lunedì, aprile 03, 2006

Un lavoro chiamato... dieta!

Sulla prima pagina della mia dieta c'è scritto bello in grande:
BUON LAVORO
Quando l'ho visto mi è sfuggito un sorriso che la dottoressa ha colto ed ha commentato dicendomi che non c'è nulla da ridere… 'Fare la dieta è un lavoro!'. Beh, soprattutto in questa prima fase dove è molto importante controllare anche la quantità delle cose, devo dire che ha ragione, è proprio un lavoro… Per il momento però non mi pesa molto, anzi l'ho preso come una novità che mi riempie anche un po' le giornate e per il momento ho sofferto un po' di fame solo ieri pomeriggio… Stamattina mi sono pesata per la prima volta ed anche se so che non è un dato significativo, rispetto a venerdì mattina pesavo mezzo kilo in meno… La prossima misurazione sarà venerdì prossimo e lì si vedrà veramente se conta qualcosa questo regime o se non conta nulla… La tentazione di togliere cose è molto forte ma ho deciso di non cedere a questa tentazione, voglio seguirla alla lettera per poter effettivamente dire, se non funzionasse, che non ho commesso nessun errore.

Piano piano mi sto leggendo tutto il malloppo di cose che mi ha dato, la maggior parte delle quali non sono novità, sono cose risapute, regole di alimentazione sana che credo veramente poche persone riescano a seguire correttamente. Ma è anche vero, che al giorno d'oggi, volersi bene significa anche cercare il più possibile di condurre una vita equilibrata, mangiando correttamente, facendo un po' di moto, insomma cercando di incastrare il tutto in uno stile 'orologio svizzero'. Ma diciamoci la verità… E' possibile secondo voi mantenere uno stile di vita di questo tipo, in modo costante e duraturo??? Boh… io non ci sono mai riuscita, perché basta un inconveniente e tutto salta…

Mah… staremo a vedere…

Ah… dimenticavo, lo PsicoParty di Antonio Albanese di Sabato sera è stato grandioso… BRAVISSIMO!!! I suoi personaggi sono sempre così ben caratterizzati… ed ha la grandissima capacità di riuscire a fare riflettere le persone mentre ridono… La verità del nostro tempo, del nostro stile di vita, delle cose che capitano quotidianamente vengono 'mostrate' in tutta la lora 'crudeltà' e nonostante questo non si può fare a meno di riderne… Ma cosa c'è di meglio che ridersi un po' addosso????

Nessun commento: