martedì, ottobre 31, 2006

Buona festa delle streghe...

Image Hosted by ImageShack.us

La giornata è cominciata in salita, e purtroppo lo sapevo già da ieri sera che sarebbe stata così… Alle ore 17:30 ieri sera il mio capo progetto mi si è avvicinato con fare furtivo per dirmi un paio di cosette, ma senza ombra di dubbio la più grave è che vorrebbe che portassi 'alcune' modifiche fatte quasi un anno fa (e non ancora uscite!!!) nella versione che vorrebbe rilasciare tra una quindicina di giorni. Detta così so che non sembra niente di drammatico, ma se si considera che queste modifiche sono sparse per un numero non ben precisato di sorgenti, che si trovano mischiate e mille altre modifiche che non devono essere riportate e che quindi si tratterà di cercare di fare una cosa MOLTO manuale ed anche pericolasa (a livello di bug che si possono involontariamente inserire)… potete immaginare il mio stato d'animo.
Quindi stamattina mi ci sono messa d'impegno ma poi sono stata immediatamente interrotta dall'ordine di installare il Service pack di Visula Studio… che ci sta impiegando veramente una vita!!! Pazienza, sì ci vuole veramente molta pazienza oggi, bisogna tentare di non innervosirsi e di vedere se riesco ad accontentare l'ennesima richiesta insulsa che deriva da persone che non hanno la più pallida idea di dove vogliono andare ed arrivare. Mi fa un po' d tristezza questa cosa, più passa il tempo e più mi rendo conto che quelli che lavorano di più sono sempre quelli che ci rimettono. Cosa serve fare tutte le modifiche che ti vengono richieste se poi rimangono nel cassetto per mesi… se non per anni??? Poi, vorrei proprio capirne il motivo, sembra quasi che ci sia timore nel proporre cose nuove… allora ditelo, facciamo solo della manutenzione e non se ne parla più… ma finiamola di rompere le scatole ai poveri programmatori sballottando le modifiche da una parte all'altra senza ritegno...
Beh, dopo questo sfogo, che come tutte le lamentele sul luogo di lavoro, sono completamente inutili… parliamo un po' di questa festa di Hallowen e soprattutto del fatto che oggi è come se fosse venerdì, con la differenza che dopo il sabato non ci sarà purtroppo anche la domenica. D'altronde era impensabile prendersi un mega ponte di due giorni, qui non me lo avrebbero mai consentito… ma anche fare questo piccolo stacco è già una bella cosa. Dato che poi ieri sera sono stata così brava da aver stirato tutto… stasera potrò godermi l'assoluto riposo anche se purtroppo il mio tatone non ci sarà, impegnato in una ennesima cena con i colleghi. Detto così sembra che ne abbia una tutte le settimane… ed invece la verità è che si contano sulle dita di una mano le serate che passa fuori casa senza di me nell'arco dell'anno… quindi non mi posso certo lamentare, ma si sa alle cose belle ci si abitua alla svelta ed averlo seduto al mio fianco sul divanone è una di quelle sane abitudini che mi piacciono davvero tanto. Beh, comunque adesso vi posso raccontare in breve (si fa per dire) come sarà la mia seratina delle streghe...
Dopo il lavoro mi catapulto in palestra, questa volta con la mia macchinina e lì penso di fare la lezione di Step Tone dalle 18:30 alle 19:30… poi mega docciona e saluto il tato, che nel frattempo dovrebbe essere arrivato anche lui in palestra, prima di tornarmene verso casa. Nel ritorno mi fermo in una pizzeria da asporto che c'è vicino a casa nostra, mi compro una pizza 'piccola' alle verdure e rientro a casa super bardata: borsetta, borsone e pizza...
Pigiamino, cochina da 200 ml e pizzino sul tavolino basso di fronte alla tv in sala… e il più lentamente possibile mi gusterò la prelibatezza… Lo so cosa state pensando, che faccio un po' tristezza a parlare di simili cavolate… ma che ci volete fare, dovrò pur esorcizzare in qualche modo questa serata… Oggi, mentre ero dai miei, mi è sembrato di capire che stasera fanno rivedere per l'ennesima volta Top Gun ed io ho pensato: 'Beh, non sarebbe poi così male completare la seratina, con in sottofondo uno dei miei filmini preferiti, sferruzzando le maniche del mio maglioncino'. Non sarà il programma più emozionante del mondo, e non vuole nemmeno esserlo, la speranza è quella di rilassarsi e di non andare a letto tardissimo, in modo da ronfare il più possibile. Beh, adesso non mi rimane che augurarvi Buon Hallowen a chi lo festeggia e buona festa dei santi e tutti quanti…

lunedì, ottobre 30, 2006

Una nuova settimana... cortina...

Altro giro… altro regalo… Siamo di nuovo all'inizio di una nuova settimana, che però in un certo senso si può definire corta. Mercoledì si sta a nanna, festa dei Santi, dedicata quasi esclusivamente alle visite canoniche dei cimiteri in cui sono sepolti parenti e/o amici. Sì, avete capito bene, non sono una assidua frequentatrice dei cimiteri, almeno non più… Purtroppo i miei genitori hanno passato una vita intera a fare di queste visite la lora meta preferita, e quando si passano 15 anni al cimitero tutte le domeniche, mi sembra normale provarne il rigetto. Comunque, in questa occasione ci vado volentieri, non mi faccio compatire, soprattutto vado volentieri a trovare la nonna di Max… che anche se sono riuscita a conoscere poco, forse è la persona che si avvicina di più al mio concetto di nonna…
A parte questo del weekend vi posso raccontare che sabato sera siamo stati a tetro a vedere uno spettacolo veramente esilarante 'Margarita e il gallo' con Maria Amelia Monti che adoro per la sua freschezza, per la sua esuberanza e per il suo modo di stare in scena. E' stato veramente molto divertente, un paio d'orette passate molto velocemente e piacevolmente. Vi riporto la recensione, così magari se ve lo trovate a tiro ed avete voglia di vedere uno spettacolo divertente e non molto impegnativo, potrebbe essere un'idea...


Firenze,1500: il tipografo fiorentino Annibale Guenzi staImage Hosted by ImageShack.usmpa libri che nessuno compra. In cerca di una raccomandazione per diventare tipografo di corte, l’uomo arriva a promettere al visconte Morello, cugino del Granduca, che lo farà giacere con sua moglie Bianca. Ma all’ultimo momento alla donna capita un imprevisto ed è la buffa serva Margarita che deve pagare pegno al “gallo” e concedergli quell’”altera parte” -quella a tergo- per la quale lui nutre una curiosa passione. Figlia di una strega e capace di compiere incantesimi, ingenua ma non stupida, dotata di un temperamento bizzarro ed imprevedibile, la ragazza risolverà a suo modo la situzione…

Invece la domenica è passata velocemente (pure troppo) nell'ozio più completo, se non teniamo conto del mio incessante sferruzzare che ha portato già a buon punto il mio maglioncino color 'corallo'. Sì, guardando bene quel colore, che subito ho definito rosso chiaro acceso, mi sono resa conto che è molto più vicino al corallo :-D e meno male che ho lavorato per una decina d'anni nel mondo del colore!!!! Comunque ho già finito il dietro e sono già agli scalfi del davanti… mi sa che stasera lo finisco e poi mi mancano solo le due maniche… dopo di che deve passare la prova 'mamma' che deciderà se si può confezionare agevolmente o se c'è da apportare qualche modifica… A me sembra che stia venedo veramente carino e diciamo che si lavora che è un piacere… sono troppo curiosa di vedermelo addosso… Ma adesso che mi ricordo… stasera ho l'impegno dello stiro :-( uffa che barba… mi sa che mi metterò al lavoro appena torno a casa dal lavoro… così magari mi rimane un po' di tempo anche per sferruzzare… Lo so che sono dei bei problemi, ma che volete farci… sono messa così!!!
Il tatone oggi invece ha il suo primo incontro per il corso Problem Solving a Reggio e sono curiosa di vedere a che ora arriverà a casa stasera… Sì sì curiosa perché, se mai andasse in porto la mia idea del corso di ballo, che si svolge tutti i lunedì a partire dalle 20:00 vorrei capire se facciamo in tempo… dato che due lezioni coinciderebbero con questo corso… Mah, staremo a vedere…

venerdì, ottobre 27, 2006

Piccole pazzie...

Sì sì… è proprio venerdì… siamo vicini alla fine di una altra interminabile settimana, che potrei definire positiva a parte il mamone ed i diversi sgarri alimentari che hanno causato un aumento di peso rispetto a venerdì scorso. Pazienza, so comunque che è una cosa transitoria e sicuramente presto riuscirò a recuperare anzi spero proprio di ricominciare a calare sensibilmente.
Stamattina tanto per cambiare, ho fatto una fatica atroce ad alzarmi, anzi ero proprio convinta che fosse sabato e potete immaginare la mia delusione quando mi sono resa conto che la sveglia non si era accesa semplicemente perché Max si era dimenticato di disattivarla… Però stamattina sfoggio il regalone che mi sono fatta ieri sera… Dovete sapere che fialmente riesco a rientrare in una gonnellina marrone lunga con piccolo spacco sul davanti che avevo comprato qualche anno fa e che mi sarò messa un paio di volte a dire molto… Gonna marrone… scarpe marroni… ebbene, l'ultima volta che sono andata a teatro ho provato tutte le mie scarpe eleganti che potevano adattarsi alla gonna e non ne riesco a portare nemmeno un paio. Trattasi di scarpe molto classiche con il tacco ma non sono i tacchi che mi danno fastidio, mi fanno male proprio le punte dei piedi… Ma non un male normale, un male che anche per fare pochi passi ho rischiato di mettermi a piangere… Quindi avrei deciso di prendermene un paio nuove e mettere definitivamente in pensione quei cimeli che è veramente inutile tenere. Ormai mi sono abituata ad un tipo di scarpe più comode e non ce la farò a tornare indietro… Così ieri sera, prima di entrare in Coop ed immergermi nella spesona, ho fatto un salto da Scarpe & Scarpe, solo per farmi un'idea, perché si sa, mi ci vuole Max per certe decisioni… e già ero molto triste, perché non ho visto niente che facesse al caso mio. Le scarpe con i tacchi un po' altini hanno delle punte che arrivano mezz'ora prima dei miei piedi (e che dolore!!!); quelle basse, stile ballerine, non vanno per niente bene per i miei piedoni a pianta larga… e poi ci sono una marea di stivaloni, ed alla fine ecco che Max scova un paio di stivaletti marroni, non molto alti proprio carini… li calzo ed i miei ditini mi ringraziano… li guardo, tiro su un po' i pantaloni per vedere come starebbero con una gonna, guardo max e lui mi dice che sono carini… ed ecco fatto!!! Non sono proprio quello che cercavo, diciamo che sono abbastanza tradizionalista, ma si nota da lontano che sono scarpe che non costano 20 eurini… tutte lavorate e trapuntate, con un tacco di 5 centimetri, mi piacciono davvero tanto. E dato che sono veramente ancora una bimba, e forse ormai non crescerò più… stamattina, le porto orgogliosamente ai piedi!!!
E come se non bastasse ieri sera ho fatto un altro danno… Se c'era una cosa che non avrebbero mai dovuto fare, è allestire una piccola particina della coop ai lavoretti manuali, con tanto di scatolini per il decoupage, colori, tra i quali anche quelli per in Window color e… matasse di filati di colori bellissimi da lavorare a maglia!!! Ed ecco che non sono riuscita a resistere e ho comprato un paio di matassine di un bel colore rosso brillante da fare una magliettino a collo alto e maniche corte da portare con una gonna o un paio di pantaloni eleganti questo inverno ad esempio a teatro… Non dite niente… lo so che non sono normale… e ieri sera, on appena tornata a casa non ho resistito alla tentazione di aprire un rotolino e cominciare a fare una prova per vedere come viene lavorato :-D Adesso devo solo ritrovare il modellino che mi ricordo troppo bene di aver visto su un numero di Susanna… Mi sa che stasera non riuscirò a resistere senza guardarci ;-)
Il filo me lo sono anche portato dietro insieme alla sporta di sciarpe e berretti che devo consegnare alla mamma che cura la rifinitura di questi capi… Sono proprio curiosa di sentire cosa mi dirà… magari se riesco la provo a coinvolgere, perché sebbene dice che non è in più capace di fare nulla… io so che fa volentieri qualcosa, ed a me non importa se è veloce o lenta, mi piace vederla occupata, anche se in piccole e insignificanti cose…
Adesso però è venuto proprio il momento di lasciarvi… il lavoro mi chiama e già per scrivere queste poche righe sono stata interrotta diverse volte… si sa che il venerdì è sempre una giornatina pesa…
Voglio farvi un piccolo regalino… ieri, ascoltavo questa canzone di Samuele Bersani e vi riporto il testo… Per radio non la fanno sentire quasi mai, ma io la trovo veramente ispirata…


LASCIA STARE
Lascia stare tutto quello che non vedi
È inutile fissarsi
Andare con lo sguardo oltre le montagne
Del quadro che hai davanti
Se vuoi vittoria avrai vittoria
Se vuoi sconfitta avrai sconfitta
Ma poi destino e naftalina, mai
Non chiuderlo in soffitta
Lascia stare tutto quello che non vedi
È inutile fissarsi
Andare con lo sguardo tra i marciapiedi
Solcati dai passanti
Se vuoi ragione hai ragione
A proseguire col tuo istinto
Ma non cambiare direzione, vai
Avanti sempre dritto
Primo giorno di lavoro
Già un reclamo e sono fuori
Il tavolo svuotato dagli oggetti inutili
Torna la giacca nell’armadio e si può
Far la scommessa che non riuscirò
A ricambiare tutto l’amore
Che mi hai saputo dare
Lascia stare tutto quello in cui non credi
È inutile fissarsi
Andare con lo sguardo tra le pareti
Ed i muri che hai davanti
Se vuoi ragione hai ragione
A proseguire col tuo istinto
Ma non cambiare la benzina, mai
Nel mezzo di un tragitto
Ti saboterai da sola un brivido
E poi te ne pentirai
Il masochismo è tuo
Meccanismo autodistruttivo
Dai che arrivo
Primo giorno di lavoro
Già un reclamo e sono fuori
Il tavolo svuotato dagli oggetti inutili
Torna la giacca nell’armadio e si può
Far la scommessa che non riuscirò
A ricambiare tutto l’amore
Che mi hai saputo dare
Lascia stare tutto quello che non vedi
E togliti quei guanti
Finché non c’è una legge che te lo vieti
Appoggiati ai miei palmi
Se vuoi ragione avrai ragione
A proseguire col tuo istinto
Ma non cambiare la benzina, mai
Nel mezzo di un tragitto

giovedì, ottobre 26, 2006

Mi ci sto mettendo veramente d'impegno… nonostante lo stato di salute non ottimale, sto cercando veramente di sforzarmi a fare la super brava. Quanto durerò??? Boh… non lo so, per il momento affronto un giorno alla volta, con tutti i suoi numerosi piccoli impegni, ed ogni volta che arrivo a sera cerco di tirare una somma positiva, che indichi che ho fatto quasi tutto quello che mi prefiggevo. Non so se è il modo giusto per affrontare questo periodo un po' così, diciamo che non ho trovato nessun altro modo per farlo e tutto sommato non mi sembra nemmeno una scelta malvagia.
Stanotte ho dormito malissimo!!! Anche se siamo andati a nanna abbastanza presto, ho faticato ad addormentarmi e poi il sonno è stato molto frammentario e leggero. Stamattina, quando sono riuscita a mettere i piedi giù dal letto, volevo semplicemente cercare di dare un aspetto diverso a questa giornata che si prospetta lunga e faticosa e mi sono messa a pensare a cosa potevo mettermi. Mi è venuto in mento un completino 'storico' che da anni ormai tenevo nell'armadio nella speranza di potermelo rimettere prima o poi, e, rischiando veramente tanto, stamattina mi sono provata i pantaloni… e ci sto!!!! GRANDE!!! Diciamo che si vede che non sono proprio della mia taglia, ma il fatto che sono elasticizzati aiuta e poi insomma, si allacciano, quindi non va poi così male. Ho definito questo completo 'storico', perché l'ho sfoggiato per la fiera a Colonia che c'è stata nel '96 e come spesso faccio, l'ho sempre tenuto da parte mettendolo solo in poche occasioni. L'ultima volta che lo avevo indossato secondo me è stato per il colloquio qui in EmmegiSoft quasi 5 anni fa… Anche questa mania di tenere sempre le cose belle da parte bisognerebbe proprio che qualcuno me la spiegasse. Se passo il 90% del mio tempo qui al lavoro, quando ho la possibilità di vestirmi un po' elegante??? Vabbè che andiamo a teatro e qualche volta al cinema, ma non vedo come una cosa precluda l'altra. Questa mania mi è stata inculcata da mia madre che ha sempre avuto tre tipi di vestiti: quelli della festa, quelli da lavoro e quelli da casa… ma perché??? Forse questo ha un senso se si lavora in una officina o comunque in un posto dove è possibile sporcarsi, ma per stare seduti ad una scrivania mi sa proprio che ci si può vestire come si vuole. Comunque… dato che il mio completino è grigio antracite, l'ho rifinito con i miei nuovissimi orecchini Breil e catenina correlata, per cercare di distogliere lo sguardo da quei bruttissimi capellacci che regnano sovrani sulla mia testa...
Lo so che adesso che sapete come sono vestita siete molto più felici, ma ormai credo che siate un po' abituati ai miei sproloqui e quando aprite questo blog non sapete mai cosa aspettarvi… 'Di cosa ci parlerà stamattina quella posseduta della Gianchy???'
Potrei anche raqccontarvi che ieri sera siamo andati in palestra, che ho fatto più di un'ora tra tapis e step, senza seguire nessun corso perché dovevamo fare una cosa veloce, dato che House iniziava alle 20:45… e comunque preferisco il martedì ed il giovedì… forse la prossima settimana riprenderemo il nostro solito ritmo… o forse no??? Mah… ho l'impressione che sia un po' perturbata anche la prossima settimana… ricordo male o il 31 Max ha una cena??? Ed il 31 non è proprio martedì… quindi forse se ci andiamo, ci andiamo Lunedì… anche se Max ha il suo primo incontro al corso di Problem Solving… Boh… vabbè… ci penseremo quando è ora… oggi è solo giovedì, stasera mega spesona alla Coop e domani sera (se sono ancora viva) si va di nuovo in palestra…

mercoledì, ottobre 25, 2006

Mercoledì...

Eccomi qua… dopo una piccola crisi di identità e soprattutto invasa da un mezzo 'mamone' autunnale, stamattina ho ripreso la penna in mano… Si fa per dire, perché l'utilizzo della penna da queste parti è diventato quasi un lusso… se scrivo più di dieci righe mi stanco… stiamo diventanto un tutt'uno con la tastiera!!!
A parte questo i primi due giorni di questa settimana sono passati molto velocemente… lunedì sera abbiamo riportato finalmente a casa la macchina, che a parte qualche luce non funzionante sembra essere a posto. Ieri Max ha avuto anche la possibilità di provarla andando a Bologna dal dentista e quindi, piano piano stiamo tornando alla normalità. Ieri sono anche tornata a pranzo dai miei, anche se, il mio umore da 'straccio per i pavimenti' non è risultato di grande compagnia. Ed oggi??? Beh, non sto molto meglio di ieri, cerco solo di farmi un po' forza, di essere un po' ottimista, e spero di riuscire ad andare in palestra stasera, magari senza sforzarmi molto, un po' di tapis, qualcosa per sbloccare se è possibile le vie respiratorie. Sinceramente l'unico mio desiderio sarebbe quello di andarmene a casa, buttarmi a letto e non parlarne più, ma dato che ieri sera sono riuscita a stirare per più di due ore, forse forse posso anche provare ad andare in palestra.
Di bello invece cosa posso raccontarvi??? Beh, di nuovo c'è che Max dovrà seguire un corso di 'problem solving' che, quando avrò capito con sicurezza di cosa tratterà ve lo spiegherò. Credo che voglia fornire procedure per organizzare al meglio il lavoro, ed anche se so benissimo che queste teorie difficilmente riescono a sposarsi con le reali attività dell'azienda, penso che ci sia sempre qualcosa da cui prendere spunto per migliorare il proprio lavoro e magari renderlo meno dispersivo. Se gli daranno dispense o cose del genere, forse ne approfitterò per darci uno sguardo… non si sa mai…
Inoltre ieri Lollo mi ha informato che il 6 Novembre a Nonantola, incomincia un corso di Salsa cubana per principianti… Sarebbe tutti i Lunedì dalla 20:00 alle 21:00 ed il primo incontro è gratuito. Sto cercando di convincerlo per andare a provare, vi saprò dire se ce la farò ;-)
Per il momento è meglio che mi metta al lavoro… giornata lunga… lunga...

lunedì, ottobre 23, 2006

Uno sfogo... inutile!!!

I miei quattro lettori sanno che di solito scrivo la mia paginetta quotidiana di mattina e questo probabilmente è un bene, perché alla mattina tendo a partire in modo positivo, mentre alla sera arrivo sempre abbastanza sfiduciata. Allora vi chiederete… 'perché ti sei messa a scrivere alle 17:00 passate?' Perché oggi c'è stata una riunione interminabile, con mille e una cose che dovrei fare ed ora ho la nausea… Invece di sentirmi spronata verso la produttività assoluta… mi viene il vomito solo a pensarci e non riesco nemmeno a guardare il progetto… Lo so, lo so… non andiamo per niente bene, devo assolutamente uscire da questa apatia, devo fare qualcosa per capire cosa c'è che non va e risolvere il problema alla radice. Il problema grande è che io non ho mai visutto prima un periodo di questo tipo, sono sempre stata iper reattiva, forse pure troppo, non mi è mai mancata la voglia di fare e dire che di cose noiose e barbose ne ho fatte tante. Ora mi sento demotivata… non faccio che rimandare, che dire a me stessa che domani mi ci metto di impegno e le cose cambieranno, ma il domani arriva e la voglia non aumenta!!! Il mio tentativo di psicoanalizzare questo periodo è fallito miseramente… ci ho provato ma alla fine ho deciso che non ci riesco. Mi sto riempiendo la vita con tante piccole cose, quasi tutte inutili, mentre le cose importanti sono tutte relegate in fondo… tra le cose importanti ci metto anche il lavoro, quelle benedette otto ore che dovrei passare senza accorgermene presa da tutte le cose che ho da fare… Invece la memoria mi abbandona, non mi ricordo le cose che ho fatto pochi mesi fa e tutto è una gran fatica. Forse sono arrivata al capolinea e semplicemente non ho il coraggio di ammetterlo… non saprei cosa andare a fare, non so fare altro e forse ormai anche quello che faccio non lo so più fare molto bene. Non vi preoccupate, non mi sto buttando giù… avevo solo bisogno di parlarne con qualcuno, di dirlo forte, di non fare più finta di niente… poi si sa le cose non cambiano, certamente non posso permettermi di cambiare un lavoro che tutto sommato ha i suoi bei lati positivi, ma il mio modo di sentire questa cosa ormai non è più accettabile. Io non sono così… e odio essere così… voglio ritrovare la mia solita voglia di fare… voglio sentirmi di nuovo partecipe di qualcosa… avere la 'sensazione' (perché poi si tratta solo di quello…) di essere importante per le cose che faccio!!!

Di nuovo lunedì...

Image Hosted by ImageShack.us

Finalmente mi sono ricordata di infilare le ricette nel librino in inglese che mi porto dietro in queste settimane di appiedamento… Sì, perché come avrete già capito, sono ancora a piedi ma probabilmente per poco… forse stasera andiamo a prendere la macchinina… ma lo sapremo solo in giornata…
ma torniamo a noi… qui di seguito vi riporto le due ricette.


TORTA AI FUNGHI MISTI

Ingredienti per 6 persone
100 g di finferli, 100 g di geloni, 100 g di dentini dorati, 100 g di gambesecche, 100 g di porcini (alla Coop ho trovato delle confezioni bellissime di funghi fresci misti… mancano solo i funghi porcini, ma il risultato è molto buono ugualmente)
2 spicchi d'aglio (io non ce li ho messi)
3 rametti di timo fresco (io non ce li ho messi)
40 cl di panna da cucina
3 cucchiai di olio di semi
3 uova, 30 g di burro, sale e pepe (il burro ed il pepe non ce li ho messi)
pastafrolla pronta per l'uso (ho provato quella rustica dell buitoni e ci piace molto ma anche quella normale è ottima)


1. Pulisci i funghi e tagliali a pezzetti. Scalda l'olio e 15 grammi di burro, aggiungi i funghi e fai cuocere a fuoco alto per 1 minuto, quindi abbassa la fiamma, unisci il resto del burro e cuoci per altri 5 minuti con 10 cl di panna. Sala e pepa.
2. Scalda il forno a 180° e fodera una teglia con la pasta frolla. In una ciotola unisci le uova, il resto della panna, l'aglio tritato, il timo, il sale e il pepe. Mescola e unisci i funghi con il loro condimento.
3. Versa il composto nella teglia e inforna per 30-40 minuti. Servila tiepida.


Tra parentesi ho messo le mie modifiche… Invece passiamo ora al gnocco ingrassato della suocera…

GNOCCO INGRASSATO

1/2 k di farina 00
1,5 h di pancetta macinata
1 h di salsiccia macinata
1 bustina di lievito (o anche un po' di più)
acqua minerale, sale (NO OLIO) e latte
Impastare il tutto con un goccio d'acqua minerale e latte. Stendere con il mattarello in modo che non sia tanto sottile e lasciare lievitare coperto per un'ora e mezza.
Cuocere per 20 minuti a 180°.


Ed il weekend come è andato??? Dalle mie parti tutto regolare… Venerdì sera siamo stati a teatro come vi avevo annunciato e devo dire che Noa è veramente un 'animale da palcoscenico'. E' stata splendida… la sua interpretazione di stili così differenti l'uno dall'altro è strabiliante. Poi sabato è passato lavorando ed alla sera ci siamo 'ignoccati' dalla mamma. Ieri è stata una completa giornata di relax, passata quasi esclusivamente sul divano a recuperare le registrazioni effettuate durante la settimana scorsa. Adesso mi metto al lavoro… ho un leggero mal di gola… forse non ho ancora ben capito come mi devo vestire…

venerdì, ottobre 20, 2006

Finalmente venerdì...

Si dice che avere sempre tante cose da fare dovrebbe servire per mantenersi vivi… ma allora com'è che mi sento stanca da morire!!! :-D
A parte gli scherzi, per fortuna che oggi è venerdì, che i capi sono entrambi andati da un cliente e che forse riesco a prendermela un po' con calma. Le prime settimane di palestra si sa che sono sempre molto faticose, si riscoprono muscoli la cui esistenza si era dimenticata oppure non si era mai saputa. Questa settimana, sia martedì che giovedì ho fatto 'Step tone'… lo so cosa state pensando… ho rotto tanto le scatole con la storia di Pilates e poi ho già abbandonato il tutto… Ma no, non si tratta di questo, si tratta di provare un po' di cose diverse, di cercare anche di rendere queste sedute, non dico divertenti, ma almeno non noiose. Quindi fare un po' di step è sicuramente meno noioso, hai una piccola coreografia da imparare che ti distrae dalla fatica che stai provando (anche se ad un certo punto, quando il fiato è definitivamente finito, non c'è nulla da fare!!!). Sinceramente ero proprio convinta di non essere in grado di seguire una lezione del genere, sono passati quasi 15 anni dall'ultima volta che ho fatto una lezione di step… Il risultato è che sono distrutta, ma, in un qualche modo ce la sto facendo!!! Tra l'altro sono lezioni un po' particolari, non c'è solo step, fa fare un sacco di esercizi anche con il bilancere, con i pesetti, per non parlare degli addominali e di esercizi finali di streching. Insomma anche se l'insegnante non è la fotografia della simpatia, devo dire che è molto brava e finita la lezione sento proprio di aver lavorato con tutto il corpo… Forse è anche per questo che non mi sento troppo in colpa per il fatto di non aver continuato col pilates, e poi chissà, forse più aventi potrei anche riuscire a fare entrambe le lezioni…
Anche il tato non è messo molto meglio… più che altro soffre per le braccia… il braccino sinistro è quasi inutilizzabile. Ieri sera brontolava perché gli hanno fatto una scheda con tantissimi esercizi e non essendoci la figurina di esempio di fianco, da una volta all'altra si dimentica di cosa si tratta… per me è una cosa normalissima, non siamo mica tenuti a sapere tutti i termini tecnici… per memorizzarli ci vuole un po' di tempo… Forza tatone… forse tra qualche settimana non ti farà più male dappertutto come adesso!!! Almeno è una cosa che ti auguro e che mi auguro!!!


Al di là di questo, stasera inizia la nostra stagione teatrale con il concerto di Noa.

Image Hosted by ImageShack.usLa cantante israeliana Noa ha una voce che diffonde gioia ed entusiasmo. Formata negli Stati Uniti, il suo repertorio, in un primo momento molto americano, è scivolato col tempo e gradualmente verso melodie più orientali. In questo spettacolo, omaggio al nostro paese e alla grande canzone napoletana, si spazia dalle villanelle del 1500 alle canzoni del primo ‘900, con nuovi arrangiamenti ai testi originari. Splendida presenza di musicisti d’eccezione che vantano collaborazioni straordinarie con i più grandi artisti italiani.

Sinceramente ho proprio voglia di tornare a teatro, anche se mi sa che stasera dovrò fare un bello sforzo per non abbioccarmi. E domani??? Beh, domani mattina mi aspettano le pulizie e chissà… sarei veramente contenta se ci dicessero che possiamo andare a recuperare la macchinina… Poi domani sera tutti dalla mamma a mangiare lo gnocco fritto… Tranquilli… per il momento la situazione dieta è sotto controllo… a oggi sono a quota -12,4 Kg, in questa settimana ho perso più di un kilo… quindi andiamo benissimo… devo solo cercare di equilibrare gli sgarri e poi… diciamola tutta… conterà bene fare un po' di moto, no????

giovedì, ottobre 19, 2006

Di nuovo qui...

Dopo una giornata di 'Starting innovation tour' a Bologna, dove ci hanno indottrinato sulle 'meravigliose' e 'strabilianti' novità di Windows Vista… eccomi di nuovo qui in ufficio… Per me è stata una giornata molto positiva… chiusa sempre in questo ufficio, è una vera opportunità partecipare a questi eventi, perché almeno ti danno la possibilità di guardarti intorno e vedere cosa succede fuori. Poi è chiaro che si tratta di giornate di pura e semplice 'pubblicità' e c'è da prendere un po' tutto con le pinze, ma ho visto anche un sacco di cose carine, mi sono venute tante belle idee per il lavoro, anche se so che… primo non sono io a decidere cosa si fa… secondo non interessa a nessuno la mia opinione… Ma poco importa, queste cose mi sono sempre piaciute e dato che non mi capita (purtroppo) tanto spesso di essere coinvolta in queste cose, le poche volte che succede cerco di godermela il più possibile.
C'erano tante persone e come al solito di donne ce n'erano veramente poche, forse è proprio per questo che ho visto quasi subito l'Ori ed anche Cuffia, due miei ex colleghi della SoftInTime… Pensavo di vedere anche qualcuno della Corob, ed invece come al solito, le cose non cambiano mai da quelle parti e non c'era nessuno…
Ieri sera poi siamo tornati a casa abbastanza presto alle 19:10 rientravo a casa e ne ho approfittato per chiedere a Max di andare a mangiare un pizzino fuori… Siamo andati in una pizzeria abbastanza rinomata vicino a casa nostra, 'Da Dante…' in modo da essere di nuovo a casa in tempo per vedere il Dotttor House. Ma la serata non era ancora finita… quel matto di Max mi ha fatto un bellissimo regalo di compleanno: gli orecchini delle Breil che guardavo già da un po'… Sono un po' troppo costosi ma oggi li sto sfoggiando e mi piacciono sempre di più…

martedì, ottobre 17, 2006

Buon compleanno... a me


Eh… sì… quella vecchiona della Gianchy oggi compie gli anni… tanti tanti… ma pazienza, il tempo non si può mica fermare, bisogna starci dietro e quindi anche quest'anno è giunto il 17 Ottobre!!! Sto scrivendo due righe al mio rientro in ufficio dopo una mattinata spesa in ospedale a Modena con mio padre per una visita di controllo che fortunatamente è andata bene… un altro bel sospirone di sollievo e poi se ne riparla tra sei mesi. Ai miei non sembrava vero di avermi tutta per loro per almeno una mezza giornata e quando mio padre mi ha riaccompagnato al lavoro… si vedeva proprio che ne avrebbe volentieri fatto a meno.
Stavo comunque pensando che dovrei proprio iniziare a prendermi un giorno di ferie per il mio compleanno… è una bellissima abitudine che mio fratello segue da anni, ed anche Max, quando può, cerca sempre di non essere al lavoro per il suo compleanno… solo io vado contro tendenza… di solito ho sempre qualcosa di speciale da fare, tipo andare in ospedale oppure fare l'esame di guida. Per fortuna che fino ad ora mi ha sempre portato bene…
Ed ora volete sapere come prosegue il mio compleanno??? Niente di speciale, oggi pomeriggio si lavora, stasera palestra e poi un bel passato di verdura per non appesantirsi troppo… Tra l'altro bisognerebbe anche andare a nanna presto stasera perché domani sono ad una conferenza a Bologna per tutto il giorno e quindi, oltre alla levataccia di domani mattina, si prospetta una giornata abbastanza impegnativa.
Il compleanno lo festeggerò sabato sera dalla mamma… mi ha promesso lo gnocco fritto e dovrebbe esserci anche mio fratello con la famiglia al completo. A proposito di questo… mia madre, alcuni mesi fa mi ha comprato un pigiamino, da regalarmi proprio in questa occasione e stamattina mi ha persino chiesto di auto-farmi il pacchettino regalo!!! ;-) Così non solo conosco il regalo, ma mi sono dovuta confezionare il pacchetto regalo… fa un po' ridere come cosa, no??? Ma adesso basta… mi metto al lavoro… ci si risente giovedì…

lunedì, ottobre 16, 2006

La Antica Forneria...

Weekend volato via!!! Una cosa che non si può nemmeno descrivere da quanto è passato in fretta… ed eccomi di nuovo qua proiettata verso un'altra settimana super-piena. Già venerdì sera con la spesa abbiamo iniziato alla grande… poi sabato, come vi avevo già detto, c'è stato il pranzo a base di pesce al mare. Siamo andati a Lido degli Estensi, in un posticino frequentato dai miei suoceri… e a detta degli esperti del pesce, si è mangiato molto bene. Io, che ho mangiato solo un po' di frittura posso dire che non mi è dispiaciuta e tra l'altro, anche la dieta non ne ha risentito più del tot… poi se ci mettiamo la bella passeggiata che abbiamo fatto dopo, prima di tornare a casa… posso dire che sono stata abbastanza brava. Poi una volta arrivati a casa, abbaimo fatto il primo tentativo di 'gnocco ingrassato' ed un pezzo ce lo siamo mangiati a cena… è venuto benissimo, per la prima volta mia suocera ci ha dato la ricetta corretta!!! Invece ieri è stata una giornata interamente dedicata alla 'forneria'… è meglio non contare le ore 'lavorate' dal nostro forno… potrebbero spaventare… Due torte, due tortini, la pizza e lo gnocco. In più dovevo fare anche le faccende di casa…

Meno male che in tutto questo mi ha dato una mano anche Max, altrimenti sarei ancora là a quest'ora… E stamattina, verso le 10:00 vedremo sei i colleghi apprezzeranno i nostri sforzi…

Alcune ore dopo…

Eccomi di nuovo qui… diciamo che i miei colleghi hanno tanti difetti, ma quando c'è da mangiare non si fanno certo compatire… hanno spazzolato in meno di mezz'ora quasi tutto, per la gioia dei cuochi che hanno lavorato tutto ieri… La cosa che ha fatto più successo è il tortino ai funghi… se mi ricordo domani porto la ricetta, così ve la posto. Una ricettina facile facile ma gustosa.

In questo weekend ho anche avuto il tempo per terminare la seconda sciarpona e con la lana rimasta sto facendo un berrettino da abbinare ad una delle due sciarpe. Penso che suddividerò questi pensierini nel seguente modo: la sciarpa più grande all'Ivonne, e quella più piccola con berretto alla Federica. Devo dire che la berrettina sta venendo proprio carina, chissà me ne potrei fare una anche per me con i rimasugli di lana… è molto semplice e veloce e sembra anche che non mi stia male, anche se io non adoro molto le berrette. Prossimamente, se ho un attimo ve le faccio vedere, non è niente di speciale… ma io Adoro fare le sciarpe… è proprio una cosa che mi rilassa, perché posso farla davanti alla tv… Chissà se anche qualcuno dei miei lettori abituali riceverà una bella sciarpona per Natale??? ;-) … lo so che a questo punto non sarebbe più una sorpresa… mah… chissà… chi vivrà, vedrà!!!

venerdì, ottobre 13, 2006

Chiacchiere tra il giovedì ed il venerdì...

A volte mi capita che non so cosa scrivere nel blog, magari perché le mie giornate non sono sempre piene di qualcosa, alcune passano veloci ed uniformi, come immerse in una spessa coltre di nebbia. Così a volte chiedo a Max di darmi un'argomento da sviscerare nei miei interventi quotidiani bloghettari… Una volta mi ha persino detto che dovrei scrivere dei pezzi generici da tenere da parte ed utilizzare nei momenti di magra, perché ormai si è abituato ad avere qualcosa da leggere ogni giorno… e sono veramente delle 'brutte' abitudini… Comunque la cosa mi fa ridere… soprattutto in un blog come il mio, che essendo un vero e proprio diario, non si presta molto ad argomenti non connessi con le mie esperienze quotidiane. A parte quando prendo la brutta strada che mi porta verso i ricordi… di solito parlo del contingente o comunque prendo spunto da questo per parlare di qualcosa… Non so perché ho fatto questo strano e contorto discorso, forse perché sto scrivendo queste righe il 12-ottobre ma non ho intenzione di postare questo intervento prima di domani. Oggi, essendo il nostra anniversario, voglio lasciare come riferimento l'intervento che ho già postato stamattina… Ma essendo un giorno proprio come gli altri, il fatto che sia il 12 è solo accidentale, e non mi aspetta nemmeno una serata spettacolosa come forse qualcuno di voi si immagina. Stasera palestra e verso le nove dovremmo finalmente essere di ritorno a casa, dove consumeremo una veloce cenetta guardando CSI. Diciamo che mi sento di aver festeggiato alla grande il nostro anniversario durante le nostra stupenda settimanina in Egitto, anche se un po' in anticipo non importa… Pensare che non sono passate nemmeno due settimane… quei giorni sembrano già così lontani :-( l'unica cosa che ancora me li ricorda è la mia abbronzatura ed il fatto che mi sto ancora spellando come una biscia.
Poi comunque sabato andremo al mare a mangiare il pesce con tanto di suoceri e compagnia bella (=Andrea e Federica) ed anche se l'occasione festeggiata non è sicuramente il nostro anniversario, ne approfitteremo per festeggiarlo ugualmente. Direi una grande bugia se dicessi che ne ho proprio voglia… ma sono cose a cui non si può dire di no e quindi sacrifichiamoci… Sono solo un po' preoccupata del fatto che ci toccherà andare con la mia macchinina, perché l'Alfa si trova ancora dal meccanico e prima di mercoledì/giovedì della prossima settimana non sarà pronta. La mia macchinina va bene ed è sempre monitorata al massimo, ma che dire, non la sento più così affidabile da fare lunghi viaggi. Vabbè che per questa volta non ci dovrebbero essere problemi… arrivare a Lido degli Estensi non dovrebbe essere uno 'sforzo' troppo grande… Speriamo bene… finita anche questa, poi non ne abbiamo più… e dopo sì che ce ne viene una gamba!!!
E poi il weekend si prospetta anche abbastanza impegnativo a livello culinario: ho deciso di portare al lavoro qualcosa per il mio compleanno… e mi è venuta la brillante idea di fare qualcosa in casa, mettendo al lavoro anche il mio cuoco preferito. Il programma prevede la preparazione della pizza alla Ghelfi, di un paio di torte salate (una con gli spinaci ed una con i funghi misti) e poi… sempre che la suocera ci abbia dato la ricetta corretta… proveremo lo 'gnocco ingrassato' (una specie di focaccia con salsiccia e pancetta tritata… una vera bontà…). Come dolce invece mi butto su qualcosa di facile… un paio di ciambelle, una con le mandorle e l'altra al cioccolato… niente di impegnativo, tanto so che i miei colleghi 'cavallettosi' vanno matti per la roba salata. Tutta questa roba la porterò lunedì mattina anche se il mio compleanno è martedì… anche perché, se vi ricordate, martedì sono a Modena con mio padre per la visita di controllo e quindi è già una giornata un po' piena…
Comunque tutti questi progetti, sono per il momento solo progetti, perché se succede qualche imprevisto fa presto ad andare a monte il tutto… Staremo a vedere…


Ed eccomi di nuovo qui… Venerdì 13 ottobre… ieri sera è andata come prevedevo… siamo arrivati a casa abbastanza tardi con un marito abbastanza spappolato, ed io non da meno, anche se tutto il tapis di ieri sera, lo step e la ciclette sembrano avermi fatto bene e i dolori si sono un po' attutiti… Rimane ancora un po' di dolore alla schiena, ma ho fiducia che presto passerà anche quello. Anche ieri sera c'era una lezione di pilates e dal tapis vedevo gli esercizi che la tipa faceva fare… all'inizio mi sono mangiata un po' le mani perché ha iniziato con esercizi in piedi, ma dopo dieci minuti, ha ricominciato con quelli a terra e lì io sarei già stata una donna finita.
Come prima settimana di palestra sto vedendo, come prevedevo, il peso aumentare: i muscoli induriti e doloranti pesano di più e me lo aspettavo… speriamo però che sia solo una cosa momentanea e che la prossima settimana si registri invece un calo. Anche se devo dire che nei prossimi giorni si prospetta un'assunzione di cose che non vanno bene in gran quantità… cominciando da oggi a mezzogiorno. Siamo tutti invitati a casa di una delle poche colleghe donne per festeggiare la sua nuova casa (ormai ci vive da un anno…); ha deciso di organizzare un pranzetto in piedi a base di pasta fredda, pizzette, affettati e altre cose sfiziose ed ingrassanti. Poi stasera siamo a fare un po' di spesa e staremo in giro a mangiare qualcosa. Domani a mezzogiorno pesce, domani sera dovremmo fare la prova del gnocco ingrassato… insomma uno sfacelo. L'unico tentativo che posso fare è cercare di mangiare poco di tutto, ma si sa non è così facile!!!
L'unico risvolto veramente negativo è che saltano le faccende di casa stasera e quindi mi toccherà trovare un po' di tempo nel weekend, tipo domani pomeriggio o domenica mattina :-( … pazienza… l'importante è che comunque sia finalmente VENERDI !!!

giovedì, ottobre 12, 2006

Il più bel regalo...

... che mi potesse fare il mio tatone per il nostro anniversario... è la scrittura del suo primo intervento sul blog che gli ho regaloto qualche tempo fa... Finalmente ho quindi potuto mettere il suo link nel mio blog, ed anche se non sarà un assiduo scrittore come la sottoscritta, vi posso assicurare che ci saranno sempre delle informazioni sfiziosette nel suo... dovrà solo trovare il tempo per scriverle ed è quella la vera difficoltà...

Per il momento mi sono goduta questo grande regalo ed il fatto che ha scelto di parlare di cose che in un qualche modo ci legano... il nostro primo film ad esempio, il libro di King che ho amato di più... e poi uno dei primi concerti a cui siamo andati insieme è proprio stato un concerto di lucio Dalla a Bologna in corrispondenza dell'uscita del suo indimenticabile 'Enna'...

Grazie mille tatone...

9 Anni insieme

Image Hosted by ImageShack.usSì sì sì sono 9 anni di matrimonio!!! Boh… che ne so mi sembra ieri, non mi rendo conto di tutto questo tempo, di tutte le nostre avventure, di questa famiglia composta da due persone che si sono trovate e non si sono più lasciate. In molte occasioni mi sento come se fosse passato pochissimo tempo, mentre in altre mi sembra che sia una vita che siamo insieme… una vita meravigliosa!!!
E come tutti gli anni, io non riesco proprio a far passare questa data senza scrivere nulla, perché la mia mente inevitabilmente riporta alla luce ricordi di quel periodo, sensazioni, emozioni che auguro a tutti di provare almeno una volta nella vita. Sono emozioni fortissime che solo quella strana consapevolezza di fare la cosa giusta regala. Non importa poi se la vita ha cambiato le carte in tavola, credo comunque che il ricordo di come ci si sente rimanga comunque. Poi, che dire, sono stata immensamente fortunata, ho trovato un uomo che mi vuole bene, che mi sopporta, che cerca sempre di capirmi e quando non ci riesce non si rinchiude mai nel suo guscio… Ed io??? Io lo amo tantissimo, nel mio modo magari un po' ingenuo, a volte un po' infantile, a volte un po' ruvido. Ho un carattere talmente tanto particolare, che mi rendo conto non dev'essere facile starmi accanto. Do tanto alle persone ma pretendo anche molto… soprattutto esigo sempre la sincerità, nel bene e nel male.
Mi capita spesso di pensare a noi due, alla nostra vita insieme, alle cose che facciamo, a come siamo ed alla fine non posso che ribadire che mi sento davvero molto fortunata!!! La perfezione non esiste, ma si può essere felice di quello che si ha, se questo racchiude Amore. Per me è tutto qui, matrimonio o convivenza che sia non fa differenza, non importa cosa ci sta sopra, sono solo infrastrutture… una specie di vestitino che tiene al calduccio però la cosa più importante, il sentimento che unisce due persone!!!
Quel giorno speciale, quell'atmosfera che si respira nel giorno del matrimonio è una cosa del tutto soggettiva. C'è chi la vive in tensione, c'è chi si emoziona, chi la vive come in un sogno e c'è chi fa un bel mix di tutto questo come ho fatto io!!! Così vedo tanti piccoli flash… Mio padre che si rifiuta di togliersi gli occhiali da sole accompagnandomi in chiesa perché non vuole mostrare che si è emozionato. Max che mi guarda appena scesa dalla macchina, con un sorriso negli occhi. Al ristorante, quasi a fine giornata, seduta sulle ginocchia del papà che mi guarda (ed il fotografo che ha avuto l'accortezza di immortalare quel particolare ed indimenticabile momento). Sì perché la mamma era emozionata e il suo piangiutino se l'è fatto anche quando, finito tutto, ho preso il mio Golfino, il mio maritino fresco fresco, ed ho guidato verso casa con il vestito da sposa che strabordava da tutte le parti… ma il papà… per lui è stata una cosa diversa, un'emozione che lui non mi ha mai confessato, ma che gli si leggeva negli occhi. La sua bimba… la sua compagna di tante avventure quotidiane, quel mezzo maschiaccio che era sempre al suo fianco nelle cose più impensabili. Poi col tempo si sono resi conto che più che perdere una figlia, hanno acquistato un figlio, perché Max sfodera una pazienza con i miei che è veramente degna di un Santo. Già con me è dura… ma con loro…
Vedo chiaramente la tavolata dei miei amici… pochi ma buoni… alcuni purtroppo li ho persi di vista, altri mi sono ancora accanto, come è normale che sia, ma io li rivedo ancora... Altra cosa la masnada degli amici di Max… quella mega tribù che con gli anni abbiamo praticamente perso di vista quasi interamente. Mentre rivedo con gli occhi dei ricordi quelle scene, mi si appanna la vista, non so se è normale emozionarsi di nuovo e sempre… forse sì, forse no… che ci posso fare, se fosse qui Max mi direbbe che sono 'la solita tatona'. Che ci posso fare…
Come spesso accade di questo periodo, tirerò fuori l'album delle foto, non quello ufficiale, quello un po' meno serio dove abbiamo inserito le foto un po' più spiritose e poi me lo gusterò piano piano… per poi passare a quello del viaggio di nozze e probabilmente mi meraviglierò di quanto eravamo giovImage Hosted by ImageShack.usani, di quanto, anche se non ce ne accorgiamo, il tempo ci ha cambiato.

Ma ora non mi resta che fare una cosa… augurare al mio Amore

BUON ANNIVERSARIO

mercoledì, ottobre 11, 2006

Ahiaaaaaaaa...

Sì, avete capito bene, è un urlo di dolore!!! La lezione di pilates ha mietuto la sua vittima come previsto. Se dovessi dare un parere a caldo, vi direi che non lo faccio mai più, perché ho un dolore in fondo alla schiena che non riesco nemmeno a stare seduta correttamente, ma sto cercando di auto convincermi che forse andare alla prossima settimana i dolori passano e martedì potrei riprovarci. Intanto per domani sera non se ne parla… mi godrò i miei soliti vecchi macchinari facendo la posta al tapis. Ieri sera infatti mentre aspettavo l'inizio della lezione mi sono fatta venti minuti di tapis e circa una decina di step… Per quanto riguarda pilates ho capito perché la mia dietologa me l'ha consigliato per la cervicale: ci sono un sacco di esercizi che riguardano la colonna vertebrale ed alcuni non riuscirò proprio mai a farli (non ci riuscivo nemmeno quando ero una bimba!!!), ma per me che sono rigida come un paletto anche i più semplici sono risultati difficili!!!
Ritornando in palestra ho ritrovato anche vecchie conoscenze… c'era l'unica ragazza con la quale ogni tanto chiacchieravo che si chiama Rosanna ed ho riviste anche certe cartole da palestra che si distinguono da lontano. Faccio sempre molta fatica ad abituarmi ad un ambiente nuovo, e da un certo punto di vista, tornare in un posto che ormai era diventato abituale è stato bello… niente di nuovo da imparare, sapere già tutto… insomma non è andata male… e poi c'era anche il mio tatone, che dopo quasi un'ora e mezza di esercizi che l'istruttore gli ha mostrato ne è uscito devestato!!!
Comunque adesso vi faccio ridere… mentre me ne stavo sul tapis a camminare tranquillamente, ero rivolta verso l'entrata (peccato perché in questo modo non potevo vedere cosa stava facendo il tatone) e ad un certo punto, dopo un bel po'… mi sono detta 'Ma qui è cambiato qualcosa??? Ma cosa???'. Poi guardandoci meglio mi sono accorta che la scala che da accesso ad un paio di salette che si trovano nel piano soppalcato non era più al suo posto… è stata sopstata in modo che vi si accede dal centro e non più contro la parete… Che dite, non c'è male come spirito d'osservazione!!!
Altra novità… con i dieci ingressi acquistati, mi sono state regalate un paio di lampade… che sicuramente utilizzerò prima di Natale, così farò anche questa esperianza… sì, perché anche se credo ormai di essere l'unica alla mia veneranda età a non aver mai fatto una lampada, io posso vantarmi di questo primato :-
Erano circa le 21:00 ieri sera quando siamo rientrati a casa, cenato e poi ci siamo messi uFree Image Hosting at www.ImageShack.usn po' sul divano e senza battere ciglio Max mi ha fatto rivedere per l'ennesima volta 'Shall we dance'… non credo che ne avesse voglia, ma forse era troppo stanco per imporsi ed alla fine siamo rimasti lì, in stato comatoso e rivedere uno dei miei filmini preferiti. Io adoro Richard Gere e più invecchia più acquista fascino… Ma quando si presenta dalla moglie in smocking con la rosa rossa in mano… io mi sciolgo, non ci posso fare niente… mi viene sempre un magone… Amando alla follia i film musicali, romantici e delicati, questo è uno di quelli che ciclicamente mi riguarderei… potrebbe arrivare ai record di 'Dirty dancing'.

martedì, ottobre 10, 2006

L'arte dello stiro...

Uffi… che fatica ragazzi… se c'è una cosa che proprio mi butta a terra è passare l'intera serata a stirare!!! Devo dire che in questi anni di pratica sono diventata anche abbastanza veloce, almeno paragonandomi ai primi tempi dopo sposata… ieri sera in due ore e mezza ho stirato le seguenti cose: due camiciole, 4 magliette, due pigiami (maniche lunghe), un set di asciugamani, una decina di fazzoletti, 5 paia di pantaloni, 4 paia di pantaloncini corti/pinocchietti (rimasuglio dell'Egitto) e dulcis in fundo… le lenzuola per il nostro letto. Sono sicura che mia madre ci metterebbe la metà del tempo… lei sì che è una scheggia, ma quando penso al tempo che ci mettevo per una singola camicia… si aggirava intorno ai venti minuti!!!
Comunque, essere torturate da questa 'arte' è un male molto comune, che in poche riescono a schivare, ed è anche una di quelle cose che 'pochi' uomini si adattano a fare. Max non l'ho mai visto con il ferro in mano, me lo prepara riempiendo la caldaia d'acqua e posizionando l'asse da stiro ma più in là di questo non si spinge. Non che sia una pratica difficile, non ci sono cose che fanno le donne che gli uomini non riuscirebbero a fare, diciamo semplicemente che non hanno la smania di rubarci il posto. E noi donne saremmo capaci di fare quello che fanno gli uomini??? Beh, diciamo che a livello teorico credo proprio di sì… se qualcosa non riusciamo a farlo è per un impedimento fisico, perché magari ci vuole troppa forza, ma al giorno d'oggi, sempre più spesso esistono stratagemmi per poter sopperire anche a questo problema. Però credo che sia l'atteggiamento diverso che ci contraddistingue… senza voler generalizzare credo che molte di noi, sotto sotto, siamo spinte a fare tante cose perché vogliamo dimostrare di poterle fare, di essere al loro livello, di essere in un qualche modo superiori a loro. Ma non voglio generalizzare, è meglio che parli solo per me… faccio un lavoro che poche donne ancora fanno, vivo in un mondo di soli uomini, competitivi fra di loro in un modo quasi osceno, ed io, anche se non devo dimostrare nulla, devo cercare di fare sempre il mio lavoro un pelo meglio di loro, perché al primo sgarro c'è sempre qualcuno pronto a puntare il dito ed a dire che è logico che io sbagli dato che sono una donna. Vivendo da una vita in questa situazione, ho imparato a mettermi sempre al loro livello, ovunque mi trovi, affrontando i problemi anche più ridicoli di petto e ostentando a volte una sicurezza che non solo non mi appartiene, ma che a volte risulta proprio ridicola. Questo però ha dei risvolti non piccoli… vuol dire però lavorare sempre almeno un terzo di più rispetto ad un uomo, perché, finito il lavoro puro e semplice, si apre un altro settore della nostra vita che è quello della 'casalinga'. Ci sarà un motivo per cui le nostre nonne facevano solo quello??? Forse che fosse già abbastanza impegnativo senza anche aggiungerci tutto il resto??? Ma se vogliamo essere trattate alla pari dobbiamo fare le stesse cose degli uomini!!! Ok, ci sto… allora però facciamo anche che gli UOMINI devono fare le stesse cose delle donne…
Diciamo che il discorso che sto facendo stamattina è puramente 'filosofico', non è una lamentela, è più un dato di fatto… Io con Max non mi posso certo lamentare, lui, nel suo piccolo mi da una mano, il mio più che altro è un fermarsi un attimo ed analizzare la situazione. Quando si arriva a sera stanche morte e lui dal divano ti guarda mentre tu stiri, qualche domanda nasce spontanea… no???? Poi chissà, se vincessi al SuperEnalatto (cosa difficile dato che non gioco…), potrei anche permettermi di rimanere sul divano di fianco a lui, e la prospettiva cambierebbe come per magia… :-D
Ma a parte tutte queste ciance da impiegata/casalinga frustrata, oggi fuori splende il sole, c'è freschino ma non si sta affatto male e stasera mi aspetta la mia prima lezione di pilates… Boh… vedremo… sono curiosa di vedere di cosa si tratta, se il tronchetto di cemento armato di nome Gianchy, riuscirà a resistere o si spezzerà… e soprattutto sono curiosa di scoprire se è noioso oppure no. Quindi verso le 18:30 più o meno, arriverà a prendermi Max, ed insieme inizieremo questa nuova avventura… Come suona bene la parola 'insieme'… con il fatto che abbiamo orari diversi è proprio difficile trovare qualcosa che ci coinvolga entrambi. Vi saprò dire… per il momento passo e chiudo e… con l'ennesimo sbadiglio, mi metto al lavoro!!!

lunedì, ottobre 09, 2006

Indovinate...

… cosa si trova sul lettino dello studio di casa mia!!!??? Le due borse della palestra belle e pronte per il grande esordio di domani sera!!! Eh sì, avete proprio capito bene, finalmente, dopo tanti tentennamenti abbiamo preso una decisione. Ma come al solito inizio sempre dalla fine, che brutta abitudine!!!
Sabato è stata una giornata un po' così, anzi a dire il vero tutto il weekend è stato strano, sono stata agitata e nervosa per tutto il tempo ed anche se posso trovare delle motiviazioni, non sono così valide da spiegare questo mio stato d'animo… Ma passerà, non è niente di preoccupante. Comunque sabato mattina, abbiamo sgomberato i fiori sul balcone (quest'anno è andata malissimo con i gerani, mi sa che l'anno prossimo cambio tipo di fiori…) e la pulizia dei vasi ha richiesto un sacco di tempo e fatica… poi a mezzogiorno ho sentito i miei e mia madre col mescolino mi ha detto al telefono 'Non siamo capaci di fare andare niente!!!' Urge una spiegazione: venerdì hanno acquistato finalmente la lavatrice e la tv nuova!!! Dico finalmente, perché la lavatrice dopo vent'anni stava letteralmente perdendo i pezzi e la tv ormai più che vedersi, si intravedeva, le immagini erano tutte sfocate!!! Ma si sa, cambi elettrodomestici ed occorre un minimo di pazienza per imparare ad usarli. Invece i miei cominciano a buttarsi giù, a pensare di essere troppo vecchi per poterli capire e tutto si trasforma in una tragedia!!! Allora le ho detto che saremmo andati a mangiare una pizza da loro per fornire una 'consulenza'. Così nel pomeriggio, al ritorno di Max dalla sua usuale scappatina dalla mamma, ci siamo avviati un po' prestino e ne ho approfittato per fare un giretto in un paio di palestre. Prima siamo stati in quella che c'è a Sorbara… bella, non c'è che dire, ma cara arrabbiata. Mettici l'assicurazione, la cauzione delle chiave magnetica che dura un anno e poi anche i prezzi sono altini. Organizzano anche corsi di ballo latino americano, ma il corso è già iniziato e ci sarebbe da parlare con l'istruttore… insomma tante complicazioni. Poi, mentre andavamo a Carpi ci siamo fermati nella palestra qui di Limidi, quella convenzionata Emmegi, che frequentavo questa primavera. Max non l'aveva mai vista dentro e dato che i prezzi sono molto più abbordabili, abbiamo deciso di cominciare lì. Per il momento faremo i dieci ingressi a testa che a conti fatti, dato che più di due volte alla settimana non riusciremo mai ad andarci, è anche conveniente. Al martedì ed al giovedì fanno anche lezioni di Pilates, disciplina che la mia dietologa mi ha vivamente consigliato per la cervicale. Non so bene di cosa si tratta, e se assomiglia allo joga so già che non riuscirò a farlo, ma proverò… Max invece si farà fare la scheda, dal nuovo istruttore che io non avevo ancora visto. Era vestito normalmente e non so se è molto 'grosso', ma ha degli occhi di un azzurro… lasciamo perdere che potrebbe essere mio figlio… come ragazzino non è niente male!!!
Per terminare la serata di sabato, siamo riusciti a tranquillizzare i miei sull'acquisto degli elettrodomestici, la lavatrice, se possibile è più semplice da utilizzare rispetto a quella che aveva prima, e per la tv, bisognava solo sintonizzare meglio alcuni canali… niente di traumatico!!! Poi però mia madre mi ha fatto vedere una lettera arrivata fresca fresca dall'ospedale di Bologna, che riporta gli esiti della biopsia che era stata eseguita il 31/01/2006!!!!!!!! Sì, la data è corretta… noi sapevamo che era andata bene e poi non ne abbiamo saputo più nulla e trovarsi in mano sto foglio con due righe INCOMPRENSIBILI, ci ha fatto un po' agitare. Così poi ieiri sera sono riuscita a trovare al telefono il dottore che ha in cura mio padre qui a Carpi e mi ha confermato, quello che sospettavo. Probabilmente quel foglio era rimasto da loro per tutti questi mesi e facendo pulizia lo hanno trovato dopo 8 mesi ed hanno deciso di spedirlo all'interessato!!! Non ci sono però problemi, ed io ed il dottore ci siamo un po' riallineati sulla situazione di mio padre, che (anche se non so proprio come fa!!!) ha sempre ben presente!!! Che uomo… devo dire che incontrare persone così gentili, disponibili e cortesi fa veramente bene al cuore…
Della giornata di ieri invece non ho niente da raccontare… vi basti sapere che la porta di casa ieri sera era ancora chiusa a chiave, sintomo che non abbiamo nemmeno messo fuori il naso dalla porta. Divano, tv… lettone (anche se ho dormito veramente male!!!).

venerdì, ottobre 06, 2006

Una NEW ENTRY

Eh sì... 'la mia monella' ha aperto un blog, ed io sono CONTENTISSIMA!!! Sarà perchè io lo vivo come uno strumento per essere più vicina alle persone a cui voglio bene... senza contare poi che si possono fare anche bellissime conoscenze...

Allora BENVENUTA Silvia... vedrai che se ti appassioni, diventerà quasi una mania...

Meglio accompagnati... che soli!!!

Beh… se posso cercare di trovare una cosa positiva in questo mio appiedamento forzato… posso dire che il ritorno momentaneo ai nostri vecchi tragitti al lavoro insieme è un lieto 'déjà vue'. Mi riporta indietro ai tempi della Corob quando facevamo tutto insieme ed anche il viaggio in macchina era un momento importante per chiacchierare ed organizzare le giornate. Se non avessimo degli orari così diversi si potrebbe fare anche ora, ma le esigenze lavorative sono diverse ed essere la prima alla mattina e l'ultima alla sera, a lungo andare, diventa pesante.
Comunque erano veramente bei tempi, parlo essenzialmente del condividere tutto, dell'averlo sempre a portata di mano di sentirmi libera ma protetta anche sul posto di lavoro. Di solito le persone non mi capiscono quando dico che mi manca terribilmente il non lavorare più con lui, ma credo che il trucco stia tutto nel fatto che noi ci siamo conosciuti sul posto di lavoro e quindi prima di essere amanti, siamo stati colleghi. Secondo me, quando conosci una persona sul posto di lavoro, conosci sicuramente la sua parte peggiore e quindi dopo è tutta una discesa… Il mio brutto caratteraccio non è mai stato un segreto per lui, il mio impuntarmi sulle cose, la mia testardaggine ed il mio volere a tutti i costi che le cose andassero nel modo giusto. Anzi, forse, col tempo e soprattutto con le inevitabili 'smusate', mi sono un po' addolcita, tendo a lasciare correre molto di più, cerco di pensare molto meno al mio stato lavorativo per dare precedenza alla mia vita extra-lavorativa, ma non è stato facile arrivare a questo punto ed ogni tanto uno sprazzo della vecchia, ingenua e cocciuta Gianchy salta fuori con prepotenza, facendomi scagliare contro le ingiustizie come una paladina del medioevo!!!
Chissà se nel nostro futuro ci sarà ancora la possibilità di lavorare insieme, magari in un'attività tutta nostra, la nostra bella edicola o qualcosa del genere, nel frattempo possiamo solo pensare a ciò che è stato… a quei meravigliosi pomeriggi di febbraio/marzo del 1994, quando mi recavo nel suo ufficio ed insieme ammiravamo i bellissimi tramonti, oppure quando, qualche anno più tardi, veniva a fare la pausa caffè nell'ufficetto che condividevo con Erica. Devo dire che mi manca il nostro piccolo nido… imboscato in una maniera quasi scandalosa… ma ero riuscita, piano piano a crearmi un piccolo reame… se non fosse stato per le persone insulse con cui avevamo a che fare, non si stava malaccio. Qui, dove mi trovo adesso non si sta male, ma non riuscirò mai più a ricreare una cosa del genere, sono e sarò sempre solo un numero, l'unica donna che come dice Enzo, non fa altro che combattere contro i mulini a vento per dimostrare di essere all'altezza degli uomini. Non che voglia fare carriera… sì a quarant'anni è molto che non mi diano un calcio nel sedere, ma qui, anche dopo cinque anni mi sento sempre in prestito… non ho il mio spazio, la mia cuccia, se non questa misera scrivania che non mi protegge a sufficienza, non mi isola da tutti gli altri come dovrebbe… Lo so che non ci state capendo niente, è difficile anche per me, quando analizzo la mia situazione lavorativa, capire perché mi lascia così perplessa, perché mi sembra sempre una situazione temporanea, perché non mi sento a casa mia… Forse e dico solo forse è come quando si rimane scottati con un grande amore… si fatica ad innamorarsi ancora ed io consideravo la Corob come la mia seconda casa… Probabilmente ora ho paura (o forse la certezza) che non sia una cosa positiva affezionarsi al lavoro che si fa… e quindi, giorno dopo giorno me ne stacco sempre un po' di più, lo guardo dall'esterno, e non ho il coraggio di farlo MIO!!!

giovedì, ottobre 05, 2006

Non ho parole...

Stamattina ho la fortissima tentazione di infilarmi gli occhiali da sole e mettermi a ronfare in piedi. In più potrebbero anche servire a coprire gli occhi a palla che mi contraddistinguono… insomma, già non sono bella di mio, stamattina sono penosa!!!

Però una cosa devo dirla: sono ORGOGLIOSA del sistema sanitario italiano… non credo che ne esista uno MIGLIORE!!!! Sì perché se per una visita di 2 MINUTI NETTI, bisogna attendere 4 ORE E MEZZA… mi viene da dire 'lasciate ogni speranza voi che entrate'. Tanto per farvi capire, anche se forse lo avete già immaginato, ieri sera ho accompagnato Max al pronto soccorso di Carpi perché nella giornata di ieri ha accusato un po' di dolore al braccio destro ed era meglio controllare… Gli è stata diagnosticata una lieve contrattura, niente di preoccupante, da curare con l'assunzione di qualche bustina di Aulin. Siamo rientrati a casa praticamente a mezzanotte e stamattina ce la siamo presa un po' comoda, così ho timbrato alle 8:14 (usiamolo questo benedetto orario flessibile!!!). Tanto stasera prima delle 18:30 sarà difficile che io esca da qui, quindi ho tutto il tempo per recuperare.

Sul fronte 'macchinina', il meccanico ci ha detto che dovrebbe ridarcela entro il 14 ottobre… speriamo bene… la cosa importante è che si riesca ad aggiustare bene e soprattutto che sia affidabile come prima. Il tentativo di oggi è cercare di prendere le cose con calma… arrivare eventualmente a casa stasera ad un orario 'decente' e cercare di resistere alla tentazione di assumere un Aulin per il mio collo perennemente incriccato (stamattina il cordone di destra mi fa vedere le stelle!!!). Tutti buoni propositi per un pesce palla di nome Gianchy…

A proposito di 'palla' è un po' che non vi trituro i cosiddetti con la storia della mia dieta e so per certo che volete sapere se la nostra settimane di gozzoviglie egiziane hanno fatto molto danno… Ebbene, lunedì scorso, alla pesatura ufficiale pesavo due etti in meno rispetto all'ultima pesata prima della partenza!!! :-D Uno stile di vita diverso, fatto di belle passeggiate ha un sacco di vantaggi, non c'è nulla da fare. Vedremo nelle prossime settimane se riuscirò a riprendere a calare, anche se non mi aspetto risultati eclatanti, spero di notare una lieve ma costante inflessione… Nonostante le giornate turbolente di questa settimana che sembra interminabile, non sto facendo sgarri, mi porto il pranzo da casa, e quindi riesco a rispettare la dieta. Bravissima Gianchy… continua così… fai solo un altro piccolo sforzo… fai qualcosa per la tua cervicale!!!

mercoledì, ottobre 04, 2006

Tre metri sopra il cielo

Free Image Hosting at www.ImageShack.usBabi ha diciotto anni, è una srtudetessa modello, una figlia perfetta, ma soprattutto una ragazza romantica che aspetta ancora il suo principe azzurro. Step ha diciannove anni e passa le sue giornate con un gruppo di teppisti. Se ne è andato di casa perché, a quanto pare, è un tipo violento. Frequenta le corse di moto clandestine e si diverte ad invadere le case dei suoi coetanei ricchi, rubando e mettendo tutto a soqquadro...I due ragazzi, con i loro mondi così lontani, s'incontrano per caso, litigano, si innamorano, nell'arco di un anno che resterà indimenticabile non solo per loro, ma per tutti quelli che li circondano...

Ieri sera ci siamo guardati questo film in tv, una delle rare occasioni in cui hanno fatto vedere qualcosa che non avevamo già visto. Il film in sé non è stato male, anche se il finale mi ha deluso moltissimo… Il ragazzo, Riccardo Scamarcio è stato molto bravo ed anche convincente… la ragazzina mi è piaciuta molto meno… sia come recitazione che come presenza scenica. Un film rivolto ai giovani che parla di giovani, ma quell'atmosfera 'dark' che spesso si ritrova nei film italiani è proprio stancante… Alla fine… ho pensato che assomigliava come stile a quello dell'Ultimo bacio, e dato che questo film non mi è piaciuto per niente, ho archiviato l'idea… Devo però ammettere che non ci siamo persi nulla ad aspettare che uscisse in dvd e noleggiarlo, a suo tempo mi ricordo che avevamo persino pensato di andarlo a vedere al cinema.

Ma cambio per un attimo argomento… mi sto regalando un momentino di relax… anche oggi è stata una giornata infernale al lavoro… Come sapete mi occupo dello sviluppo di un programma di progettazione serramenti (insomma un programma che ti fa fare delle finestre…) e il gruppo di persone che lavora a questo progetto è composto da ben 4 persone. Con scadenze circa trimestrali, viene rilasciata una nuova release, ma non tutti e 4 lavorano su questa, diciamo che tutti facciamo un po' di tutto (tranne Davide che invece si occupa sempre ed unicamente di un solo argomento perché si rifiuta di mettere mano alle cose che fanno gli altri!!!). Beh, al rilascio della nuova versione ci sono sempre un paio di giorni di sofferenza in cui bisogna rimettersi 'in riga' con tutte le modifiche, con l'utilizzo di un programma che dovrebbe aiutarci nella gestione delle modifiche, ed invece ci fa uscire pazzi, perché inevitabilmente dobbiamo fare un sacco di controlli manuali per verificare se ci siamo persi qualcosa (cosa che puntualmente accade!!!). Ecco, adesso abbiamo appena 'terminato' (almeno spero!!!), questa fase 'ricreativa' e sono qui che non ne posso davvero più… per tutto il tempo Davide non tace mai… dicendo al malcapitato di turno che sta alla tastiera tutte le operazioni che deve fare, e vi posso assicurare che tutti noi sappiamo cosa c'è da fare, lo facciamo insieme semplicmente per avere più occhi a disposizione, non più bocche… Quindi dopo 8 ore di 'Fai il checkout del trunk', 'fai il merge con la Develop', 'fai la commit del trunk' e cose di questo genere… sono sull'orlo dell'omicidio!!! Chissà, forse basterebbe una piccola operazione alle corde vocali… gli togli la capacità di parlare ed il gioco è fatto… Sono troppo cattiva, lo so...

Comunque per fortuna è passata anche questa volta ed ora per un bel po' non se ne parla più di 'merge'… e poi oggi, nonostante la serata si preannunci alquanto faticosa (vi racconterò domani…), ho ricevuto una bella notizia da parte dei miei. Sono arrivati gli esisti delle lastre di mio padre, ed a detta dei miei che hanno letto il foglio che accompagna le lastre e che contiene il paragone con quelle precedenti, va tutto bene!!! Grosso respiro di sollievo, alla prima occasione comunque voglio leggere anch'io quel referto, anche se sono sicura che lo abbiano capito bene, altrimenti me lo dicevano. Mio padre sarebbe anche capace di mentirmi, ma mia madre no, ha troppa paura e solo dal tono della voce riesco sempre a capire se c'è qualcosa che non va… Beata trasparenza!!!
A proposito di quella cartola della mia mamma… non ve l'ho mica raccontato… prima di partire per l'Egitto, la sera prima c'è stata la mitica cena con i miei cugini siciliani. Vi ricordate che per mia madre era stata quasi una tragedia??? Beh, dopo averle dato un sacco di suggerimenti su come apparecchiare e cose stupidissime di questo tipo, mi sono fatta raccontare come è andata ed è andata benissimo… ma quella sagoma della mia mamma, ha 'dato il caffè' appena arrivato a Gerardo (il cugino…). Dicesi 'dare il caffè' cagnare in malo modo una persona e quindi, immaginandomi la scena, ho riso sotto i baffi… Lo ha sgridato perché si erano messi d'accordo per le sette e si sono presentati alle otto e mezza. Mia madre odia le persone non puntuali, soprattutto a pranzo e a cena, perché vige la legge ferrea che quando gli ospiti arrivano devono essere catapultati a tavola immediatamente!!! Beh… non stupitevi, se io sono venuta fuori così, un motivo ci deve essere, non può essere tutta farina del mio sacco… crescere in una famiglia così qualche strascico deve pur averlo lasciato.
Comunque sia, il cugino ha mangiato come un maialino da ingrasso, mentre la sua gentil signora, anoressica da quando aveva vent'anni, ha mangiato come al solito poco e niente… che importa, la mamma mi ha detto che ha 'fatto bella figura' ed è questo che conta ;-)
Per il momento vi lascio… a domani… con tutte queste chiacchiere lo so che vi sfinisco, ma non preoccupatevi, dato che ormai sto diventando una vecchietta, se vi perdete qualche puntata, prima o poi la recuperate, perché, secondo me, ogni tanto mi ripeto!!!!

More difficult...

Ok… ok, ho capito, non c'è bisogno di fare così… se volete che una settimana di vacanze venga buttata via nel giro di un paio di giorni e che lo stress torni immediatamente ai suoi livelli standard… allora ditelo!!!!
Che giornatina ieri ragazzi… da dimenticare… seguita da una nottata abbastanza agitata ed oggi non si prospetta niente di buono. Ma cominciamo dall'inizio. Ieri mattina, Max mentre andava al lavoro ha 'subito' un incidente. Per fortuna non si è fatto nulla, ma la macchina, a suo dire, ne è uscita semi-distrutta e già il fatto che sia stata portata via col carro attrezzi la dice lunga. Per raccontarvi velocemente la dinamica dell'incidente vi dico che Max era dietro ad una Mazda che ha svoltato a sinistra senza vedere che stava arrivando una Volvo dalla parte opposta. La Volvo ha urtato la Mazda per poi finire addosso, quasi frontalmente, alla nostra Alfa 147 :-(
Al di là dello spavento che si è preso il mio tatone, al dispiacere di vedere come è ridotta la macchinina, non avrei voluto essere nei suoi panni… praticamente impotente con una macchina che ti viene addosso e senza poter far nulla… Fosse stata almeno una macchina un po' meno grande… mi ha detto Max che la Volvo, sì ne è uscita un po' ammaccata, ma non accartocciata come la nostra… uhmmm… sto pensando seriamente di comprare un carro armato quando cambiamo macchina!!!
Comunque la cosa veramente importante è che non si sia fatto male nessuno e speriamo che la macchina si riesca a mettere a posto bene… al resto c'è sempre rimedio. La sottoscritta ora è appiedata (ma vah???) ma vi giuro che ieri a mezzogiorno i miei mi hanno veramente messa in croce… mille domande, mille problemi, complicazioni e vedrai di qua, vedrai di là… insomma come al solito devono vedere sempre il lato peggiore di ogni situazione. Staremo a vedere, è mai possibile che le cose debbano sempre girare nel modo più catastrofico??? Così, starmene a pranzo in ufficio, mangiando una ricottina e leggendo qualche paginetta del mio librino, potrebbe essere un toccasana… L'unica cosa di cui mi dispiace è che oggi mio padre dovrebbe andare a prendere i risultati dei raggi ed anche se ho chiesto a mia madre di telefonarmi per leggermeli, non so se riuscirò a capire quello che mi legge. Quindi stanotte, un po' la tensione della giornata di ieri ed un po' la tensione per questi risultati ed un po' il mal di stomaco (probabilmente derivante dallo stress…), non ho dormito molto… mi rifarò, pazienza… ora non mi resta che aspettare notizie, speriamo positive!!!
Nel giro di 24 ore sono passata dai mille propositi alla semplice sopravvivenza… si fa presto vero??? Lo sapevo che Ottobre sarebbe stato un mese impegnativo… ma non pensavo che dovesse partire così in salita… speravo di avere almeno qualche giorno per rientrare nello stress… Beh, così ci si toglie il pensiero e non ci si pensa più!!! :-D

martedì, ottobre 03, 2006

Normalità???

Beh, sì, devo dire che le mezze misure non esistono mica!!! Invece di iniziare la settimana con calma, cercando di fare il minimo indispensabile, mi sono buttata a pesce in queste prime giornate lavorative e, razionalmente, mi sembra veramente una pessima decisione. Ma non ci posso fare nulla, dopo una settimana di tranquillità dove mi sono 'costretta' a fermare le rotelline del cervello, questo, una volta tornato a casa, si è riappropriato dei suoi spazi e adesso macina, macina come un ossesso. Quindi già da ieri, ho cominciato a pensare a tutte le mie prossime mosse… Prima di tutto ieri sera siamo andati al cinema e la visione era alle 20:00, per cui, Max è arrivato a casa verso le 19:10 e poi subito siamo tornati ad uscire di casa, mangiando un pezzo di pizza al volo prima di entrare al cinema. Stasera c'è la spesa, ma non voglio metterci una vita, voglio tornare a casa prestino, per poter cenare in santa pace a casa e quindi, anche lì sarà una bella corsa e nel frattempo i propositi sportivi per la prossima stagione stanno prendendo forma...
Per il momento sono a questo punto: ho chiesto alla Francesca di farmi un preventivo per un trattamento completo di massaggi shiatsu e il prezzo mi ha lasciato un po' perplessa. Ma dato che non so i prezzi che vengono di solito richiesti nei centri estetici, non posso nemmeno dire che è caro, diciamo piuttosto che è caro per me. Tra l'altro sono molto combattuta, perché non so se sarebbe meglio ricominciare ad andare in palestra e, tra l'altro, non ho ancora abbandonato completamente il sogno di frequentare un corso di balli latino-americani. Quindi, nelle prossime serate… tipo domani, voglio cominciare a passare da qualche palestra e prendere un po' di informazioni sui prezzi. C'è una bella palestra a Sorbara, aperta l'anno scorso, che fa anche corsi di ballo, ma i prezzi mi sembravano abbastanza altini. Certo che sarebbe davvero comoda, soprattutto per il corso di ballo… Mah, non so nemmeno io cosa fare… e non so nemmeno come fare a dire a Francesca che ho bisogno di tempo per pensarci… cercherò di tergiversare per qualche giorno, poi mi farò viva quando avrò preso una decisione definitiva. Voi che dite??? Orami mi conoscete un po', sapete che odio andare in palestra e che in generale non ho un buon rapporto con lo sport… cosa mi consigliate??? Qualcosa devo fare assolutamente, se non voglio che la cervicale mi torturi per tutto l'inverno!!! A mente fredda io direi che sarebbe meglio optare per la palestra, magari fare qualcosa insieme a Max, in modo che se una sera io non ne ho proprio voglia, mi possa un po' tirare lui e viceversa. Però odio le schede con i macchinari, vorrei fare semplicemente un po' di tapis, o step o ciclette… per stare in movimento, tenere i cordoni del collo un po' più caldi. Boh… che ne so… per il momento devo decidere a quali palestre rivolgermi… vorrei provare a sentire anche a Carpi, che potrebbe essere una soluzione per andarci insieme, nel senso che sarebbe abbastanza comodo anche per Max. Chissà, potrei andare a fare un giretto al Master Club (ti ricordi Lisa???), oppure semplicemente prendere in mano l'elenco delle palestre di Carpi e andarle a vedere un po' tutte… uff… uff… che fatica!!!
Ma adesso è meglio che cerchi anche di concentrarmi sul lavoro… perché le mie rotelline non si mettono un po' a girare anche in questa direzione???

Pirati dei Caraibi

Free Image Hosting at www.ImageShack.usIl capitano Jack Sparrow ha un debito d'onore con Davey Jones che lo costringerà a passare il resto dell'eternità schiavo e dannato nell'altro mondo. Inevitabilmente, il Capitano, non potrà fare a meno di coinvolgere nelle sue disavventure anche Will ed Elizabeth.

Mi era piaciuto da matti il primo e non ho potuto non apprezzare anche il secondo. Jhonny Deep è un grande!!! Con tutte le sue mossettine e le sue espressioni mi fa morire… Ci sono delle scene che mi hanno fatto scompisciare dal ridere ed anche se il finale è veramente quel che è… bisogna guardarlo nell'ottica della presenza del seguito, che uscirà l'anno prossimo, quindi non ci sarà poi molto da attendere.
E' risaputo, che al termine dei titoli di coda, c'è una piccola scena del film, ma è stata abbastanza deludente, quindi se qualcuno di voi l'ha persa non vi preoccupate… ve la racconto io. Mostra la fine che ha fatto il cane che è rimasto sull'isola degli indigeni carnivori che avevano eletto Jack Sparrow come loro re (e come tale volevano mangiarselo). La scena presenta il cagnolone seduto comodomande sul trono con un ossicione (umano??) in bocca che abbaia felice della sua nuova posizione di potere… Ma io non credo che ci sia molto di cui essere felice… chissà se anche gli imperatori pelosi fanno la stessa fine di quelli umani!!!

lunedì, ottobre 02, 2006

I libri che ho letto in vacanza...

"Il posto che cercavo" di Nicholas Sparks

Image Hosted by ImageShack.us
Boone Creek è una minuscola cittadina del North Carolina in cui la gente si conosce da sempre e vive in una rilassata routine d'altri tempi. Forse a qualcuno sembra noiosa, ma non a Lexie, la direttrice della biblioteca locale, che ama la sua esistenza fatta di piaceri semplici come guardare il Pamlico River che diventa un nastro dorato nel tramonto o passeggiare tra le magnolie in fiore. Tutto il contrario di Jeremy Marsh, il giornalista arrivato dritto da Manhattan per indagare sulle misteriose luci notturne che baluginano nell'antico cimitero, e che lui ritiene una truffa. Spinto dalle sue ricerche in biblioteca, il cinico e affascinante newyorkese rimane colpito dalla bella Lexie, ma tra loro si ergono delle barriere che sembrano insuperabili. Finché la collaborazione forzata non fa affiorare le ferite e i segreti di un doloroso passato che ha segnato entrambi. Si crea così tra i due un legame forte, che potrebbe cambiare radicalmente le loro vite. Ma sarà capace di colmare la distanza che li separa? E mentre le luci misteriose volteggiano nella nebbia, una fiamma riaccende anche i cuori di chi aveva ormai rinunciato ai propri sogni più intimi... Un romanzo incantevole e commovente sull'imprevedibilità dei sentimenti e sul mistero più profondo, quello dell'amore.

Anche se non sono una appassionata di libri 'rosa', ogni tanto mi rilasso leggendo un romanzo di questo autore… Il suo modo di scrivere sempre molto elegante e discreto rende tutti i suoi romanzi quasi 'scivolosi' nel senso che si lasciano leggere piacevolemente, cullando il lettore in una dolce atmosfera. Se non vi piace il genere è meglio lasciar stare, ma se avete voglia di leggere qualcosa di questo tipo senza che sia troppo mieloso… ve lo consiglio. Ottima lettura da spiaggia!!!

"Il caso Bluelady" di James Patterson
Image Hosted by ImageShack.us
Gli eroi non riposano mai. Sembra proprio il caso di Alex Cross, agente investigativo dell'FBI giunto a un bivio della sua carriera. Dopo aver dato per anni la caccia a feroci serial killer e aver scoperto l'identità del suo più diabolico avversario "Mastermind", Cross ha quasi deciso di lasciare l'FBI, forse di iniziare una nuova esistenza dedicandosi alla famiglia. Ma un amico in difficoltà viene a bussare alla sua porta... e non certo per chiedergli un favore da nulla. È stato incastrato e su di lui pende la minaccia di una condanna a morte. E Cross non può e non vuole mollare l'amico anche perché dietro la catena di strani delitti consumati nell'ambito delle forze armate vede qualcosa di più sinistro. Presto emergono piste sfuggenti, che non possono essere provate con facilità ma che mettono Cross sulla vera strada degli omicidi commessi a danno di giovani donne nell'esercito, quelle che in gergo vengono chiamate Bluelady. Tre assassini si muovono liberamente, evitano trappole e ne tendono a loro volta di mortali. E, mentre il tempo comincia a scarseggiare, Cross intuisce la più terribile delle verità.

Di tutt'altro tipo è questo secondo romanzo che ho letto mentre me ne stavo spapparazzata in spiaggia. Se avete amato come me Alez Cross in Mastermind e vi siete affezionati a Nana… non potete non leggere questo romanzo che fino alla fine mi ha fatto battere il cuore, perché ci si aspetta qualcosa di spiacevole da un momento all'altro.

Il rientro...

Eccomi qua… bella pimpante, al mio primo giorno di lavoro… bella abbronzatina e per fortuna qui c'è ancora una temperatura abbastanza mite, da poterla sfoggiare almeno un po' :-D
Lo so… lo so… volete sapere come è andata la mia piccola vacanza… è andata BENISSIMO!!! Sole, sole sole, arietta e tanto tanto relax…
Avevo pensato di tenere un diario di viaggio anche in questo caso, ma mentre passavano i giorni, mi sono resa conta che non aveva tanto senso. Si è trattato di un vero e proprio soggiorno di mare e, come tale, meravigliosamente ripetitivo. Vi posso descrivere una nostra giornata tipo...
Sveglia ore 7:30 (la luce filtrava dalle tende a partire dalle 6:30), colazione abbondante alle ore 8:00 e verso le 9:00 già in spiaggia. Prima passeggiatona sulla spiaggia (solo le foto possono descrivere il mare e la spiaggia di questo posto… mi ha ricordato molto le spiagge che ho visto nei Caraibi). Dopo il 'risveglio muscolare' un po' di riposo spapparazzati sul lettino fino alle 11:00 circa, ora del bagnetto nelle acque limpide e tiepidine del mare… Altra oretta ad asciugarsi al sole e poi pranzo in piscina. Sì perché oltre ai due ristoranti presenti nel villaggio, c'è anche un bar a bordo piscina, poco frequentato e per questo molto appetibile, dove ci siamo goduti pranzetti rilassanti a base di pizzette, che per essere egiziane non erano male… E dopo il caffettino, si ritorna in spiaggia a fare la pennichella accarezzati dall'arietta che quasi sempre si alzava al pomeriggio. Alle 16:00 altra passeggiata, e subito dopo bagnetto… per poi essere pronti verso le 17:30, quando il sole comincia a calare, al trasferimento nel centro benessere, dove ci siamo regalati numerodi bagni turchi e vasche idromassaggio interminabili… Rientro in camera verso le 18:20, mega docciona con incremaggio dopo sole e via, verso l'aperitivo analcolico seguito dalla cena… Dopo cena un bel giretto intorno al villaggio e poi, evitando accuratamente i tristi spettacoli proposti dall'animazione si finiva la serata in camera a guardare la tv o giocando a carte in un qualche posticino appartato e tranquillo. Durante le nostre passeggiate serali abbiamo incontrato parecchi granchietti che, curiosi, risalivano dal mare e si avvicinavano al villaggio… Chissà come mai, l'ultima sera, la cui cena era tutta a base di pesce (tra cui i granchietti predominavano) non ne abbiamo visto nemmeno uno???
Come altra fauna locale, abbiamo visto anche una volpe del deserto durante una delle nostre passeggiate ed una lucertolina strana con gli occhioni grandi grandi che cercava di mimetizzarsi nella sabbia… Si vede proprio che il posto non è ancora stato 'troppo' invaso dal turismo… che meraviglia!!!
Sono brutte vite, ehh???? Devo dire che tutte queste coccole mi mancheranno, ma vedrete che in una settimana le cose torneranno alla normalità...
Giovedì scorso ci siamo regalati una piccola escursione a Marsa Matrouh, dove abbiamo visitato il museo di Rommel, la baia di Cleopatra, la moschea e la chiesa copta… per poi terminare con un piccolo giretto nella via principale della cittadina. I negozietti mi hanno ricordato il mercato che abbiamo visitato al Cairo, ma l'atmosfera è molto diversa, si vede che non sono ancora molto abituati al turismo e non siamo stati assaliti dalle persone che cercano di venderci i loro prodotti. Si respira un'atmosfera particolare, completamente diversa da quella che ho visto in ogni altro posto ed è stato veramente un gradito ritorno ai ricordi del nostro primo viaggio in Egitto.
Per il momento la finisco qui… cercherò di inserire qualche foto…



Image Hosted by ImageShack.us

Il villaggio Almaza Beach Resort

Image Hosted by ImageShack.us

Spiaggia e mare...


Image Hosted by ImageShack.us



Image Hosted by ImageShack.us



Image Hosted by ImageShack.us



Image Hosted by ImageShack.us



Image Hosted by ImageShack.us

Cleopatra beach

Image Hosted by ImageShack.us

Il centro di Marsa Matrouh

Image Hosted by ImageShack.us