martedì, gennaio 31, 2006

Patrono di Modena...

Oggi è il patrono di Modena e quelli che lavorano in questa città di solito lo festeggiano standosene a casa oppure girovagando per il centro dove tutti gli anni organizzano molte iniziative… Io non ci sono mai andata, prima di tutto perché non l'ho mai festeggiato ed anche perché mi hanno sempre detto che c'è una confusione infernale… Max invece lo sta festeggiando, ma da solo, perché dato che ieri mi sono dovuta assentare dal lavoro per mezza giornata, oggi sono presente… almeno fisicamente...L'anno scorso invece la storia è stata molto diversa… mi ero presa un giorno di ferie anch'io e ne abbiamo approfittato per espletare tutte quelle piccole comissioni che di solito si rimandano per mancanza di tempo… Ripensando a l'anno scorso di questi tempi, mi sembra sia passato un secolo… mi sembra di essere cambiata tantissimo e solo in peggio… e se ci penso, effettivamente in un anno sono veramente riuscita a tirare fuori il peggio di me… Faccio tutte queste belle riflessioni totalmente inutili, perché tanto la voglia e la volontà per cambiare qualcosa non c'è e mi faccio trascinare alla deriva da quello che mi accade intorno, sopravvivendo ai malumori personali dedicandomi anima e corpo alle cose pratiche che asfissiano la mia giornata. Poi abbandonarsi alle preoccupazioni è comodo, tremendamente comodo, mi da l'opportunità di non pensare a me stessa, ma di dedicarmi ai problemi degli altri senza sentirmi troppo in colpa… Così posso sempre raccontarmi che questo è un periodo particolare e che quando tutto questo finirà potrò dedicarmi maggiormente a me stessa… Al di là del fatto che è vero che questo è un brutto periodo e nessuno credo può negarlo… non è comunque il vero motivo che mi porta alla deriva… e tra tutte le cose che si potrebbero fare… non farne nessuna è una scelta quanto meno discutibile...

Cosa serve scrivere e dirsi tutte queste cose??? Ma niente, come al solito… solo che poi rileggendole mi rendo conto che non sto veramente andando fuori di testa, che qualcosa di razionale ancora esiste nella mia testolina e che potrei (volendolo) cominciare a rialzarmi in qualsiasi momento da questa apatia…


Ma per il momento non ce la faccio proprio… gli occhi mi si chiudono e quando li costringo a rimanere aperti mi bruciano tremendamente… Ho sonno, vorrei dormire per una settimana intera, cadere in una specie di semi-incoscienza riparatrice e poi risvegliarmi riposata, pronta a riprendere la battaglia…


Come tutti gli anni anche quest'anno sto seguanto il GF (Grande Fratello) che è arrivato alla sua sesta edizione… Quest'anno in particolare lo seguo molto volentieri e non perché ci siano delle persone particolrmente interessanti o intelligenti, ma semplicemente perché mi aiutano in questa mia operazione di evasione… Mi imbambolo ad ascoltare le loro cavolate, e mi perdo ad immaginare le loro vite al di fuori di quella casa di cartone… Ed è lo stesso motivo che mi fa guardare sempre con affetto anche l'unica soap che seguo 'Un posto al sole' perché è composta da gente normale con storie molto normali ed è quasi come spiare la vita dei propri vicini di casa… (averceli dei vicini di casa così!!!)


Vi sento… eh… non pensate che io non vi senta… Lo so che state pensando che sono solo una braghera e che vi faccio un po' pena perché mi perdo dietro a certe stupidate!!! Sì… è vero… ed allora??? C'è qualcosa di male??? Siiii??? Pazienza… si vede che con l'età sto diventando una di quelle vecchiette che spettegolano… :-)

lunedì, gennaio 30, 2006

Non mi sono persa...

E' un po' che non scrivo sul mio amato blog… e mi è mancato… Ma c'è un motivo, il motivo è che non è proprio un periodo tra i migliori questo e non me la sento di riempire pagine su pagine di piagnistei e lamentele… Così i giorni sono passati, pesanti e silenziosi ed io, giorno dopo giorno ho sperato che le cose migliorassero… beh… le cose non sono migliorate molto, ma ci sto facendo un po' l'abitudine e la stanchezza delle giornate super impegnate, fa sì che non mi rimanga molto tempo per rimuginare...
Anche questo lunedì non è stato male… stamattina ho accompagnato mio padre a fare una broncoscopia al Bellaria di Bologna (e fortunatamente è andata abbastanza bene)… Max ha dato le dimissioni 'forzate' al lavoro ed io me ne sto qui, ormai cotta come un cammello nell'attesa che la giornata finisca e nella speranza di ritaglarmi un pisolino sul divano prima che arrivi Max… Sì, perché sono un paio di notti che non si dorme quasi nulla in casa mia, perché Max ha 'poverone' un bel mamone e russa da far tremare le finestre. Stanotte ho toccato il fondo e mi sono messa i tappi ma non è che si dorma molta bene… da un fastidio sentire il proprio respiro… Ma pazienza, almeno in questo modo 4 orette le ho dormite… Quindi, mi aspetto anche che me lo attacchi, uno di questi giorni e per quest'inverno sarebbe il terzo raffreddore :-(Del resto le cose proseguono con il loro solito tran tran… al lavoro nessuno sa niente di questo periodo un po' così, anche se i vari permessi che mi sto prendendo forse hanno insospettito qualcuno… ma fino a quando non mi dicono nulla, io continuo imperterrita sulla mia strada, la strada del 'sono fatti miei ed a voi non devono interessare'. Certo che se potessi esprimere dall'uno al dieci quanto sono stanca… un bel 100 non me lo toglierebbe nessuno...

Sabato sera siamo andati dall'Erica… che ci ha fatto mangiare come dei maialini: antipasto (crostini favolosi con salsiccia), cannelloni agli spinaci, arrostino di tacchino ripieno che solo a guardarlo diceva mangiami, tre controni, due dolci… Insomma una vera e propria abbuffata… E poi mille chiacchiere, tante cose da raccontarci, perché non ci vediamo molto spesso ed anche se lei è una delle mie affezionate lettrici… ci sono sempre tante cose di cui parlare… Poi, si sa anche lei è una programmatrice e quindi ci accumunano un sacco di cose… per non parlare della nostra passione per la lettura. In marzo inizierà una nuova avventura e non vedo l'ora di sapere come si troverà… Avvererà un po' il sogno di tutti noi programmatori… il 'telelavoro'!!! E' sempre stato un mio sogno e probabilmente rimarrà tale, ma non vedo l'ora di sapere da lei come ci si trova, se è fantastico come me lo sono sempre immaginato. Oltre al lusso di restarsene a casa senza essere costretti a farsi km e km in macchina o come nel suo caso in treno… c'è il fatto di potersi gestire il lavoro come meglio uno crede… secondo me alla fine si lavora di più che essere in ufficio, perché in fondo le cose bisogna comunque farle e senza le distrazioni che solitamente ci sono in un ufficio (colleghi rompiscatole e telefono che squilla in continuazione), io credo che ci si riesca a concentrare meglio… Mi ricordo quando lavoravo per Maurizio… quelle quattro orette nel dopocena erano sempre molto profique ed ero sempre molto cotta, perché ne avevo già passate altre 8 anche al lavoro… quindi, avere a disposizione tutta la giornata deve essere mitico… Forse si sentirà la mancanza del break di mezza mattina, del caffè preso in compagnia dei colleghi, ma dipende sempre dal rapporto che si ha… In questi ultimi tempi, ad esempio, qui le cose sono cambiate moltissimo, ed il rito del caffè alle 10:00 è praticamente scomparso. Ormai le persone si sono isolate le une dalle altre e nessuno sa più niente dell'altro… Non so come mai è successo, ma è successo e tutto ciò non fa che aumentare la mia piccola invidia nei confronti dell'Erica… Beh, pazienza, mi farò raccontare tutto da lei, così sarà un po' come se provassi anch'io questa esperienza...

mercoledì, gennaio 25, 2006

Condominio...

Come sapete la mia esperienza di condominio è iniziata col matrimonio… quindi sono praticamente 8 anni e mezzo che mi sorbisco questa tortura… Potete dire quello che volete, ma in condominio non si sta bene… è impossibile trovare un gruppo di persone tutte educate e soprattutto con dell'usta…

L'ultima è successa stanotte… alle 3:30 il cane di una inquilina ha iniziato ad 'ululare' e non siamo più riusciti a dormire… sicuramente anche tutti gli altri condomini sono stati disturbati da questo cagnetto che è stato lasciato a casa da solo… Diciamo che io e Max stiamo attraversando un periodaccio e ci mancava solo questa… alle 5:00 ci siamo alzati per l'ennesima volta e Max ha bussato violentemente alla porta dell'inquilina deficiente… Il cane ha smesso, forse gli è preso un coccolone, ma ormai il danno era fatto… Nottata andata persa, stanchezza infinita ed io sfodero un mal di testa da manuale… Ma io mi chiedo??? Ma si può essere così incoscienti… ovunque sia andata, poteva portarselo dietro il cagnotto… oppure se proprio non puoi, portalo da qualcuno che te lo tenga… ma non lasciarlo solo in casa di notte… Io non so, c'è certa gente in giro… bisognerebbe fare un esame alla gente prima di consentirgli di tenere un animale domestico… ce ne sono alcuni che proprio non ce la possono fare…


Stamattina un'altra inquilina, sempre del nostro piano si è affacciata ed anche lei era blu dal nervoso… ha un bimbo piccolo piccolo che inevitabilmente si era svegliato e lei essendo a casa in maternità, si sorbisce gli ululati del cane anche durante il giorno… ma di giorno pazienza, non ha mai detto nulla, ma di notte è tremendo, proprio nelle poche ore in cui regna un silenzio totale, sto' cane che imita un lupo è una cosa devastante… Speriamo che le follie amorose dell'allegra padroncina per questa settimana siano finite, o almeno che vengano da lei in modo da non lasciare sola la povera bestiola…

A parte questo, la giornata di oggi si prospetta bella impegnativa e soprattutto lunghetta… A mezzogiorno ho un appuntamente con un dottore con mio padre, quindi mi prendo un'ora di permesso che recupererò stasera… e so già che non arriveranno mai le 18:30… Vabbè… mettiamoci al lavoro...

lunedì, gennaio 23, 2006

Addio nonna...

Eccoci qua… sì, avete capito bene… Sabato sera ci ha lasciato la mia ultima nonna… Io e Max eravamo a teatro e quando sono uscita ed ho riacceso il cell, ho scoperto che mio fratello mi aveva cercato… Anche se era tardino gli ho telefonato ed ho scoperto che erano tutti da mia zia perché verso le 21:00 di quella stessa sera era morta mia nonna… Siamo andati anche noi a fare un breve giretto… un ultimo saluto… ed è stato meglio così perché poi ieri c'era il rosario, sicuramente troppa gente e a me non piace tutto quel chiacchiericcio che si fa in queste occasioni… Oggi pomeriggio ci sarà il funerale e poi anche con questa storia abbiamo chiuso un altro pezzo di storia...

Forse ne ho già parlato altre volte, ma non ho mai avuto un gran bel rapporto con i miei nonni, ed anche se questa praticamente abitava a meno di 10 metri da casa dei miei, non so da quanto tempo era che non la vedevo… Lei non mi ha mai cercato, nemmeno da piccola e i rapporti tra mio padre e mia zia sono sempre stati molto tesi… Quindi vedendola immobile su quel letto non ho provato quasi nulla, e quando ho saputo che non aveva sofferto e che si era spenta piano piano in silenzio, sono stata contenta per lei, perché la sofferenza è una gran brutta bestia… Poi ho ripensato al mio non sentir nulla e mi sono detta che non riguarda solo i miei sentimenti nei confronti delle persone che muoiono… mi è capitato di stare malissimo anche per la morte di persone che conoscevo pochissimo… perché la cosa che mi addolora di più è il dolore che provano le persone che rimangono… Ma purtroppo, sabato sera, in quella casa non percepivo dolore, ho percepito solo un senso di liberazione… Ho sempre saputo che per mia zia, la nonna era diventata solo un peso… e che avrebbe desiderato liberarsene… e mia cugina è identica a sua madre… quindi…


Ora non mi resta che augurare a mia nonna un viaggio sereno e che possa godere, almeno adesso, degli affetti da cui si è allontanata per tutta la vita...

venerdì, gennaio 20, 2006

Il tempo...

E' da qualche giorno che non scrivo niente nel mio diario… forse perché non so cosa scrivere o forse, come è più probabile, perché le cose che mi frullano per la testa non sono per niente piacevoli… Beh, le cose non vanno proprio splendidamente, anche se non c'è mai limite al peggio ed oggi, aprendo il mio diario, ho proprio deciso di non parlarne… C'è tempo per rimuginare sulle brutte notizie… fin troppo tempo...

Invece sembra che non ci sia mai abbastanza tempo per dedicarsi a se stessi, ed anche se so che è una storia vecchia e stravecchia, ogni tanto non posso fare a meno di pensarci. Cresciuta in una famiglia dove prima di tutto c'è il dovere, poi le respondabilità, poi ancora un altro po' di dovere e solo alla fine, per sbaglio compare il piacere… non mi sono mai dedicata tanto alle cose che piacciono a me, forse ho iniziato un po' a farlo dopo essermi sposata… Il motivo è semplice: ho sposato un uomo che ha mille interessi e che non si è mai sognato di metterli da parte e quindi per emulazione anch'io ho riscoperto la bellezza di fare cose per il semplice motivo che mi piace farle. Ma la vita è strana… a volte sembra prendersi gioco di noi… ci fa intravedere uno spiraglio di sole, per poi ricoprirci di nuovo con una coltre spessa di nebbia. Un po' come le giornate di questi giorni, nebbiose ed infinitamente lunghe…

Non mi posso lamentare… non mi manca niente e sicuramente c'è molta gente che vorrebbe essere al mio posto, ma a volte si diventa egoisti, ci si guarda intorno e si nota che gli altri si comportano in modo diverso… o meglio… si nota che esistono anche persone che fanno quello che vogliono quando lo vogliono e non si sentono mai in colpa… Facciamo un esempio??? Parliamo di mio fratello… ieri l'altro è andato dai miei per mostrare loro la pagella di Enrico e non ha chiesto assolutamente nulla riguardo agli esisti degli esami che ha fatto mio padre… Non so nemmeno se alla fine i miei gli hanno detto come sono andati, ma la cosa veramente importante è che non ha la cosa presente, che non se lo ricordava, che in fin dei conti non gli interessa… E non venitemi a raccontare che è perché ha un figlio… maledizione, non mi verrete a dire che se diventi genitore, tutto il resto del mondo scompare per magia!!! Mi sono rotta di sentirmi dire… che io non posso capire, che dato che non ho figli non so cosa vuol dire… IO SO solo che comunque continui ad essere anche un figlio e che tenere alle persone significa prendersene cura… SEMPRE!!! Trovo che simili comportamenti siano molto COMODI ed anche se me ne guardo bene dal giudicarlo davanti ai miei (lo fanno già abbastanza loro…), non me la sento proprio più di difenderlo… In tutti questi anni… mi ha mai chiesto come sto, come va la mia vita, come mi trovo al lavoro o cose del genere??? Non mi risulta… da quando mi sono sposata è venuto a casa mia 1 misera volta!!! Ma va bene, fino a quando il mio cuoricino riuscirà a tenersi tutto dentro ed ad occuparsi di tutto, non c'è problema… poi però se ad un certo punto non ce la farò più non deve poi prendersela…

Poverino qui, poverino lì… quante volte l'ho difeso, quante volte ho cercato di capire la sua situazione e di agevolarlo… Ma no dai papà, non fargli pagare l'affitto, ha un bimbo piccolo, dai papà facciamo un bel bagno, che sia veramente confortevole ed abbia tutti i confort… il box doccia di cristallo mi raccomando è più bello (io a casa mia ce l'ho di plastica!!!) e sì dai ti do una mano e verniciare i serramenti, ci mancherebbe… e lui dov'era??? Dov'era quando noi gli mettevamo a posto l'appartamento… dov'era quando lo abbiamo rifatto dopo che lui l'ha lasciato??? dov'era quando c'era da trovare qualcuno a cui affittarlo??? insomma dov'è nella mia famiglia???? Ah, sì, ecco lo vedo… alla domenica a mezzogiorno a mangiare perché la moglie è al lavoro… e fino a qualche anno fa a prendere suo figlio che rimaneva dai nonni tutto il giorno…
Ma basta, mi sono sfogata a sufficienza… smebra che siano cose nuove ed invece è una storia vecchia, vecchissima che non meriterebbe nemmeno più la mia indignazione… Nel frattempo la mia vita va avanti… o meglio si trascina… facendo per la maggior parte del tempo buon viso a cattivo gioco… Il mio innato pessimismo nascosto sotto un cumulo di parole che dico senza pensarle… vedrai che andrà tutto bene, non ti preoccupare… le cose andranno meglio… ma chi voglio prendere in giro… peggio di così… messa male più di così… basta guardarmi e non ci sono dubbi!!! Una donna di 36 anni che si nasconde ancora in un atteggiamento da bambine e che all'occorrenza fa finta di essere adulta. Un caos non da poco… no???

Ho fatto di tutto per tentare di fermare il tempo, ma non ci sono riuscita, lui ha continuato a scorrere, ed io ad ignorarlo, e ho fatto male, molto male, perché adesso NESSUNO mi potrà ridare il tempo perduto...

lunedì, gennaio 16, 2006

Non so proprio cosa dire...

Il lunedì è sempre il giorno peggiore… tutto è più difficile… la voglia sotto le scarpe e soprattutto sonno, tanto sonno… Il weekend è andato bene, abbastnza impegnativo, ma ok… Sabato ci siamo dedicati al 'disfacimento' degli addobbi natalizi… A dire il vero ho iniziato venerdì sera… mentre guardavo la tv ed ho fatto bene, perché comunque ci abbiamo messo anche tutta la mattinata del sabato… Invece ieri dopo il giretto al freschino al mercato di Cavezzo, ci siamo rinchiusi al calduccio e non ci siamo più mossi… Ho terminato la ri-lettura di Harry Potter 5, ho sferruzzato un po' e ci siamo rimessi in pari con le varie registrazioni della settimana scorsa…
Con l'insonnia sembra andare un po' meglio: sabato sera ho dormito così così e soprattutto ho fatto un altro dei miei brutti sogni… La mia nuova moda è fare dei sogni talmente vividi che quando mi sveglio inizio a piangere come una fontana e mi ci vuole una mezz'ora per calmarmi… è il secondo che faccio ed è anche il secondo di cui mi ricordo… quindi ho fatto un due su due!!! Questa volta il protagonista era mio fratello: era stato condannato a morte e l'utlimo giorno lo stava passando a casa… Eravamo tutti presenti e ci si guardava in faccia come allucinati senza renderci conto che tra poche ora lo avremmo dovuto accompagnare non so bene dove per prepararlo alla sentenza che doveva aver luogo quella stessa sera… Fino a quando lui è rimasto chiuso nella sua stanza, le emozioni sono rimaste contenute, ma quando è finalmente uscito, pallido e rassegnato, gli sono corsa incontro e gli ho detto che lo avrei portato in capo al mondo, che dovevamo fuggire per nasconderci in un posto dove nessuno ci avrebbe potuto trovare… lui continuava solo a scuotere la testa ed a dire che non era giusto e che non si poteva fare e … a questo punto mi sono svegliata con i singhiozzi che mi serravano la gola e quando sono riemersa completamente dallo stato di torpore si sono aperti i rubinetti… Invece stanotte non è andata male… mi sono addormentata un po' tardino ma ho dormito abbastanza bene… Mah, vedremo questa notte…
Stasera, se Max riesce a schiodarsi ad un orario decente, andiamo a vedere la nuova palestra che hanno aperto a Sorbara… ne ho sentito parlare bene, e potrebbe essere un'idea per fare qualcosa insieme… Se non hanno prezzi esosi, potremmo andarci insieme quando lui torna dal lavoro un paio di sere alla settimana, proprio come faccio adesso a Soliera… per me sarebbe indifferente, ma non mi dispiacerebbe fare qualcosa insieme a lui… Vi racconterò… per il momento non riesco nemmeno a ricordarmi come si chiama la palestra, ha un fatto nome… Taroka… una cosa del genere!
Adesso mi faccio su le maniche e mi metto al lavoro… che goduria… Buon inizio settimana a tutti!!!

venerdì, gennaio 13, 2006

Non è colpa di nessuno...

Beh, un bell'inizio di giornata… se non si mette un po' a posto me ne vado a casa oggi pomeriggio… Stanotte non ho dormito per niente… quarta notte consecutiva di sonno disturbato… e stamattina non ce l'ho fatta ad alzarmi alle 6:40… Ho appoggiato i piedi a terra alla bellezza delle 7:15 e mi sono scapicollata al lavoro senza nemmeno fare colazione!!! E quando arrivo di fronte alla porta… la trovo chiusa con l'allarme inserito!!! Forse ve ne ho già parlato, ma ve lo racconto di nuovo perché un sistema di sicurezza così 'sfigato' penso che non ce l'abbia nessuno...

Come si fa ad entrare negli uffici dell'EmmeGiSoft??? Prima di tutto gli uffici si trovano al secondo piano di una palazzina di due piani… Per entrare nella palazzina bisogna digitare un codice che tutti sanno e per motivi di sicurezza ci si raccomanda di chiudere sempre tale porta di ingresso… Invece per accedere agli uffici veri e propri al secondo piano c'è un meccaniscmo di riconoscimento delle impronte digitali. Tutti i dipendenti hanno la propria impronta registrata, ma questo meccanismo apre semplicemente la porta, non disattiva l'allarme. Per capire se l'allarme è inserito bisogna guardare una lampadina posta sotto al meccanismo delle impronte che è accesa nel caso sia attivo… I possessori del codice devono aprire la porta col loro ditino ed hanno 10 secondi per inserire il codice… Se lo sbagliano o se non sono sufficientemente veloci partono le sirene dell'allarme e dopo poco arrivano i vigili…Una volta comunque che si è entrati, per l'azienda non sei ancora presente sul posto di lavoro… ogn'uno di noi ha un bellissimo badge munito di foto orrende in bianco e nero che devo utilizzare presso un macchinino che si trova dietro ad una colonna al centro dell'ufficio e non nei pressi della porta di ingresso come tutti voi state pensando… La cosa veramente che non capisco è perché non hanno messo il 'cicciolo' del badge fuori dalla porta in modo che esso fungesse anche da apri-porta… ma sono cose troppo complicate perché io possa capirle...


Comunque stamattina ci siano trovati tutti davanti alla porticina a guardarci in faccia e solo alle 8:06 siamo riusciti ad entrare perché è arrivato uno degli uomini fortunati muniti di codice… Così, stasera mi tocca di recuperare anche 15 minuti, che non sono nulla, ma il fatto che mi sono così affrettata per essere puntuale per poi essere in ritardo mi da sui nervi...

Pazienza!!! Pensate comunque che la colpa in fondo è tutta mia… la puntualità, il senso del dovere, fare sempre a modo… alle 8:31 mi è squillato il cellulare ed era un mio collega (Lollo) che mi ha telefonato chiedendomi se a Sorbare c'è un negozio di gioielli… Sta venendo al lavoro… ma con calma… molta calma… e nel frattempo ha altre priorità come cercare il regalo da fare alla sua morosa che oggi compie 30 anni...


Il mondo è bello perché è vario… ma penso che tutto sommato abbia ragione lui… Ma chi se ne frega del lavoro, chi se ne frega dei doveri… solo che il 10 arrivi lo stipendio, tutto il resto non conta nulla… Lui è sempre super indaffarato… a organizzare la sua vita extra-lavorativa… Passa ore in internet per cercare un albergo in montagna dove trascorrere un weekend con la sua bella… o al telefono della ditta per organizzare l'addio al celibato di uno dei suoi amici… Queste sì che sono le vere cose importanti della vita…

Va bene dai… oggi in fondo è venerdì… in un modo o nell'altro la settimana è quasi terminata… il weekend sarà abbastanza indaffarato, ma chissà, forse riuscirò a dormire qualche oretta… che dite???

giovedì, gennaio 12, 2006

Le cose che vorrei fare...

Un'amica, qualche giorno fa mi ha scritto che per uscire da un periodo un po' buio, dove tutto sembra negativo, un buon metodo è 'regalarsi' piccole cose o fare piano piano quelle cose che di solito si rimandano sempre, per se stessi e basta… Effettivamente ce ne sarebbero tante di cosine che vorrei fare, ma poi un po' perché manca il tempo ed un po' perché comunque mi dispiace spendere soldi in cose che si potrebbero evitare… va a finire che non faccio nulla...Volete qualche esempio??? Beh, tutte le mattine mi lavo i capelli e quando li asciugo li vedo spenti, con un taglio che non sa né di me né di te… ci vorrebbe una bella tagliata, scalarli e forse qualche colpo di luce… Per non parlare poi del fatto che con la speranza di dimagrire ho collezionato un armadio pieno zeppo di vestiti che non mi vanno più bene e quindi sarebbe ora di fare una bella pulizia e comprarsi qualcosa della taglia giusta… Ed infine lasciamo perdere che non vado da un'estetista dal mio matrimonio… chissà una bella pulizia del viso potrebbe aiutare la mia pelle sempre maciullata…

e queste sono solo alcune delle cose che mi vengono in mente… ma fortunatamente sto riprendendo il ritmo di sempre e con tutte le serate impegnate non ho tempo per dedicarmi a niente… così forse presto mi passeranno anche i grilli che mi frullano in testa.

Oggi è solo giovedì ed a me sembra già un'eternità che sono tornata al lavoro… gli impegni post-lavoro rendono le giornate interminabili, e quando si arriva a casa alle 19:30 (minimo) poi è un attimo che arrivano le 23:00… A dire il vero, dato che ho ricominciato a soffrire di insonnia, potrei sfruttare meglio il tempo che rimango con gli occhi sbarrati al buio nel mio lettone… ma la cosa veramente buffa è che se mi metto a leggere, tempo 5 minuti, mi si chiudono gli occhi e non appena spengo la luce, sono di nuovo super-vigile… Chissà, se il problema è la luce, potrei provare a dormire con la luce accesa :-)...

Ieri sera poi, sono andata in giro con mia madre… siamo andati nella nostra gioielleria di fiducia a Carpi e mi ha regalato un paio di orecchini… Molto carini, abbastanza giovanili ma non da cinna… e sono riuscita a capire il motivo di questo regalo… Mi ha detto che in questi mesi mi sono molto sbattuta per loro, con la storia di mio padre e che hanno pensato che meritavo un premio… al di là del fatto che non c'era bisogno di un regalo e che io lo faccio volentieri e col cuore e non sicuramente con la prospettiva di ottenere qualcosa in cambio… mi fa comunque piacere che si siano accorti di quanto tengo a loro, quello che mi preme di più e che siano almeno in parte consapevoli dell'amore che provo nei loro confronti, amore che non ha nulla a che fare con il mio brontolare quando sono asfissianti...
Beh, vabbè, stamattina sfoggio i miei nuovi orecchini ed è morta lì… ma ripeto, non ce n'era bisogno...

mercoledì, gennaio 11, 2006

Chi non dorme... piglia pesci!!!

Beh, avete letto l'articolone che è comparso stamattina sul sito di Repubblica??? Sembra che faccia male dormire più di 8 ore… che rispetto a quelli che stanno svegli tutta la notte, i 'dormienti' siano meno reattivi… Come hanno fatto a scoprirlo??? Semplicissimo… li hanno messi alla prova nei tre minuti successivi al risveglio!!! Quando ho letto questa buffonata mi sono cacciata a ridere come una scema sola soletta davanti al monitor, pensando alla sottoscritta nei primi 3 minuti che seguono il risveglio… Dunque, faccio il giro del letto, spengo la sveglia, esco di camera chiudendo delicatamente la porta, apro la porta del bagno, accendo la luce dello specchio e mi dirigo alla finestra… tiro su la tapparella di quel tanto che basta per vedere che tempo fa fuori… ed ecco che solo in questo istante apro gli occhi!!! Bene, penso che i miei primi tre minuti siano già trascorsi… e questi qui mi vorrebbero sottoporre problemi di matematica in questo lasso di tempo???? Boh… io credo che le persone non sanno più caso inventarsi… Poi, intendiamoci, lo so anch'io che dormire troppo imbambisce, ma se non dormi affatto, facendo una considerazione sull'intera giornata… secondo me, alla lunga, la spunta il tipo fortunato che si è dormito le sue otto ore!!!

Dopo due notti praticamente insonni, stanotte qualche oretta l'ho dormita, e stamattina si stava proprio bene soffocata dal piumone… La mia speranza è scoprire un metro di neve, per potermene tornare a letto, speranza raramente soddisfatta… Comunque un paio di volte mi sono svegliata anche stanotte, una delle quali alle 2:00: mi ha svegliato un rumore stranissimo, che non ho ancora capito da dove veniva. Al piano di sopra qualcuno di muoveva, probabilmente uno dei ragazzi era appena rientrato e fin qui niente di strano… ma in sottofondo sentivo un rumore simile a quello di una ricetrasmittente molto lontana… Ho ascoltato il respiro tranquillo e regolare di Max e non credo che venisse da lui, ma altre spiegazioni non ne ho… Così dopo essere stata immobile per un bel pezzettino, ho acceso la luce e sono andata in bagno… e quando sono tornata a letto il rumore era scomparso… Boh, che ne so, forse sto impazzendo del tutto… Comunque state tranquilli, Max non si accorge quasi mai di tutte le mie manovre notturne, ed anche stanotte non ha sentito nemmeno quando mi sono alzata… Che fortuna!!! Vorrei avere anch'io un sonno così pesante… invece sento le mosche volare!!!

Stamattina sono partita con le migliori intenzioni, ancora in alto mare con la cosa che sto facendo volevo parlare un po' con Enzo di alcuni dubbi che mi sono venuti ieri sera… ma ho fatto la mossa sbagliata… ieri sera, prima di uscire dall'ufficio gli ho annunciato che avevo bisogno di parlargli… e stamattina non si è fatto né vedere né sentire!!! :-)

Che poi parlare con me facesse così paura, io non me lo sarei mai appsettato...
Mettici poi che non sono riuscita a prendere il mio mitico caffè d'orzo macchiato delle 10:00 (macchina fuori servizio!!!) e 'les jeux sont faites'!!! Occhietti che bruciano e tendono a posizionarsi nella loro posizione ideale, cioè chiusi… e dolori lancinanti alle cosce dovuti al mio ritorno in palestra di ieri sera dopo un mesetto (tra raffreddore e feste… le settimane sono passate!!).

Quindi la settimana sta procedendo in questo modo: lunedì c'è stata la riunione condominiale (che vi risparmio perché tristezze simili è meglio non condividerle) che è durata veramente troppo, martedì la palestra e stasera ho una bazza con mia madre… Si sono messi in testa che mi vogliono fare un regalo… credo un paio di orecchini, e non ho ancora capito il motivo. Quando ne ho chiesto il motivo, mi è stato detto, che terminate le feste, avevano voglia di farmi un regalo… Boh, valli a capire… comunque stasera siamo in missione… così tornerò a casa tardino anche stasera… Con la pila dei panni da stirare che sta raggiungendo limiti mai visti...

Mah, vedremo… nel frattempo i videoregistratori di casa nostra sono al lavoro a pieno ritmo… Questa settimana iniziano un sacco di telefilm che seguiamo… e non facciamo in tempo a vederli tutti… Anche questa è una bella mania… ma d'altra parte, i telefilm sono l'unica cosa decente che c'è per tv in questo periodo...

Per concludere… quindi, non mi sembra di dormire moltissimo… quindi se è vero che non dormendo si è più reattivi, adesso mi metto al lavoro e 'spacco tutto'… giusto????

lunedì, gennaio 09, 2006

Anno nuovo... vita nuova...

Eccomi qua… Primo giorno di lavoro di questo nuovo anno… Mi sembra passata una eternità ed invece è solo una settimana che manco dal lavoro… Di solito il tempo passa più lentamente quando si va in vacanza, ma i quattro giorni di riposo della settimana scorsa sono stati talmente tanto riposanti che sembrano mesi…

Ho tentato (e ci sono riuscita in pieno) di isolarmi da tutti gli stress che solitamente mi circondano… Ho visto pochissimo i miei, mi sono quasi sempre alzata non prima delle 9:30, ho fatto di tutto in casa tranne le solite cose che faccio sempre… e soprattutto ho cercato di non affaticarmi… Forse però troppo relax mi ha fatto male, perché stanotte non sono riuscita a chiudere occhio… Preoccupata, triste, con un senso di soffocamento che ancora adesso si acuisce al solo pensiero che stasera abbiamo anche la riunione condominiale.

Ora me ne sto qui, in silenzio, non ho voglia di parlare, e non saprei nemmeno cosa dire… sperando che il tempo trascorra oggi senza causare troppi danni, sperando che i miei mi stiano un po' su di dosso, che stasera la riunione passi in fretta… insomma che tutto proceda velocemente e il più indolore possibile…

Ma dopo questa introduzione non troppo felice… so che vorreste sapere cosa ho combinato in questi giorni, ad esempio per l'ultimo dell'anno… Vi dico subito che non abbiamo fatto niente di speciale… Il 31 verso le 10:30 siamo partiti alla volta di Bologna per un giretto in centro. Il centro era molto affollato, credevo che molti fossero indaffarati nei preparativi del cenone ed invece in tanti come noi passeggiavano sotto i portici… Poi verso le 18:00 ce ne siamo tornati a casa dove avevamo già preparato la nostra cenetta che ci siamo gustati davanti alla tv in completa tranquillità… Sì, avete capito bene, siamo rimasti in casa da soli, a guardare la tv sul nostro divanone ed a brindare il nuovo anno guardando fuori dalla finestra i fuochi che da ogni parte venivano esplosi… Nei giorni successivi invece siamo andati al cinema un paio di volte: King Kong all'Emiro a Rubiera e Le cronache di Narnia allo Space City di Carpi… In entrambi i casi ci siamo presentati al cinema in tuta, per goderci il film proprio come se fossimo a casa… Insomma un polleggio quasi vergognoso. A me che piacciono i film fantasy (non vi scordate che sono una fan accanita di harry Potter, Le cronache di Narnia mi sono piaciute molto e non vedo l'ora di leggere l'opera omnia che mi ha portato Babbo Natale…

Adesso basta, mi 'costringo' ad aprire il progetto ed a guardare cosa stavo facendo nell'anno vecchio...