mercoledì, gennaio 31, 2007

Nebbia...

Cosa volete che ci sia in Val Padana??? Ma la nebbia no??? Bella fitta e compatta che alle 7:30 non vuole lasciare spazio alla luce del giorno ed i lampioni per strada se ne accorgono facendo timidi tentativi di spegnimento per poi riaccendersi… Stamattina, nella mia bellezza di 10 km ho fatto la collezione completa degli imbranati, partendo dalla signorina con la macchinina nuova che non riusciva ad entrare in un passo di un bar, al camioncino con i fanali spenti che faceva i 20 per finire con il signore che si rifiutava di sorpassare un motorino… E' chiaro che bisogna essere prudenti con la nebbia, ma c'è una sottile differenza tra l'essere prudenti e il diventare imbranati!!! Beh, ora che me ne sto qui, nella 'tranquillità' del mio ufficio, diciamo che sto aspettando che scoppi una bomba… Ieri sera ho avuto l'ardire di dare un mio parere su una cosa di lavoro e certamente mi sono guadagnata le ire del mio capo progetto… Lo sanno tutti che le idee del capo non si discutono, anche se sono stupide ed insulse, ma io no, questa cosa proprio non mi vuole entrare in testa. E dato che conosco i miei polli, so che è molto vendicativo e quindi mi aspetto le peggiori ritorsioni. Pazienza, che ci devo fare, volevo capire perché avesse preso una decisione così discutibile ed alla fine l'ho capito… qui gira che il gruppo è diviso in due parti: il mio programma che è di vera e propria progettazione del serramento (quasi un cad) ed una parte di gestione dati che si occupa più che altro di stivare le informazioni in un database. Il must è che il secondo gruppo, formato da due persone, debba SEMPRE fare il meno possibile e la MINOR fatica possibile… se poi il resto del gruppo deve fare le capriole per scrivere le informazioni su questo database (proprio perché la struttura non ci aiuta…) poco importa. Anche in questo caso, l'idea è nata dall'esigenza di far fare pochissime operazioni agli uomini DATABASE e farne fare una infinità al gruppo progettazione… Capita questa cosa, adesso sono felice, l'importante è sempre essere coerenti con se stessi ed il mio capo progetto lo è… Sintetizza la capacità fatta persona di 'apparire' sempre molto impegnato e preso dal lavoro, anche quando sta scaricando il mondo da internet e gli altri ci mettono 10 minuti per aprire la pagina di Repubblica… Storia vecchia che ormai non fa neppure più notizia, solo ogni tanto ci si ride un po' in ufficio, perché capitano scenette abbastanza divertenti… Vi racconto questa che è successa qualche giorno fa… Hanno acquistato un masterizzatore in grado anche di stampare sui cd… alta definizione, è costato un sacco di soldi… a cosa serve??? Boh, i cd li facciamo stampare da un'azienda grafica e internamente non facciamo altro che masterizzarli… A conti fatti sarebbe una spesa esorbitante fare tutto internamente… ma chi è che ha voluto il 'bilino' nuovo??? Beh, non sto nemmeno a dirvelo… fatto sta che qualche sera fa, un altro collega, l'invidioso dell'ufficio che vorrebbe sempre le tecnologie più all'avanguardia (e per questo motivo arriva sempre per ultimo!!!) chiede al mio capo progetto come mai abbiamo comprato l'oggetto in questione e questo gli risponde arrampicandosi sugli specchi, che dovrebbe servire per fare i cd demo (quei 10 all'anno???). Ascoltando questa conversazione ci siamo sganasciati dalle risate… noi lo sappiamo il VERO utilizzo di questo oggetto… sai che lavoretti professionali si possono fare!!! Vuoi mettere… ihihih… Beh, sì non ci resta che ridere, perché la fase di sorpresa e disprezzo iniziale è passata da quel bel pezzo, quelle regole basilari che dovrebbero tutelare l'utilizzo indiscriminato delle risorse aziendali sono (forse!!!) passate di moda…
Diciamo che, se da una parte mi fa piacere che ci sia questo tipo di libertà, dall'altra mi preoccupa che ci siano persone che se ne approfittano, perché sono rubinetti che si possono chiudere all'improvviso e poi sono dolori… perdere piccoli privilegi non fa mai piacere, soprattutto per colpa di poche persone… come al solito ci vorrebbe quella strana dote che si chiama 'USTA'!!!
Ma va bene… 'tiriamo innanzi'… cerchiamo di nuotare il meglio possibile in questa giornata ovattata di nebbia persistente, sia fisica che mentale e poi si vedrà… Se ho capito bene le intenzioni di Max, stasera dovremmo dedicarci alla nostra serata di lettura (saltata a causa della riunione condominiale). Mi sono data un obiettivo, leggere almeno 100 pagine a settimana, altrimenti il librino 'infernale' (etichettato in questo modo perché mi sembra di essere di nuovo nell'inferno dantesco…) non lo finisco mai più!!!

Nessun commento: