venerdì, dicembre 22, 2006

Auguri Auguri Auguri!!!

Carissimi… ce l'ho fatta!!!!!!!!! Ho fatto tutto, ma mi piacerebbe farvi vedere la mia faccia… e soprattutto è uno spasso vedermi camminare… mi trascino stile lumacona alzando i piedini di quei pochi millimetri che mi consentono di procedere. Questa settimana sono riuscita a tener fede a tutti gli impegni, non posso ancora crederci.
Ieri sera in palestra abbiamo toccato il minimo storico, eravamo in 4!!! Nonostante tutto la lezione è stata come al soltio impegnativa con l'utilizzo dei benedetti elastici (è già stata un'impresa infilarli… figuriamoci usarli!). Poi di corsa a mangiare un pezzetto di pizza al taglio e poi il teatro. Devo dire che lo spettacolo è stato davvero molto bello. Barbareschi mi ha sorpreso, ha saputo calarsi nel personaggio del principe di Salina in modo esemplare. I suoi lunghi e difficili monologhi sono stati interpretati magistralmente… insomma, adesso che l'ho visto nei panni di attore teatrale, devo dire che lo preferisco sicuramente in questa veste piuttosto che come personaggio televisivo. Anche le scenografie e i costumi mi hanno riportato indietro nel tempo ed hanno risvegliato la voglia di rivedere il film che ho visto per la prima volta ai tempi delle medie con la scuola. Anche rileggere il libro non mi dispiacerebbe, ricordo che mi era piaciuto molto, anzi lo avevo apprezzato molto di più del film, avendolo letto al liceo, quando riuscivo a calarmi molto meglio nel periodo storico e capire le problematiche che riguardano la storia di questa famiglia nobile del sud. Tra l'altro alcune considerazioni sono ancora molto attuali, oserei dire che rispecchiano ancora oggi uno stile di vita che contraddistingue queste zone, perché si sa, tutti noi siamo figli del nostro passato e soprattutto della nostra storia. Alcuni miei colleghi hanno origini meridionali e per me è sempre molto interessante scambiare quattro chiacchiere con loro perché scopro sempre qualcosa di diverso, un modo di pensare che si discosta dal mio e non per questo disprezzabile, anzi… Lo so che è un discorso un po' semplicistico e forse lo faccio perché sono stanca e tra qualche ora iniziano le mie vere vacanze natalizie, ma conoscere i pensieri di persone che hanno vissuto esperienze così diverse dalle mie, che sono state costrette a trasferirsi lontano dal loro paese natale per assicurarsi un lavoro e che qui si sono integrate benissimo pur continuando ad essere considerati degli intrusi, è sempre fonte di ammirazione. Ed è giusto che cerchino di mantenere le loro tradizioni, mescolando diversi stili di vita per far crescere i loro figli come degli emiliani senza perdere di vista le loro origini. Non deve essere semplice, ma credo sia il modo giusto e quindi mi fa sorridere quando Antonio mi dice che la sua bimba di 7 anni per Natale vuole i tortellini e le lasagne ma poi a Pasqua cerca la pastiera…
Ma chiudiamo questa argomento, è veramente troppo serio da affrontare in questo momento e soprattutto mi sembra che sia giunto il momento di chiudere proprio questo ultimo intervento del 2006. Sì, perché carissimi, ci si risente il 2 Gennaio, oggi pomeriggio sarò sotto tortura dalla parrucchiera e poi per poco più di una settimana non si parla più di sveglie e soprattutto di lavoro e non credo che posterò nulla da casa, il mio collegamento è davvero troppo lofio.
Non mi resta che augurare a TUTTI un Natale sereno e gioioso da trascorrere con le persone che amate, in armonia ed in pace col mondo e spero tanto, davvero tanto che il nuovo anno che si sta avvicinando a grandi passi possa portarvi gioia e felicità!!!



Image Hosted by ImageShack.us

giovedì, dicembre 21, 2006

Caro Babbo Natale...

Lo so che è un po' tardi per scriverti, ma ci ho pensato molto prima di decidermi. Sono anni ormai che non ti scrivo più la letterina, troppo impegnata a cercare di arrangiarmi senza doverti chiedere nulla. Ma quest'anno la storia è diversa, quest'anno avrei un grande desiderio e tu sai già di cosa sto parlando… Non ti preoccupare comunque, se non rientra nei tuoi piani, oppure non pensi che me lo meriti, capirò… spero solo che la tua decisione non influenzi la felicità delle persone che mi vogliono bene. Sì, perché la cosa più importante per me è la felicità di quelli che amo, e quindi colgo questa occasione per chiederti anche questo… E' troppo??? Lo so che la felicità è difficile da costruire e non so se hai elfi specializzati in questo tipo di cose, ma conoscendoti, secondo me ne saresti capace. Allora che dici??? Quando la notte di Natale passerai da queste parti, guarda verso il basso, io abito in quel condominio con la piramide di rame… purtroppo non ho il camino, ma non voglio nemmeno che stai a fermarti… basta un tuo sguardo e poi via... verso posti dove è sicuramente più urgente il tuo aiuto!!! E come tutte le letterine che si rispettino, adesso vengono le promesse. Per l'anno nuovo, tra i tanti propositi che sto facendo in questi giorni, ti prometto che cercherò di essere molto più buona, di non arrabbiarmi così spesso e tenterò di risolvere le ingiustizie senza affrontare i problemi con la mia solita grinta. Lo so che sono propositi un po' difficili da mantenere, soprattutto con un caratteraccio come il mio, ma posso assicurarti che ci proverò…

Non mi resta che salutarti ed augurarti buon viaggio…
tua
Giancarla

Image Hosted by ImageShack.us
Va bene dai… uno dice ormai è giovedì, hai scollinato alla grande!!! Sì, è vero ma sono qui con l'ansone ancora della salita e si sa anche le discese sono faticose… un male ai polpacci!!! Parlo della faticata della settimana pre-natalizia. Ieri sera sono uscita vincente dalla sfida 'Regalo pro-nipote'. Sono andata all'Obi a Carpi ed ho avuto la fortuna di trovare una ragazza che, oltre ad aver fatto agraria, si è prestata a darmi una mano nel mio tentativo folle. Insieme abbiamo partorito una cassettina porta atrezzi e diverse cosine da metterci dentro i cui termini tecnici mi sfuggono e quindi vi descrivo solo quelli che riesco a definire con termini da profani: un paio di guanti non troppo pesanti che vanno bene anche per la cura dei bonsai, una pompetta per inaffiare, un paio di forbici da potatura con la punta sottile(!!!), un atrezzo per inserimento, una paletta per la terra, ed un altro coso fatto da due parti (rastrello + zappa). Non tanto fiduciosa, mi sono fiondata poi a casa dei miei per far vedere la spesa a mio padre (gli avevo chiesto di venire con me ma non ha voluto!!) e sembra che la ragazza mi abbia consigliato bene… Adesso non rimane che impachettarlo e sono bei magoni, nono ho la più pallida idea di come farò e speriamo tanto che piaccia al mio nipotone preferito.

Ieri sera ho fatto anche tutti gli altri giri del caso… penso di avere finito con i regali… ma ho ancora la sensazione di essermi dimenticata qualcosa… speriamo di no!!!

Quindi verrebbe spontaneo dire che dovrei essere molto più rilassata oggi, ma non è molto vero… mi aspetta ancora una giornatina bella pesa ed una seratina ancora in via di definizione, tra la palestra ed il teatro. La mia pigrizia congenita mi direbbe che dovrei lasciare perdere la palesra, ma i miei sensi di colpa gridano forte e mi fanno presente che in questi giorni sto facendo gli sgarri più mostruosi del mondo. Gira veramente troppa cioccolata intorno a me ed il mega brufolone che mi è spuntato sul mento mi ricorda che dovrei mangiarne con moderazione, ma non è colpa mia… è il mondo circostante che trama a mie spese. Nel frattempo qui al lavoro le ragazze stanno arrivando con i loro piccoli pensierini. I miei libricini muniti di segnalibro sono piaciuti tantissimo… soprattutto Tania che si diletta nell'arte del punto croce lo ha apprezzato molto. Bisognerebbe che i pensierini fossero sempre così… pensati per tempo in modo da avere il tempo per realizzarli, diventa una vera gioia regalarli… Volete sapere cosa ho ricevuto in cambio??? Beh, Virginia mi ha regalato un bellissimo elefantino natalizio appoggiato su un vaferino ricoperto di cioccolato (tanto per cambiare!!!) e Tania un set da manicure (niente di più azzeccato data la mia passione per le unghie lunghe). Dalla Manu non ho ricevuto ancora nulla… forse quest'anno ha deciso di non fare niente, oppure non aveva pensato di darcelo stamattina, ma comunque non importa… i regali a me piace più farli che riceverli…

Potete immaginare come si sono attapirati in ufficio: odiano vedere le quattro donne dell'EmmegiSoft fare comunella e ritengono anche questo innoquo scambio di regali come un gesto ipocrita e falso. Non so se si comportano così per invidia o per ignoranza… Diciamo che essendo in così netta minoranza, io non ci vedo niente di male se ogni tanto scambiano due chiacchiere innocenti… io tra l'altro lavorando in un altro ufficio ho effettivamente pochissime occasioni per parlare con loro, ma ogni tanto una sana boccata di spettegolezzo femminile piace anche a me. Non fraintendetemi… parlo anche con i miei colleghi ma, quando parlano tra di loro io di solito me ne sto zitta e buona e cerco di non commentare i loro discorsi da bar.

Ottimo… adesso non mi rimane che mettermi al lavoro e lanciarmi in questo giovedì, ma prima vi voglio lasciare due righe sulle spettacolo che andremo a vedere stasera a Teatro…

Il sogno del principe di Salina: l'ultimo gattopardo Free Image Hosting at www.ImageShack.us
liberamente ispirato agli appunti e alle lettere di Giuseppe Tomasi di Lampedusa
con Luca Barbareschi, Bianca Guaccero, Manuela Maletta
scene Carmelo Giammello
costumi Andrea Viotti
elaborazioni musicali Paolo Cillerai
regia ANDREA BATTISTINI
COMPAGNIA LAVIA

La trasposizione teatrale del celebre romanzo storico-psicologico che narra la storia del Principe di Salina, uomo complesso e tormentato, che assiste alla fine della Sicilia borbonica e del mondo in cui è vissuto e di cui è figlio. C’è chi ha interpretato la storia come una grande metafora esistenziale: la feroce bestia, nell’andare delle pagine, cambia veste e, da simbolo araldico, diventa limpida immagine del protagonista, che del gattopardo ha la forza e l’imponenza. Amori, scelte politiche, subbugli rivoluzionari, profonde riflessioni sul mondo: c’è tutto in quest’opera che, ancora dopo tanti anni, mantiene intatta la sua magia ed il suo fascino. Splendida prova per la Compagnia Lavia e per un intenso Luca Barbareschi.

mercoledì, dicembre 20, 2006

Ma vi rendete conto???

Fino a quando nella data c'è un 1 davanti, sembra che il Natale sia ancora abbastanza lontano, ma adesso che è comparso il 2, non c'è proprio più nulla da fare… è ufficiale, tra 5 giorni è NATALE!!! Sono forte vero??? Faccio scoperte meravigliose ogni giorno, un vero e proprio portento… Beh, per il momento la nuova strategia 'giorno dopo giorno' sembra dare buoni frutti, ogni mattina sono sempre un po' più stanca rispetto alla precedente, ma quando mi siedo alla mia scrivania cerco di non pensarci e di concentrarmi solo sull'immediato. Ieri sera al corso di step eravamo in 7, l'insegnante un po' malandata a causa di un attacco di cervicale, è stata leggermente più umana del solito e quindi sono sopravvissuta. Dolori strani non ne sento per il momento, anche se probabilmente ci è andata molto grassa ieri sera… Ad un certo punto ha tirato fuori dalla sua borsa da 'Mary poppins' un sacchettone con degli elastici… erano nuovi di zecca, ne ha preso uno, lo ha tirato guardato ed esaminato ed alla fine ha deciso che non andava bene per l'allenamento delle braccia e forse lo userà domani per le gambe… Io dalla mia seconda fila (sì riesco ad imboscarmi anche quando siamo in 4 gatti!!!) la guardavo con molto preoccupazione… almeno la settimana di Natale un po' di bontà bisognerebbe dimostrarla… e per fortuna sono stata ascoltata, almeno per ieri sera, poi per domani si vedrà non so ancora se ci andrò… la mia nuova filosofia non prevede di decidere cose del genere con un giorno di anticipo!!! ;-)
Ed oggi??? Beh, oggi il programma prevederebbe un salto a teatro per i biglietti del concerto di Bersani e poi mega girone al Borgo (da sola!!!), a caccia di qualche pensierino… Il tatone dove lo metto??? Il tatone in palestra!!! Dato che ieri sera ha fatto la vecchia per 'godersi' la partitaccia Juve-Bologna (o viceversa…) a casa di un suo collega… Quindi tutto sommato si prospetta una giornata tranquilla, anche se mangiare sempre così tardi non fa tanto bene, né all'alien che alberga nel mio stomaco e che verso le 19:00 si risveglia prepotentemente, né alla mia dieta che mi impone di eliminare il pane mangiando così tardi… Pazienza… il motto è cercare di fare a modo il più possibile e poi con l'anno nuovo avrò tutto il tempo per rimettermi in riga. Tranquilli, non ho combinato nessun guaio per il momento con la dieta, mi sto stabilizzando quasi sui -14, ma con le feste sono pronta a ritornare su un -12, mica posso fare i miracoli e nemmeno non onorare le fatiche culinarie di mamma e suocera!!! E' da veri maleducati…
A casa dei miei i preparativi fervono già da qualche giorno… ieri hanno terminato di fare i capelletti (860!!!) che li hanno impegnati praticamente per un giorno intero… E' tradizione fare la torta di tagliatelle alla mantovana, come dice mio padre da 'ciucciare' perché deve diventare molto dura… più rimane lì e più diventa buona. La settimana scorsa di sono messi all'opera ma purtroppo, complice il forno nuovo, è venuta un po' strinata. E' inutile che vi dica quante brutte parole ha preso mia madre, anche se l'addetto al forno è mio padre!!! Un classicone… ma la mamma era veramente dispiaciuta. Io le avevo detto che non stesse a rifarla, è veramente una faticaccia… ma, dopo il magone iniziale si è rimessa all'opera e ieri mi ha detto che è riuscita a rifarla e questa volta è venuta bene… Ora di grossi lavori da fare, rimangono i tortelloni di zucca per la vigilia. Storia diversa ma non di molto è quella che si sta svolgendo a casa dei genitori di Max. Quest'anno siamo là per Santo Stefano ed io desideravo tanto che la Perla ci facesse le sue lasagne, ma non c'è stato nulla da fare… Si è messa in testa che non le vuole più fare e non c'è verso. Faccio una premessa: mia suocera ha tanti difetti ma è una bravissima cuoca, le piace, lo fa con passione e gli viene bene… anni fa faceva le lasagne correntemente e vi posso assicurare che sono buonissime, poi con l'avvento della Federica e del marito in pensione ha deciso di non farle più, la scusa utilizzata è che facendosi aiutare dal marito le lasagne diventano troppo giotte, perché lui ci mette troppo ragù… ma Max non è riuscita a convincerla nemmeno proponendosi come aiutante, quindi non so bene come è la storia!!! Con l'arrivo in famiglia della Federica si è aperta l'era delle lasagne della sua mamma e devo dire che raramente ho mangiato qualcosa di meno buono… meglio un piatto di spaghetti al pomodoro, quindi quest'anno Max si è raccomandato che non ci fosse questa prelibatezza… Quindi siamo passati dalle tagliatelle paglia e fieno fatte in casa per approdare ai tortelloni comperi :- Speriamo che siano buoni, ma non saranno mai come quelli che fa lei!!! Poi comunque il resto del menu è rimasto invariato: agnello (mi dispiace ma come lo fa lei non lo fa nessuno) e la mitica torta di riso!!!
Insomma uno scenario abbastanza comune, forse in molte famiglie si stanno facendo preparativi di questo tipo, noi italiani siamo famosi in tutto il mondo per la nostra cucina e basta andare un po' all'estero per rendersi conto che questa fama è totalmente meritata… Poi è vero che tendiamo ad essere un po' abbondanti e che si potrebbe fare anche con molto meno… ma diciamo che la generazione dei miei genitori, avendo vissuto il periodo del dopo-guerra hanno un rapporto con il cibo molto particolare. Spesso mi è capitato sentire mio padre dire che la cosa importante è che non manchi il cibo e che, vivendo in campagna, loro sono stati molto fortunati!!! Poi ci sono anche persone giovani 'malate' per il cibo (vedi Max :-D ), per cui la cosa fondamentale da decidere alla mattina prima di uscire di casa è che cosa ci mangerà a cena. E' giustissimo, non lo discuto, soprattutto se tale decisione implica dover tirare fuori qualcosa dal freezer, ma noi sappiamo già anche cosa mangiare la vigilia a pranzo ed gli elettrodomestici più amati (dopo la televisione) sono appunto il freezer ed il frigorifero… ;-D con cui io ho da sempre un rapporto confittuale!!!

martedì, dicembre 19, 2006

Ed uno è andato...

Come promesso, sto vivendo le giornate una alla volta… Il lunedì è andato: ieri sera, nonostante sia arrivata a casa anche abbastanza tardino, sono riuscita a stirare una mezz'oretta prima di cena (che per fortuna era già pronta) e dopo aver ingurgitato la cena ci siamo catapultati a Nonantola al corso di ballo. E' stata una lezione impegnativa, abbiamo dovuto rimediare alla nostra assenza della settimana scorsa, e come ha detto il nostro insegnate, Max ha fatto un mezzo miracolo riuscendo a capire le tecniche di ben 6 figure. Adesso sta a noi cercare di esercitarci in queste vacanze natalizie in modo da non dimenticare la teoria ed eventualmente diventare un po' più sciolti. Ieri sera, per la seconda volta ci ha persino parlato di farci rientrare nel corso che tiene a Sorbara. Da un certo punto di vista sarebbe molto comodo, ho solo un po' timore che ci siano troppe coppie e che non saremmo seguiti così bene come ora, ma lui mi ha assicurato che questo non potrebbe accadere, quindi staremo a vedere… Per il momento comunque siamo ufficialmente in pausa natalizia, fino all'8 gennaio non se ne parla più!!!
Stamattina vi racconto un'ultima cosa e poi mi metto al lavoro… Tutti coloro che vivono in un condominio, sanno che avere a che fare con tante persone è MOLTO difficile, anzi in alcuni momenti IMPOSSIBILE!!! Tra l'altro sembra che le cose si rompino molto più facilmente in un condominio che in una casa singola, io che ho vissuto con i miei per tanti anni, non ho mai avuto così tanti problemi di manutenzione ordinaria, uno dietro l'altro. Diciamo che il cancello elettronico è uno dei punti deboli del nostro caseggiato, lo è sempre stato, ma è ormai da più di un mese che è più il tempo che è rotto di quello in cui funziona e le telefonate all'amministratore orami diventano un'appuntamente settimanale. Domenica sera si è guastato di nuovo (forse è durato la bellezza di 3 giorni), ieri Max ha richiamato l'amministratore, ma il tecnico probabilmente verrà oggi… Ieri sera torniamo a casa dal corso ed il cancello è chiuso, il telecomando non va, Max scende per aprirlo manualmente e non si apre… Ok, qualcuno ha chiuso il cancello e poi ha 'accostato' lo sportellino in modo che non si aprisse col burianino che caratterizzava la seratina di ieri… Ed invece no!!! Lo avevano proprio chiuso con la chiave!!! Ma da far cosa??? Si ottiene lo stesso risultato anche solo avvicinandolo… perché bisogna rompere così tanto le scatole??? Sa di uno di quei gesti da ubriacone rincretinito che vuole mostrare il suo disappunto per il fatto che il cancello non va… che non è poi tanto diverso da quelli che ti vengono a suonare e ti dicono 'Come mai il cancello è sempre rotto???' Che ne so… non sono mica io che lo vado a sabotare un giorno sì e l'altro pure… sarà sempre rotto perché le persone interpellate sono degli incompetenti o perché c'è qualcosa che no va che non riescono a capire… ma io che posso farci??? Più che telefonare di continuo all'amministratore non riesco a fare… Ci vuole una pazienza…

lunedì, dicembre 18, 2006

Ultima settimana di lavoro...

del 2006!!! Eh sì, finalmente si vede la fine del tunnel, anche se non me ne sto rendendo ben conto. Ho ancora così tante cose da fare, regali da comprare (e purtroppo anche da pensare) che mi ci vorrebbe davvero ancora un mesetto.

oh happy day
oh happy day
when Jesus washed
oh really washed
when Jesus washed
it washed my sins away
oh happy day

oh happy day
oh happy day
when Jesus washed
oh really washed
when Jesus washed
it washed my sins away
oh happy day

he taught me how to wash fight and pray,
fight and pray and he rejoices in these everyday,
everyday

oh happy day
oh happy day
when Jesus washed
oh really washed
when Jesus washed
he washed my sins away all right
I'm talking about a happy day

he taught me how to wash fight and pray,
fight and pray and he rejoices every everyday,
everyday

he taught me how to wash fight and pray,
fight and pray and he rejoices every,
everyday happy day!

Non sono impazzita, questo è lo strascico dello spettacolo di ieri sera. Anche quest'anno il Teatro di Carpi ha inserito nel suo cartellone uno spettacolo di Gospel, ma è stato un po' deludente. Forse un po' troppo moderno, un po' troppo urlato e poco cantato, insomma preferisco una cosa più tradizionale, ma sono comunque delle gran 'cartolone' le cantanti americane, anche solo la loro presenza da spettacolo!!! Comunque il gospel più bello che ho visto rimane quello organizzato alcuni anni fa in una chiesetta di Carpi, San Nicolò (il teatro era chiuso per alcuni lavori…). Non c'è niente da fare… l'acustica è diversa, l'ambiente è più suggestivo e comunque il gruppo aveva sciorinato pezzi molto classici che ben si abbinavano al resto.
Ma parliamo d'altro… il weekend lo liquidiamo in fretta… sabato pomeriggio prima della 'gnoccata' a casa dei miei per festeggiare i 49 anni di mio fratello (!!!), ci siamo immersi nella baraonda di gente che ha invaso il Borogo Gioioso (e questa volta proprio per fare la spesa… da pazzi!!!). La serata è stata piacevole ed abbiamo raggiunto la mezzanotte molto velocemente tra una chiacchiera e le fotografie scattate in vacanza questa estate da mio fratello…
Domenica mattina, con un po' di nausa da gnocco… mi sono messa al lavoro ed ho fatto i biscottini natalizi… questa volta ho messo al 'controllo forno' Max e sono venuti cotti perfettamente… Nel pomeriggio abbiamo poltrito un po' e poi alla sera, come ho già detto, ci siamo fiondati in teatro. Se non avessimo avuto questo impegno non ci saremmo mossi di casa, soprattutto ieri sera con quella seratina da lupi…
Per questa settimana sono abbastanza terrorizzata, non so nemmeno se riuscirò a fare la metà delle cose che dovrei fare, mi sa che mi conviene prendere un giorno per volta e vedere cosa riesco a fare.
Oggi: ci sarebbe lo stiro che mi aspetta… prima di cena e prima del corso di ballo. (quando torniamo mi sa che l'everest non riuscirò nemmeno a toccarlo...)
Martedì: palestra ma… bisognerebbe che mi fiondassi in teatro per prendere i biglietti per il concerto di Bersani...
Mercoledì: se non riesco martedì, ci vado mercoledì a teatro e dato che Max dovrebbe essere in palestra ne approfitto per fare altri giri, tipo andare in erboristeria a prendere un regalino per il papà da parte della mamma. Sapete quando me l'ha detta questa cosa???? Sabato sera!!! Quando meno di un'ora prima indovinate dove mi trovato???? In ERBORISTERIA!!! Ma lo fa apposta???? Poi vabbè, se non ho ancora finito di stirare, mi sa che sarà la serata giusta :-(
Giovedì: ci sarebbe la palestra da abbinare col teatro… sarò ancora viva giovedì??? Ho i miei dubbi...
Venerdì: ah… giornata da spasso completo. Pomeriggio interamente dedicato alla tortura 'parrucchiera' per culminare con la cena aziendale in un posto che non conosco un po' imboscato… AIUTO!!!
Sabato: beh… c'è solo un piccolo particolare… dobbiamo ancora comprare il regalo ad Enrico e questa è l'unica giornata libera… Valigetta con atrezzi da giardinaggio??? Una bella pinata di limoni???? Queste sono le 'uniche' idee che sono saltate fuori durante il summit di sabato sera. Vi starete chiedendo cosa se ne fa un ragazzino di 17 anni di queste cose… diciamo che facendo agraria si è molto appassionato al giardinaggio e, nel poco tempo che gli rimane tra la scuola, il nuoto, gli amici e la ragazzina… fa tentativi sul suo balcone di casa.
Ecco… adesso che ho scritto l'elenco mi è venuta una gran voglia di tornarmene a casa, infilarmi il pigiamone ancora tiepido, tuffarmi sotto il piumone ed alzarmi giusto giusto domenica mattina!!! Mi rendo conto che basta un nulla per sconvolgere tutti questi bellissimi piani e quindi è proprio per questo che sto decidendo in questo momento di prendere le giornate con beneficio di inventario. Incominciarle, viverle ora dopo ora e vedere cosa portano… Vi terrò aggiornati con gli eventuali progressi.
Volete ridere??? Max si sta organizzando per le mille registrazioni di questa settimana, con il materiale che accumuleremo ne avremo a sufficienza per tutta la prossima settimana. Stasera doppio appuntamente Bones-NCSI, domani Desperate (Max è da un collega a vedere la partita), Mercoledì guarderemo Crimini (unica serata in cui riusciremo a vedere la tv), giovedì Smallville e Medium (???), venerdì Senza traccia… ihihih… mi viene da ridere, lo voglio vedere Max alle prese con la mega gestione di tutta sta roba… riuscirà il nostro eroe a fare un po' di casino??? ;-D
Vabbè, forza e coraggio, incominciamo...

venerdì, dicembre 15, 2006

Mancano solo 10 giorni...

Ebbene sì, adesso il tempo comincia a correre, le giornate lavorative sono interminabili, mentre il tempo extra si accorcia clamorosamente e si inizia a sentire quella sensazione di non riuscire a fare tutto quello che si DEVE fare!!! Tutto normale, tutti gli anni è uno schema che si ripete ed io comincio a soffrire… in un certo senso vorrei che il mese di Dicembre non finisse mai, il mese di Gennaio è così TRISTE, quando ormai si sono archiviate tutte le feste, gli addobbi vengono spenti e rimangono solo le notti lunghissime e fredde ad intristire le città e le campagne. Ora invece, nebbia permettendo, ovunque ti giri si vedono lampadine colorate, babbini natalini appesi ai balconi (a proposito ne ho adottato uno anch'io anche se non ho avuto il cuore di metterlo all'acqua e l'ho messo al coperto in balcone :-D ) ed è una vera gioia girovagare per la città. Ieri sera sono andata a spasso con i miei vecchietti, me li sono portati dietro per fargli scegliere il LORO regalo di Natale, la stirella (che non è un regalo tanto da Papà… però, dato che la prepara sempre lui, perché quella vecchia era troppo pesante da portare in giro per la mamma… forse si alleggerisce il lavoro anche per lui). Non sarà una cosa molto romantica e la sorpresa è inesistente, ma pazienza. Stavamo girovagando per il Borgo Gioioso quando chi vedo al desk per farsi fare i pacchi??? Eccolo lì il tatone, colto in flagrante mentre si stava facendo fare i pacchettini per qualche regalino di Natale che dopo ho ritrovato sotto l'albero di casa… Meno male che gli avevo detto che non volevo niente per Natale… mi da retta, eh??? Gli siamo passati di fianco e solo all'ultimo l'ho visto e gli ho detto… 'Ti ho beccato!!!' Poi non mi sono fermata perché avevo capito cosa stava facendo e non volevo rovinargli la sorpresa… ma la faccina che ha fatto quando ci ha visto è stata un mix tra… lo sapevo che ero a rischio e … perché sono venuti proprio qui a prendere la stirella??? Poi abbiamo fatto un girtto al nuovo OBI che hanno appena aperto e li ho riportati a casa… Peccato che non abbiamo più occasioni di fare giretti di questo tipo, anche il papà era di ottimo umore e senza fretta gironzolare tra gli scaffali non presi d'assalto da una folla clamorosa è molto più rilassante. Poi si sa mio padre ha sempre avuto un debole per tutte le belle cosine che si trovano nei negozi di questo tipo ed ha cominciato a scuriosare tra vanghe, forbici da giardino e utensili vari come un bimbo di fronte ad una vetrina di giocattoli :-D
Beh, io me ne sono tornata a casa con qualche tortellino dolce appena fatto (buonissimi), un paio di pacchettini di 'riccione' surgelate e quando sono arrivata a casa il tatone aveva già preparato la cena… cosa posso desiderare di più???

giovedì, dicembre 14, 2006

Rieccomi qua...

Dopo una settimana di latitanza, eccomi di nuovo… Latitanza forzata, perché il virus infame mi ha messo fuori uso per alcuni giorni. Ora non sono al 100% ma spero di rimettermi completamente in breve tempo. Non certo per merito della mia dottoressa che non mi è venuta nemmeno a vedere, giudicando telefonicamente il mio caso non GRAVE!!! Ed in effetti forse non ho preso nemmeno la forma più bastarda, ma non ho passato dei bei momenti. Soprattutto lunedì, sola soletta a casa, non passava… Comunque pazienza, adesso spero solo che non ci caschi il tatone e che riusciamo a trascorrere un Natale sereno. Tra l'altro, come ben sapete, lunedì mattina dovevo accompagnare mio padre a fare la broncoscopia, ma, ho fatto giusto in tempo a vestirmi, prima di dover correre di nuovo in bagno e finalmente mi sono resa conto che non ce l'avrei fatta. Quindi ho telefonato al volo a mio fratello che si è catapultato a prendere i miei per portarli all'ospedale. Per fortuna l'esame è andato bene e per un annetto, non dovrà fare altri esami di controllo per la parte sinistra… è già un bel sollievo ed un peso che ci siamo tolti un po' tutti!!!
Nel frattempo cosa è cambiato??? Beh, a parte che la temperatura mattutina si è abbassata un bel po' (stamattina ho visto la mia prima gelata!!!), il weekend lungo è stato abbastanza impegnativo… ho rispettato tutti gli impegni che mi ero prefissata. Venerdì pomeriggio siamo andati in trasferta dai miei per fare il presepe; sabato lo abbiamo passato tutto fuori tra Country Life e giretto al Grnad'Emilia e domenica mattina ci siamo occupati anche dell'impianto luci natalizie del condominio. La mia agonia è iniziata domenica sera, quindi più che altro ho rotto le scatole a Max per tutta la notte ed il giorno dopo anche lui accusava il colpo di una nottata non proprio felice…
Apro una piccola parentesi sul Contry Life… quest'anno mi è sembrato molto diverso rispetto all'anno scorso… ho visto molti meno teatrini con corsi e cose del genere ma mi sembrava che ci fossero molti più stand e quindi molte più occasioni per fare danni economici (che alla fine ho fatto in modo abbondante!!!) Mi piace un sacco scorrazzare tra tutte quelle cosine carine, mi vengono sempre un sacco di idee malsane e la voglia di spaciugare qualcosa di nuovo!!! Mi sono portata anche un po' avanti con i regali di Natale, acquistando qualche pensierino… anche se mi mancano ancora le cose più importanti…

giovedì, dicembre 07, 2006

Una scenetta divertente...

Ore 16:30... sala della macchina del caffè... presenti io, Giuseppe, Alex e Riccardo. Come al solito i ragazzi facevano discorsi da bar e non so come sono andati a finire a parlare delle ragazze dell'est. Stavo raccontando le vicissitudini di Lollo con una ragazza polacca e salta su Giuseppe con una frase del tipo che le ragazze dell'est sono tutte facili. Io me ne sono stata zitta e speravo che non insistesse sull'argomento (perchè so che Riccardo ha sposato una ragazza Russa...), ma Giuseppe insiste, molto convinto di quello che asserisce ed alla fine si gira verso Riccardo e gli chiede... 'E tu Riccardo cosa ne pensi????'. Lui, con la pacatezza che lo contraddistingue, lo guarda e gli dice... 'Mah, sai... io ho sposato una Russa!!!'. Alex comincia a ridere come un deficiente, io non so che faccia fare, ma la faccia di Giuseppe è stata impagabile... ha guardato Riccardo da sopra i suoi occhiali, nella speranza che stesse scherzando e quando si è reso conto che non era un scherzo è diventato tutto rosso come un peperone ed ha detto... 'Beh, non tutte...'

Questo per dire, che gli uomini, a forza di fare sempre discorsi da bar, a volte si mettono anche nei guai... è andata bene che Riccardo è un tipo tranquillo e non se la prende per questi discorsi così leggerini che hanno anche poco senso... ma si sa, le persone non sono mica tutte uguali, e poteva andare anche diversamente!!! però lasciatemelo dire... la faccia di Giuseppe mi ha rallegrato il pomeriggio... ihihihih

Ma che bel giovedì...

Ce ne vorrebbero di giovedì di questo tipo… con la prospettiva del caldo lettone che domani mattina non mi espellerà alle 6:40, ma mi terrà tra le sue braccia fino (spero) verso le 9:00… Ieri sera sono stata molto coraggiosa, ho persino avuto il coraggio e la forza di fare le pulizie, mi manca solo il bagno che pulirò domani mattina… Poi domani pomeriggio ho la trasferta a casa dei miei per allestimento presepe. Sono stati bravissimi: hanno già fatto l'alberello fuori ed anche quello in casa e tutto è pronto per la mia solita piccola magia… :-D
Così poi sabato mattina ci potremo fiondare al Country Life e, se riusciamo non disdegnerei nemmeno un giretto al Grand'Emilia all'uscita dalla fiera. Insomma, anche la scaletta di questo weekend lungo è abbastanza piena, ma non inaffrontabile, almeno lo spero… Una cosa comunque la devo assolutamente fare… devo smettere di guardare blog di crocettiste, perché vedere i loro lavoretti, fa crescere in me la voglia di spaciugare e soprattutto mi vengono idee malsane, come quella che ho esordito ieri… Ho trovato un bellissimo angioletto da ricamare in tinta unita ed ho pensato che sarebbe davvero molto bello confezionare un paio di biglietti di auguri con questi angioletti (uno per la mia mamma ed uno per la suocera). Così ho abbandonato momentaneamente il maglioncino del tato… è solo una interruzione innoqua… e ieri sera, mentre guardavamo il primo dei film della serie 'Crimini', ho ricamato metà del primo angioletto. Secondo me Max non sa proprio più cosa dire, ogni volta che me ne vengo fuori con una nuova idea mi guarda sorridendo e non l'ho mai sentito dire che una cosa secondo lui non andrebbe fatta… anche se, secondo me, ogni tanto si domanda chi me lo fa fare di 'incicciolarmi' in codesto modo!!! Questa sera, dopo la palestra voglio provare a finirlo un angioletto… chissà se le la farò… dipende molto a che livello di cottura sarà arrivata.
Per il momento vi auguro un Buonissimo PONTE LUNGO…

mercoledì, dicembre 06, 2006

Già fatto...

Eh beh… cosa c'è di più innoquo di un prelievo??? Penso nulla e così è stato, innoquo. Ho fatto il prelievo nel centro dove si trova anche la mia dietologa. Sono organizzati, veloci e cortesi e mi sono trovata davvero bene… Non sono nemmeno le 8:00 e sono già in ufficio, ho già fatto colazione e, soprattutto, il dottore è stato bravissimo!!! NOOOOOOO !!! Mi sono accorta in questo istante che ho perso uno dei miei mitici orecchini della Breil :-( posso mettermi a piangere come un'aquila??? Ci tenevo così tanto, mi piacevano un sacco e come al solito sono la solita deficiente… Ho un'ultima speranza, molto pallida, Max sta andando al centro chissà che non riesca a trovarlo, ma secondo me non c'è storia… Dire che mi dispiace è veramente poco, prima di tutto perché è un regalo del tato ed io ci tengo sempre tanto ai suoi regali, secondo perché era tanto che li guardavo e ci sbavavo sopra...
Ma lasciamo perdere, cerchiamo di non pensare al danno di donna che si chiama Gianchy… pensiamo piuttosto che oggi è già mercoledì, ieri sera sono mezza morta in palestra e il weekend lungo sta per avvicinarsi. Ora devo solo raccimolare un pizzico di voglia di lavorare e far passare queste due giornate il meno dolorosamente possibile. Ieri sera ho messo in pratica i suggerimenti della dietologa sul regime alimentare da tenere nel post-palestra e stamattina la bilancia ha rilevato una leggera diminuzione… non mi direte che ci ha preso un'altra volta… sta diventando veramente una cosa strabiliante!!! Per quanto riguarda la visita a mio padre, ieri ho trovato il dottore ed ho fissato l'appuntamento per Lunedì prossimo. Mi sorprende sempre parlare con lui, è sempre così gentile e disponibile, una razza in via di estinzione; mi ha persino chiesto se avevamo una preferenza per il giorno e quando gli ho detto che mio padre aveva solo una preferenza, quella di non fare l'esame, si è messo a ridere e mi ha detto scherzando che ormai dovrebbe essere 'abituato'. Non vedo l'ora di togliermi anche questo pensiero… sia per me che per loro… la mamma ha già cominciato a piagnucolare, e nonostante le mie rassicurazioni, non fa che dirmi che io non posso capire… no, no, io non posso capire, sono così estranea a tutta la situazione che ho la cartella clinica di mio padre tutta impressa nella mente, con tanto di date di tutte le visite di controllo, le operazioni eseguite, ecc… Ma io non posso capire!!! Fa lo stesso, non me la prendo, anzi passo il tempo a sgridarla… perché queste scenate me le fa quando il papà non c'è, almeno sono riuscita a farle capire che mio padre non ha bisogno di vederla con gli occhi lucidi, soprattutto in un momento come questo che non è il più problematico che abbiamo passato. Ci sono stati momenti di crisi molto più seri… Scusate se spesso in questi ultimi giorni, ritorno sull'argomento, lo so di essere un po' ripetitiva, chiedo scusa soprattutto ad Andrea, che se continua a leggere le mie infinite chiacchiere, so per certo che le considera veramente delle cavolate, e so che ha ragione perché me ne rendo conto… Diciamo solo che quando si rimane scottati, poi anche l'acqua tiepida fa paura…
Ma ora passiamo a cose un po' più belle… mi sa proprio che il nostro progetto legato al capodanno sul Trenino è andato a buon fine!!! Ieri Max ha fatto il bonifico e tra qualche giorno dovrebbero arrivare i documenti di viaggio… Così il 30 partiremo alla volta di Tirano, il 31 passeremo l'intera giornata sul trenino fino a St. Moritz e ritorno, dopo di che ci aspetta il cenone in hotel a Tirano, per poi rientrare il primo… Qui di seguito vi riporto ciò che ho trovato sul sito
www.treninorosso.it...

Molti lo chiamano il trenino più bello del mondo. Questo forse anche per il fatto che i binari di questo favoloso trenino rosso portano il turista a toccare quasi il cielo. Salire sul trenino del Bernina equivale ad entrare in un teatro ed il paesaggio che ci scorre davanti è il palcoscenico che offre uno spettacolo che muta con ritmo pigro. Non è solo la natura a farsi ammirare ma è anche la ferrovia stessa a dare spettacolo: locomotive e vagoni giocattolo, stazioncine che sembrano fatte a traforo, curve strettissime vi faranno allungare le mani per afferrare la coda del treno, viadotti e gallerie elicoidali con pendenze a tratti impressionanti. Indubbiamente anche il percorso contribuisce al fascino di questa linea: si leva dal fondovalle valtellinese ai boschi della Val Poschiavo, sino a salire tra i ghiacciai e le vette del Bernina per poi scendere nella sempre incantevole Engadina, sino a Pontresina e Saint Moritz.
Questo spettacolare ed indimenticabile percorso ferroviario inizia a Tirano, stazione terminale della linea FS proveniente da Milano. Il treno composto da moderne e confortevoli carrozze, lascia questa graziosa cittadina per iniziare un viaggio mozzafiato, sia in inverno che in estate, su pendenze del 70 per mille (senza cremagliera) sino ad un’altitudine di 2253 m s.l.m., una cosa unica in Europa.
Dopo pochi chilometri troviamo subito una meraviglia: il viadotto di Brusio, una rampa elicoidale all’aperto. Oltrepassata Poschiavo, capoluogo dell’omonima valle con le sue belle dimore patrizie, il viaggiatore raggiunge Alp Grùm, eccezionale punto panoramico.
Superato il valico a quota 2253 m s.l.m., presso Montebello si offre all’osservatore l’impressionante vista sul ghiacciaio del Monteratsch e sul gruppo del Bernina, coi suoi “quattromila” scintillanti di nevi eterne.
A Pontresina, rinomata stazione turistica e centro di sport invernali, si dirama la linea per Samaden – Coira, che consente al viaggiatore di raggiungere la Svizzera Centrale ed il Nord Europa. Pochi chilometri ancora attraverso il paesaggio incantato dell’Alta Engadina e si raggiunge St. Moritz.
…e d’inverno…
La stagione invernale offre all’ospite qualcosa di ancora piu’ affascinante, una sensazione quasi magica.

Il trenino rosso scala un paesaggio da fiaba nel cuore delle Alpi ammantate di neve ed il vento che soffia e le montagne ghiacciate e abbaglianti fanno vivere un viaggio indimenticabile.

Ok, lo so che viene il magone a leggere queste note pubblicitarie, ma vi posso assicurare che d'estate è veramente molto bello e non vedo perché non credere a ciò che viene riportato con tanta enfasi, c'è solo da sperare che il tempo sia dalla nostra parte e che non ci siano le nuvole basse…

martedì, dicembre 05, 2006

Ieri sera mi sono proprio divertita al corso… adesso siamo a quota 5 figure e Max può iniziare a sbizzarrirsi in piccole coreografie. Per quanto mi riguarda, io cerco il più possibile di seguirlo e soprattutto di non 'dirigere'. Alla fine della lezione abbiamo anche fatto i primi rudimenti di bachata… non credevo che ci facesse anche le nozioni degli altri balli caraibici, è stata una graditissima sorpresa. Ciò che dovrei veramente imparare e non sarebbe davvero male, è muoversi con più femminilità… Per il momento sembro veramente un paletto che si sposta per la pista, magari facendo i passi corretti, ma con una sensualità ed una flessuosità da tronco di quercia (senza offesa per le querce!!!). Un po' è che non sopporto di vedermi allo specchio e quindi faccio persino fatica a vedere ciò che sbaglio ed un po' perché mi sembra di essere ridicola, queste cose mi bloccano, ma ho la speranza di riuscire a migliorare piano piano, prendendo un po' di confidenza…
Stamattina sono salita su quello strumento di tortura psicologica che si chiama bilancia… e ho visto cose che voi umani non potreste nemmeno immaginare. Rispetto a ieri mattina segna 1,2 k in meno. Ditemi voi se questa cosa ha senso!!! Praticamente adesso peso 2 etti in meno rispetto a venerdì scorso… boh, chi ci capisce è bravo!!! E' vero che bisognerebbe pesarsi solo due volte alla settimana ed in particolare io lo dovrei fare di Lunedì e Venerdì, ma dato che sono così 'ballerina' la mia cattiva abitudine di pesarmi quasi tutti i giorni, a volte ha anche degli effetti positivi. Almeno così posso rendermi conto che i pesi misurati al lunedì mattina non sono del tutto veritieri, ma frutto di una allucinazione dovuta alla presenza del fine settimana. Beh, oggi è un altro giorno, stasera si torna in palestra e poi chissà, spero tanto di godermi almeno un paio di orette sul divanone. Ieri sera al rientro dal corso, ci siamo visti la puntatina di 'Un posto al sole' che avevamo registrato e poi ce ne siamo andati a nanna… Non vedo l'ora che venga giovedì sera, anche se sarà un weekend abbastanza impegnativo, spero tanto di riuscire a ritagliarmi un po' di tempo per riposarmi.
Ho solo due pensieri da togliermi: il primo è riuscire a contattare il dottore per mio padre e prendere l'appuntamento per la visita; il secondo è andare a fare il prelievo domattina… Fatte queste due cose mi sentirò molto più sollevata e sono anche curiosa di vedere se questi 13 kili persi hanno influenzato positivamente il mio colesterolo… Ci sono dei momenti che ho una voglia di farmi un cappuccino con una montagna di latte ed inzupparci dentro dei biscottini che sanno solo di burro (stile quelli scozzesi)!!!
Dite che devo mettermi a lavorare??? Non ne ho voglia!!! Non posso stare qui qualche altro minuto??? Fuori dalla finestra che ho alla mia sinistra il cielo è grigio ed uniforme, la luce dei neon mi disturba e vorrei tanto poterli spegnere e la giornata mi sembra così lunga… Ho solo il mio alberello tutto illuminato che mi fa compagnia e che mi ricorda che Natale è vicino… Adoro le luminarie, di questi tempi comincio a fare la conta degli alberelli che vedo allestiti nel tragitto tra il lavoro e casa… Dite che sono malata??? Probabile!!! Ieri, quando sono arrivata dai miei, ho visto che la mamma sta accatastando la roba di Natale in garage, pronta per essere usata… Mi ha fatto sorridere mio padre quando ha detto che si sente poco bene e che non se la sente di fare l'alberello fuori, al che l'ho guardato e gli ho detto 'Ti sei sentito sufficientemente bene per vangare??? Allora puoi anche mettere una fila di lucine sull'alberello che si trova davanti a casa!!!' Lui mi ha guardato, ha sorriso e mi ha detto… 'Sto tanto male!!!'. E' così che voglio vederlo, che brontola con la mamma perché è andata in cartolibreria e se ne è tornata con un paio di cagnolini nuovi da mettere nel presepe… Con tutto quello che ha passato quest'anno, vorrei che tenesse veramente presente quanto sia inutile arrabbiarsi per delle cavolate, e vedere ogni tanto il bicchiere mezzo pieno invece che sempre mezzo vuoto. Non è da me essere ottimista, e non lo sono, ma lui ha il dovere di esserlo, per me e per la mamma, per le persone che gli vogliono bene e che gli saranno sempre vicine!!!

lunedì, dicembre 04, 2006

Pensieri...

Sarà il periodo particolare dell'anno, sarà che ho così tanti pensieri che mi frullano per la testa, sarà che anche se ci sto provando con tutta me stessa non riesco ad estraniarmi da me stessa… ogni cosa che faccio, ciò che sento o guardo mi porta lontano, a volte in tempi e luoghi a me cari, a volte in posti che vorrei tanto dimenticare… E proprio in questa disposizione d'animo, la mia vena creativa, la mia voglia irrefrenabile di scribacchiare sul diario diventa una necessità… I miei soliti quattro lettori, sono sicura che non ne possono già più del mio rivangare nel passato, a volte sembro proprio una di quelle nonnine di 80 anni che parlano con i nipotini raccontando le loro storie, le insignificanti avventure della loro giovinezza… e che posso farci… cosa posso fare se non sfruttare le mie misere pause caffè con un orecchio occupato ad ascoltare canzoncine di Natale e le dita che freneticamente digitano sulla tastiera questi pensieri insignificanti ed incasinati. Tutto questo per dire che il Natale è per me sempre un momento di riflessione e non solo perché coincide con la fine di un anno in cui inevitabilmente si tende a tirare le somme di cosa è successo nell'anno appena trascorso. Il 2006 è stato un anno strano, fatto di tante, troppe cose, di lunghissime settimane, di momenti in cui il cuore ha battuto forte forte… dove la paura, la sofferenza ha prevalso, per poi fortunatamente lasciare spazio a panorami mozzafiato, lasciandosi accarezzare dall'arietta frizzantina dei fiordi norvegesi… Il sole che sbuca da dietro alle montagne… io e l'amore della mia vita a condividere sempre tutto insieme… ed io lo so, lo so che sono una donna fortunata!!! Perché lui c'è sempre… quando dal telefono mi sfogo piangendo con lui perché la situazione di mio padre è insostenibile, quando sono seduta fuori da una sala operatoria cercando di non vedere la sofferenza negli occhi di mia madre… Questo ostentare un coraggio che non ho mi ha in certi momenti sfinito… ma alla fine avere un posto dove tornare, un abbraccio in cui nascondermi è stata la mia vera salvezza!!! Forse è normale a volte pensare che non riuscirò mai ad essere all'altezza di tutto l'amore che ricevo, con il mio modo un po' rude di vivere la vita di tutti i giorni, il mio prendere di petto tutto come se fosse sempre la cosa più importante… ma in tutti questi anni ho imparato ogni tanto a farmi 'guidare' perché andare dove ti porta il cuore è così confortante a volte… Allora eccoci su quella spiaggia bianchissima, a guardare le nostre impronte nella sabbia, che sono destinate a scomparire all'arrivo della prossima onda, ma tutto sommato lasceranno un segno, nel nostro cuore, nei nostri ricordi… come tutte le esperienze bellissime che abbiamo vissuto durante le nostre indimenticabili vacanze.
Perché non tornare indietro… indietro alla nostra prima piccola vacanza a Noli, nella primavera del 1994??? Perché non rivedere con gli occhi dei ricordi, quei due ragazzi che vivevano le loro prime esperienze insieme, che si scoprivano, per capire se la loro strada li avrebbe portati lontani… Eh, sì di strada ne hanno fatta davvero tanta, km e km dopo, esperienze, pianti, risate, lavoro, vacanze… in una parola emozioni!!! Dalle cose più memorabili a quelle più semplici, quando le giornate cominciavano ad allungarsi in quella primavera e andavo ad ammirare il tramonto dalla finestra del suo ufficio… Quanto mi manca il non averlo più qui, non potermi girare e vedere la sua scrivania super incasinata… la pila di fogli che la sovrasta ed in cima l'immancabile blocco con la penna pronti per gli appunti della giornata… Oppure quando veniva a trovarmi nel mio ufficietto per prendere un thè in compagnia… e fare due chiacchiere con me ed Erica… Pranzare insieme in mensa pianifiacando le nostre serate prematrimoniali… La nostra casina che cresceva ed ogni giorno scoprire le novità… la scelta di ogni singolo mobile, di ogni piccolo particolare che rende la nostra modesta dimora il nostro piccolo nido, insostituibile con i suoi pregi ed i suoi numerosi difetti!!! Poi, ho spiccato il salto, ho cambiato lavoro, ho fatto scelte sbagliate, ho pianto tanto, mi sono disperata, ho combattuto, ho affrontato il passaggio all'Euro e ne sono uscita vincente ma sfinita!!! Le serate che ha passato Max nel mio ufficio a leggere il giornale mentre io seguivo impietrita le procedure di conversione che faticosamente procedevano… E nel frattempo anche lui ha lasciato quel nido vuoto, che è stato ricettacolo di tanti bei momenti, per imbarcarsi in un'altra avventura… Ho gioito con lui nei momenti belli e l'ho incoraggiato in quelli brutti… insieme so che potremo affrontare tutto… ma un po' di tristezza è invitabile… il tempo scorre così velocemente, ci sfugge tra le mani e la sensazione di non metterlo a frutto come si deve è sempre presente...

Inizio Dicembre...

E' iniziato il turbillon dell'ultimo mese dell'anno… ed il primo weekend mi pesa tutto sulle spalle stamattina… mi sento molto ma molto più stanca di venerdì sera. Sono stati due giorni in cui non c'è stata tregua, ho lavorato lavorato lavorato… e stamattina la bilancia non mi ha condonato nulla… soprattutto non mi ha perdonato l'ingestione senza ritegno di carboidrati. E meno male che dovevo fare a modo questo mese… ma da adesso in poi, prometto solennemente che farò a modo, costringendo anche Max ad aiutarmi in questo intento. Comunque la maratona è iniziata subito venerdì sera… come anticipato, dopo le pulizie ed una cenetta veloce, mi sono messa a fare l'albero, ed anche se sbuffando un bel po', Max alla fine mi ha dato una mano. Il risultato non è stato speciale come al solito… non so per quale motivo, ma è un po' sbilenco, ha qualche mancamento in qua e in là, ma le palle nuove gli danno un tocco di colore in più che spero sopperisca ai difettucci che io noto tutte le volte che lo guardo. Praticamente in coma, venerdì sera verso mezzanotte mi sono coricata e sabato mattina ad un orario onorevole ho iniziato il presepe… che invece è risultato una bellezza. Sono soprattutto molto orgogliosa delle montagne che quest'anno mi sono venute particolarmente bene. Il nostro forno nuovo, spicca nella sezione del mercato… una meraviglia!!! Pranzo… e poi… cosa ho combinato??? Ah sì, esperimento culinario… ho fatto i biscottini Pan di stelle, la cui ricetta ho trovato su un blog mentre girovagavo in internet http://lasagneedintorni.splinder.com/. L'impasto è molto semplice, l'unica cosa che non è per niente semplice è valutare quando i biscotti sono cotti… I 15 minuti a 160 gradi, nel mio caso si sono rivelati un po' troppi e le ultime sfornate a 10 minuti sono perfette… Forse i miei biscottini sono risultati un po' troppo sottili, la prossima volta metterò una bustina intera di lievito e li farò un po' più altini… Per quanto riguarda la glassa… non l'ho fatta, primo perché non avevo più zucchero a velo in casa e secondo non ho ben capito come fare queste benedette stelline… Probabilmente è colpa mia che sono una schiappa in cucina, ma questi trucchetti non li so e se qualcuno dei miei lettori ha voglia di indottrinarmi, ne trarrò profitto alla prossima cottura… :-D
Dopo i biscotti è venuto il momento dell'arrosto e mentre questo si cuoceva, mi sono messa a riordinare la parte riguardante i dvd in sala, dove la situazione sta diventando veramente insostenibile. A questo punto è rientrato Max dalla sua visita abituale alla mamma, con puntatina al bar a vedere un pezzetto di partita… e mi ha trovato in piena riorganizzazione dvd… prima di cena c'è stato giusto il tempo per un piccolo ripostino di mezzoretta sul divano e poi dopo cena… LASAGNE!!! State cominciando a capire da dove derivano gli sgarri alimentari del weekend??? Era un po' che Max aveva voglia di farle, e sono venute buonissime… :-P
La serata è terminata finalmente sul divano… ormai non ce la facevo più anche se sapevo che lo stendino stracolmo mi stava dicendo qualcosa… ma l'ho lasciato parlare fino al primo pomeriggio di domenica. Sabato mi sono goduta la finale di Ballando con le stelle, che concilia molto il sonno a Max e che invece tiene molto sveglia me!!!
Domenica mattina, abbiamo terminato l'allestimento natalizio, mettendo le luci in balcone… e come ho già detto, ho stirato il solito Everest!!! Uff.. Ecco finito… basta così, non ho fatto niente altro, e quindi forse ho avuto anche il tempo fisico per recuperare, ma la realtà è che non ci sono riuscita e quindi… pazienza…
Non so cosa dire della settimana che sta per iniziare… sono molto tesa… oggi a pranzo inizio a telefonare in ospedale per il papà… ho i soliti impegni di sempre, tra corso di ballo e palestra… il weekend lungo prevede già diverse attività, ma è presto per parlarne… vi preannuncio solo che oltre ad esserci il Motor Show, c'è anche il Country Life...

venerdì, dicembre 01, 2006

Saltellare... saltellare... hop hop

Sì, sì… bello saltellare in 'squat' (speriamo si scriva così!!!) su e giù dallo step… proprio una bella invenzione… e le mie ginocchia stamattina ringraziano di cuore!!! Insomma, non ho più l'età per fare certe cose, una di queste sere mi spezzo in due e poi Max deciderà che parte tenere ;-D
Nel frattempo devo assolutamente installare un gancio sul soffitto della camera da letto, attaccarci una corda che mi dia un aiuto concreto nella complicatissima operazione di 'alzati e cammina' che la mattina dopo la palestra è una vera tortura!!! Per fortuna che c'è il tatone che mi tira giù dal letto, altrimenti a quest'ora me ne starei ancora lì, con il naso sotto il piumone, ad ascoltare le macchine che passano per strada facendo finta che sia ancora troppo presto per alzarmi…
A parte le solite lagne mattutine, ieri sera, prima della tortura 'palestrogena', sono andata al controllo dalla dietologa… Mi ha dato un sacco di consigli per evitare di appesantirmi alla sera dopo la palestra, in modo da riprendere, se possibile, un sensibile calo di peso. Poi mi ha detto che dopo aver perso 13 kili, ci sta un periodo di transizione, che aver iniziato la palestra tende a trasformare il grasso in muscolo e quindi si aspetta un calo nelle misure più che nei kili e soprattutto mangiare tardi alla sera e dopo andare a letto quasi subito non va bene… Proverò a seguire le sue indicazioni, mi sa che ha ragione come al solito… Comunque l'ho trovata in forma, mi ha fatto vedere una foto del suo pargoletto che ha a malapena un mesetto ed è un vero amore. Ci siamo anche accordate per fare gli esami del sangue, che cercherò di incastrare nei molteplici impegni che si prospettano all'orizzonte…
Purtroppo sono negata per tutto quello che riguarda dottori, visite e dintorni, sono una vera schiappa paurosa ed insulsa. Me ne vergogno ed anche molto e non vi voglio nemmeno dire che anche fare un prelievo è per me fonte di ansia… soprattutto perché, come mi diceva la mia vecchia dottoressa, noi donne non ci possiamo permettere di essere così paurose. Lo so, lo so, ma cosa posso farci??? Adesso che ormai sono grande (anzi vecchia!!!) cerco di far finta di nulla ma sguscio dalle situazioni che mi portano a fare visite in un modo veramente vergognoso. Ed ho lo stesso identico rapporto con tutti i tipi di dottori, nessuno escluso!!! E' un discorso antico, che forse ho già affrontato e che non voglio affrontare proprio oggi, prometto che la settimana prossima cercherò di trovare un giorno per fare il prelievo e togliermi questo pensiero.
Nel frattempo, prepariamoci per il weekend tutto Natalizio… E' giunto finalmente il momento più atteso dell'anno… Il cantiere 'allestimento natalizio' viene ufficialmente aperto domani mattina, anche se forse qualche sciattino potrebbe iniziare anche stasera. Non sarebbe male se dopo le pulizie, mentre guardo la tv, riuscissi a fare l'albero… vediamo come arrivo a sera… Lo so che Max odia queste mie idee, ma chiederei la sua collaborazione solo per mettere le luci, poi ci penserei da sola ad appendere il milione di palline… Boh, staremo a vedere, per il momento la giornata è ancora molto molto lunga…

giovedì, novembre 30, 2006

I regali di Natale

Come tutti gli anni, anche quest'anno è giunta l'ora di iniziare a pensare seriamente ai regali di Natale. Lo scorso anno sono riuscita a far sì che questa attività non diventasse né stressante né impegnativa, cominciando per tempo a pensare ai vari regali. Premetto che, al contrario di molte persone, non mi dispiace occuparmi dei regali di Natale, in generale mi piace far regali, forse anche di più che riceverli… Però sono un essere dotato di una quasi inesistente fantasia, e questo è un grandissimo problema, non credete???
Comunque facciamo il punto della situazione…
Regali acquistati: 4
- cellulare nuovo per il papà di Max

- 3 libri per le ragazze che lavorano con me… da unire al segnalibro personalizzato
Regali pensati: 1 -> vaporella per i miei e qui apriamo una piccola parentesi. Dato che ultimamente siamo stati un po' sfortunati con i regali tecnologici ai miei, mi piacerebbe andare direttamente con loro a fare questo acquisto… ma per il momento non se ne parla perché a casa c'è già un'aria comprensibilmente tesa. La prossima settimana devo mettermi a caccia del dottore per prendere l'appuntamento per la broncoscopia ed anche se spero tanto che vada bene e che questo esame non riveli niente di nuovo, la tensione esiste ed è comprensibile. Oltre a non essere un esame simpatico, tutta la tensione del già vissuto rende le cose abbastanza difficili, e leggo già negli occhi muti di mio padre la preoccupazione e quella voglia di lasciar perdere tutto e soprattutto di essere lasciato in pace. Ma io, come al solito, faccio finta di niente, faccio finta di non accorgermi di nulla, passo le pause pranzo nel tentativo di stordirli con chiacchiere inutili e, soprattutto di attrarre l'attenzione di mio padre, lontano dalle ombre che gli leggo negli occhi. Lo so che sono io la resposabile di questi pensieri improvvisi, potevo dargli un'altra settimana di tempo ed affrontare l'argomento direttamente la settimana prossima, ma lunedì, ricordandomi che per fare questo esame è necessario che sospenda un medicinale, glielo ho ricordato… e la frittata è stata fatta!!! Pazienza e speranza sono le parole chiave di questa situazione…
Pensieri generati: 2
- Una sciarpona per la moglie di mio fratello
- Una sciarpa con cappellino abbinato per la Federica
Cosa manca??? Il regalo per mio nipote… a 17 anni comncia ad essere difficile sapere cosa desidera, e spero nell'aiuto di mio fratello. Manca anche il regalo a mio fratello, al fratello ed alla mamma di Max, più altri pensierini sparsi. Insomma sono messa un po' da schifo… soprattutto per la mancanza totale di idee… Ieri sera, mentre facevamo la spesa, ci siamo guardati in giro per vedere se ci veniva un'idea, ma è veramente dura!!! Il risultato è stato che abbiamo comprato una serie di palle nuove per l'albero, per svecchiarlo un po', ed un nuovo componente per il nostro presepe, un bellissimo forno per il pane, con tanto di lucina, una vera meraviglia… Insomma siamo come al solito dei danni… pronti e tonici per affrontare i grandi lavori del weekend, che prevede l'allestimento di albero e presepe :-D. Così finalmente la mia casina, cambia vestito e diventerà calda e coccolosa come piace a me!!!

mercoledì, novembre 29, 2006

Pazze idee...

Come tutti i lavori anche il mio a lungo andare logora e soprattutto tende a divorare le energie… stamattina mi sento veramente svuotata… ho passato un paio di giorni a tentare con tenacia e testardaggine di risolvere un problema (l'ennesimo!!!) e stamattina, la prima cosa che ho fatto dopo aver acceso il pc, è stato verificare che la situazione di apparente risoluzione visualizzata ieri sera alle 17:40 era una semplice chimera!!! Al chè mi sono detta che oggi devo prendermela un po' con calma, che con la cocciutaggine e il nervosismo non ci riuscirò mai a capire cosa c'è che non va, tanto più che per tutta la notte ho scorso con la mente le righe di codice, facendo disegni, tracciando vettori, ruotandoli e i miei soliti due neuroni, sono arrivati alla conclusione che non c'è nulla che non va!!! Bugia… perché in realtà il giochino non funziona, quindi sicuramente il problema esiste…
E questa è la spiegazione del mio silenzio di ieri… ma nel frattempo la mia solita piccola vita è proseguita senza molti scossoni, lunedì sera ci siamo scatenati alla terza lezione di salsa… con i cambi posto ce la caviamo benino, tanti piccoli difetti di forma da correggere ed una mancanza di scioltezza da parte mia che mi aspettavo… difficile per me lasciarmi guidare, è un problema caratteriale, ma ce la metterò tutta… Invece ieri sera in palestra, mi sono regalata un'altra lampada e poi la solita lezione di Step tone. Per quanto riguarda la lampada… oggi forse sono un po' più pallida di ieri, la protezione 2 che uso di solito al mare quando sono già abbronzata, non ha esordito effetti miracolosi… non sono nemmeno rossa!!! La lezione invece è stata massacrante come al solito ed anche stamattina, ci è voluta la gru per tirarmi giù dal letto. Continuo a ripetermi che è una bella cosa che continui a fare fatica, significa che l'insegnante è molto brava e ci fa fare sempre qualcosa di diverso, ma forse la realtà è che sono una 'ciofeca' e che il mio fisico non ne vuole sapere di acquisire un ritmo sportivo.
In mezzo a tutto questo, nei tempi morti (quali???) il cervellino continua a macinare… macinare… tante cose e di diverso tipo, tra le quali è spuntata un'idea per l'ultimo dell'anno. Ve ne parlo, ma non so ancora se se ne farà qualcosa… ma la voglia di raccontarvelo è troppo forte!!!
Quando è successo??? Domenica!!!
Dunque, cominciamo dall'inizio… siamo abbonati a Traveller e questo mese è arrivato il solito speciale settimane bianche con l'indicazione dei posti di montagna più belli e suggestivi. State buoni lo so cosa state pensando… non c'entra Livigno anche se non ci siete andati tanto lontano :-D. Ad un certo punto Max mi guarda e mi fa vedere una foto MERAVIGLIOSA: un trenino rosso immerso nei ghiacciai!!! Una cosa mozzafiato… il mio amato Trenino rosso del Bernina che percorre le MIE vallate preferite immerse nel candore della neve fresca con un solo abbagliante che rende il tutto ancora più magico ed irreale. E' un bel po' che ci ripromettiamo di fare questo giretto in inverno, partendo da Tirano si arriva a St. Moritz arrivando a quota 2400 m. Ecco, ora abbiamo trovato un pacchetto Capodanno che prevede due notti in un albergo a Tirano in prossimità della stazione, con il viaggio in trenino e cenone di capodanno. Stasera facciamo un salto in agenzia e proviamo a sentire… siamo abbastanza intenzionati, di solito non organizziamo mai nulla per l'ultimo dell'anno ma quest'anno gira così e chissà… se ce la facciamo a portare in porto questa cosa, sarebbe veramente meraviglioso!!! Quante volte ho ripetuto l'aggettivo meraviglioso??? Beh, se riesco a trovare una fota che faccia giustizia a quello che passa per la mia testolina ve la posto... Per il momento vi lascio l'indirizzo
www.treninorosso.it.


Image Hosted by ImageShack.us

lunedì, novembre 27, 2006

Lunedì grigio e... cupo

Ed eccoci di nuovo qui… sotto questo cielo grigio e nuvoloso… zero voglia di iniziare una nuova settimana, zero voglia di lavorare… insomma, solite cose. Il weekend è andato bene, sabato mattina ci siamo dedicati allo shopping, mi sono comprata qualcosina, anche se non ho dato fondo alla mia voglia di spendere, ma ho cercato di metterci un ditino sopra… Poi invece domenica siamo andati a pranzo dai genitori di Max, e prima siamo passati a casa di suo fratello… Tutte le volte che andiamo da quelle parti ci sono delle novità… comunque ieri ero stranamente calma e rilassata e le cose dette mi hanno fatto più che altro sorridere. Come al solito la Federica (=donna del fratello di Max) perde sempre l'occasione di tacere. Delle SUPERDONNE ce ne sono tante a questo mondo ed io non faccio proprio parte della categoria, ma sono molto LUSINGATA dall'aver avuto l'opportunità di conoscerne UNA !!! Quando attacca è un vero spasso… lei sa sempre fare tutto, ieri parlando della nostra nuova piccola avventura salsera, ho perso il conto di tutti i balli che conosce!!! Li sa TUTTI!!! Una roba che non potete nemmeno immaginare!!! :-D

La cosa invece abbastanza triste è che a più ripetizioni si è lamentata di Andrea, di quanto sia brontolone e quando la mamma di Max le ha detto di portar pazienza lei se ne è venuta fuori con la triste frase 'Beh, una di queste sere quando venite e non mi trovate più, sapete il perché…'. Ecco certe cose sarebbe davvero meglio evitarle, soprattutto in presenza dei genitori del tuo compagno. Sono affari vostri se avete dei problemi, nessuno ve li può risolvere e se non andate più d'accordo, oppure se la vita che conduci non è all'altezza delle tue aspettative, nessuno può farci nulla per modificarla, l'unica persona che può intervernire sei proprio tu!!! Ad un certo punto ha cercato di tirare dentro anche la sottoscritta nelle lamentele, ma ha beccato male… se ho qualcosa da dire a Max, gliela dico in separata sede, non ho bisogno di fare un comizio e comunque io non ho nulla di cui lamentarmi, quindi stammi su da dosso e cresci!!! Dite che sono un po' cattiva??? Sì, probabilmente è vero ma certe cose proprio non le sopporto… sarà che alle cose mie ci penso io e se devo dire qualcosa alle persone che amo ci penso io, non ho certo bisogno che lo dicano gli altri!!! Vabbè lasciamo stare queste scene incresciose… ieri ho avuto anche la possibilità di vedere dopo tanto tempo Bigu con le sue due bellissime bambine… L'ho visto invecchiato, ma più che altro lui e sua moglie stanno veramente facendo una vita molto impegnativa. Un bar, due bimbe piccole e pochissime persone che possono dar loro una mano. Non si ha nemmeno il tempo di respirare… è comprensibile!!!

Noi invece abbiamo trascorso il resto della domenica in polleggio, ho fatto la brava donnina di casa regalando un'oretta e mezzo allo stiro in modo da liberarmene durante questa settimana… e sono più o meno pronta per affrontare la nuova settimana…


BUON INIZIO SETTIMANA A TUTTI !!!

venerdì, novembre 24, 2006

Venerdì...

'Una persona meschina potrebbe crearti qualche ostacolo in questa giornata, fai attenzione al settore lavorativo perche' potrebbe essere un tuo collega.'

Così recita il mio oroscopo stamattina ed io sto facendo come i tipi della pubblicità che non vogliono sentire… bla bla bla… tappandosi le orecchie. Non ne voglio sapere mezza oggi, lasciatemi tutti in pace, voglio solo che venga sera alla svelta e soprattutto non voglio sentire niente!!! Penso di essere stata chiara, no??? Sto persino pensando di scrivere un cartello bello grande con 'VIETATO RIVOLGERMI LA PAROLA' ed attaccarmelo al collo…
Non funziona… o meglio non si può… e sembra anche che la mia faccia stamattina non trasmetta nessuna sensazione particolare perché i colleghi si avvicinano per salutare come al solito. Ottimo, sto diventando una brava attrice. Ma più che altro la 'santa' palestra ha fatto il miracolo anche ieri sera: la 'posseduta', col passare del tempo peggiora, ad un certo punto volevo chiamare l'esorcista. Una coreografia super incicciolata con lo step, una serie interminabile di esercizi a terra per le cosce e, dulcis in fundo, una MAREA di addominali. Beh, dopo la lezione, non mi ricordavo proprio più perché ero così arrabbiata quando sono arrivata in palestra, anche perché a malapena mi ricordavo come mi chiamavo!!! Non c'è niente da fare, seguire i corsi è un'attività molto più completa e la nostra posseduta è veramente molto brava…

Comunque oggi è VENERDI e come dice la mia monella… 'sono commossa', la presenza di questo giorno è sempre fonte di sorpresa… ed anche se è sempre una giornata molto impegnativa è il preludio al sabato, alla gioia immensa che provo ogni volta quando mi rendo conto che la sveglia non suonerà… e che avrò un'oretta in più per poltrire sotto il piumone. Cosa prevede questo weekend? Dunque… stasera pulizie e poi mi piacerebbe tanto fare una tortina di mele, sperimentando la ricetta di Pecorella Smarrita… Domani mattina shopping, ho deciso di partire per tempo per comprare qualcosina in previsione del Natale: mi piacerebbe trovare qualcosa di elegantino da portare eventualmente anche a teatro e chissà un paio di pantaloni da utilizzare anche per venire al lavoro. Non disdegnerei nemmeno un giretto al mercato: la mamma si è innamorata della mia borsetta mi ha chiesto di comprarne una anche per lei… senza contare poi che mi piacerebbe rinnovare il guardaroba notturno del mio tatone… Insomma, avete già capito, ho voglia di spendere qualche soldino e non è una bella cosa ;-)

Domenica a pranzo invece siamo dai genitori di Max: ci aspetta il cardo in umido, con bellissimi pezzettoni di carne… Per fortuna Max è riuscito a convincerli a non fare anche la minestra e se riesco a limitare il pane, forse non faccio danni enormi. Sì, devo fare la brava, dato che la bilancia mi ha datoun piccolo contentino stamattina devo dimostrarsi alla sua altezza e rispettare le regole del gioco. Anche perché la prossima settimana, nella giornata di giovedì ho la visita di controllo, e non sarebbe male presentarsi con il peso attuale…
Poi basta, il resto del tempo lo voglio passare a riposarmi ed a fare solo ciò che mi piace, forse con una piccola escursione nello stiro, sempre che ne abbia voglia… Ieri sera, guardando Smallville ho avuto la bruttissima idea di mettermi a sferruzzare e mi sono incicciolata. Ho dovuto disfare quasi 5 cm ed alla fine della serata, non sono riuscita a recuperare quello che avevo dovuto disfare. Quando sono molto stanca dovrei evitare di fare certe cose… dovevo starmene buona buona sul divano a guardare la tv… soprattutto i trailer delle puntate successive dove parlano di 'Ora del decesso'. Ma sì, dai a chi volete raccontarlo… questo Superman senza poteri non durerà a lungo, giusto il tempo per far finta di morire…

giovedì, novembre 23, 2006

Le cose che non mando proprio giù...

Ottimo ed abbondante!!! Sto facendo degli sforzi enormi per non farmi prendere da uno dei miei attacchi di rabbia poderosi che mi portanto ad un inevitabile mal di testa… Respira Gianchy… lentamente e profondamente… ho una voglia tremenda di picchiare qualcuno… scaricare una gragnuola di pugni addosso a qualcosa…
Lo sapete, ormai mi conoscete, ci ho sempre tenuto molto al lavoro, ed anche se ultimamente ho mollato un po' la presa, quando succedono cose di questo tipo non riesco proprio a digerirle. Ho appreso che è stato organizzato un SECONDO corso di C#… e per la SECONDA volta non sono stata inclusa nella lista dei partecipanti. Già in occasione del primo, non ci potevo davvero credere, hanno fatto fare un corso di questo tipo a gente che programma in Vbasic e che non ha MAI scritto una riga in C e continua a non farlo… quindi l'utilità del corso di C# per queste persone è rimasta per me una cosa ignota!!! Ed ora… zitti zitti… se ne sta organizzando un altro… a cui partecipa uno dei luminari del C, uno di quelli che alla veneranda età di 49 anni, è rimasto praticamente alle schede perforate: VANNI !!! Vabbè… lo so, l'invidia è una brutta bestia… ma quello proprio che non POSSO sopportare è che quel 'finocchio' del mio capo progetto ha chiesto ad ENZO se voleva partecipare al corso e solo a LUI!!! Ma brutto coglione di un scaricatore a tradimento di film porno in ufficio… è mai possibile che la tua piccola testolina non ti dica nulla di meglio che comportarti come un emerito cretino???!!! Io e Baldo cosa siamo, carta igienica del bagno che deve sempre esserci, ma che è utile solo in certi ambienti??? E come è giusto che sia, lo ha chiesto all'unica persona che era quasi sicuro gli dicesse di no, perché tanto lui programma già in C# per i cavoli suoi… Ma perché deve essere SEMPRE così??? Perché??? Adesso basta, me lo dovete spiegare… mi dovete dire cosa sto sbagliando, cosa devo fare per essere considerata in questo mondo di uomini egocentrici e gallinacei… Amici amici, si coalizzano contro le donne perché si sentono minacciati, perché sanno che se ci impegnamo davvero, SIAMO MOLTO più brave di loro!!! Mi fanno veramente sorridere, tutti amici da bar, tante risate, tante chiacchiere inutili e poi si pugnalano alle spalle alla prima occasione.
Ok, tutto a posto… adesso che mi sono sfogata, va molto meglio, ma per oggi la smetto di spalare la solita m… che giornalmente mi tocca di spalare qui dentro. Sì perché, c'è un bug da risolvere, adesso che siamo in quattro che ci lavoriamo, a chi tocca??? Mah, nel 99% dei casi tocca alla Gianchy… e quindi, metti giù quello che stai facendo… cosa importa se sei nel bel mezzo di un debug, se stai tracciando su un foglio un milione di vettori, ruotati con tanto di goniometro per vedere cosa c'è che non va nelle rotazioni delle sezioni… metti giù tutto, prendi in mano un'altra versione, analizza il problema, trova il punto… non è una cosa che hai fatto tu??? Peccato, te la studi e poi la risolvi… Se invece capita questa cosa ad un altro ed il pezzo in questione è marcato Gianchy… ecco che scatta la frase del cavolo 'Gianchy, ho visto che c'è il tuo commento in questa parte, forse è meglio che ci guardi tu…' Giusto, giustissimo, mai sporcarsi le mani con il codice degli altri, solo io devo sniffare il loro… Così partono le giornate e dopo per rimettermi al punto dove ero rimasta mi ci vuole un sacco di tempo… ma che importa… ma che vadano tutti quanti a quel paese!!!


VOGLIO LA MIA EDICOLA!!!!
Stamattina ho la mente completamente svuotata… me ne sto qui a pigiare sui tasti e non so nemmeno io perché ho aperto questa pagina del diario… Forse è la forza dell'abitudine, oppure il tentativo di fare un po' di chiarezza tra le nubi che circondano i miei poveri due neuroni. Credo che si tratti come sempre degli effetti devastanti che il turno di stiro hanno sul mio sempre precario stato psico-fisico. Forse dovrei spezzare lo stiro in un paio di volte invece di fare queste maratone una volta alla settimana, ma già è dura rassegnarsi così, se poi devo pensare che è una tortura che mi tocca più volte in pochissimi giorni, potrei seriamente pensare all'insano gesto...
A parte gli scherzi… ieri sera sono stata poi molto, ma molto brava, alle 17:30 sono schizzata a casa e mi sono messa all'opera immediatamente e sono riuscita a godermi in santa pace la maggiorparte di House. Vogliamo parlarne??? Soprattutto dell'ultima puntata??? Ci siete rimasti 'corti' come me alla fine??? Io non avevo la più pallida idea che fosse tutta una allucinazione munita a sua volta di allucinazioni… A parte tutto è stata una bella puntata, l'unica cosa che mi dispiace è che dovremo aspettare un bel po' per sapere che conseguenze reali avrà questo ferimento, non credo proprio che avrà questo effetto collaterale inaspettato di eliminare il suo dolore alla gamba… ma in ogni caso non ci resta che aspettare…
E stasera, sotto a chi tocca… riparte un altro telefilm di quelli che ci avevano lasciato un po' tra il liso e il frusto… Smallville. Quindi, dopo la palestra ed una cena veloce a base di bistecchine di cavallo… ci vedo già mezzi svenuti sul divano… io che sferruzzo a velocità ridotta e Max che guarda la tv con gli occhietti a mezz'asta. A proposito delle sferruzzo… non vi ho tenuti informati… il maglioncino per Max procede ad un ritmo che dire patetico è poco. Ma la cosa peggiore è che nel weekend scorso, mi sono resa conto che la lavorazione che avevo intrapreso non era adatta per l'attenzione che dedico a questa attività. Mi spiego meglio: vi ricordate che vi avevo parlato del punto riso??? In sé è un punto molto semplice, ma non bisogna sbagliarsi, perché generando un disegno abbastanza geometrico gli errori sono troppo visibili. Sabato sera ero arrivata agli scalfi del dietro e mi sono accorta che avevo commesso un errore circa 10 cm più sotto… disfa tutto e riparti… ma poi lunedì, la mamma ha guardato il lavoro fatto e mi ha detto… 'Mi sa che c'è un errorino anche qui…' indicando un punto molto… troppo in basso. Quindi ho preso una decisione… ho disfatto TUTTO e sono ripartita a maglia rasata. Sarà molto più semplice, ma vedrete che almeno non mi sbaglierò… e potrò sferruzzare con un occhio al maglione e l'altro alla tv… alla faccia dello strabismo. Tra l'altro dovrò anche semi-accantonare questo progetto… ho trovato un'idea veloce e carina per il segnalibro da regalare a Natale alla nuova assunta… e bisogna che mi dia una mossa…
Basta, mi metto al lavoro…

mercoledì, novembre 22, 2006

Non sono annegata...

… in tutta la pioggia che è caduta nelle ultime ore e che sta ancora cadendo, nonostante le previsioni di Stefano Ghetti che ha assicurato un netto miglioramento!!! Il mio silenzio di ieri è dovuto ad impegni di lavoro che non mi hanno lasciato un attimo libera… Ad un certo punto volevo mettere il numerino come alla Coop, non ci saltavo più fuori!!! Comunque oggi è un altro giorno, approfitto di questi primi 10 minuti per scrivere qualcosa, prima che la mandria dei bufali arrivi al lavoro e magari cominci a rompere…
Quindi ieri non sono nemmeno riuscita a raccontarvi come è andata la seconda lezione di salsa :-D Si procede spediti, sono molto soddisfatta, in due lezioni abbiamo imparato un sacco di cose, i maestri sono bravi e non tergiversano molto. Come prevedevo, le due taramplane della volta scorsa non si sono presentate, e purtroppo anche l'altra signora non è venuta (ci aveva annunciato che aveva problemi al lavoro…), in compenso abbiamo riacquistato uno dei maschietti che si era fatto vivo per la prima chiacchierata. Comunque, abbiamo applicato i passi base in coppia, insegnandoci la corretta posizione e tutto il resto ed alla fine della lezione abbiamo introdotto lo scambio… DIFFICILE… veramente DIFFICILE… Per fortuna sembra che i passi ce li ricordiamo e quindi in queste serate possiamo allenarci, per vedere se riusciamo a rendere automatica una serie di passi che di automatico non hanno proprio nulla… Sapete cosa c'è di bello in tutta questa storia??? Che ti obbliga a concentrarti su qualcosa di diverso dal lavoro e dagli impegni quotidiani e per un po' non pensi ad altro che a concentrarti su quello che stai facendo… E' la stessa sensazione che provo in palestra seguendo gli ordini della 'posseduta'… non hai tempo per pensare, per rimuginare eventualmente su quello che è successo durante la giornata ed è una vera e propria liberazione!!! Infatti è successo proprio questo ieri sera in palestra… una mega corsa per arrivare puntuale e poi, piano piano mi sono buttata lo stress della giornata alle spalle e non ci ho più pensato. Poi però invevitabilmente, una volta tornati a casa… ci sentiamo dei straccetti, ma questa è un'altra storia, la mancanza totale di allenamento, ci ha ridotto delle ciofeche e chissà quanto ci vorrà per riacquistare almeno una parvenza di forma!!! Ma il tempo è dalla nostra parte… se teniamo duro ce la possiamo fare…
La serata di stasera invece prevede un incontro ravvicinato del decimo tipo con il ferro da stiro… non ho nemmeno avuto il coraggio di raccogliere la biancheria da stirare… vedere il cestone che trasborda da tutti i cantoni mi mette una tristezza!!! Mi da l'impressione di fiorndarmi in una 'mission impossible' che può terminare solo in un modo… il cestone vuoto ed io sfinita!!! Quindi serata di stiro mentre guardiamo House e invidio Max che se ne sta beatamente appollaiato sul divano a goderselo in santa pace.
Ecco i bufali sono arrivati… sono anche rovesci al massimo livello, sarà per colpa del tempo… e per me è venuto il momento di mettermi al lavoro… Ah dimenticavo, devo smetterla di mettere sempre la sveglia alle 6:40 e poi decidere solo nel momento in cui suona di voler rimanere a nanna fino alle 7:00 (dopo essermi comunque alzata per spegnerla!!!). Dovrei essere abbastanza grande per decidere alla sera cosa voglio fare da lì a poche ore… o no???

lunedì, novembre 20, 2006

Che fatica...

...si fa ad iniziare una nuova settimana quando il weekend è stato così così??? Non posso nemmeno dire che me ne sarei stata volentieri a letto, perché stanotte la cervicale non mi ha fatto dormire… ed anche ora non ha nessuna intenzione di abbandonarmi. Sarà il cambiamento di stagione, o forse il fatto che ieri comunque ho passato più tempo del solito a letto… ma non è stata una gran bella domenica… Non abbiamo fatto nulla, l'intento era quello di riposarsi dagli strapazzi della settimana scorsa e ricaricare le batterie per questa, ma in realtà… non mi sento per niente riposata. Ma come al solito non vado in ordine…

Cominciamo da venerdì sera, dallo spettacolo di Gene Gnocchi 'Sconcerto rock': non è stato male ma se devo essere sincera mi aspettavo qualcosa di meglio. Questo suo personaggio di rockettaro in età che decide di farsi rivedere sul palcoscenico dopo tanti anni, ma che vuole comportarsi ancora come un ragazzo, è sì divertente, ma anche un po' penoso, ed anche se so benissimo che era effettivamente questo il risultato che Gene voleva ottenere, in certi momenti è risultato un po' pesante e forzato.

Sabato invece la definirei la giornata dei 'lavori forzati'. Mattinata dedicata interamente alle pulizie, con un avvicendarsi frenetico di lavatrici, che purtroppo tutt'ora giacciono stese in garage, il che vuol dire che questa settimana mi tocca anche lo stiro!!! Il pomeriggio, non è stato da meno, per i preparativi della cena con Alberto, anche se abbiamo fatto qualcosa di non molto impegnativo… sono stata in movimento fino a sera… Pochi di voi conoscono Alberto… è un nostro ex-collega della Corob, l'unico con cui manteniamo dei contatti abbastanza costanti. Condivide con Max la passione per il Bologna e spesso si incontrano per andare a vedere le disavventure della loro squadra del cuore… cosa che è successa anche sabato pomeriggio. Io invece ho un rapporto diverso con Alberto, siamo riusciti a rimanere amici solo grazie al suo carattere mite, non so se io ci sarei riuscita al suo posto… Ad un certo punto della mia vita in Corob, ho richiesto a gran voce un aiuto, i clienti erano aumentati a dismisura e non riuscivo a fare tutto… dopo anni, i brillantoni dei capi mi hanno concesso la collaborazione di Alberto… A parte il fatto che lui era in azienda da molto più tempo di me, e che ha delle capacità che lo rendono appetibile alla realizzazione di progetti a più ampio respiro che gestire database di dati per i clienti… a me non è sembrata giusta questa decisione, ma non ho potuto nemmeno rifiutare… Dopo pochi mesi, Alberto ha trovato un altro lavoro… e chi lo biasima!!! Ed io ho 'intrappolato' l'Erica al suo posto. Ho sempre cercato di trattarlo bene, e di non essere la solita rompiscatole… ma sul lavoro sono sempre stata molto pignola e dopo tanti anni, avevo il mio standard di qualità che ritenevo 'sacro'. Lui è un vero Gentleman, di quelli il cui stampo non esiste più e quindi non mi ha mai detto nulla ed ha incassato i pochi rimproveri che nonostante tutto ogni tanto mi capitava di fargli…
La storia è andata così… ogni tanto rimpiango il mio ufficietto, il mio piccolo loculo che mi consentiva di avere una certa autonomia, questi open space, questo aver sempre a che fare con le persone, anche in giornate come questa in cui vorrei tanto rintanarmi in un angolino… mi manca da morire… Diciamo, che come al solito non ho saputo giocarmi bene le carte che avevo a disposizione, ma a chi non è capitato almeno una volta??? Sapere cosa fare nelle situazioni della vita non è mica così semplice, ci vuole molta intuizione ed anche un pizzico di fortuna. Se da una parte non posso lamentarmi, dall'altra, so benissimo che alla mia età potrei essere in una posizione completamente diversa… Ma che ci volete fare, non si piange sul latte versato, né tanto meno su quello che si lascia inacidire nel cartone aperto!!!

venerdì, novembre 17, 2006

Venerdì 17...

Siete superstiziosi??? Io… il giusto, essendo nata di venerdì 17, non posso permettermi di pensare che ci siano giorni più sfortunati di altri semplicemente a causa di una coincidenza tra giorno del mese e giorno della settimana… ma ci vado cauta… non si sa mai!!! Certo che una ideauzza stamattina, per esorcizzare il tutto, mi era venuta: quella di starmene a nanna… Sono veramente stanca morta, forse molto più stanca di quanto sarei se effettivamente ieri sera fossi andata in palestra. Sì, avete capito bene, ieri sera abbiamo fatto cabò… ma non voluto… forzato!!! Alle 17:10 Max è stato coinvolto in una riunione e se ne è liberato solo alle 18:30 passate. Tra l'altro anche se avessi voluto non ci sarei riuscita ad andarci da sola, perché la mia borsa da ginna si trova nel baule della sua macchina!!! Così, mi è venuta la brillante idea di andarci stasera… Ma sì, dai… palestra, qualcosa da mangiare al volo e teatro… sono così belli i doppioni e le giornate che non finiscono mai!!!
Ma oggi è una di quelle giornate da prendere un pezzetto per volta… il mio primo traguardo è quello di arrivare alla pausa pranzo… poi alla palestra… poi a teatro e poi a nanna… Forse se la scandisco così la giornata sembra un po' meno lunga, che dite??? Certo che questo grigiore, la nebbia, i neon accesi in ufficio… che tristezza!!! Passa proprio pochissimo, e mi aspetto di sentire un 'crack' da un momento all'altro, dovuto alla rottura della mia mascella in seguito all'ennesimo sbadiglio stile ippopotamo. Ma parliamo d'altro… ieri sera abbiamo recuperato le puntate di House che ci eravamo persi mercoledì scorso… come al solito sono sempre molto 'maschiali'… anche se mi vengono dei certi 'magoni' quando sono coinvolti dei bimbi… ma quello che mi ha fatto venire il nervoso è stato il trailer delle prossime puntate, che saranno anche le ultime della serie. Dunque, si è visto che sparano ad House ed io veramente non ne posso più di questi telefilm nei quali l'ultima puntata presenta uno dei protagonisti stesi a terra, morti o colpiti a morte… In poche settimane sarebbe il terzo… Prima c'è stato NCIS con la morte della ragazza… per fortuna la nuova serie è iniziata subito la domenica successiva, ma comunque non è bello… Poi invece c'è stato lo scandalo di Criminal Minds… negli ultimi secondi della puntata viene colpita una detective e poi appare il messaggio 'ci vediamo ne 2007'. Ehhhh???? Ma stiamo scherzando??? Non ci potevo davvero credere!!! E adesso aspetto con ansia la puntata di mercoledì prossimo di House… già zoppo, non me lo possono ferire… dopo chi li cura i malati sottoponendoli a tutte le torture del caso???
Ah... a proposito di telefilm… ve lo ricordate vero che stasera iniziano le nuove puntate di 'Senza Traccia'… non mi ricordo più dove eravamo arrivati, ma spero di riallinearmi in fretta quando riusciremo a recuperare anche questa registrazione. Eh, sì a casa ci siamo pochissimo, ma il videoregistratore è sempre in funzione… altro che le giornate da 24 ore, ce ne vorrebbero minimo 48.
Per il momento vi auguro un buon weekend… vado a caccia di stecchini per tenere le palpebre aperte alla gatto Silvestro, oppure vado a dipingermi degli occhi sulle palpebre come quello della pubblicità…

giovedì, novembre 16, 2006

Una piccola segnalazione...

Il prossimo weekend ci sarà una manifestazione a Nonantola denominata 'Profumo di cioccolato' che come dice il nome tratta questo cibo delizioso…

Se siete curiosi, qui sopra si trova il link… a me piacerebbe farci un salto… ma con tutti gli impegni che ho, non so proprio se ce la farò… L'unico momento che è rimasto libero è la domenica mattina. Boh… vedremo...

The Departed - Il bene e il male

Free Image Hosting at www.ImageShack.us
Cast:
Oliver Queenan: Martin Sheen

Frank Costello: Jack Nicholson
Ellerby: Alec Baldwin
Dignam: Mark Wahlberg
Colin Sullivan: Matt Damon
Billy Costigan: Leonardo Di Caprio

Trama:
A South Boston il dipartimento di polizia dello stato del Massachusetts ha dichiarato guerra alla criminalità organizzata. L'obiettivo finale è mettere fine all'indiscusso regno del potente boss mafioso Frank Costello agendo dall'interno. Per questo motivo, la giovane recluta, Billy Costigan, cresciuto proprio nel quartiere di South Boston, viene scelta per infiltrarsi nella banda guidata da Costello. E mentre Billy lavora per guadagnarsi la fiducia del boss, un altro giovane poliziotto, cresciuto anch'esso per le strade di "Southie", Colin Sullivan, si sta facendo strada in polizia. Dopo aver conquistato un posto all'interno della Squadra Speciale Investigativa, Colin viene scelto, insieme a pochi altri, per occuparsi direttamente della missione che ha come obiettivo la distruzione della banda di Costello.

Ne ha già parlato Max nel suo blog di questo film, io ne ho riportato qualche notizia solo per rinfrescarvi la memoria e, dato che ieri sera lo siamo andati a vedere, per darvi la mia soggettivissima opinione. Dunque, in generale non è un brutto film, passa veloce e cattura l'attenzione perché l'intrigo è abbastanza avvincente ed hai l'impressione di perdere pezzetti importanti se ti distrai… ma non l'ho trovato eccezionale. Molto violento, in alcune scene perfino troppo… ed alla fine c'è un 'buco' clamoroso, probabilmente lasciato apposta perché le persone come me potessero parlarne. Per Max, le ultime scene del film, seppure non spiegate sono risultate chiare, come se non ci fosse nessuna spiegazione alternativa, mentre io ne ho trovata una, ed il fatto che manchi appunto questo chiarimento mi ha rovinato la fine del film. Lo so che scrivendo così non avete capito niente, quindi facciamo una cosa… Da qui in poi fino alla scritta 'FINITO', parlerò chiaro e tondo del finale, logicamente chi vuole vederlo è meglio che non legga queste righe….

Insomma… a tre minuti dal termine, sono morti tutti quanti, rimane in vita solo lo spietato Colin Sullivan che si è adoperato per farsi piazza pulita intorno… Ma rientrando a casa viene ucciso a sangue freddo e senza nemmeno proferir parola da Dignam, fedele collaboratore di Queenan. Ma perché lo ha ucciso??? Dignam era l'unico rimasto in vita che sapeva il nome dell'infiltrato nella banda di Costello, ma si era dimesso alla morte del suo collega perché non voleva dare questa informazione a Sullivan… Dato che Costigan aveva consegnato una busta alla fidanzata di Sullivan da aprire solo se gli fosse successo qualcosa, viene naturale pensare che vi fosse riportato il nome dell'infiltrato di Costello nella polizia, cioè Sullivan, e che quindi la ragazza abbia contattato Dignam per dirglielo e lui si sia vendicato. Ma dato che della busta non si è fatto nessun cenno io ho un'altra teoria… forse anche Dignam era un infiltrato di Costello nella polizia, e dato che il capo era morto, ha voluto eliminare l'ultima persona che poteva avere qualcosa a che fare con la sua vecchia vita… Probabilmente ha ragione Max, la prima spiegazione è quella più plausibile, ma perché non mettere due minuti in più di riprese in cui si vede lei che apre la busta e che avverte telefonicamente Dignam??? Forse avevano paura di rovinare l'impatto visivo dell'ennesimo omicidio a sangue freddo!!!

FINITO

Ma ora basta parlare di questo film… diciamo che oggi è giovedì e vorrei tanto invece che fosse già venerdì. Fuori vige un grigiore tipico di questi tempi e di queste zone… la nebbia avvolge un po' tutto e dato che sopra la nebbia ci sono solo nuvole, la luce che entra dalle finestre è fredda e triste. I bracciotti mi fanno un po' meno male… e quindi sono pronta per l'ennesimo massacro di stasera… questa volta alle gambe!!! E poi tanto per cambiare, forse passeremo anche qualche ora a casa, anche se so già che sarò così cotta che non mi accorgerò nemmeno del tempo che passa.

mercoledì, novembre 15, 2006

Just pump

Sì… forse riuscirò anche a stupire la mia monella sempre super informata in fatto di nuove discipline… o forse no??? Dicesi Just Pump l'ultima 'tortura' che la posseduta della mia insegnate ci ha propinato ieri sera. Bilancere e via… verso i mille esercizi su bicipiti, tricipiti e altri muscoletti delle braccia tutto a tempo di musica. Massacrante!!! Poveri i miei bracciotti, oggi mi fanno un male bestiale ed anche stanotte, ad ogni piccolo movimento mi svegliavo… 'Ragazze stasera facciamo qualcosa di nuovo… l'ho provato venerdì ed è piaciuto molto'… quando inizia così io già tremo… e poi dice ' Non vi preoccupate, lo alterniamo con esercizi aerobici, perché sarebbe da fare in modo continuativo per un'ora intera'. Ehhhh???? Un'ora???? E poi chi mi viene a raccogliere col mestolo???? Ed alla fine 'Vi è piaciuto? Dai ogni tanto facciamo qualche lezione così' ed io nella mia testolina ho pensato 'Sì sì, se me lo dici prima, mi sa che ho un impegno per la sera del just pump'.
Ancora una volta l'animo da ginnasta che NON possiedo ha fatto capolino… non riuscirò mai a diventare una patita per il fitness, nemmeno se campassi altri 200 anni… forse mi ci vuole un'altra vita, per questa è fatta… Tra l'altro da quando sono tornata in palestra e faccio queste lezioni, mi sono accorta che mi si sono molto indeboliti i muscoli delle braccia, una volta non ero così, avevo parecchia forza nelle braccia. Ora mi stanco tantissimo, quindi anche se brontolo e sbuffo come una caffettiera, lo so che tutti questi esercizi per la parte alta mi fanno bene!!! Ma far bene è un conto, morire è un altro…

Pazienza… la vostra foca spiaggiata è comunque riuscita ad arrivare in ufficio in orario, nonostante stamattina non sia riuscita nemmeno ad alzarmi per spegnere la sveglia ed ho approfittato dei venti minuti che intercorrono tra le 6:40 e le 7:00 per rimanere al calduccio nel lettone, con il risultato che sfoggio una capigliatura orrendamente orrenda. Ma tanto oggi chi mi vede… sono solo 10 ore in questo ufficio e poi via di corsa a fare la spesa e chissà… se ci sta, l'idea originale, prevedeva anche il cinema… Già mi ci vedo… praticamente di corsa a girare tra le corsie del Borgo Gioioso, alla ricerca delle cose che devo prendere ed accorgermi ogni due minuti di dover tornare indietro a prendere qualcosa che mi sono dimenticata. Se becco quell'ingegnere o architetto che ha studiato la disposizione degli scaffali… lo faccio fuori… perché essendoci due corridoi ci sono tre ordii di scaffali e quindi se segui un corridoio non hai sott'occhio quello che si trova nell'altro scaffale… insomma un delirio!!! E dopo mesi che faccio la spesa in quel posto, ancora non ho imparato molto bene dove si trovano le varie cose, senza contare che ogni tanto si divertono a spostare le cose!!! :-( Tranquili… ad un certo punto dovrebbe anche arrivare il mio 'salvatore'; ma cercherò di essere brava e di portarmi il più avanti possibile con le compere in modo da guadagnare tempo.

Vabbè adesso mi metto al lavoro… vi lascio un regalino… Max mi ha trovato i testi delle canzoni di Tutti Insieme appassionatamente e vi lascio una di quelle che canticchio più spesso in questi ultimi giorni...
DO RE MI

le prime tre son sempre così
DO RE MI (DO RE MI)
DO RE MI FA SOL LA SI

DO se do qualcosa a te
RE è il re che c'era un dì
MI è il mi per dire a me
FA la nota dopo il MI.
SOL è il sole in fronte a me
LA se proprio non è qua
SI se non ti dico no
e così ritorno al DO-O-O-O (3 v.)

DO RE MI FA SOL LA SI DO SOL DO
SOL DO LA FA MI DO RE (SOL DO LA FA MI DO RE)
SOL DO LA SI DO RE DO (SOL DO LA SI DO RE DO)
SOL DO LA FA MI DO RE
SOL DO LA SI DO RE DO
Se tu vuoi cantar così
usa queste note qui