lunedì, ottobre 03, 2005

Una giornata autunnale... seconda parte!!

A voi questo tempo non mette un po' di malinconia??? Io sto guardando fuori dalla finestra, sta piovendo a catinelle… e vorrei essere sul mio divanone a casa con un buon libro in mano ed una tazzone di thè fumante fra le mani… Lo so cosa state pensando… 'questa oggi non ha proprio niente da fare!'. Beh, non è del tutto vero, il fatto è che devo fare una cosa e non so bene come controllare se ho trovato tutti i punti dove intervenire. Allora me ne sto qui a pensare al programma a tutti i suoi punti più nascosti e nel frattempo guardo fuori e la mente inevitabilmente si sposta dal programma ad altre sensazioni, alla voglia di evadere, di non starmene qui a tentare inutilmente di affrontare questa giornata grigia…

Eh, lo so, se la prima giornata di pioggia mi riduce così, in poco tempo potrei arrivare al suicidio, ma non preoccupatevi… si tratta solo di un po' di malinconia, con un pizzico di stanchezza, e la pesantezza di un'estate alle spalle che si porta dietro veramente poche cose liete. Anche se tento sempre di non pensarci e mi dico, almeno una volta al giorno, che per fortuna è tutto finito… mi sento come se ci fosse sempre un fantasma che osserva la nostra vita e se ne sta in agguato per colpirci proprio quando abbassiamo la guardia. Un pizzico di paranoia??? Una scottatura che ancora brucia un po'??? Mah, chi lo sa… però non mi sembra che la storia sia del tutto finita, mi sento come se ci fosse stata concessa solo una semplice tregua. Quando mio padre più di 10 anni fa ha avuto un ictus non ho reagito così e dire che per un certo periodo ha persino continuato a fumare e sicuramente era possibile che l'ictus avuto potesse essere solo un'avvisaglia di qualcosa di più grave. Forse ero più giovane, forse un po' più incosciente, ma tutta questa maturità mi sembra una gran fregatura… porta solo preoccupazioni e nessuna gioia...

Ci vorrà del tempo, o forse non saremo mai più completamente tranquilli, dovremo imparare a vivere il tempo in più che ci viene concesso come se fosse un dono senza guardare molto avanti. E' un discorso che vale per i genitori che purtroppo diventano ogni anno che passa più anziani, ma vale sempre di più anche per noi, che non facciamo altro che correre da una parte all'altra, fare mille progetti per poi doverci fermare… ed accorgerci di quanto sia facile perdere tutto.

Va bene… lo so… sono una lagna… e non vedete l'ora che la pianti con questi miei pensieri tristi. Avete ragione, un po' di ottimismo non mi farebbe male, ma voi vi ricordate di una Gianchy ottimista??? Io non me la ricordo… anzi mi ricordo di una tipa che quando qualcosa deve andare storto è sempre pronta ad essere in prima linea ed a pensare 'lo sapevo'… Poi molte volte cerco di reagire, di non mostrare l'anima grigia che si nasconde sempre nel mio cuore perché a nessuno piace avere a che fare con le musone. Le donne devono essere sempre allegre, piene di energia, affascinanti… insomma il netto contrario di quello che sono io!!!

Nessun commento: