lunedì, luglio 31, 2006

Eccomi di nuovo qui...

Con la tristezza nel cuore… e non potete nemmeno immaginare quanta… sono di nuovo qui… la 'mia cicciola' è ormai lontana ma in questi primi minuti di lavoro, mi sembra ancora di essere sul ponte… ci stiamo inoltrando nel fiordo di Geiranger… sob, doppio sob… Altro che pubblicità della Costa, mi sento malissimo… ma anche benissimo, è stata una vacanza indimenticabile… e non vi preoccupate, ho tenuto un diario di bordo… e tra qualche giorno lo pubblicherò, così potrete rivivere giorno per giorno questa bellissima esperienza...

Voto alla organizzazione Costa: 10 !!!

Se vogliamo trovare i lati negativi dobbiamo parlare dei voli Alitalia Bologna-Milano Malpensa e viceversa… Sono stati allucinanti entrambi con dei chek-in fantozziani… e per la prima volta nel viaggio interminabile di ieri ci hanno perso una valigia… Praticamente hanno caricato la metà dei bagagli, un vero e proprio scandalo. Spero di non volare mai più con questa compagnia e sicuramente eviterò la tratta Bologna - Milano. Pazienza, non voglio nemmeno stare a perdere tempo a parlare di questa tristezza… Non bisogna permettere che certe cose rovinino una delle vacanze più belle della mia vita…

venerdì, luglio 21, 2006

The last day...

Sì sì sì sì….
Oggi è l'ultimo giorno di lavoro… -8 ore all'alba… e poi per una settimana non se ne parla più… più… PIU' !!!Non preoccupatevi, va tutto bene, non ho fatto colazione con la birra, sono solo molto molto MOLTO contenta di vedere la fine del tunnel… che sbocca direttamente sul porto di Copenhagen dove mi aspetta la 'cicciola' Costa Magica!!! Il momento dell'imbarco è sempre uno dei più emozionanti… cammini sulla passerella, gli ufficiali ai lati ti danno il benvenuto cortesemente e a volte un cameriere ti allunga un coktail per farti sentire fin dal primo minuto in un'altra dimensione… Sì, perché non hai i bagagli da trascinarti dietro… le tue valige le trovi direttamente in cabina, devi solo portarti dietro il bagaglio a mano… e poi ti metti sul ponte ed aspetti… TUUUUU TUUUUU TUUUUU … la sirena della nave annuncia la partenza e lentamente ci si stacca dal molo, come se fosse la cosa più naturale del mondo… Così ripercorro con la memoria l'inizio di altre crociere che abbiamo fatto… e credo che anche questa sia molto simile… ma nello stesso tempo completamente diversa… Prima volta (e forse anche ultima) con la Costa (quanto mi costa…), cosa mi aspetto??? Il Paradiso con la 'P' maiuscola… La 'cicciola' che naviga tranquillamente su panorami mozzafiato, una città in miniatura che viaggia insieme a te, che ti porta in posti magici per far cavalcare ancora una volta la tua fantasia…
Troppo romatica e sdolcinata??? Che posso farci se ADORO le crociere (io che non so nemmeno nuotare!!!). Vi ricordate la pubblicità della Costa Crociere… nessuno spot è più vicino alla realtà per me… Il ritornare alla normalità è uno di quei traumi che difficilmente si riescono a superare… Dopo giorni e giorni di vita da nababbi, ti ritrovi di nuovo al tavolo della tua cucina, due fette biscottate con la marmellata e la solita tazza di thè… che tristezza!!! Non perché uno si debba abbuffare, ma vuoi mettere anche solo vedere il mega buffet che ti aspetta a colazione… scegliere quello che in quel momento ti aggrada e mangianrtelo in santa pace senza guardare nemmeno una volta l'orologio che corre???!!! E' tutta un'altra vita… è tutto un altro vivere…

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Se riesco… cosa molto difficile… voglio vivermi questi ultimi due giorni che mi separano dalla partenza con il pensiero costantemente rivolto al viaggio, cercare di farsi scivolare addosso le cose quotidiane… So già che sarà praticamente impossibile perché, soprattutto i miei ed anche il lavoro, ce la sta mettendo tutta per rovinarmi la festa… Spero solo di passare in modo indenne la pausa pranzo di oggi… questa settimana i miei mi hanno fatto morire… sarà il caldo, la sclerosi galoppante, il vittimismo in cui si crogiolano… non lo so e non lo capisco, ma mi hanno avvelenato la settimana… chissà se con gli anni diventerò anch'io incapace di vivere il tempo che mi viene concesso con tranquillità… a volte ho come la sensazione che siano sempre in attesa che qualche mattone gli cada in testa e vogliono che anche quelli che gli stanno intorno vivano nello stesso modo… Ma la vita è TROPPO breve per sprecarla così… e loro dovrebbero saperlo molto meglio di me… le cose brutte purtroppo accadono anche se non stai lì sulla porta ad aspettarle… tanto vale cercare di fare il possibile per godersi i momenti di tranquillità il meglio possibile… Ma diciamoci la verità… i miei non hanno mai saputo farlo… hanno sempre lavorato lavorato e lavorato, vivendo tutte le giornate come delle piccole battaglie. Da questo punto di vista io sono molto cambiata, da quando mi sono sposata, Max è riuscito a cambiare le mie prospettive di vita… ha inserito nella mia quotidianità quella pace che mi fa sempre sentire bene quando torno a casa alla sera… Invece la vita con i miei era ed è tutt'ora uno stress continuo, ogni giorno c'è qualcosa di cui preoccuparsi, qualche motivo per non stare tranquilli ed io non sono più abituata… Bisognerebbe avere due pesi e due misure… capire quali sono le cose per cui è necessario preoccuparsi e quali dovrebbere passare inosservate…
Pazienza… ho già parlato fin troppo di loro… dato che comunque le cattiverie gratuite scaturiscono con una facilità spaventosa dalla boccuccia del mio caro paparino, dovrei proprio lasciarmi scorrere addosso le cose che mi dicono… voglio un passaggio da orecchio a orecchio da aprire quando sono con loro e dicono certe cavolate, in modo da dimenticarle appena sentite!!!
Va bene ragazzuoli… questo è l'ultimo post che scrivo prima della partenza… Vi prometto che terrò un diario di viaggio e poi vi racconterò per filo e per segno cosa combineremo la prossima settimana…


giovedì, luglio 20, 2006

... -2 ...

Voglia di lavorare saltami addosso!!! Ecco, ce l'ho fatta, ci sono riuscita a farmi stressare dal lavoro e stanotte ho dormito pochissimo… Non facevo che svegliarmi all'improvviso con le righe di codice che mi scorrevano davanti agli occhi sbarrati, con la visione di problematiche e casi non contemplati che venivano evidenziati a raffica… Non mi chiedete se i miei timori sono fondati o meno, stamattina non ho ancora avuto il coraggio di aprire il progetto… mi sta venendo un po' di nausa causata dalle troppe ore dedicate ad un singolo problema… Avrei bisogno di staccarmi un attimo per riacquistare un po' di lucidità… ma mi sa che è un lusso che non mi posso permettere. Comunque stamattina, quando la sveglia si è accesa alle 6:40… sono scesa dal letto, sono andata a spegnerla e poi mi sono ricoricata con Max che mi ha boffonchiato qualcosa del tipo 'Stai poco bene???' ed io ho bofonchiato di rimando che ero troppo stanca per alzarmi… Così me ne sono stata lì a 'fare la vecchia' altri 20 minuti, dopo di che mi sono buttata sotto la doccia con la speranza di svegliarmi un po' e soprattutto di far scomparire, almeno in parte, il broncio che devasta la mia faccia… Trattasi di quel broncio tipico delle persone stanche e assonnate, in cui le labbra sono sigillate in una smorfia quasi di dolore e anche proferire un 'ciao' diventa un'impresa disperata… Non so nemmeno come sono vestiti i miei colleghi stamattina, non so se li ho salutati, certamente però non li ho guardati… Mi sono messa davanti al mio pc, ho controllato la posta elettronica, letto il blog dell'Erica, e poi mi sono 'incinesita' (termine coniato da un mio collega che significa ìintestardita') sull'inserimento dei link nel mio blog, per poter dare la possibilità ai miei '4 lettori' di accedere al blog dell'Erica, che per gli amanti della lettura come me, è veramente una bellissima idea…
E poi eccomi qua, a scrivere due righe sul diario prima di aprire il benedetto progetto… ah dimenticavo… il ritardo di stamattina mi ha portato a timbrare alle ore 8:01… un bell'orario da 'sfigata'… per un minuto mi tocca di recuperare 15 minuti, che non sono niente dato che raramente esco prima delle 17:45… ma mi fa rabbia aver sforato per un solo pidocchioso minuto… era molto meglio timbrare almeno alle 8:10!!!
Insomma, come avete capito, stamattina non mi va bene niente… sarà il caldo che mi da un po' alla testa… mai come quel camionista di cui hanno parlato per il tg di Radio Bruno stamattina che girava con i figlio sul tetto del proprio camion e che ha persino avuto il coraggio di lamentatarsi perché gli hanno fatto la multa…
Ed a proposito di Radio Bruno, ieri sera, dopo aver cenato alla Festa dell'unità… (ristorante Falò con 36 gradi è il top della libidine…), siamo andati ad ascoltare un po' di cantanti in Piazza Martiri… Lo spettacolo non ci ha entusiasmato molto… forse siamo anche un po' vecchi per apprezzare certe cose, ma quando sono saliti sul palco i 'Finley' (che tra l'altro non avevo mai sentito nominare…), mi è venuto voglia di tornarmente immediatamente a casa… Di quelli che abbiamo visto menziono solo Zarrillo… non apprezzato dal popolo giovane, ma molto apprezzato da me… alcune delle sue canzoni hanno segnato dei periodi particolari della mia vita e le risento sempre molto volentieri… una per tutte '5 giorni che ti ho perso…'.
Che dite… ho tergiversato a sufficienza per stamattina??? Mah… io starei qui a raccontarmela… tipo… tutta mattina, ma mi sa che non è una bella cosa… è meglio mettersi al lavoro :-(((( Meno male che il mio conto alla rovescia procede in modo implacabile… Stro veramente assaporando l'idea di non venire al lavoro per una INTERA settimana, e, scusate se lo dico… anche di non sentire le solite lagne dei miei… Insomma me lo merito proprio un TIMEOUT.. un BREAK… da questa solita vita… e cosa c'è di meglio che andarsene a 'fare la vip' su una nave da crociera??? :-D

mercoledì, luglio 19, 2006

... -3 ...

Perché l'ultima settimana prima di andare in vacanza è sempre così stressante??? C'è un sensore in ufficio che rileva l'avvicinarsi di tale evento e che scaturisce rogne sui candidati vacanzieri??? E' proprio necessarrio arrivare alla vigilia della partenza con la lingua a penzoloni??? Mah… vorrei proprio avere le risposte a queste domande, che ogni anno mi faccio e che ogni anno rimangono insolute… come rimarranno insoluti i problemi di cui mi sto occupando in questi giorni, a meno di un vero colpo di genio e di c…
Sono giorni ormai che non faccio che disegnare, e giocherellare con formine di profili che devono eseguire roto-traslazioni e dopo aver passato interi pomeriggi a progettare su carta quello che deve accadere, mi metto al pc e scopro che gli strumenti che ho a disposizione non solo non fanno quello che mi aspetto ma danno risultati a me totalmente incomprensibili… Anche se alla mattina parto positiva e fiduciosa arrivo a sera veramente demoralizzata, con una miriade di foglietti sparsi per tutta la scrivania che ritraggono i benedetti profili nelle posizioni più strampalate… lo so che non ci avete capito nulla, ma non vi preoccupate, non ci capisco niente neppure io che lo DEVO fare… e non sono belle cose da dire…
Diciamo che l'unica cosa che mi consola è che questo lavoro è per il SAIE 2007 e quindi ho un po' di tempo davanti a me, ma volevo sfruttare questi 15 giorni in cui mancava il capo progetto per farmi almeno venire qualche buona idea… e sto fallendo miseramente :-(
Ma parliamo d'altro… il mio conto alla rovescia continua, anche se non mi sono ancora fatta prendere dalla frenesia delle valige e sono abbastanza tranquilla… Avere tutto il sabato per fare le valige è un'arma a doppio taglio, so già che come al solito farò le valige da cane… inserendo mille cose per Max e tre o quattro per me (per poi lamentarmi in vacanza di non avere roba a sufficienza per cambiarmi come vorrei). Ci vorrebbe un'agenzia apposita di persone specializzate nel fare le valige, persone affidabili che vengono a casa tua e che in base al viaggio che devi fare ti selezionano le cose che devi portare via, almeno come tipologia e numero. Pazienza… cercherò di impegnarmi come al solito e poi si vedrà… Intanto i giorni passano, ieri sera abbiamo passato l'ultima serata prima dell'estate a studiare inglese (se ne riparlerà poi in Settembre…) e stasera probabilmente faremo una capatina al 'Radio Bruno estate' che si svolgerà a Carpi in Piazza Martiri. Mi aspetto una confusione infernale, ma non staremo appiccicati al palco, vorrei rimanere abbastanza fuori dalla bolgia… ho ancora i segni fisici di quello che è successo l'anno scorso… un tipo mi è montato su un piede staccandomi quasi un'unghia di un piede… un dolore atroce che non vi dico… altro che sandali, bisognerebbe andarci con gli anfibi… ma come si fa con questo caldo…
Vabbè ragazzuoli… me ne ritorno a ruotare le mie formine :-(… altra giornata di passione??? Probabile… buon lavoro a tutti…

martedì, luglio 18, 2006

Roland e... la Torre Nera

Image Hosted by ImageShack.us

Va bene… ve lo prometto è l'ultima volta che ve ne parlo e poi archivio questa 'pratica' per sempre… Ieri sera mi sono intestardita ed ho finalmente finito l'ultimo libro della saga… Adesso che voglio scrivere qualcosa per tirare le somme di questa esperianza che è durata parecchi anni… ho qualche difficoltà a trovare le parole, forse perché sono ancora un po' arrabbiata per il finale, forse perché mi aspettavo qualcosa di diverso. Non vi dirò come va a finire… non si sa mai chi leggerà queste righe e non vorrei rovinare il finale a nessuno… vi basti sapere che a poche pagine da

lla fine, King stesso esorta i lettori ad interrompere la lettura senza voler per forza arrivare fino alla fine (vecchia strategia per far sì che le persone siano ancora più curiose di sapere come va a finire…) e avrei sicuramente fatto meglio a fermarmi lì… lì dove c'era almeno una parvenza di lieto fine… ma, come tutti, sono andata fino alla fine e quando ho capito cosa stava succedendo mi è uscita questa esclamazione 'NOOOOOOOO, MA PERCHE'????'
Alla fine dei conti, non essendo una Kinghiana DOC, ma solo una fan di adozione, devo dire che se vuoi leggere i romanzi di Stephen King, è consigliabile leggere questa saga, fosse altro perché i riferimenti ad essa si trovano un po' ovunque e fin quando non leggi la storia del pistolero Roland, non te ne accorgi nemmeno… Però, secondo me, e attenzione, è solo un mio parere spassionato e non condivisibile… ha voluto un po' strafare ed io ho visto parecchie indecisioni, come se più di una volta non avesse ben chiaro come dovesse proseguire la storia… Il quarto libro (quello che ho amato di più… tra l'altro) è una lunghissima digressione nel passato, e l'ha appoggiata lì a metà del suo viaggio come se fosse quasi una pausa di riflessione… Forse altri si sono chiesti come mai non abbia raccontato l'intera storia della morte dei suoi compagni… secondo me ad un certo punto ci ha pensato ma poi forse si è accorto che un'altra digressione avrebbe insospettito troppo i suoi fan, quasi come se non sapesse come andare avanti. Io non so qual è la verità, e forse è solo un mio viaggio mentale… ma anche il finale, oltre ad avermi deluso mi sembra un po' 'lofio'… possibile che un genio come lui non potesse attendere un'idea più strabiliante??? Non che questo di finali sia brutto o sia banale, ma semplicemente mi aspettavo qualcosa di diverso, qualcosa che potesse mettere davvero la parola fine a tutta questa storia…
Vabbè… adesso basta, se no va a finire che non riesco a tenere fede al mio proposito di non raccontarvi il finale… Chissà, la prossima volta che mi vedrò con Erica, ne parleremo a quattr'occhi, lei che è una appassionata di King come Max, avrà sicuramente il suo punto di vista ben definito, proprio come Max, che, tanto perché lo sappiate, non condivide nemmeno una riga di quello che sto scrivendo stamattina… lui ha commentato il finale, dicendo che è quello 'perfetto' e non c'è niente da dire… è una fortuna che le persone abbiano la propria testa e pensino in modo autonomo, se no poi come si fa a intavolare discussioni e a confrontare idee??? ;-)
Quindi adesso non mi resta che dire ADDIO al pistolero, ai suoi vecchi e nuovi amici, a tutte le persone che ha conosciuto durante il suo viaggio e che ritroveremo in altri suoi romanzi… soprattutto mi mancherà Patrick Danville, che mi porterà presto alla rilettura di Insonnia che, sicuramente, ora potrò apprezzare in un modo tutto nuovo. E poi chi altro mi mancherà??? Beh, Jake, Eddie e Oy… Susannah un po' meno… la sua doppia-tripla personalità ha fatto sempre di lei una persona un po' ambigua di cui non mi sono mai fidata fino in fondo… Roland mi mancherà??? Mah… che ne so… quando penserò a lui me lo immaginerò di spalle, solo, in mezzo al deserto… che cammina col suo implacabile passo verso l'ignoto, verso il nulla… ciao Roland e BUON VIAGGIO !!!

lunedì, luglio 17, 2006

... -5 ...

Lasciatemi fare questa cosa veramente infantile… il conto alla rovescia dei giorni lavorativi che mi separano dalla mia amata crociera… Lo so che è anche una cosa un po' fastidiosa, ma non ne posso fare a meno… ci manca poco che conto anche i secondi che mi separano dalla partenza…
Ma c'è ancora tempo e bisogna mettersi un po' calmini, ci sono ancora un sacco di cose da fare… al lavoro e non solo…
Ma parliamo del weekend… è andato bene, anzi molto meglio di quello che prevedevo… è iniziato bene già sabato mattina quando sono entrata nello spaccio che frequento spesso per comprarmi da vestire, e la mia commessa preferita prima di salutarmi mi ha detto che sono dimagrita un sacco… :-D Ottimo.. Ci vuole poco per farmi felice, no??? Beh, rispetto all'ultima volta che mi sono comprata qualcosa da vestire, ho perso un paio di taglie e questo sì che mi rende felice… mi sentivo veramente una balena a comprare quei pantaloni da elefantessa… anche se la strada per diventare almeno 'normale' è ancora lunghissima…
Poi vabbè, domenica, il pranzo dai suoceri è andato bene… la compagna del fratello di Max era stranamente mogia e non in forma e ha spiaccicato tre parole in croce… Non si è capito bene il motivo del suo malumore… un po' forse dovuto ad una situazione lavorativa non molto felice e chissà, mi sembra aver accusato il colpo di vedermi dimagrita, per non parlare dell'invidia che ho letto nei suoi occhi quando ci ha chiesto del viaggio…
Ve lo immaginate un pranzo senza battutine cattive, senza 'Federica di qua… Federica di là…' sembrava di essere in paradiso… sembrava quasi di stare in un'altra famiglia… Probabilmente anch'io ero predisposta in modo che le cose mi scivolassero addosso, ma non ce n'è stato bisogno… alla mamma di Max è persino piaciuto il pensierino che le ho comprato per il suo compleanno…
Il resto del weekend è passato molto tranquillo… fatto di riposo, un po' di tv e poco altro… parlando delle valige che alla fine della settimana prepareremo, delle cose da prendere con noi… ecc…
Del resto vorrei tanto finire la Torre Nera e se mi impegno ce la posso fare… mi mancano una settantina di pagine e questa benedetta Torre Nera non si vede ancora… chissà se esiste davvero o se è tutta una bufala… staremo a vedere… ormai siamo veramente agli sgoccioli, sono morti praticamente tutti, tranne il nostro 'amato' pistolero… Sono in attesa che mi dica che fine ha fatto fare a Susannah… se ha fatto morire anche lei, mi arrabbio sul serio… se è una persona con un minimo di cuore l'ha spedita in un altro mondo dove Eddie e Jake sono vivi e possono condurre una vita 'normale' insieme… altrimenti non so… potrebbe averla spedita nel buio di 'Contezza'. Il LUI che nomino e Stephen King, che più che essere lo scrittore, in questo libro è stato un protagonista vero e proprio e dato che ha voluto intersecare la propria vita con quella di Roland, lo ritengo responsabile di tutte le cose brutte che sono accadute in queste 1100 pagine, alcune delle quali mi hanno portato persino ad odiarlo. Lo so che non mi posso aspettare il tipico finale '…e vissero felici e contenti!', ma con tutto quello che il gruppo dei viaggiatori ha dovuto soffrire in questa saga, mi aspettavo un po' più di comprensione… Ma dato che Max mi ha preannunciato un finale a sorpresa, io me ne sto qui buona buona ad aspettare di leggerlo… ed anche se Max stamattina mi ha detto che ogni personaggio ha uno scopo, l'unico scopo che io ci vedo è che molti si sono fatti uccidere per fare in modo che il pistolero potesse arrivare alla Torre e, sinceramente, non mi sembra un gran scopo…

venerdì, luglio 14, 2006

Settimana lunga...

Sì, è stata una settimana interminabile… giornate lunghe lunghe probabilmente rese tali perché non sono stata molto bene… Oggi sembra andare un po' meglio, lo dico piano piano perché anche la giornata di oggi sarà molto lunga e già soffro per il caldo che soffrirò stasera nel fare le pulizie… Ultimi sforzi… e poi si spera di riuscire a riposare un po' durante il weekend, nonostante la spesa che mi aspetta domani mattina ed il pranzo dai suoceri di domenica per la fiera di Crevalcore…

Dato che qui al lavoro in questi giorni sono andata veramente con la marcia ridotta, nel frattempo ho cominciato a stilare una lista delle cose che mi servono per il viaggio, ma la cosa su cui sono ancora molto indecisa sono gli abiti eleganti da portarmi… Ho praticamente deciso per un abito lungo nero che risale al matrimonio di una mia amica di qualche anno fa, ma che avrò indossato si e no 4 volte… E' estivo ma con un paio di collant neri ed una camicia trasparente nera a maniche lunghe sopra dovrebbe andare… ma poi??? Porto un tailler invernale o uno primaverile o un'altra gonna (invernale o estiva)???? Boh… non sapendo che temperatura farà sulla nave, sono molto dibattuta… mi scoccerebbe patire freddo e nello stesso tempo se poi c'è un caldo atroce, potrei fare i 'beghi'… Per gli uomini questi problemi non ci sono… una giacca, una camicia ed un pantalone e siamo a posto…

Comunque fino a quando i problemi sono di questo tipo andiamo bene… ci sono molte cose peggiori, tipo doversene stare qui, una giornata intera a cercare soluzioni improbabili… Pazienza dai mancano solo 6 giorni lavorativi alle vacanze…

lunedì, luglio 10, 2006

CAMPIONI DEL MONDO !!!

E questa volta è proprio VERO !!! Dopo una serata di sofferenza l'abbiamo spuntata noi e devo dire che è valsa la pena soffrire così per poi vedere i ragazzi della nazionale esultare con la coppa tra le mani… Sarà perché alcuni giocatori della Francia non mi sono per niente simpatici, primo fra tutti il portiere… ma non mi è per niente dispiaciuto vederli perdere ai rigori (anche se forse nel secondo tempo hanno giocato meglio di noi…). Poi vavabbè, Zidane si è fatto compatire proprio negli ultimi minuti della sua carriera… sono sicurissima che Materazzi lo ha offeso… ma lui doveva essere superiore e non raccogliere le provocazioni… soprattutto con la sua esperienza… E da lì le cose sono cambiate… fino ad arrivare al mito di questi mondiali… 'Grosso' che ha sigillato la pratica 'CAMPIONI DEL MONDO'…
La partita dell'82 non me la ricordo molto, non mi ricordo nemmeno se l'ho guardata in diretta… i miei non sono mai stati dei grandi patiti del calcio e forse a 13 anni ero ancora troppo piccola per capire l'importanza dell'evento… ma credo che la serata di ieri sera ce la ricorderemo in tanti e per tanto tempo… forse sarà l'unica occasione della nostra vita in cui potremo festeggiare un evento del genere… ma chissà… mai dire mai…

venerdì, luglio 07, 2006

Happy birthday... to you...

Domani è il compleanno del mio tatone… non diciamo quanti ne compie… non sta bene… semplicemente possiamo dire che sta diventando GRANDE!!! Cosa c'è in progetto per la giornata di domani??? Beh, durante il giorno credo che non faremo grandi cose… le solite commissioni del sabato, ma poi domani sera abbiamo prenotato un tavolo in un ristorante argentino a Modena (per la precisione a Casinalbo). Il ristorante si chiama Parco Argentino ed è sulla Giardini… ci siamo già stati l'anno scorso e l'ambiente è abbastanza carino, si mangia bene e ci consente di non fare troppi sgarri nella nostra dieta… Infatti ho notato che la carne ai ferri non crea molti disastri e piace ad entrambi… e comunque non si poteva non festeggiare un evento del genere… ;-) Mi mancherà un po' la sangria del Churrasco… pazienza… sarà per la prossima volta…
Se state pensando come mai andiamo fuori a cena nonostante ci sia la partita per il terzo e quarto posto… vi dirò che ne sono sorpresa un po' anch'io, ma quando ne abbiamo parlato mi ha detto che non era interessato a vedere quella partita… nemmeno nel caso giocasse l'Italia… Altra storia è la finale e dato che cade nello stesso weekend del suo compleanno, quale migliore regalo per lui (e per tutti gli italiani) di una bella Coppa????
Ma oggi volevo semplicemente augurare un felice compleanno al mio amore, sperando che l'anno che verrà sia per lui felice… e, se possibile, un po' meno turbolento…

giovedì, luglio 06, 2006

Poche poche righe...

Oggi ho deciso che scriverò solo poche righe… anche perché non mi è capitato nulla d'interessante da raccontare… ma stamattina sto mentalmente e silenziosamente festeggiando il peso rilevato dalla mia bilancia…
Passo giornate e a volte settimane intere in cui il peso non si smuove di un grammo e poi, da un giorno all'altro il peso cala miracolosamente di quasi un kilo… Questo è successo da ieri a oggi e quando l'ho visto, non ci potevo credere… Dato che la settimana prossima ho il controllo, ci avevo pensato al fatto che in questa settimana sarebbe stato meglio riuscire a calare qualcosina (in previsione anche del weekend che mi aspetta che a livello culinario sarà un po' intenso), ma conoscendomi non ero sicura di riuscirci (e può anche darsi che questo calo improvviso si ridimensioni… anche se spero di no). Bah, se riesco a mantenere questo risultato… sono a -8.1 dall'inizio della dieta… ed anche se la strata è ancora molto ma molto lunga (sono solo a metà strada)… bisogna sapersi accontentare… E' vero che quando una persona è a dieta, vorrebbe calare in fretta e tanto, ma si sa, non è salutare e questa dieta non mi fa soffrire molto la fame… Ho solo qualche momento di crisi, dovuto soprattutto allo stress, in cui vorrei mangiarmi il mondo e mi vengono le voglie meno consone possibili… con un desiderio di farmi il mio lattino serale che non vi dico… Comunque state tranquilli… il latte non esiste più in casa mia (per combattere il colesterolo l'ho tolto completamente…) ed anche se ci sono i biscotti… cerco di resistere con tutte le mie forze… :-D

mercoledì, luglio 05, 2006

Campioni del mondo...

Non ancora, ma con la partita 'interminabile' di ieri sera, ci siamo andati un po' più vicino… E stamattina sono praticamente in coma… un sonno tremendo perché la partita di suo è finita tardino e poi i festeggiamenti sono continuati per un po'…
Per me, che non sono una tifosa accanita, ieri sera è stata una vera e propria sofferenza, ma aver fregato i tedeschi proprio negli ultimi minuti di gioco è stato esaltante… dopo che avevano trascorso tutta la partita a fischiare come degli ossessi ogni volta che l'Italia toccava la partita… E' stata la cosa che mi ha dato più fastidio, un segno di maleducazione che mal sopporto…
Beh, adesso ci dobbiamo preparare all'ultimo sforzo contro Francia o Portogallo… Domenica sera probabilmente avremo Alberto a casa nostra per questo avvenimento ed immagino che potrebbe essere una lunga lunga notte… E poi, finalmente, archivieremo la pratica Mondiali, comunque vincenti anche se arrivassimo secondi, perché, questa volta, abbiamo fatto bella figura… la squadra forse non è composta da grandi fenomeni ma, come si sente spesso in questi giorni, è un bel gruppo ed in campo si vede che non ci sono attriti o voglie di emergere a dispetto della squadra.
Stamattina alle 6:40 quando si è accesa la radiosveglia la prima cosa che ho sentito è stato l'inno di Mameli… E' sintonizzata su Radio Bruno, dove Enrico e Sandro iniziano più o meno a quell'ora il loro programma 'la strana coppia' e dato che Enrico è uno di quei posseduti che segue tutti gli sport (un po' come Max…), quando ho sentito la nuova sigla non mi sono stupita più di tanto. Poi non so, mentre venivo al lavoro ho sentito che è senza voce, chissà se è una conseguenza delle urla fatte ieri sera durante la partita… Con le note dell'inno mi sono praticamente buttata giù dal letto, e non vi dirò qual è stata la prima parola che ho detto, perché non sta bene, ma vi giuro che avrei preso delle sberle piuttosto che alzarmi. Ora, che ho già il codice aperto sotto il diario, sto cercando di autoconvincermi che piano piano ce la devo fare a far venire sera… e, se conosco i miei polli, stasera casa Ghelfi sarà sintonizzata sull'altra partita… ed io forse andrò a nanna abbastanza presto…
Forza e coraggio…

martedì, luglio 04, 2006

Oroscopo

"In questa giornata, le Stelle ti suggeriscono di prestare molta attenzione al nervosismo ed in generale alle arrabbiature, perché potrebbero arrecarti qualche difficolta' nel lavoro."

Sì sì, avete capito bene… questo qui sopra è un pezzetto del mio oroscopo giornaliero… perché, anche se non ci credo molto, tanto tempo fa mi sono iscritta per gioco ad un servizio gratuito… ed è ormai diventata un'abitudine, come prima cosa alla mattina, leggermelo… Dato che stamattina, entrando in ufficio, ancor prima di accendere il pc, mi sono subito arrabbiata, quando ho poi letto l'oroscopo mi è venuto da sorridere… Non che per me sia insolito arrabbiarsi, anzi, purtroppo prendo fuoco molto e troppo in fretta, ma mai come stamattina queste poche righe hanno colto nel segno...
Mi sono comunque arrabbiata per una cavolata, come spesso succede, ma non ci posso fare nulla, è più forte di me… Ieri sera, prima di andare a casa, avevo appoggiato la mia bottiglia dell'acqua sul condizionatore, ma ho fatto l'errore di appoggiarla su quello che si trova vicino a Baldo… Non avevo alternative, perché l'altro è praticamente coperto da un impianto che abbiamo costruito con del cartone (per evitare che l'aria ci finisse addosso) e quindi la boccia non ci sarebbe stata… Indovinate dove si trovava l'acqua stamattina??? Non certo sul condizio… ma bella bella sul bancaletto della finestra, praticamente al sole… Ma io dico… ma un pacchetto di c… suoi, mai??? Gli ci vorrebbero proprio una sfilza di stangate come dico io a quell'uomo… e non vi preoccupate, sono SICURA che è stato lui, non c'è nessun dubbio!!! E' l'unico deficiente, appiccicoso, insulso e deficiente (ah… l'ho già detto ma ripeterlo non fa male…) che si trova nel raggio di circa 40 km… Io di persone ne ho conosciute tante… alcune mi hanno fatto del male e difficilmente me lo potrò scordare… lui non lo odio… gli darei soltato un fracasso di botte… sì, tira fuori il maschiaccio che c'è in me, quella voglia incontenibile che sento di menare le mani, che mio padre mi ha regalato con i suoi geni… Non che ci voglia molto a far riaffiorare il mio lato maschile, ma vi giuro che se fossi davvero un uomo, le avrebbe già prese… Basta poi poco… ci si munisce di un bel bastone robusto (stile mattarello…) e lo si aspetta dietro un angolo buio… e poi giù… a cavallo di quella schiena insulsa...

Eccolo qui… è arrivato ora, proprio mentre sto scrivendo ed inizia il suo rituale da psicopatico ritardato… tutte le mattine sempre gli stessi movimenti, nella stessa identica successione, con quella faccia che si ritrova… E' andato a riempire la sua bottiglietta al boccione, prende il calendario, apre il cassetto dove tiene il suo evidenziatore giallo e segna il giorno di oggi… forse sta tenendo traccia dei giorni che gli mancano alla pensione… quella anticipata, no??? Nel frattempo ha anche fatto la punta alla matita e sta accedendo al suo sito preferito, quello di Webshot da dove preleva giornalmente le foto da mettere sul desktop… Povero ritardato mentale!!!

Oh… adesso va meglio, adesso che mi sono sfogata, va MOLTO meglio!!! Sono solo le 8:00 e sono già partita alla grande… mi sa che mi dovrò impegnare per fare a modo oggi… che sia anche questo un effetto dovuto alla necessità di andare in ferie??? :-)

Vabbè… mo' basta… mettiamoci al lavoro… che oggi è una giornatina lunga lunga… soprattutto per il mio tatone che deve anche andare dal dentista oggi pomeriggio e per non perdere delle ore, è andato al lavoro un'ora e mezza prima del solito… Poi stasera ci guarderemo la partita… è dura stasera, molto dura… non voglio gufare… staremo a vedere, non ho delle belle vibrazioni…

lunedì, luglio 03, 2006

Luglio... col bene che ti voglio...

Stamattina stava pensando a cosa scrivere sul mio diario come inizio di questa lunga settimana e non mi veniva in mente nulla… Questi weekend che passano molto in fretta non lasciano un gran segno… mi avvicinano solo un po' di più alla settimanina di ferie… Dopo la serata all'insegna degli azzurri di venerdì sera, sia sabato che domenica sono passati senza che io abbia da raccontarvi grandi cose… Venerdì sera me ne sono stata a casa col tato a guardare la partita (finalmente una bella partita giocata dai nostri…) mentre al Casanova si svolgeva la cena aziendale. Dai racconti che ho sentito stamattina ho fatto bene a non andarci… ormai non ho più l'età per certe cose e, forse non sono mai stata adatta ad un certo tipo di divertimento… Finita la cena si sono buttati tutti in acqua a giocare ed io, un po' perché non so nuotare ed un po' perché mi sarei troppo vergognata a mettermi in costume mi sarei certamente rifiutata… Ma dato che di donne ce ne sono veramente poche rischiavo di fare una brutta fine… Non che abbiano obbligato nessuno ad entrare in acqua, ma quando sei al ballo devi ballare e starsene in disparte come di solito faccio io, non è una pratica ben vista…
Io e Max invece abbiamo concluso la serata con una lunga passeggiata per Sorbara, con tutti i ragazzi che festeggiavano la vittoria degli azzurri strombazzando per le viuzze… Poi niente… sia sabato che ieri, mi sono regalata un paio di orette di sole sul balcone… ma non c'è proprio niente da fare… gran caldo ma scarsa abbronzatura… questo sole non 'tinge'… Ne ho approfittato per andare avanti con l'ultimo tomino della Torre Nera e, se devo essere sincera, non vedo l'ora di finirlo… Sono a poco più di metà… e sto facendo una fatica incredibile a proseguire nella sua lettura… la verità è che mi urta il suo egocentrismo… anche se l'idea è bella, parlare di sè per centinaia di pagine, facendo di se stesso un punto cardinale della storia mi sembra un po' troppo…
Ma è soltanto un mio punto di vista, a Max invece è piaciuta molto questa idea… forse io ce l''ho particolarmente con lui perché mi sta facendo morire uno a uno tutti i protagonisti… io preferivo vederli arrivare tutti sotto la torre… di quale Ka-tet si tratta se poi alla fine ne arriva solo uno alla torre??? Boh, starò a vedere… nel frattempo sto già pensando al libro che mi porterò in vacanza, il tomino lo lascio a casa, mi sceglierò un libricino un po' meno ingombrante…
Ah… dimenticavo… una cosa l'ho fatta in questo weekend… mi sono dedicata al Window Color, facendo dei nuovi amichetti per Natalina: un pesciolino tutto giallo e verde, una paio di delfini e tante conchigliette colorate… Quando ho appiccicato il pesciolino, Natalina si è avvicinata, l'ha guardato ed ha provato a darci tre o quattro taccotti andando a cozzare il muso sul vetro, dopo di che ha capito che non c'era niente da fare, che si trattava solo di un disegno ed è salita sul ponte voltanto il didietro a tutte le mie creazioni… Che ingrata… io che volevo darle un po' di compagnia e soprattutto qualcosa di colorato da guardare invece della solita cucina…
Vabbè, è giunta l'ora… mi metto all'opera… ma cosa devo fare stamattina??? Boh, e chi se lo ricorda… come dice mio padre 'Ce ne vogliono di fiale!!!'