venerdì, gennaio 13, 2006

Non è colpa di nessuno...

Beh, un bell'inizio di giornata… se non si mette un po' a posto me ne vado a casa oggi pomeriggio… Stanotte non ho dormito per niente… quarta notte consecutiva di sonno disturbato… e stamattina non ce l'ho fatta ad alzarmi alle 6:40… Ho appoggiato i piedi a terra alla bellezza delle 7:15 e mi sono scapicollata al lavoro senza nemmeno fare colazione!!! E quando arrivo di fronte alla porta… la trovo chiusa con l'allarme inserito!!! Forse ve ne ho già parlato, ma ve lo racconto di nuovo perché un sistema di sicurezza così 'sfigato' penso che non ce l'abbia nessuno...

Come si fa ad entrare negli uffici dell'EmmeGiSoft??? Prima di tutto gli uffici si trovano al secondo piano di una palazzina di due piani… Per entrare nella palazzina bisogna digitare un codice che tutti sanno e per motivi di sicurezza ci si raccomanda di chiudere sempre tale porta di ingresso… Invece per accedere agli uffici veri e propri al secondo piano c'è un meccaniscmo di riconoscimento delle impronte digitali. Tutti i dipendenti hanno la propria impronta registrata, ma questo meccanismo apre semplicemente la porta, non disattiva l'allarme. Per capire se l'allarme è inserito bisogna guardare una lampadina posta sotto al meccanismo delle impronte che è accesa nel caso sia attivo… I possessori del codice devono aprire la porta col loro ditino ed hanno 10 secondi per inserire il codice… Se lo sbagliano o se non sono sufficientemente veloci partono le sirene dell'allarme e dopo poco arrivano i vigili…Una volta comunque che si è entrati, per l'azienda non sei ancora presente sul posto di lavoro… ogn'uno di noi ha un bellissimo badge munito di foto orrende in bianco e nero che devo utilizzare presso un macchinino che si trova dietro ad una colonna al centro dell'ufficio e non nei pressi della porta di ingresso come tutti voi state pensando… La cosa veramente che non capisco è perché non hanno messo il 'cicciolo' del badge fuori dalla porta in modo che esso fungesse anche da apri-porta… ma sono cose troppo complicate perché io possa capirle...


Comunque stamattina ci siano trovati tutti davanti alla porticina a guardarci in faccia e solo alle 8:06 siamo riusciti ad entrare perché è arrivato uno degli uomini fortunati muniti di codice… Così, stasera mi tocca di recuperare anche 15 minuti, che non sono nulla, ma il fatto che mi sono così affrettata per essere puntuale per poi essere in ritardo mi da sui nervi...

Pazienza!!! Pensate comunque che la colpa in fondo è tutta mia… la puntualità, il senso del dovere, fare sempre a modo… alle 8:31 mi è squillato il cellulare ed era un mio collega (Lollo) che mi ha telefonato chiedendomi se a Sorbare c'è un negozio di gioielli… Sta venendo al lavoro… ma con calma… molta calma… e nel frattempo ha altre priorità come cercare il regalo da fare alla sua morosa che oggi compie 30 anni...


Il mondo è bello perché è vario… ma penso che tutto sommato abbia ragione lui… Ma chi se ne frega del lavoro, chi se ne frega dei doveri… solo che il 10 arrivi lo stipendio, tutto il resto non conta nulla… Lui è sempre super indaffarato… a organizzare la sua vita extra-lavorativa… Passa ore in internet per cercare un albergo in montagna dove trascorrere un weekend con la sua bella… o al telefono della ditta per organizzare l'addio al celibato di uno dei suoi amici… Queste sì che sono le vere cose importanti della vita…

Va bene dai… oggi in fondo è venerdì… in un modo o nell'altro la settimana è quasi terminata… il weekend sarà abbastanza indaffarato, ma chissà, forse riuscirò a dormire qualche oretta… che dite???

Nessun commento: