lunedì, giugno 05, 2006

Le vacanze con le 'falistre'

Eccomi qua… di nuovo al lavoro, dopo solo quattro giorni ho l'impressione di essere mancata un mese… Mi guardo intorno e non vedo le montagne, non sento il freddo pungente dei giorni passati e mi chiedo il perché… E' semplice, il tempo è volato ed anche se abbiamo fatto mille cose, i giorni sono trascorsi velocemente ed ora mi ritrovo seduta alla mia scrivania, con i soliti visi da lunedì mattina che mi circondano. Qualcuno mi ha chiesto se mi sono divertita, altri no… avranno le loro buone ragioni e, del resto, non è che mi importi molto…
Comunque queste mini vacanze sono andate benissimo… Giovedì il viaggio di andata è stato molto molto tranquillo, partiti alle 5:30, alle 10:00 siamo sbucati dal tunnel ed ho rivisto il mio amato paesone… Poi però, abbiamo avuto un piccolo momento di tristezza, dopo essere entrati in un paio di hotel ed essere stati informati che non c'era posto… abbiamo deciso di andare all'APT. Beh, quando ci arriviamo di fronte scopriamo che l'APT non c'è più, senza nessuna indicazione di dove era stata spostata. Dopo aver chiesto informazioni in un bar abbiamo scoperto che l'APT si trova a San Rocco, nella parte alta di Livigno e quindi ci siamo messi alla sua ricerca. Una volta trovato ci siamo messi nelle mani di una signorina molto gentile che ci ha trovato posto in un albergo praticamente in pieno centro… Ci siamo catapultati alla 'Montanina' e qui abbiamo scoperto che i proprietari stavano per andarsene per trascorrere una giornata insieme ai loro dipendentii e quindi, dopo aver appoggiato velocemente i bagagli in camera siamo stati 'espulsi' dall'hotel fino alle 18:10… Un po' lunghina la storia, considerando che era dalle 5 del mattino che frullavamo… Abbiamo approfittato di questo tempo per fare qualche 'vasca' ed abbiamo fatto il grande danno di questa breve vacanza… ci siamo 'incellulati'… Ho abbandonato il mio mitico NOKIA 3230 (che ho imboscato in valigia per portarmelo comunque a casa), mentre Max ha letteralmente gettato nel rusco il suo (una compera veramente triste). I modelli acquistati sono: per me il NOKIA 6111 (edizione limitata rosa!!!… MERAVIGLIOSO!!!) e per Max il NOKIA 6125 (molto uomo!!!). A cena c'eravamo solo noi ed altri 3 ragazzi… e dato che ci avevano parlato del previsto pienone per la giornata di venerdì, stentevamo a crederci… Dopo cena, per una mezz'oretta si è messo a nevicare e non potevo veramente perdere l'occasione di fare un giretto con l'ombrello ascoltando i fiocchi di neve che si posavano sull'ombrello. Non c'è nulla che mi rilassa di più che camminare sotto la neve, in quel mondo ovattato che solo questo evento atmosferico sa creare… La neve caduta si è fermata solo un attimo sulle macchine e sui tetti, per poi sciogliersi in fretta, come è giusto che sia in giugno, ma è stato sufficiente per regalarci un attimo di magia...
Ma torniamo a noi... avevano ragione, Venerdì Livigno era stipato… come nelle giornate di agosto… I ristoranti aperti tutti bombati… Non che a noi abbia disturbato molto la folla, perché siamo andati a fare un giretto al lago e camminando camminando ci sono passati accanto una quindicina di persone che correvano ad una velocità sorprendente… e tra questi abbiamo riconosciuto Baldini, il campione olimpico di maratona. Allenarsi al fresco va bene, ma in questi giorni c'è stato veramente troppo freddo… sono da ammirare!!! Anche il venerdì è passato molto velocemente, macinando passi su passi, camminando in lungo e in largo per Livigno…
Il sabato invece lo abbiamo dedicato ad una nostra abituale gita fuori porta… Una capatina a St. Moritz si fa sempre volentieri. Sul passo del Bernina, abbiamo avuto l'incauta idea di scendere per fare qualche foto ed ammirare da vicino il laghetto ancora ghiacciato ed abbiamo rischiato il congelamento… BRRR… CHE FREDDO!!! Ma l'intera giornata è stata fredda e l'arietta pungente ci ha cotto anche durante il nostro giro intorno al lago… Il pranzo al sacco non era proprio adatto per la stagione, ma noi, 'uomini coraggiosi' ce l'abbiamo fatta!!! Mi è poi venuto un bel mal di testa… troppa aria… ma il giretto valeva la pena.
E poi cosa rimane… la domenica… ci siamo regalati un'altra mezza giornata livignasca prima di partire alla volta di casa… La temperatura salita di qualche grado stava trasformando le 'falistre' che ci hanno accompagnato per tutte queste giornate (anche quando spuntava il sole tra le nuvole!!!) in un misto di acqua e neve e quando verso le due del pomeriggio abbiamo salutato la vallata, una debole pioggerellina incominciava a cadere. Siamo arrivati a Carpi verso le 18:30 e dopo esserci fermati un po' dai miei eravamo a casa verso le 20:00…
Ecco tutto… quattro giorni racchiusi in qualche riga… altre immagini racchiuse nel mio cuore, la tensione nei polpacci che ancora mi rammenta tutti i passettini fatti… e la voglia di tornare che rimane sempre viva, anche dopo essermene appena andata!!!

Nessun commento: