspre battaglie per il controllo dei mari. Intanto l'azione dell'Inquisizione minaccia la già non facile convivenza tra cristiani, musulmani ed ebrei... Personaggio di inusuale tempra e umanità, Arnau non esita a dedicarsi con entusiasmo al grande progetto della "cattedrale del popolo". E all'ombra di quelle torri gotiche dovrà lottare contro fame, ingiustizie e tradimenti, ataviche barriere religiose, guerre, peste, commerci ignobili e indomabili passioni, ma soprattutto per un amore che i pregiudizi del tempo vorrebbero condannare alle brume del sogno...Un'opera in cui avventura e sentimento si uniscono al romanzo di una città, protagonista anch'essa di una straordinarioa avventura corale, restituita nella drammaticità dei suoi momenti cruciali così come nella sua vivacissima quotidianità, in un'ambientazione capace di ricreare, con limpidezza superiore alla penna di uno storico, luci e ombre di un Medioevo di ineguagliabile fascino.

Ieri sera, leggendo le ultime pagine di questo romanzo mi sono sorpresa a sorridere… era tanto che non mi capitava, era tanto che non leggevo un romanzo capace di appassionarmi a tal punto da farmi desiderare di poter far qualcosa per aiutare il protagonista. In 15 giorni ho divorato questo libro, ho vissuto con Arnau, ho sperato con lui e mi sono disperata per le sue disavventure. Non vi dirò come va a finire, vorrei tanto che lo leggeste e che mi diceste cosa ne pensate… se riesce a rapirvi per portarvi in questo mondo lontano come è successo a me!!!
Quello che mi ha colpito maggiormente è l'atmosfera, il modo in cui lo scrittore affronta le problematiche più 'crude' di un epoca difficile e spesso 'ingiusta'. Non ha cercato di indorare la pillola, ma nello stesso tempo ha voluto accendere un faro in questa oscurità, perché li tempi possono cambiare, le situazioni anche ma l'animo umano, anche a distanza di secoli, è sempre lo stesso… i sentimenti e i dubbi di un uomo sono la sua ricchezza, lo saranno sempre!!!

Che cos’è la RUEDA DE CASINO?

Durante gli scorsi anni ’50 a Cuba esisteva una danza popolare - alcuni la definivano una mania - che era ballata nelle strade, nei clubs e nelle case della gente comune. Era chiamata CASINO RUEDA o RUEDA DE CASINO, oppure semplicemente RUEDA.
Rueda significa "ruota". Casino si riferisce al tipo di giri e di pause che si possono normalmente vedere eseguiti anche da chi balla la salsa odierna. L’originalità della Rueda, la sua unicità, è dovuta al fatto che viene ballata in circolo, in "ruota" con un unico gruppo di partecipanti che ruotano in tondo, scambiandosi rapidamente i partners, ed eseguendo altre complicate figure - qualche volta, ad esempio, girando come tante piccole ruote dentro la ruota "maestra" - e tutto, ovviamente, a tempo di brani di salsa sovente dal ritmo frenetico. Ogni movimento, detto "chiamata", ha un nome, ed è compito della "madre", così definita, ovvero del leader della Rueda, dare i comandi, spesso in veloce successione. Molte figure hanno anche segnali manuali oltre ad un nome, affinchè la "madre" riesca a dare i comandi anche se in sala c’è molto rumore ed il volume della musica è molto alto. La Rueda può essere piccola, composta da sole due coppie, oppure tanto grande quanto il locale lo può permettere - persino un centinaio di coppie!
Quando si balla la Rueda, si crea una nuova dinamica di gruppo. Quello che non può essere definito quando la si balla , è "il livello" necessario per avere un gruppo che vada bene, che sia coreografico da vedere e divertente da eseguire! I ballerini imparano ad espandere i loro obiettivi di crescita, la loro visione a volte limitata all’esecuzione di figure standard quando si balla da soli o in coppia. Con la Rueda si impara a coordinare e raffinare lo stile ed il senso del ritmo per farla riuscire al meglio. Quando tutto questo avviene, è veramente molto eccitante! Si sviluppa una vera e unica armonia di gruppo, tanto da riuscire a sentire tutta la ruota fluire e rifluire, e "respirare" nella meravigliosa musica AfroCubana/LatinoAmericana. Il risultato è una strepitosa forma di danza, divertente sia da BALLARE che da GUARDARE!
Le tante varianti di Rueda - lo scambio di partners in circolo - affondano le proprie radici nell’epoca coloniale; probabilmente nacquero da una "mezcla", da un mix costituito da Danze della Corte Francese (portata a Cuba dagli abitanti di Haiti) e da movimenti degli indigeni Afro-Cubani. Con l’emigrazione Cubana verso gli Stati Uniti - in prevalenza verso Miami - la cultura Cubana è in quei luoghi esplosa diventando progressivamente sempre più popolare nei clubs di Miami sin dagli anni ’70 e ’80.
Recentemente, la Rueda si è diffusa molto anche a Los Angeles (un gruppo di danza di L.A., guidata da Tomas Montero, si è esibito danzando la Rueda all’ultimo Carnival Parade di San Francisco!). Ed ora sta prendendo piede nell’area di San Francisco Bay ed anche "oltre Oceano".


Sì, avete capito bene, nel nostro corso di latini, i maestri stanno tentando di insegnarci questo ballo. Molto divertente, ma anche molto impegnativo. Bisogna imparare bene le figure e poi riuscire a stare al passo con i comandi e soprattutto con i tempi. Ieri sera abbiamo fatto la seconda lezione di rueda e le prime figure le abbiamo digerite abbastanza bene… eravamo in un numero dignitoso di coppie, c'erano anche coppie molto più esperte che dovevano semplicemente ripassare figure già fatte, oppure che avevano perso alcune lezioni e quindi il cerchio è diventato bello grandicello. E' chiaro che la differenza si nota tra noi principianti e quelli un po' più esperti… ma per quanto mi riguarda, io mi sono divertita un sacco… Ora tocca a noi esercitarci sulle figure nuove… la 'vuelta progressiva', il 'vassil' ed il 'sombrero' (chissà se ne ho scritto almeno uno correttamente!!!).

lunedì, febbraio 26, 2007

Marco Pantani

Poche ore fa ho sentito per radio questa canzone e mi sono commossa… Max mi ha detto che era la sigla della fiction, ma per me è stata la prima volta che la sentivo ed ho ascoltato le parole… Non so cosa aggiungere, la tragica fine di questo campione, di questo uomo, mi colpì moltissimo all'epoca ed ancora oggi quando mi capita di ripensarci, mi sale la rabbia… sì, rabbia perché viviamo in un mondo dove purtroppo cose di questo tipo accadono ogni giorno, dove non si riesce ad evitare che qualcuno di arrenda!!!

E mi alzo sui pedali

Io sono un campione questo lo so
è solo questione di punti di vista
in questo posto dove io sto mi chiamano Marco
Marco il ciclista
ma è che alle volte si perde la strada
perchè prima o poi ci son brutti momenti
non so neppure se ero un pirata
strappavo la vita col cuore e coi denti
E se ho sbagliato non me ne son reso conto ho preso le cose fin troppo sul serio
e ho preso anche il fatto di aver ogni tanto
esagerato per sentirmi più vero
E ora mi alzo sui pedali come quando ero bambino
dopo un pò prendevo il volo dal cancello del giardino
e mio nonno mi aspettava senza dire una parola
perchè io e la bicicletta siamo una cosa sola
mi rialzo sui pedali ricomincio la fatica
poi abbraccio i miei gregari passo incima alla salita
perchè quelli come noi hanno voglia di sognare
io dal passo del Pordoi chiudo gli occhi e vedo il mare
e vedo te e aspetto te adesso mi sembra tutto distante
la maglia rosa e quegli anni felici
il giro d'Italia e poi il tour de France
ed anche gli amici che non erano amici
poi di quel giorno ricordo soltanto
una stanza d'albergo ed un letto disfatto
e sono sicuro d'avere anche pianto
io sono sparito in quell'attimo esatto
e ora mi alzo sui pedali all'inzio dello strappo
mentre un pugno di avversari si è piantato in mezzo al gruppo
perchè in fondo una salita è una cosa anche normale
assomiglia un pò alla vita devi sempre un pò lottare
mi rialzo sui pedali con il sole sulla faccia
e mi tiro su gli occhiali al traguardo della tappa
quando scendo dal sedile sento la malinconia un elefante magrolino
che scriveva poesie
solo per te solo per te
Io sono un campione questo lo so
come tutti aspetto il domani
in questo posto dove io sto chiedete di Marco
Marco Pantani

[Stadio]

RIS 3 - fine serie

Ultime puntate mozzafiato anche per questa serie… Il lunghissimo rapimento di Francesca è finalmente finito, ma la ragazza se l'è vista davvero brutta. Prima imprigionata in un villino isolato, con le gambe che non rispondevano più ai suoi comandi per farle rivivere quel lungo periodo della sua vita in cui è stata costretta a muoversi su una carrozzina… e poi rinchiusa in una grotta, destinata a morire per aver ingerito senza saperlo una quantità letale di botulino. Nel frattempo, il colpevole è stato catturato, ma ferisce il padre della ragazza Vincenzo (anche lui del RIS) che però si vede costretto a sparare all'unica persona che sa dove si trova la figlia, per difendere il capitano Venturi da morte certa.
Quando finalmente si risveglia decide di svelare il posto in cui è tenuta Francesca solo all'uomo delle bombe (che si trova in prigione) e mentre gli svela il luogo fa sì che questo lo aiuti a suicidarsi. Così adesso, per l'ennesima volta, Venturi si trova ad avere a che fare con l'uomo delle bombe, anzi, ad essere nelle sue mani… e come potete immaginare, quest'ultimo approfitta della situazione e riesce a fuggire dopo aver rivelato il nascondiglio a Venturi, che salva per un pelo Francesca. Ma quando Davide arriva sul posto, insegue l'uomo delle bombe ed in un faccia a faccia, quest'ultimo ha la peggio e viene ucciso.
Così termina la terza serie di questo telefilm, che potrebbe sembrare un voler imitare i vari CSI, ma ha una sua dignità italiana, i personaggi sono molto delineati e ci si affeziona a loro facilmente… Francesca perde definitivamente la possibilità di tornare con Davide, che aspetta un figlio dalla sua compagna e decide di trasferirsi con lei a Messina. Venturi deve assolutamente occuparsi della sua mano, che ha quasi costato la vita a lui ed ai suoi collaboratori.

Ocelot dance show

Una spettacolare compagnia di danzatori e acrobati polacchi provenienti da formazione ginnica e circense (sono ex-olimpionici) realizza uno spettacolo popolare adatto a tutti. Dal trapezio all’hula hop, dal cubo di metallo al salto alla corda, dall’altalena russa ai voli aerei con la sola forza delle mani, questo gruppo si inserisce nella nuova tradizione del circo danza europeo, incantando ed emozionando con i suoi numeri magistrali.

E' stato uno spettacolo piacevole, questi ragazzi, tutti rigorosamente biondi e super palestrati hanno compiuto le loro acrobazie alternando i numeri ad una coreografia minamalista ma di grande impatto scenico. Suoni, luci e colori ci hanno immerso in una atmosfera quasi magica, facendo sembrare i loro esercizi, sempre molto impegnativi, una vera e propria passeggiata.

venerdì, febbraio 23, 2007

Finalmente venerdì...

Non ho veramente parole… mettetevi tutti in fila per darmi un calcione… ma poi lasciatemi tornare a nanna!!! Oppure facciamo ancora meglio, prestatemi la vostra bacchetta magica per un attimo così sposto le lancette dell'orologio alle 17:30 di oggi pomeriggio… Sto sbadigliando così di gusto che ho i lucciconi agli occhi e se non sto attenta, tra un po' comincerà a colarmi il mascara e allora sì che sarà un bello spettacolo… Sì sì, il mio unico scopo oggi è quello di arrivare il più velocemente possibile a stasera e sperare di riuscire ad andare a casa ad un orario decente in modo da potermi buttare un po' sul divano prima dell'arrivo di Max… Niente pulizie stasera, le faccio domattina, sto accusando il colpo di questa settimana abbastanza pesante… Ieri sera poi non ci sono riuscita ad andare in palestra… alle 17:25 mi chiama uno dell'assistenza e mi fa vedere un problema che si verifica da un cliente… Ok, va bene, fatti mandare giù la roba che ci guardiamo… Lui fa 'Ci guardi subito?' ed io 'Beh, ci guarderò domattina appena arrivo' e lui 'Se non lo guardi subito mi ammazza'… Abbastanza infumanata gli dico: 'Beh, se è questione di vita o di morte ci guardiamo subito, basta che arrivi la roba…' Sono stata in ufficio ad aspettare fino alle 18:30 per scoprire che dopo aver chiesto al cliente di mandarci la roba, LUI ha DOVUTO fare una telefonata, andare in bagno e non so cos'altro e quindi la roba mi arriverà probabilmente stamattina!!!!!!! Lo so che come al solito è colpa mia, che bisognerebbe davvero mandarli in quel posto, che dopo aver lavorato tutto il giorno come una cretina, stare a sentire le stupidate di un cliente che è solo capace di insultare non ne vale proprio la pena… ma è comunque andata così e non è stata nemmeno la prima volta e mi sa proprio che non sarà nemmeno l'ultima!!! Così me ne sono tornata mestamente a casa… stanchissima, nervosa e con la palestra saltata… Non fraintendetemi, non è che in questi giorni sia molto in forma per la palestra, ma sta davvero diventando un modo per scaricare i nervi e lo so solo io quanto ne ho bisogno!!! Pazienza, spero di rifarmi la settimana prossima…
Per il weekend invece non ho niente di particolare in vista, solo il teatro domenica sera, del resto la parola d'ordine è cercare di riposare per sentire il meno possibile il brontolio di stomaco (sperando che anche il pancino mi lasci un po' in pace!!!). Per la dieta non sono molto preoccupata, sia domani che domenica si MANGIA… domani pollo e domenica riso… che cosa voglio di più??? ...ci penserò poi lunedì quando sarà ora di ricominciare tutto daccapo…
Ah… dimenticavo… stamattina la bilancia segnava -2 Kg :-D

giovedì, febbraio 22, 2007

Ma che bella atmosfera...

Ci mancava solo la crisi di governo e qui l'atmosfera oggi è veramente invivibile… Il caro collega ritardatario di ieri (si è presentato alle 10 passate dicendo… 'Ho deciso che ho talmente tanti permessi che faccio i miei giri utilizzando questi invece di farli dopo l'orario di lavoro'), oggi è arrivato prima delle otto ed è nero come la pece!!! Forse un po' agitato per l'incontro di oggi ma anche la notizia del governo deve aver contribuito al suo buon umore. Non che a me faccia piacere, anzi… diciamo che speravo in un governo un po' più stabile, ma con le premesse iniziali non avevo molta fiducia…
Ma dato che di politica non ne capisco nulla, non voglio soffermarmi su questo aspetto, staremo a vedere come si evolve questa situazione e nel frattempo stamattina il tg ha dato una notizia abbastanza esilarante: 'Sospeso lo sciopero dei benzinai che il governo incontrerà nei prossimi giorni' Ed una domanda nasce spontanea 'Quale governo???' Beh, sì … si ride per non piangere, giusto???
Nel frattempo siamo arrivati a giovedì, la dieta prosegue, ieri ho fatto super a modo, sono stata bravissima, anche se gli effetti collaterali, peraltro annunciati, cominciano a farsi sentire. Lasciamo perdere che ho bisogno di un bagno sempre nelle vicinanze, ho qualche problema intestinale che si confonde con il brontolio dello stomaco che ogni tanto mi aggredisce… Ieri sera ero veramente capottata sul divano, con gli occhi che mi si chiudevano mentre cercavo di stare sveglia per vedere le puntate di Lost che abbiamo registrato martedì…
Stamattina invece non sto malissimo, a colazione mi sono bevuta il mio teino ed ho mangiato una banana… ed il fatto che questo frutto mi accompagnerà per tutta la giornata mi tira un po' su il morale. Se riesco a mangiarla verso le cinque oggi pomeriggio, mi potrebbe aiutare anche in previsione della palestra… Sì, per il momento avrei deciso che ci vado, poi si vedrà come procede la giornata. La prima mega scorta di minestrone sta per finire… ho fatto un 'contratto' con la mamma, oggi le porto tutta la verdura che avevo preso per farlo a casa, e lei 'gentilmente' me ne preparerà un'altra scorta per i prossimi giorni… Così almeno non dovrò sorbirmi gli odori meravigliosi che la cottura di questo intruglio sprigiona!! :-D
Ieri sera mi sono anche fatta prendere da una 'insana' idea… mi sono messa a contare le pubblicità alimentari ed ho notato che in ogni gruppo di pubblicità ce ne sono 4-5, mica poche!!! Così mentre lo stomaco brontola, barrette di cioccolata mi perseguitano, mi fa gola persino i cereali da mangiare alla mattina, per non parlare di quel nuovo mega-panino del Mc Donald che mi fa addirittura scendere un filino di bava… Se posso sognare cosa mangiare alla fine di questa tortura (cosa che non farò… ma i sogni non dovrebbero ingrassare), vorrei proprio entrare in un Mc, mangiarmi un mega panino con cotoletta di pollo, una montagna di patatine fritte immerse nella salsa barbecue, quanche crocchetta di pollo ed un bicchierone maxi di coca cola… e questo per pranzo… per cena, da Cosino a Barberino, una bella fiorentina con contorno di patatine fritte… Sì, una bella giornatina così e poi potrei anche lasciare questa landa desolata felice!! ;-)
Sto scherzando logicamente, ma per la fiorentina non ho ancora abbandonato l'idea… se non mangio pane e limito le patate, la carne in sé ho visto che non fa tanti danni… chissà che non ci scappi una ricompensa per tutti questi sacrifici??? OK, basta così, anche per oggi mi sono massacrata a sufficienza pensando al cibo alle otto di mattina...

mercoledì, febbraio 21, 2007

Di gran lena...

Stamattina mi ci sono buttata a capofitto… niente scuse, progetto aperto e via alle otto meno dieci ero già in pieno debug!!! Bravissima direte voi… sì sì ma la voglia mi è passata abbastanza in fretta quando ho visto che, come al solito, tutte le mie preoccupazioni non sono per nulla condivise… Cosa dite se uno dei vostri colleghi, che sta lavorando ad una cosa che deve mostrare DOMANI ad un cliente, non solo stamattina non si è presentato ma non ha nemmeno avvertito??? Così, bel bello arriverà ad un orario non ben precisato e se stasera non avrà finito, probabilmente saranno cavoli di quelli che seguono la cosa insieme a lui che dovranno starsene in ufficio per 'supportarlo'. E' vero che ogn'uno di noi deve fare del proprio meglio e non bisogna guardarsi intorno, ma quando si lavora in gruppo, la storia cambia o sono io che ho una visione distorta della cosa???!!!
Quindi mi sono detta che potevo anche dedicarmi cinque minuti per scrivere qualcosa, e raccontarvi ad esempio come è andata la riunione condominiale 'informale'. Il personaggio di cui vi ho parlato ieri che si era proposto per il taglio dell'erba si è anche proposto per fare le pulizie delle scale ad un prezzo oserei dire abbastanza interessante. Si è quindi deciso di affiggere un foglio in bacheca, dove tutti i condomini dovrebbero confermare la loro disponibilità a fare le pulizie a turno e poi sarà premura di ciascun condomino decidere se farle fare al super eroe oppure farle da solo. Vabbè questa è una cosa già provata e straprovata, ma dato che nel frattempo gli inquilini sono cambiati si ha il desiderio di ripetere l'esperienza e quindi facciamo anche questo ennesimo tentativo. Per il taglio dell'erba invece, come prevedevo, la cosa è scoppiata come una bolla di sapone. Il tizio pensava che gli strumenti sarebbero stati acquistati dal condominio e poi pensava, ingenuamente, di poter cacciare l'erba nel bidone del rusco sotto casa… Per fortuna non eravamo gli unici che nutrivamo perplessità al proposito e quindi alla fine si è deciso di lasciare questa incombenza ai giardinieri… Il tutto è terminato ad un orario onestissimo, in un'oretta abbiamo fatto tutto, ma come al solito anche stanotte non sono riuscita a dormire bene… Mi stupisco sempre di quanta tensione riesco ad accumulare in questi frangenti, anche quando non ci sono grandi discussioni… forse è proprio l'aspettativa che mi agita, perché so che ogni volta è diversa dalla precedente e potrebbero esserci delle sorprese.
La settimana della 'fame' invece prosegue… ieri sera in palestra non è andata benissimo, mi sentivo molto debole ed ho faticato alquanto a stare dietro agli ordini perentori dell'insegnante. Spero che oggi vada un po' meglio e domani ci penserò se andare in palestra oppure no. Stamattina la bilancia ha segnato un -1.5 kg… che bugiarda e falsa… ma dato che bisogna pur gioire anche delle bugie, festeggio i miei -15.5 kg persi… anche se momentanei!!! Sono scesa sotto la mia soglia critica, adesso sono solo curiosa di verificare se saprò starci o se sono destinata a riprendere questi kiletti alla velocità della luce… Ma la settimana è ancora lunga, anzi, se riesco a tener fede alla richiesta della dottoressa, praticamente mi manca una intera settimana… chissà se riesco a tenere a botta anche i primi tre giorni della prossima settimana.
Parlando di qualcosa di diverso, ieri sera al ritorno dalla riunione ci siamo guardati la seconda puntata di 'Supernatural'. Sì, dato che ne seguiamo pochi di telefilm, ci stiamo appassionando anche a questo… gli ex-fidanzatini di Rory Gilmore da una parte e di Lana Lang dall'altra… se la cavano benino come cacciatori di stranezze… Trasmettono questo telefilm in seconda serata, perché c'è qualche scena spaventosa, ma volete sapere cosa ha fatto letteralmente saltare dal divano la Gianchy??? Scena normalissima, Sam, uno dei protagonisti è sulla tomba della sua ragazza e le parla, si china per posare il mazzo di fiori e… all'impriovviso sbuca il suo braccino dalla terra e afferra quello del fidanzato!!! SONO MORTA!!! Ho passato tutto il resto della puntata avvinghiata al braccio di Max…

martedì, febbraio 20, 2007

Ci dev'essere qualcosa che non va...

… se non sono nemmeno le due del pomeriggio ed il mio stomaco non ne vuole sapere di starsene zitto e buono!!!
Diciamo che da una parte ho una fame atroce e dall'altra, al pensiero che comunque stasera mi aspetta di nuovo il minestrone, mi viene il voltastomaco. Stessa sensazione che ho provato poco fa quando ho 'tentato' di mangiare un piatto di spinaci sconditi dopo aver ingurgitato il mega piattone di minestrone. Sì, alla fine ci ho dato a mucchio, non sono riuscita a mangiarli tutti questi spinaci, ma non sarebbe stata una bella scena allietare i miei con un rigurgito… A parte la scena non molto felice, me ne sono tornata mestamente qui in ufficio ed i miei 'cari colleghi' se ne sono arrivati con le… frappe!!!!!!!!!!!!! Eh certo oggi è martedì grasso, è normale festeggiare con qualche prelibatezza, ed il mio stomaco, alla sola parola 'frappe' è lì che urla 'ANCH'IO!!!!'. No caro, tu no, per te non c'è nulla, la quaresima per te è iniziata un po' in anticipo!!! Così, anche se non ho tante cose da raccontare, ho deciso di prendermi 10 minuti per scrivere qualcosa sul mio diario… stamattina ho scritto poco e male e con il lavoro che incombe e tutte le altre tristezze, sono un po' a corto di idee...
Tra l'altro stasera, essendo martedì, c'è da affrontare la palestra, con la musica a ciocco che coprirà il mio stomaco brontolone… sono veramente curiosa di vedere se riuscirò a fare tutti gli esercizi… Alla domanda: 'Riuscirò ad andare in palestra facendo questa dieta??' e lei 'Sì, direi di sì…' bella risposta, complimentoni!!! Ma preferisco comunque provarci, meno sto in casa, attorniata da ogni ben di Dio, con la dispensa piena zeppa di cose che non posso nemmeno 'annusare'. Ma la tristezza maggiore mi aspetta nel dopo cena. Ci dobbiamo incontrare per un'altra riunione condominiale, senza la presenza dell'amministratore, per parlare del taglio dell'erba e delle pulizie condominiali… Che pizza!!! Adesso vi spiego a modo… Abbiamo un giardino abbastanza ampio, ed il taglio dell'erba è sempre stato accudito da un giardiniere esterno che prende un sacco di soldi. Qualche anno fa era venuta fuori la proposta di comprarci il tagliaerba e farlo a turno, ma non è passato, troppa fatica e poi c'è il problema dello smaltimento dei rifiuti. Alla scorsa riunione è saltato fuori un tipo, nuovo proprietario che si è detto disposto ad occuparsi lui del taglio dell'erba ad un prezzo inferiore a quello preso dal giardiniere, ma non sono stati discussi i dettagli, tipo chi dovrebbe comperare il macchinario… Noi non abbiamo intenzione di sobbarcarci una spesa del genere per poi scoprire che il tipo fa l'erba un paio di volte e poi si accorge che è troppo faticoso!!! Sì, sono abbastanza sicura che andrà a finire così…
Come secondo punto da discutere ci sono le famigerate 'pulizie delle scale'… Per l'ennesima volta si parla di questo argomento… NON NE POSSO PIU'!!! In dieci anni le abbiamo provate tutte, farcele da noi, varie agenzie delle pulizie… insomma non va mai bene nulla… si sa che a farli per proprio conto, c'è sempre qualcuno che fa il furbo, è inevitabile ed è per questo che abbiamo optato per un'agenzia, ma poi questi non puliscono benissimo e si sa anche questo… insomma il solito tira e molla che non porta mai ad una soluzione definitiva!!!

Mah... che vita...

Stamattina venendo al lavoro stavo pensando a cosa potevo raccontarvi di bello, e avevo deciso di allietarvi la giornata con le mie solite cavolate, magari parlandovi della mia dieta brucia grassi e della brodaglia che ho ingurgitato stoicamente ieri. Poi però è successa un cosa che mi ha rattristato, una cosa di cui non voglio parlarvi in questo momento ma che non fa altro che confermare quanto io penso già da tempo… la vita in generale è una fregatura, si fa tanto per migliorarne la qualità, ci si da tanto da fare, si fanno progetti e mille pensieri e poi puff… ad un tratto tutto sembra vano, senza significato!!! Sì, è così ma è anche vero il contrario, non posso pensare ad una vita in cui non si facciano mille progetti, in cui ogni minuto sembra già prestabilito, è una forza che ci porta avanti e senza di essa forse saremmo solo piccoli granelli di sabbia sballottati nel corso della vita da una folata di vento improvvisa e casuale.
Più che altro sto pensando che vivere necessita tantissimo coraggio, giorno dopo giorno ci sono da affrontare prove più o meno grandi e l'unica cosa che veramente ci può aiutare è l'amore delle persone che ci stanno intorno, quell'affetto che ci scalda il cuore che ci fa sentire meno soli…

lunedì, febbraio 19, 2007

3... 2... 1...

VIA!!!! Eh sì, inizia anche questa settimana ed oggi è il primo giorno della famosa e famigerata dieta brucia grassi. Questo weekend, dato che mi sono sentita molto in colpa per vari sgarrettini fatti, mi sono anche sparata più di un'ora in ciclette, suddivisa tra sabato e domenica ed ora non vi dico che goduria è starsene qui seduti, cerco di muovermi il meno possibile per non risvegliare il dolore ai 'chiappali' (si chiamo così vero i muscoli coinvolti??? ;-D ). Comunque da sabato mattina la bilancia registra un impercettibile calo di 4 etti, non riuscirò mai a capire come funziona questa cosa… Per la dieta invece cerco di non pensarci molto, cerco di viverla come una cosa da fare, per il mio benessere, sperando che i morsi della fame non siano troppo intensi…

Anche stanotte ho dormito malissimo… comincio veramente ad andare in panico per il lavoro… cerco di fare finta di niente, ma alla notte non faccio altro che rimuginare, scorrendo con gli occhi le righe di codice che non capisco perché non funzionino… su e giù… e gli scenari apocalittici di sfasci immensi e cose che non vanno, diventano giorno dopo giorno sempre più reali.
Basta… per oggi non so cosa altro scrivere… mi metto, appunto, a scorrere il codice nella speranza di qualche illuminazione… BUON LUNEDI' A TUTTI!!!

venerdì, febbraio 16, 2007

Seven

Dopo il grande successo invernale di “Melanina e Varechina” -lo spettacolo interamente dedicato al rapporto tra continente africano e mondo occidentale- Giobbe Covatta torna con il suo umorismo intelligente e beffardo che lascia sempre aperte occasioni di riflessione su un nuovo argomento: quello dei sette peccati capitali. E alla fine scopriremo quali sono i dieci comandamenti del nuovo millennio!

Come al solito Giobbe è riuscito ad essere coinvolgente, ironico e piacevole. Un paio di orette di un monologo divertente ed arguto, parlando dei sette peccati capitali calati nei nostri giorni, mostrandoci come, in molte occasioni, questi peccati vengano più visti come una qualità. Sempre molto coinvolto nel sociale, non ha perso occasione per puntualizzare quanto si potrebbe fare per le popolazioni meno fortunate se solo si indirizzassero diversamente una parte dei soldi che vengono normalmente spesi per armi o cose del genere. Insomma… instancabile, generoso e divertente!!!

giovedì, febbraio 15, 2007

La dieta brucia grassi

Lo so che non vedevate l'ora, ma dato che Erica ha espresso il desiderio di sapere da cosa era composto questo fantomatico minestrone… eccovi la ricetta (ricca!!!) di questa minestra prelibata (mi viene quasi il vomito solo a leggerla, figuriamoci quando la dovrò mangiare…)

INGREDIENTI
6 cipolle, 2 peperoni verdi medi, 1 sedano intero, 1 o 2 barattoli di polpa di pomodoro, 1 cavolo (verza) grande tritato, 1 dado vegetale. La minestra può essere insaporita con sale iodato, pepe, curry, prezzemolo, peperoncino e tabasco.
Tagliare le verdure in piccoli pezzi e coprire d’acqua. Far bollire per 10 minuti, abbassare il fuoco per ultimare la cottura.

Poi intanto che ci sono vi riporto anche la dieta che ho intenzione di seguire la prossima settimana… è leggermente rimaneggiata, nel senso che ho scelto le cose che mi potessero piacere… si fa per dire...

PRIMO GIORNO
Colazione: frutto + tè (caffè o caffè d’orzo, queste sono le alternative al tè)
Metà mattina: come a colazione
Pranzo: minestrone + frutto
Metà pomeriggio: come a colazione
Cena: come a pranzo

SECONDO GIORNO
Colazione: tè
Metà mattina: come a colazione
Pranzo: minestrone + verdura
Metà pomeriggio: come a colazione
Cena: minestrone + patate lesse

TERZO GIORNO
Colazione: frutto + tè
Metà mattina: come a colazione
Pranzo: minestrone + verdura
Metà pomeriggio: come a colazione
Cena: come a pranzo

QUARTO GIORNO
Colazione: tè + 1 banana
Metà mattina: come a colazione
Pranzo: minestrone + yogurt
Metà pomeriggio: come a colazione
Cena: come a pranzo

QUINTO GIORNO
Colazione: tè
Metà mattina: come a colazione
Pranzo: minestrone + pesce + verdura
Metà pomeriggio: come a colazione
Cena: minestrone + pesce

SESTO GIORNO
Colazione: tè
Metà mattina: come a colazione
Pranzo: minestrone + pollo + verdura
Metà pomeriggio: come a colazione
Cena: come a pranzo

SETTIMO GIORNO
Colazione: frutto + tè
Metà mattina: come a colazione
Pranzo: minestrone + riso + verdura
Metà pomeriggio: come a colazione
Cena: come a pranzo

Che vi sembra??? A me vengono un po' i brividi… tutte queste ripetizioni 'come a colazione' e 'come a pranzo' mi fanno un po' di tristezza, ma ce la posso fare… anzi, ce la devo fare!!!
Vi riporto una frase che ho trovato nelle indicazioni e che mi ha fatto sorridere: 'La minestra se mangiata da sola per un lungo periodo causa denutrizione'...

mercoledì, febbraio 14, 2007

Aggiornamento dieta...

Beh… insomma, come dire… bene bene non è andata… è andata un po' peggio di quello che mi aspettavo, nel senso che ha preso dei provvedimenti seri!!!
Ebbene sì, mi ha dato una nuova dieta da seguire per una settimana intera, una dieta che dovrebbe sbloccarmi dal mio peso e che dovrebbe farmi perdere dai 2 ai 4 Kg. Tanto per intenderci si tratta della dieta del minestrone, con qualche variante verso la fine della settimana ma prevedo giorni di fame intensa!!!
Mi ha consigliato di provare questa cosa perché sostiene che l'organismo di ogn'uno di noi si prefigge un peso che LUI considera quello ideale e quando è ora di calare sotto di questo, si innescano dei meccanismi che fanno in modo che questo non possa avvenire, proprio come se calare ulteriormente significasse mettere in pericolo l'organismo.
Io non so se questo è vero, non me ne intendo molto, ma il fatto che anche con la dieta precedente mi sia fermata attorno a questo peso mi dà da pensare… forse c'è qualcosa di vero nel suo ragionamento.
Quindi piattoni di minestrone mi aspettano la settimana prossima, vedrò come organizzarmi, se farlo preparare alla mamma oppure prepararlo io, anche perché si tratta di un minestrone particolare, non crediate che ci siano tanti ingredienti… pochi e ben distesi. La consolazione di poterne mangiare quanto mi pare non è un granchè consolante… non sono una grande fan del minestrone in generale…
Staremo a vedere… è una lotta!!!

Per quelli che...

… non festeggiano San Valentino!!! Per quelli che non hanno voglia di farsi spellare vivi andando fuori a cena e per quelli che pensano che non sia abbligatorio essere romanticamente innamorati solo in questa occasione!!!

Ecco, ho già detto tutto, San Valentino dalle nostre parti non si festeggia, oggi è una giornata come le altre, anzi forse è anche un po' peggio perché a mezzogiorno ho persino l'incontro con la dietologa e non mi aspetto niente di buono… E' capitato negli anni passati che Max arrivasse a casa con qualche rosa, ma sinceramente non mi importa che pensieri di questo tipo arrivino puntualmente in occasioni speciali, li apprezzo di più se sono vere e proprie sorprese… Così l'unica cosa che desidero per la serata, è di passarla in totale relax, dato che è l'unica di questa settimana in cui non abbiamo impegni. Cenetta normalissima (per niente romantica…) e poi appollaiati sul divano davanti alla tv…

Ma torniamo all'evento principale di questa giornata… il controllo dalla dietologa!!! Dunque dunque… qui non ci si schioda più… più in là dei miei -14 sembra proprio che non riesca ad andarci. Lo so che ho ancora un margine di miglioramento nel senso che ci sono ancora piccoli sgarri che 'dovrei' eliminare, ma non sono sicura che giustifichino questo arresto totale. Come in tutte le cose ci vuole molta disciplina e tanta forza di volontà, ma chissà perché speravo che la palestra, il ballo potessero darmi una mano, povera illusa… Essendo ancora più di 10 kili al di sopra del mio peso forma… che tra parentesi ho toccato solo in un periodo della mia vita… pensavo e speravo di riuscire ancora a calare qualche kiletto… non tantissimi, ma altri cinque mi sarebbe piaciuto. Invece in queste settimane non faccio altro che combattere per il mantenimento di questo, alternando sgarri più o meno programmati a giornate di regime alimentare correttamente seguito. Mah, sentiremo cosa mi dice oggi la dottoressa, non credo che abbia molto da dire, mi dirà che devo cercare di fare a modo e che pensa che io sia in grado di calare ancora un po'… Non voglio nemmeno nascondermi dietro alla solita scusa che questo è un periodo particolare, in cui ho molto da lavorare, tanto stress, ecc… quali sono i periodi in cui non prevalgono queste circostanze??? E' tutta una questione di testa, ormai l'ho capito!!!

Che noia, che barba… scrivo sempre delle stesse cose, ogni tanto tiro fuori dal mio cilindro i miei argomenti 'forti' e riempio righe su righe di banalità e di 'tristezza'… portate pazienza, prometto che vi racconterò quello che mi dice la dottoressa e poi per un po' cercherò di non toccare più l'argomento...

Per tutti quelli che invece festeggiano questo giorno speciale...

BUON SAN VALENTINO!!!

martedì, febbraio 13, 2007

Sono sempre cose belle...

Noi abitiamo in un piccolo paesino, patria del lambrusco di Sorbara, ed anche se ultimamente hanno costruito nuovi quartieri 'dormitori', continua ad essere un paesino di campagna, e come tale, soprattutto di notte si ha la sensazione di essere immersi nel nulla. E' un po' quello che è accaduto stanotte… pioggia e vento hanno imperversato e la cosa più fastidiosa in assoluto è il vento che fa tremare tapparelle e cassonetti. Nonostante la stanchezza cronica, il vento mi ha svegliato verso le due e proprio quando stavo per riaddormentarmi salta su Max e mi dice… 'Stai dormendo?' Cosa volete che gli abbia risposto… 'No, sono sveglia…' ed in effetti a quel punto lo ero davvero. 'Non si può fare niente per queste vibrazioni???' (si riferiva al cassonetto…) 'prova a tirare su un po' la tapparella'. Io mi alzo, faccio la prova ma non cambia nulla, torno a letto e mi dico (tra me e me…) 'Sono così stanca che nonostante il vento riuscirò ad addormentarmi…'. Povera illusa!!! Occhi a palla ed il sonno non arriva poi… mi si accende la 'lampadina' (stile Vicky il vichingo) e dico 'Porta pazienza, faccio un tentativo'. Mi alzo, prendo un pezzo di giornale, la scaletta, salgo ed incastro il giornale ripiegato nell'interstizio che c'è tra l'asse che chiude il cassonetto ed quest'ultimo… me ne sto lì, in bilico sulla scaletta ad aspettare la prossima folata di vento… chissà se il mio stratagemma funziona… eccolo, sta arrivando e FUNZIONA!!! Sono una GRANDE!!! Soddisfatta e con cautela scendo dalla scala, la ripongo e me ne torno a letto. Ormai completamente sveglia ripiglio il libro e cerco di rimmetermi calma e dopo 3 minuti tondi tondi il mio amore incomincia a russare. Stamattina la sveglia ha suonato alle 6:40… io mi sono alzata, ho girato intorno al letto, l'ho spenta e me ne sono tornata a letto… per alzarmi poi alle 7:10!!! Potete immaginare che fatica è stata alzarsi, ha un bel da accendere la luce Max… più c'è luce, più io mi rannicchio stille tartaruga sotto il piumone!!!
Ma eccomi qua, pronta (???) per una nuova giornata, già catapultata nella baraonda post 'busta paga' che ci ha letteralmente investito ieri e che per qualche giorno mi sa sarà argomento principale di conversazione… Una botta tremenda e fino a qui me lo aspettavo, ma poi, a peggiorare la cosa, insieme alla busta paga abbiamo trovato un paio di moduli da compilare… quello per la destinazione del TFR e la 'Dichiarazione del lavoro dipendente'. Quest'ultimo è quello che sta suscitando più polemiche… è un foglio che abbiamo sempre compilato, nel quale ci sono tutte le indicazioni relative al dipendente, tipo figli a carico, ecc… ma questa volta ci sono anche delle novità… Si parla di rendite catastali e nessuno ha capito come bisogna compilarlo… La cosa buffa è che su questo foglietto si fa riferimento a note che dovrebbero aiutarne la compilazione… peccato che le note non sono state allegate!!! Stiamo letteralmente prendendo d'assalto l'ufficio personale, composto da due 'stordite' che si stanno arrampicando sugli specchi dicendo che tali informazioni non sono in loro possesso… Mah… non so se si rendono conto di quanto possiamo essere rompicoglioni quando siamo incattiviti… ed ora tra le buste ridotte e il SAIE, non c'è proprio verso, non ci tiene più nessuno!!!

lunedì, febbraio 12, 2007

Goodnight nobody

For Kate Klein, a semi-accidental mother of three, suburbia's been full of unpleasant surprises. Her once-loving husband is hardly ever home. The supermommies on the playground routinely snub her. Her days are spent carpooling, and at night, most of her orgasms are of the do-it-yourself variety.
When a fellow mother is murdered, Kate finds that the unsolved mystery is one of the most interesting things to happen in Upchurch. She launches an unofficial investigation with the help of her hilarious best friend, carpet heiress Janie Segal, and Evan McKenna, a former flame she thought she'd left behind in New York City.
As the search for the killer progresses, Kate is drawn deeper into the murdered woman's double life. She discovers the secrets and lies behind Upchurch's placid picket-fence facade — and the choices and compromises all modern women make as they navigate between independence and obligation, small towns and big cities, being a mother and having a life of one's own.
Engrossing, suspenseful, and laugh-out-loud funny, Goodnight Nobody is another unputdownable, timely tale; an insightful mystery with a great heart and a narrator you'll never forget.


Questo weekend ho finalmente finito il mio primo libro in inglese dell'anno… non vi dico quando l'ho iniziato, vi basti sapere che era il 2006. Lo avevo poi un po' accantonato, per poi riprenderlo ultimamente dato che il viaggio nell'inferno che sto facendo con lo 'Stagno di fuoco' mi sta davvero stufando!!! Di questa autrice avevo già letto 'Brava a letto', prestatomi da Silvia e lo avevo trovato divertente (non esilarante come la kinsella, ma piacevole). Anche questo non è stato male, sono riuscita a leggerlo abbastanza bene nonostante il mio pessimo inglese…

Bones - fine prima serie

Un pizzico di thriller, condito da una certa dose di mistero, caratterizza la serie Bones, che vede come coprotagonista l'affascinante trentasettenne David Boreanaz, salito alle luci della ribalta grazie al telefilm Angel.La serie è ispirata ai libri dell'antropologa forense Kathy Reichs: nel telefilm l'alter ego di quest'ultima, Temperance Brennan (detta Bones, cioè Ossa), è interpretata da Emily Deschanel, mentre David Boreanaz è l'agente speciale dell'FBI Seely Booth.I due risolvono casi di omicidio partendo dall'analisi degli scheletri delle vittime e presto l'affiatamento sul lavoro si trasforma in un sentimento più profondo...

Sabato sera si è conclusa la prima serie di questo telefilm… la particolarità di questa dottoressa, competente e sempre molto severa con se stessa e con quelli che le stanno intorno, la rende simpatica e ci si aspetta da un momento all'altro che si lasci un po' andare. Nell'ultima puntata della serie questo è in parte successo, la scoperta del cadavere di sua madre scomparsa nel 1991, ha portato alla luce una parte della sua vita passata, rendendola 'umana' e 'fragile'. Temperance ha così scoperto che il suo vero nome è Joy, che i suoi genitori erano in realtà dei rapinatori che hanno deciso di cambiare nome per potersi staccare dalla loro banda e che poi sono scomparsi per motivi che ancora non sono stati del tutto chiariti. La madre è stata uccisa e forse è stato uno della banda… ma che fine ha fatto suo padre??? Le lascia un messaggio in segreteria in cui la prega di non cercarlo, ma sono certa che tale desiderio non verrà rispettato. In questa occasione conosciamo anche il fratello, con cui finalmente riesce a ristabilire un rapporto… Insomma, 'dottoressa delle ossa', torna presto, ti aspettiamo!!!

Miami Vice

I detectives Sonny Crockett e Ricardo Tubbs sono chiamati a investigare in incognito su un traffico di droga che vede coinvolta un'impresa criminale multinazionale alla cui presidenza siede la bella Isabelle, una donna d'affari di origine cubano/cinese.

Premetto che da piccola non ho seguito molto questo telefilm, e forse proprio per questo non mi sono fatta prendere dalla nostalgia guardando questo film… Mi aspettavo qualcosa di diverso, non mi è piaciuto particolarmente, alcune parti sono risultate un po' confuse, cosa forse dovuta all'utilizzo della cinepresa a mano (che tra l'altro mi fa girare la testa…). Bella la fotografia, alcune scene dall'alto sono veramente meravigliose…

Un sabato da fidanzatini...

Anche se poi alla fine abbiamo deciso di non andare a mangiarci la fiorentina come avevamo progettato… abbiamo trascorso un sabato molto piacevole, cominciando da un po' di shopping al mattino… Un po' in ritardo (ormai i saldi sono quasi finiti), siamo andati a fare un giro al Gymnasium Store… uno spaccio di abbigliamento sportivo e non solo che si trova a Mirandola. L'ultima volta che c'ero stata, lavoravamo ancora in Corob e quindi sono passatai più di 5 anni… Nel frattempo è diventato un vero e proprio negozio, con veramente un sacco di cose e quindi sento proprio di consigliarvelo se siete nei paraggi… Abbiamo rimpinguato il nostro guardaroba sportivo, dato che stiamo diventando degli animali da palestra e udite udite… mi sono comprata il mio primo paio di pantaloni a vita bassa!!! Lo so che state sorridendo… ormai vanno di moda da un tot di anni ma non ho mai pensato di potermele permettere, con tutta quella ciccina che trasborda… ed anche se ancora adesso la ciccina continua ad esserci, questa volta ho ceduto alla tentazione… Dato che le ho sfoggiate subito sabato sera, adesso posso dire che non sono poi quella gran comodità… ma credo di potermici abituare!!! :-D


Continuando la giornata, questa è passata in assoluto relax e poi ho iniziato a farmi bella per la serata… o meglio ho tentato di farmi bella!!! Il mio tatone mi ha portato a cena al Parco Argentino a Casinalbo (sulla Giardini),
http://www.complessogreenpark.it/z_campoargentino/campoargentino.htm, dove l'ultima volta che ci siamo stati ho combinato quel guaio (vi ricordate che sono svenuta???). Beh, questa volta è andata molto meglio, non c'era così caldo, ho cercato di bere meno sangria e insomma abbiamo mangiato bene come al solito… Una volta usciti, Max mi ha proposto un cinemino, per completare una vera e propria serata da fidanzatini. Arrivati al Raffaello ci sono rimasta malissimo… c'era una marea di gente… il parcheggio era stracolmo e mancava ancora una mezz'oretta all'inizio delle seconde visioni… Da queste piccole cose si vede proprio che sto invecchiando, il mondo, come dice ROLAND è andato avanti… Comunque alla fine ce l'abbiamo fatta e dato che la nostra storia è iniziata con un film di Verdone (Perdiamoci di vista), cosa c'era di meglio che confermare i 13 anni con un film in cui almeno uno dei protagonisti era appunto Verdone??? Come avrete già capito siamo andati a vedere 'Manuale d'amore 2'. Tra i quattro episodi, quello che ho preferito è stato il primo. Anche se non sono mai stata una fan della Bellucci, il ragazzotto Scamarcio lo trovo intrigante, forse ancora immaturo come attore, ma promettente. In generale comunque il film è stato carino, e porta riflessioni anche abbastanza amare sui rapporti che si possono instaurare all'interno di una coppia.


Il primo episodio - L' Eros - ha per protagonista Nicola, un affascinante ragazzo sui 25 anni travolto da una passione viscerale per Lucia che diventa una vera e propria ossessione erotica: il suo sogno proibito, il suo desiderio inconfessabile. Il secondo episodio - La Maternità - è la tragicomica odissea di Franco e Manuela, una giovane coppia che per avere un figlio è costretta a ricorrere alla fecondazione assistita. Protagonisti del terzo episodio – Il matrimonio - sono Fosco e Filippo, una giovane coppia gay che matura la decisione di sposarsi in Spagna. L'ultimo episodio - L' amore estremo - ha per protagonista Ernesto, un uomo di cinquanta anni con una moglie rassegnata, una figlia burina e una vita noiosa. Ma a sconvolgere la routine arriva Cecilia, ventotto anni, un ciclone di vitalità e bellezza.


Così si è conclusa la nostra serata, forse dovremmo farlo un po' più spesso, ma essendo sempre fuori casa, quando si arriva al weekend, la voglia di starsene in casa, di godersela questa casa… è tanta!!! Forse questa cosa ci invecchia un po', ma io mi ricordo ancora molto bene, quanto desideravamo un nido tutto nostro e adesso che ce l'abbiamo, non lo cambierei per niente al mondo.

venerdì, febbraio 09, 2007

13 ANNI

l' 11 Febbraio... fanno 13 anni
(che mi sopporta...)

AUGURONI TATONE !!!

giovedì, febbraio 08, 2007

Pensieri malvagi...

Adesso vi racconto a cosa sto pensando in questa giornata… che come tante ultimamente dire che è insopportabile è dire poco… Me ne stavo qui a guardare la mia facciata con montanti e traversi che devono essere inseriti nelle maniere più strane possibili… quando uno dei ragazzi dell'assistenza per l'ennesima volta è arrivato in ufficio e dice ad Antonio 'OH, la cosa che mi hai dato stamattina… non va un c…!!!!' e poi 'Alza quel culo dalla sedia e vieni a vedere!!!!' Io me ne stavo lì e dato che è un'abitudine trattarsi in questo modo (premetto che per il momento non si attentano a dirmi certe cose… ma il tono comunque è quello!!!) e pensavo… ma una bella pistola… con silenziatore da utilizzare per eliminare tutti i coglioni!!! Poi la mia mente perversa si è messa a pensare… Beh, la pistola va bene, ma poi si sporca tutto il pavimento, facciamo che la pistola spari delle piccole fialette con veleno letale ed istantaneo… Il tipo in questione cade a terra e l'unica cosa che rimane da fare è tirarlo per un braccio fino all'ascensore e scaricarlo nel sotterraneo…

In men che non si dica, in questo ufficio ci sarebbe molto più spazio e silenzio, insomma la pace in terra!!! Dite che ormai sono arrivata alla frutta??? Potete dirlo forte!!!!!!!!!!! Quest'anno non andiamo per niente bene con questo SAIE… ma una perdita accidentale di gas che faccia esplodere tutto il baraccone la notte prima dell'inizio della fiera???? Gli incidenti purtroppo capitano…

Sì, sono davvero avvilita, mi alzo in questo stato alla mattina, mi trascino qui al lavoro a capo chino pronta a prendere l'ennesima stangata, passo tutto il giorno con l'umore più nero, sola come un cane, con tutti pronti a dare ordini, ed a fare il minimo indispensabile, e quando torno a casa sono già preoccupata per il giorno dopo!!!

Posso farci qualcosa??? Beh, a parte l'idea della pistola non mi è venuto in mente nulla… stamattina al cospetto del mio capo progetto e del grande capo… li guardavo e mi veniva da pensare che le loro teste non le vorrebbe manco un maiale!!!

mercoledì, febbraio 07, 2007

Desperate Housewives - fine seconda serie

Dunque dunque… facciamo un piccolo riassunto di come è terminata la seconda serie.

Come al solito ci lasciano con le storie tutte a metà… ma forse la cosa che si potevano certo evitare è quella di lasciarci in sospeso sulle sorti di Mike Delfino...


Ma andiamo con ordine...

Bree, che si era fatta ricoverare di sua spontanea volontà, per curarsi dopo la dpressione dovuta all'abbandono del figlio… riesce a scappare per soccorrere la figlia che era scappata con Matthew Applewhite (reale responsabile della morte della sua ex ragazza di cui era stato incolpato il fratello ritardato). Li trova entrambi a casa sua, mentre cercano soldi e viveri per la loro fuga, ed alla comparsa i Bree, Matthew sfodera la pistola puntandola contro la donna, nonostante le grida della figlia. Ma la polizia è stata già avvertita ed il ragazzo viene ucciso da un cecchino. L'ultima scena che riguarda Bree, la vede impegnata con Orson Hodge, conosciuto in clinica (lui era in visita…). Chissà forse nascerà qualcosa tra questi due… ma l'ex Twin Peaks non me la racconta giusta!!!

Betti Applewhite, dopo la morte di matthew si trasferisce con l'altro figlio…

Paul Young è ancora in prigione e chiede aiuto a Zack, esigendo che il ragazzo chieda al suo vero nonno i soldi necessari per pagare l'avvocato… Il nonno, non solo non gli vuole dare i soldi, ma lo incolpa anche di essere un debole e di non essere degno di diventare il suo erade… ed a queste ingiurie, il 'disturbato' Zack reagisce staccandogli il respiratore che lo teneva in vita. Una volta diventato ricco… Zack sembra volersi disfare anche del padre...

Carlos Solis è preso da una intensa passione nei confronti della sua cameriera che porta in grembo suo figlio, ma Gabrielle lo scopre e lo caccia di casa, trattenendo però la cameriera, decisa a trattarla come una schiava fino alla nascita del suo bambino.

Lynette Scavo scopre che suo marito Tom, ha un'altra figlia di cui è venuto a conoscenza da poco, ma purtroppo il problema non è tanto la figlia, quanto la madre che ha intenzione di approfittarsi il più possibile di questa situazione. Con il denaro che gli Scavo le hanno dato, si è comprata un'abitazione nei pressi della loro casa, un primo minaccioso passo verso una situazione che prevedo sarà insostenibile!!!

E poi veniamo a Susan Meyer, la più sfasciata di tutte ed anche la mia preferita… Dopo che Edie le ha dato fuoco alla casa per vendicarsi della relazione che Susan aveva riallacciato con il suo ex-marito, convinta che tra lui ed Edie fosse finita… vive in un camper con la figlia. Quando Carl (il suo ex-marito) scopre che Mike (il nuovo amore di Susan) le ha comprato un anello, lui le compra una casa, ma a Susan non interessa questo dono come riconciliazione, la sua storia con Carl è chiusa e quello che vuole è ricominciare con Mike. Organizza quindi una cenetta super romantica, ma Mike non arriva perché investito da Orson… Fa un volo pazzesco e purtroppo non ci è dato sapere che fine farà… :-( Ma perché Orson lo ha investito??? Orson forse ha conosciuto Mike quando questo era in prigione???

Non ci si può credere...

Chi è che conosce il luogo più vicino per farsi benedire??? Nel vero senso della parola… Urge un'azione divina per allontanare la sfortuna… Ieri sera Max ha fatto un altro ciocco in macchina, distruggendo un'altra volta il povero musetto dell'Alfa. Anche in questo caso non è stata colpa sua e per fortuna non si è fatto nulla, ma sono passati SOLO 4 mesi dall'ultima volta, mi sembra davvero che sia troppo presto… Tra l'altro capitano sempre macchinine piccole e poco robuste, questa volta il signore anziano che non ha rispettato il dare la precedenza guidava un Range Rover (che per inciso riporta solo qualche piccolo graffietto sulla portiera… mentre Max girava con la targa in mano…). Il nostro meccanico di fiducia (posseduto di Correggio che consiglio a tutti perché è pazzo come un cavallo ma molto bravo!!!), quando ci ha visto, non oso pensare cosa abbia pensato. Al di là del fatto che è il suo mestiere ed aggiustare macchine di utenti che 'hanno ragione' gli può far solo piacere, c'è da dire che Max ha ancora la pratica aperta per l'incidente scorso e quindi, non credo che si aspettasse di rivederci così presto per un altro incidente…

Comunque ieri sera, come al solito, quando mi ha telefonato, mi ha preso la mia solita tremarella… e nel raggiungerlo a San Martino in Rio, mi sono chiesta parecchie volte come faccia a fare quelle stradine di campagna buie, strette e con curve a gomito ogni 50 metri… Secondo me è una stradina che va bene in estate, ma in inverno io non la farei mai!!! Poi, mettiamoci che piovigginava, e c'era un po' di foschia… e la preoccupazione… mi sembrava di non arrivare mai…

Questa volta il meccanico ci ha dato la macchina di cortesia e quindi non sono a piedi… peccato che questa sia quasi secca e guarda caso c'è lo sciopero dei benzinai… insomma, ci sarebbe quasi da sorridere… a pensare a quanto le cose si ingarbuglino velocemente… bastano davvero pochi secondi!!!

lunedì, febbraio 05, 2007

I sogni ricorrenti ed i Lunedì maledetti…

Beh, effettivamente questo lunedì non parte proprio alla grande, sono intontita, un po' triste, un po' stanca, un po' nauseata, un po'… tutto. Sarà perché è lunedì, ma forse anche perché i sogni brutti sono gli unici che mi ricordo sempre e quando si trattano di sogni 'ricursivi', ogni volta rimango un po' perplessa… Ebbene sì, stamattina era giunto il momento di fare l'ennesimo sogno 'Corobiano' ed il bello è che sono sempre tutti brutti ma sempre diversi, una vera goduria. In questo sembrava che ci fossimo tutti noi ex-Corob, visualizzo Max, Vanni e Davide… ma forse c'era anche Alberto ed eravamo stati convocati perché ogn'uno di noi scrivesse una lettera all'ex-direttore (che sembrava esserlo ancora in questa situazione!), esprimendo tutto il nostro malcontento. E qui sono riafforate tutte le amarezze, tutti i rimpianti, tutta la voglia di ritrovare il mio vecchio lavoro, e sbarazzarmi fisicamente di quelle persone che mi hanno fatto arrendere. Alla fine questa lettera l'ho scritta, ma, anche in questa occasione non sono riuscita a scriverala come si doveva… e piangevo, piangevo come una fontana, lacrime amare di concetti non espressi ripieni di quella brutta sensazione di non essere stata in grado di spiegarmi come avrei dovuto.
Uhm… bei sogni, vero??? Come sempre, quando mi capitano questi eventi, so benissimo cosa significano, non ci vuole certo Freud per capirlo… sono il risultato di un rapporto non chiuso, di cose lasciate a metà proprio per una mia mancanza forse di coraggio o forse soltanto la mia totale assenza nel sapersi comportare correttamente.
Lasciando stare gli incubi mattutini di una 'malata di mente'… il resto del weekend è andato bene, a parte gli sgarri alimentari molteplici e ripetitivi… La mia bilancia, giustamente, è stata impietosa stamattina, ma ho deciso di segnare il peso di domani, per oggi lasciamo stare… Ieri dai suoceri la trippa era buonissima, l'atmosfera molto meno… c'era un'atmosfera da sclerosi all'ennesima potenza che conosco fin troppo bene. Sol prima che arrivassimo era successa una 'tragedia': la mamma di Max si è spaventata a morte perché non è riuscita ad aprire la porta di casa utilizzando la maniglia… Diciamo che si è rotto l'ingranaggio che collega questa maniglia con lo scrocco… ma con la chiave non c'è nessun problema, la porta si apre e si chiude perfettamente… Uniteci anche che il sabato sera avevano avuto una serata impegnativa e quindi erando andati a letto tardi ed il gioco è fatto… Io so benissimo, che quando sono in questo stato emotivo, la cosa migliore da fare è essere accondiscendenti, e lasciarli scuocere nel loro brodo… ma purtroppo ci sono persone che non conoscono queste regole minimali di sopravvivenza e la Federica ha contraddetto la mamma di Max per tutto il tempo… Mah, certe cose non le capirò mai, ma sicuramente questa troppa confidenza in alcune circostanze è deleteria… Comunque, dopo pranzo ci siamo subito spostati a casa del fratello di Max, dove abbiamo fornito qualche dritta per la loro imminente visita di Parigi. E' la loro prima volta ed in quattro giorni vorrebbero vedere le cose più 'importanti'… Noi ce l'abbiamo messa tutta per fare una scaletta il più completa possibile, sempre tenendo conto del poco tempo a loro disposizione e, se saranno bravi, alla fine forse riusciranno a vedere la metà delle cose che abbiamo segnato!!!
Poi vabbè, una volta tornati a casa, la nota dolente… mi aspettava la mia cara stirella, implacabile come sempre e sempre pronta a deliziarmi le domeniche pomeriggio!!!

La casa sul lago del tempo

Kate (Sandra Bullock) e Alex (Keanu Reeves) vivono nella stessa casa ma non si sono mai visti. L’unica via che hanno per comunicare è la cassetta della lettere, che veicola la loro relazione epistolare. Tutto ciò sarebbe impossibile se non vivessero in spazi temporali differenti. Kate nel 2006, Alex nel 2004.Ispirato a un film coreano del 1998 (Il mare) l'opera di Alejandro Agresti è una commedia sentimentale al limite del metafisico, che analizza la ricerca dell’amore angelicato, conservandone l’aspetto terreno benché temporalmente non allineato. Per procedere alla visione non bisogna assolutamente verificare i rapporti causa-effetto fra passato e futuro (il presente non esiste), per non rischiare di perdere di vista il significato più profondo della storia. Allo spettatore viene chiesto, quindi, di non credere, per poter credere (in questo caso) a quell’amore che nella vita si presenta una volta sola in un tempo ben definito, e che si deve essere capaci di non lasciare andare. Il regista, che prosegue il discorso sugli "amori a distanza" iniziato in Tutto il bene del mondo (in quel caso la lontananza era spaziale), descrive la storia asservendosi ai due protagonisti e alla logica sentimentale hollywoodiana. Pur mantenendo una modalità espressiva epistolare, Agresti riempie però gli spazi con una logica patinata da videoclip che a volte finisce per infastidire. Le belle facce di Reeves e della Bullock, sufficientemente segnate per manifestare il disagio esistenziale dei protagonisti, guidano la storia, invece di conferirle valore, la livellano, la appiattiscono, facendo credere che l’amore esiste perché esiste S.Valentino. La casa sul lago del tempo è un’occasione persa, un’idea male intesa, che però vale la pena di vedere; soprattutto se si crede che un rimorso sia meglio di un rimpianto e che per giudicare si debba vivere. E, se si parla di cinema, osservare.

Ho scelto questa recensione, perché non volevo che tutto l'intervento su questo film fosse mieloso e sentimentale. Questo è uno dei miei 'filmini' (come li definisce Max), uno di quelli che guardo dall'inizio alla fine accoccolata sul divano, col cuscino stretto in grembo, sperando fino all'ultimo che la storia finisca bene e non mi faccia piangere. Non ne vediamo tanti di film di questo tipo (e voi direte per fortuna…) ma ogni tanto Max mi accontenta e ieri sera ci siamo sparati questo mattoncello super romantico, con due dei miei attori preferiti che si sono rincorsi, nel tempo, per tutta la durata del film… E' stato bellissimo, super romantico e mieloso da carie multiple… ma alla fine mi è rimasto il mio solito sorriso da ebete stampato in faccia, perché è bello ogni tanto sognare e poter sperare che esistano storie d'amore che sono più forti di ogni ostacolo…

venerdì, febbraio 02, 2007

Che dire...

Era un po' che non vi stressavo con i miei dolori post-palestra… ma stamattina come faccio a dimenticare il dolore acuto che mi assilla gambe, ginocchia, cosce, schiena e braccia???? Vi domanderete… 'Ma allora cosa non ti fa male?'… Beh, tante parti del corpo… ad esempio non mi fanno male le due ditina che sto usando per scrivere sulla tastiera, non fa male la punta del naso, e nemmeno le dita dei piedi… Quindi mi posso ritenere fortunata… Peccato che le altre parti esigano più attenzioni, anche stare seduta è una vera agonia… Ieri sera, come al solito la 'posseduta' ha esagerato. 'Prendete il bilancere che stasera lavoriamo che con le gambine'… Beh, il bilancere non l'ho preso, ho preso quell'altra asta che non so come si chiama… ma è risultato faticoso lo stesso… una serie infinita di squat di tutti i tipi e in tutte le salse e poi ha toccato l'apice quando ha esclamato: 'Ragazze prendete una pizza!'. Io mi sono guardata intorno, ho pensato, forse ho capito male, forse vuole che prendiamo una 'pinza' (potrebbe chiamarsi così quell'atrezzo che si usa per gambe e braccia formato da due ali con una molla in mezzo!). Come me altre ragazze erano un po' perplesse, poi qualcuna si è mossa verso la rastrelliera dove si trovano i pesi per i bilanceri… ed io ho seguito la massa. Dicesi 'pizza' uno di quei dischetti, e per fortuna c'era da prendere quello più leggero che abbiamo 'giustamente' posizionato sui cuscinetti e sull'interno coscia… Stupida io che non ci ho pensato immediatamente… per non parlare poi di posizionarlo sul petto per fare gli addominali… Ed io che ho sempre pensato che la pizza fosse quella cosa buonissima che mangerei praticamente tutti i gironi!!! Poi dicono che lo sport non arricchisce la mente… sto imparando un sacco di cose con questi corsi!!! ;-)
A parte questo… ahia che dolore… oggi, se non sbaglio, dovrebbe anche essere Venerdì, è appena arrivato un mio caro collega in ufficio, reduce da tre settimane di trasferta all'estero che mi ha candidamente detto che tutte le volte che apriva il modulo facciate del programma mi augurava un 'caghetto'. Non ho avuto la forza di dirgli niente, tanto so che Dio c'è e vede tutto e sa benissimo che il caghetto non me lo merito per questo (magari per altri motivi sì…), in fondo qui io faccio solo ed unicamente quello che mi dicono di fare (dato che la libertà di espressione è un lusso che non ci si può permettere) e se questo povero modulo non è soddisfacente, non è certo per colpa mia… Comunque fa sempre piacere essere apprezzate, e la voglia di spegenre il pc, prendere la macchinina e tornarmente immediatamente nel mio lettone (che potrebbe essere ancora tiepido…) sembra un'idea molto allettante.
Cosa mi aspetta questo weekend??? Beh, stasera spero di avere la forza necessaria per fare le pulizie, in modo da liberarmi il sabato e poi l'unico impegno è la trippa di domenica a mezzogiorno. Il MUST di questo fine settimana è RIPOSO!!!

Fabio De Luigi - Il bar sotto il mare

Fabio De Luigi
Il Bar sotto il mare
di Stefano Benni
regia GIORGIO GALLIONE

Un narratore show man che evoca storie surreali, racconti incredibili di storie metropolitane, deliranti vicende in cui i personaggi rivivono e ripensano al loro percorso, prigionieri di un sogno, in un bastimento sottomarino. Tutto può accadere nel bar sotto il mare: sirene, marinai, strani individui, personaggi delle fiabe si trovano a convivere in un’atmosfera magica e fatata. Uno spettacolo affascinante e poetico, nato dalla fantasia del grande Stefano Benni ed interpretato da uno dei talenti comici più apprezzati dai giovani di oggi.

Mi aspettavo uno spettacolo frizzante, ironico ed intelligente… e non sono rimasta delusa. Unendo la straordinaria originalità di Stefano Benni ad un imprevedibile e poliedrico talento come quello di Fabio De Luigi, il risultato non poteva essere che spumeggiante e coinvolgente. Abbiamo trascorso un'oretta e mezzo senza battere ciglio, seguendo il lungo monologo ininterrotto di Fabio che si è districato perfettamente in un testo per niente facile… Sempre in movimento sul palco, non è stato fermo un attimo, giocando sulla sua espressività per interpretare al meglio tutti i personaggi raccontati. Credo di parlare in nome di molti di quelli presenti in sala, dicendo che saremmo stati ad ascoltarlo ancora per un'altra oretta, ma mi rendo conto dell'impegno che ci vuole per rimanere in scena sciorinando battute per un'ora e mezza!!! Insomma una conferma!!!

giovedì, febbraio 01, 2007

Gennaio finito...

Ridendo e scherzando (mica tanto…), il 'mio' mese più lungo dell'anno se n'è andato!!! Immergiamoci dunque nel nuovo mese, il mese del carnevale, in cui 'ogni scherzo vale'… Diciamo che questo evento è sentito dalla sottoscritta in modo inversamente proporzionale al Natale… Non lo sopporto proprio il carnevale!!! Non mi è mai paciuto, nemmeno da piccola… Ho sempre odiato andare in giro con un travestimento di qualsiasi tipo esso sia, cercando di schivare la schiuma che da sempre ho odiato… L'unica cosa che salvo di questo evento sono i dolci: adoro i tortellini dolci e le chiacchiere (o come le chiama la mia mamma… le frappe). Dopo la scorpacciata di tortellini della settimana scorsa, ho già messo in croce la mamma per le frappe, ma ieri mi ha detto che ha ripreso le castagne e la marmellata e quindi c'è persino la speranza di avere un'altra fase di tortellini :-D Vi starete chiedendo come si sposino queste golosità con la mia dieta e la risposta è che non si sposano affatto, li faccio sposare io!!! Nel senso che invece di godermeli alla fine di un pasto, cerco di mangiarne qualcuno a colazione al posto delle solite fette biscottate ed anche se so benissimo che non è la stessa cosa, secondo me a guardarci bene non sono tantissime calorie in più. Il bello è solo riuscire a resistere nel dopo cena alla loro presenza inquietante sul tavolo della cucina… quelle sono veramente belle miserie!!!
Purtroppo però si avvicina anche il controllo dalla dietologa ed anche questo mese non sono stata tanto brava o almeno… io credevo di non essere stata malvagia, ma la mia bilancia non ne vuole proprio sapere, se poi ci mettiamo che nei prossimi due weekend dovrei avere sgarri all'inverosimile, non andiamo per niente bene… Chissà forse, non riesco a mangiare meno di così, non riesco a ridurre il mio regime alimentare, cosa forse necessaria per ricominciare a calare… Il picco più basso l'ho registrato una mattina il cui risveglio è stato all'insegna del brontolio di stomaco… Non credo che si debba arrivare a questo per continuare a calare, altrimenti sono finita!!! Il mio alien personale deve stare zitto per la maggior parte del giorno, altrimenti è davvero finita!!! Come faccio a lavorare, arrabbiarmi, andare in palestra, fare le piroette con l'alien che si lamenta… e impossibile!!!
Comunque a proposito di piroette, oggi sono arrivata a lavorare molto presto, dopo aver fatto tutto di corsa… perché il tato è andato a portare l'alfa dal meccanico per il tagliando, poi stasera ci catapultiamo in palestra e dopo a teatro… Beh, tanto per non perdere l'abitudine e stare belli tonici… Adesso è meglio che mi metta al lavoro… buona ronfata a tutti… ops… volevo dire buon lavoro a tutti!!!